Spazio all'Immaginazione 5° Edizione, Sezione Racconti Lunghi: "Il giorno in cui mi teletrasportai su Marte" di Massimo Acciai Baggiani

http_i-huffpost-com_gen_3473970_images_n-marte-628x314

Il giorno in cui mi teletrasportai su Marte

Massimo Acciai Baggiani

Ho sempre sospettato che Marte – il pianeta, non il dio – avrebbe salvato l’umanità.

Come e quando, questo allora non lo sapevo neanch’io, che pure ho un rapporto molto particolare con il Pianeta Rosso. Un rapporto che dubito qualcun altro sulla Terra possieda.

Perché io, su Marte, ci sono stato. Continua a leggere...


Spazio all'Immaginazione 5° Edizione, Sezione Racconti Lunghi: "L'uomo del futuro" di Valerio Gambetti

170510-time-travel-mn-1150_62ae0216673fbd69cc88472ce207045d-fit-760w

L'uomo del futuro

Valerio Gambetti

Anno 2150

La ragazza osservò a lungo il fascicolo sulla scrivania. Era indirizzato a lei, Sophia Morehouse. Il cuore le martellava nel petto, causando forti vibrazioni che si estendevano a tutto il resto del corpo. Respirava dal naso mentre stringeva i denti, quasi digrignandoli. Cercando di rilassarsi, inspirò profondamente, inclinò la testa leggermente all'indietro e aprì il dossier. Continua a leggere...


Spazio all'Immaginazione 5° Edizione, Sezione Racconti Lunghi: "LO STRANO CASO DEL DOTT. VALERIANO MARCHINI" di C. Canelli

vau222002_2

LO STRANO CASO DEL DOTT. VALERIANO MARCHINI

C. Canelli

Ecco, sono tornato qui ancora una volta, al belvedere come lo chiamano adesso. Sono passati sette anni da quel giugno del 2025 e ancora nessuno sa cosa veramente sia successo. Ogni tanto vengo qui e ripenso a quella sera nella speranza vana di capire. Oggi è una giornata nuvolosa come allora e posso vedere giù fino alla costa e notare cosa manca. Già, anche se ci hanno costruito attorno case e giardini il buco si vede ancora. Continua a leggere...


Spazio all'Immaginazione 5° Edizione, Sezione Racconti Lunghi: "IMBUTO MOTEL (il mistero si infittisce, la patata si infrittisce)" di XOBE MAMOBE

Credit: Yuri Missiroli
Credit: Yuri Missiroli

IMBUTO MOTEL (il mistero si infittisce, la patata si infrittisce)

XOBE MAMOBE

Nulla rendeva ancor più irrequieto il giovane Gasolio che lasciarsi sfuggire la propria preda, un grassoccio topo marrone. Parecchi giorni erano trascorsi dalla prima volta in cui incrociò il proprio sguardo famelico, con quello dell’unto roditore ma, per diversi motivi, la caccia non era andata a buon fine. Non che Gasolio fosse un mediocre cacciatore anzi, è che probabilmente questa volta, si era imbattuto nel sorcio più lesto della contea. Un continuo stress quindi, una prolungata tensione psicologica, che riversava aimè contro la mia persona. Da cosa lo capivo? Dal trovarmelo la mattina presto sul letto ad esempio, intento a sgranocchiarmi le caviglie, come fossero due pannocchie. O da quel comportamento altrettanto anomalo e sospetto, nell’offrirsi volontario per radermi il volto. Con le sue unghie. Devo in ogni caso essere sincero, il giovane Gasolio sapeva anche mostrare il suo lato più dolce. Le carezze se le prendeva tutte, quand’era il momento giusto: bisognava solo aver l’accortezza di indossare dei guantoni di cuoio, come quelli degli ammaestratori di condor. Continua a leggere...


Spazio all'Immaginazione 5° Edizione, Sezione Racconti Lunghi: "Il Messaggero" di M. Galasso

Empire of Future. Credit: Simon Stalehag
Empire of Future. Credit: Simon Stalehag

Il Messaggero

M. Galasso

L'Astronave-sonda si fermò in posizione stazionaria in orbita attorno al nuovo pianeta e, come da protocollo, tutti i miei sistemi si accesero: era segno che la mia missione era iniziata! E dire che era iniziato tutto grazie ad un piccolo telescopio in orbita attorno al pianeta da cui provengo, molti anni fa, il quale aveva individuato nell'atmosfera di un pianeta appena scoperto, in orbita attorno ad una stella gialla, tracce di ossigeno liberato nell'atmosfera, chiaro segno di presenza di vita. Non solo, ulteriori analisi fatte in seguito avevano concluso che, molto probabilmente, una specie intelligente si era già sviluppata su quel mondo, o l'avrebbe fatto nel giro di pochissimo. Ci fù quindi un gran numero di dibattiti sul mio mondo, in quanto quella scoperta aveva dato risposta ad una domanda tra le più antiche di sempre: "siamo soli nell'universo?" Continua a leggere...


Spazio all'Immaginazione 5° Edizione, Fuori Concorso: "Viaggio ad Isaura" di Massimo Acciai Baggiani

Credit: Franco Celant
Credit: Franco Celant

Viaggio ad Isaura

Massimo Acciai Baggiani

Fu nel mese di germinale dell’anno DCCLXXV che visitai per la prima volta Isaura. Non si trattava naturalmente di una delle due antiche città anatoliche bensì di una terza Isaura, una città reale con già una lunga storia alle spalle quando la visitai in quel mese di sole e di vento. Continua a leggere...


Spazio all'Immaginazione 5° Edizione, Fuori Concorso: "Il concerto" di Giuseppe Savoia (Parte 9-10)

cal_ban_con_st_reale

Il concerto

Giuseppe Savoia

IX PARTE

La mattina del 4 tralosasta Eppegisu si sveglia eccitato, è il giorno del concerto.

Lascia la casa dei prozii e va all’ambasciata calandriana. Pranza insieme al nonno Giurrego, allo zio Jephos, al cugino Zonlafo ed ad Icro, cugino di sua madre e suo zio. Durante il pranzo re Giurrego comunica al nipote che la mattina ha portato l’Hoclenia da Castellaquila all’astroporto d’Epralom.

Continua a leggere...