Cerca:

20 aprile 2014

Uno sguardo alla Matematica – Le operazioni di limite, derivata ed integrale delle leggi fisiche (Parte II)

Credit immagine:© Peter M. Fisher/CORBIS

Credit immagine:© Peter M. Fisher/CORBIS

Problemi di integrazione

In questa seconda parte è doveroso definire la terza operazione matematica onnipresente in Fisica: l'integrale.

Continua a leggere »

20 aprile 2014

Uno sguardo alla Matematica – Le operazioni di limite, derivata ed integrale delle leggi fisiche (Parte I)

Credit immagine: vivalascuola.it

Credit immagine: vivalascuola.it

Prima di proseguire con la Cinematica dei moti rettilineo uniforme e uniformemente accelerato, è utile definire alcune operazioni matematiche che compaiono praticamente sempre in qualsiasi legge fisica a cui voi possiate pensare, e che, se comprese, vi chiariranno una marea di cose apparentemente “oscure” per un approccio senza basi di matematica (come quello che puntualmente avviene nelle scuole superiori).

Continua a leggere »

19 aprile 2014

Primo volo del nuovo rivoluzionario razzo Falcon 9 in grado di atterrare da dov'è partito

Decolo del razzo Falcon 9 v1.1 della SpaceX

Decolo del razzo Falcon 9 v1.1 della SpaceX


Vi ricordate il razzo Grasshopper della SpaceX? Eravamo tutti rimasti affascinati da questo razzo in grado di ritornare esattamente da dove era stato lanciato, in maniera così precisa! Quel razzo però era molto più piccolo e serviva per fare da cavia per sperimentare nuove tecnologie da integrare poi nel razzo principale della compagna privata. La SpaceX ha finalmente mostrato invece come sono quelle tecnologie integrate all'interno del Falcon 9 (versione F9R). La riuscita di questo progetto potrebbe portare al primo razzo completamente riutilizzabile, pronto a ripartire appena è stato rifornito di nuovo carburante. Questo abbasserebbe notevolmente i costi dei voli, e segnerà un momento storico dell'astronautica come la conosciamo.

Continua a leggere »

19 aprile 2014

Alla scoperta della superficie sotto la calotta di ghiaccio della Groenlandia

Scienziati al lavoro all'accampamento in Groenlandia. Credit: Paul Bierman, University of Vermont

Scienziati al lavoro all'accampamento in Groenlandia. Credit: Paul Bierman, University of Vermont


"Generalmente si pensa ai ghiacciai come potentissimi agenti di erosione, che possono distruggere le superfici sopra cui passano" ha spiegato Lee Corbett, dell'Università del Vermont (UVM). "Abbiamo dimostrato che la Calotta di Ghiaccio della Groenlandia non sta agendo come fattore di erosione; infatti, al suo centro, c'è stata incredibilmente poca erosione dalla sua formazione 3 milioni di anni fa." Lo studio è comparso anche nell'ultima edizione di Science.

Continua a leggere »

19 aprile 2014

Materiale agisce sia da specchio che da vetro trasparente allo stesso tempo

specchio vetro
Un gruppo di ricercatori dell'MIT (Massachusetts Istitute of Technology) ha inventato un nuovo materiale che agisce come se fosse uno specchio invisibile che può mostrare riflessi come un normale specchio ma attraverso cui si può anche vedere tranquillamente attraverso. La magia è possibile grazie all'alternarsi di 84 sottilissimi strati di vetro e ossido di tantalio. Normalmente è uno specchio ma appena lo si fa ruotare diventa trasparente. Quindi parte della luce passa e parte viene riflessa! Guardatelo in azione:

Continua a leggere »

19 aprile 2014

Navicella Dragon della SpaceX Fotografata nei Cieli di Parigi sulla Strada verso la ISS

Al centro dell'immagine, c'è la navicella Dragon, della SpaceX, in orbita terrestre. Se guardate bene si notano anche i panelli solari laterali. Credit: Thierry Legault

Al centro dell'immagine, c'è la navicella Dragon, della SpaceX, in orbita terrestre. Se guardate bene si notano anche i panelli solari laterali. Credit: Thierry Legault


Thierry Legault, uno degli astrofotografi più bravi in circolazione, è riuscito a fare qualcosa di straordinario! Grazie alla perfetta programmazione e calcolo della traiettoria, e con l'ausilio di cieli chiari ed un potente sistema di osservazione, è riuscito a catturare chiaramente la navicella Orion, della SpaceX, in orbita terrestre appena 25 minuti dopo il lancio con il razzo Falcon9 da Cape Canaveral. Legault l'ha vista nei cieli sopra Parigi alle 21:50 di ieri notte, e l'ha descritta come 4 punti luminosi che si muovevano insieme. Ma Ecco il video:

Continua a leggere »

18 aprile 2014

Streaming LIVE del Lancio SpaceX verso la ISS [18 Aprile 2014]

Razzo Falcon 9 durante i preparativi per il lancio del 14 Aprile. Credit: Julian Leek

Razzo Falcon 9 durante i preparativi per il lancio del 14 Aprile. Credit: Julian Leek


Dopo numerosi rinvii, il razzo Falcon 9 della SpaceX si prepara a partire con la capsula Dragon verso la Stazione Spaziale Internazionale. La navicella porta con se numerosi esperimenti scientifici oltre a rifornimenti utili per la permanenza degli astronauti.
Il razzo è sulla rampa di lancio da diversi giorni, ma ci sono stati problemi con uno dei computer a bordo della stazione, che avrebbe reso più rischioso e complicato l'attracco con la Dragon, così il lancio è stato rimandato ad oggi, e se dovesse andare male per qualsiasi ragione, il lancio può essere rimandato anche a domani.
Ma incrociamo le dita e speriamo vada tutto bene! Ecco qui il link per guardare la diretta:

Continua a leggere »

18 aprile 2014

Scienziati scoprono un nuovo tipo di organo sessuale: un ginosoma

Primo piano del Ginosoma presente nelle femmine di neotrogla aurora. Credit: Reuters

Primo piano del Ginosoma presente nelle femmine di neotrogla aurora. Credit: Reuters


Un grande annuncio arriva dal Brasile dove un gruppo di scienziati ha scoperto un nuovo affascinante adattamento riproduttivo, che prevede l'uso di un organo sessuale fino ad ora sconosciuto. Si tratta di organi appartenenti ad insetti del genere Neotrogla, che vivono in caverne umide e ricche di resti organici. Quello che rende unico questo organo chiamato ginosoma, in dotazione delle femmine è il modo in cui viene usato: le femmine penetrano i maschi con questo organo erettile che poi inizia a gonfiarsi e coprirsi di spine che assorbono dall'interno del maschio sia sperma che nutrienti vari. La penetrazione inoltre dura anche per diversi giorni! Prima di continuare, vorrei sottolineare una cosa: è più che evidente che non si tratta di un pene e nemmeno ci assomiglia. Questo però non ha fermato pressoché tutti i giornali (dal Corriere della Sera, al National Geographic, a Wired, etc) di parlare di femmine con un pene e maschi con la vagina. Capisco la facilità del paragone (e che parlare di sesso e peni offuschi la ragione a qualcuno), ma in questo caso non solo è sbagliato il paragone ma è nocivo per la divulgazione scientifica!

Continua a leggere »

17 aprile 2014

Hubble Fotografa Una Spettacolare Fetta dell'Universo

Immagine delle galassie osservate da Hubble in questo nuovo scatto. In mezzo ci sono anche alcuni oggetti che con la loro gravità hanno piegato intorno a se lo spaziotempo,creando un effetto di lente ed ingrandendo e distorcendo la luce proveniente dagli oggetti sullo sfondo. Credit: NASA/ESA

Immagine delle galassie osservate da Hubble in questo nuovo scatto. In mezzo ci sono anche alcuni oggetti che con la loro gravità hanno piegato intorno a se lo spaziotempo,creando un effetto di lente ed ingrandendo e distorcendo la luce proveniente dagli oggetti sullo sfondo. Credit: NASA/ESA

Questa nuova immagine ottenuta dal Hubble Space Telescope ci mostra di taglio una fetta dell'universo che va dal nostro presente a galassie esistenti solo miliardi di anni fa, quando l'universo aveva appena metà della sua attuale età. Ci sono volute 14 ore di esposizione perché il telescopio ottenesse questa vista così dettagliata, ma gli oggetti visibili qui sono circa 1 miliardo di volte più pallidi di quanto sarebbe necessario per renderli visibili ad occhio nudo.

Continua a leggere »

17 aprile 2014

NASA: Streaming LIVE della Conferenza Kepler [17 Aprile 2014]

Illustrazione artistica del pianeta Kepler-186f. Credit: NASA/JPL/

Illustrazione artistica del pianeta Kepler-186f. Credit: NASA/JPL/


Poco fa avevamo parlato delle prime notizie trapelate, circa la scoperta di un esopianeta chiamato Kepler-186f, in orbita intorno ad una nana rossa a circa 500 anni luce da noi. Questo pianeta si trova all'interno della così detta Zona Abitabile (dove l'acqua può essere liquida sulla superficie del pianeta), e completa un'orbita ogni 129.9 anni. Ma questo è solo l'inizio! l'interesse intorno a questo pianeta è molto grande, e stasera potremmo vedere insieme la conferenza in cui gli scienziati esporranno cosa hanno scoperto:

Continua a leggere »

Torna su