Futura: Video intero in HD del lancio e volo nell'atmosfera della Soyuz TMA-15M

Scatto ottenuto dopo il lancio del razzo Soyuz con la missione Expedition 42/43 verso la ISS. Credit: ESA/NASA/Roscosmos
Scatto ottenuto dopo il lancio del razzo Soyuz con la missione Expedition 42/43 verso la ISS. Credit: ESA/NASA/Roscosmos

Tantissime emozioni questa sera per il lancio della Expedition 42 verso la Stazione Spaziale Internazionale, a bordo della Soyuz TMA-15M, grazie ad un razzo Soyuz-FG. Qui in Italia in particolare abbiamo tutti seguito l'inizio dell'avventura di Samantha Cristoforetti, che da stasera è diventata la prima donna italiana nello spazio e la terza per conto dell'ESA. Ma l'impresa della nostra non si ferma certo a questo primato. Futura è una missione che prevede anche tantissimo lavoro a bordo di quello che è il più avanzato laboratorio mai costruito! Sulla ISS Samantha dovrà occuparsi di decine di diversi esperimenti scientifici, di campagne di osservazione, di divulgazione scientifica e di ricerca medica usando il proprio corpo. Il tutto in uno degli spazi più estremi in cui la nostra specie sia mai andata a vivere.
Di seguito potete vedere l'inizio di questo viaggio: non solo il lancio, ma anche le espressioni degli astronauti durante il loro viaggio nell'atmosfera, prima di raggiungere l'orbita.
Continua a leggere...


Orbiter Marziano dell'India Riprende la Cometa Siding Spring

Alcune delle immagini ottenute dall'orbiter indiano MOM che mostrano la cometa Siding Spring. Credit: ISRO
Alcune delle immagini ottenute dall'orbiter indiano MOM che mostrano la cometa Siding Spring. Credit: ISRO

La sonda spaziale MOM (Mars Orbiter Mission), di cui avevamo celebrato l'inserimento in orbita di Marte a Settembre, ha rilasciato da poco i tanti dati che ha ottenuto durante il passaggio della Cometa Siding Spring, il 19 Ottobre, ad appena 139.500 km dalla superficie. Come le altre sonde di ESA e NASA, anche la MOM ha rilevato grandi quantità di materiale precipitato su Marte! Dalla superficie si sarebbe visto uno spettacolo di migliaia di meteore all'ora!
Continua a leggere...


3 Opere Musicali Composte da Vangelis per Rosetta e Philae

Splendida vista della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko pochi giorni prima dell'atterraggio del lander Philae. Credit: ESA
Splendida vista della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko pochi giorni prima dell'atterraggio del lander Philae. Credit: https://www.flickr.com/photos/lunexit/15749135882/

Grazie ad una collaborazione artistica e di divulgazione, l'Agenzia Spaziale Europea ed il famoso compositore Vangelis (Evangelos Odysseas Papathanassiou), hanno dato vita a tre magnifiche opere musicali dedicate alla missione Rosetta e al lander Philae. Di seguito le potete sentire. Nel frattempo, Philae si sta preparando per le ultime comunicazioni con la Terra prima di finire le sue batterie.
Continua a leggere...


Philae: Foto, Dati e Riassunto del Primo Giorno in Bilico sulla Cometa

Primo mosaico delle foto scattate dalla superficie della 67P/Churyumov-Gerasimenko, da Philae. Questa è la prima volta che abbiamo foto dalla superficie di una cometa!Credit. ESA
Primo mosaico delle foto scattate dalla superficie della 67P/Churyumov-Gerasimenko, da Philae. Questa è la prima volta che abbiamo foto dalla superficie di una cometa! Credit. ESA

Dopo la grande avventura vissuta ieri (qui trovate il riassunto), anche oggi è stata una giornata carica di novità! Nella notte gli scienziati ed ingegneri del team sono riusciti a capire meglio le dinamiche degli accadimenti durante la fase di rimbalzo dopo l'atterraggio, ed hanno una prima stima sulla posizione effettiva di Philae. Nel frattempo sono arrivate anche le prime immagini panoramiche dalla superficie, nuove fotografie dalla sonda Rosetta, e tanti dati dagli strumenti scientifici attivati già durante la discesa. La missione è sicuramente un successo dal punto di vista scientifico ed ingegneristico (specie alla luce di un atterraggio molto più difficile del previsto). Ma riuscire a farlo restare vivo per molto potrebbe rivelarsi molto più difficile del previsto. Il lander si trova in una posizione molto precaria, quasi verticale, con panelli solari non del tutto in luce, e questo renderà difficili anche le prossime due giornate di operazioni scientifiche. Ma andiamo con ordine.
Continua a leggere...


Philae: Atterraggi, Rimbalzi e Brividi! Riassunto e Foto della Superficie

Immagini della discesa verso la superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko. Credit: ESA
Immagini della discesa verso la superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko. Credit: ESA

Dopo una giornata storica e ricca di continui colpi di scena, il lander Philae è diventata la prima sonda ad atterrare su una cometa! Fra tante cose che hanno funzionato perfettamente, come gli strumenti scientifici avviati con successo e già in grado di raccogliere moltissimi dati, o la discesa che ha portato esattamente nella regione dove si cercava di atterrare, o i piedi che si sono aperti come previsto e si sono avvitati nella superficie, ci sono stati però anche diversi problemi. Prima di tutto, il getto che doveva spingere il lander contro la superficie per dargli modo di ancorarsi meglio con gli arpioni, non è partito. Allo stesso tempo nemmeno gli arpioni si sono attivati e ancora non è detto che verranno usati. Questi due problemi hanno portato ad almeno due rimbalzi sulla superficie.
Continua a leggere...


Philae: Storico Atterraggio con Successo sulla Superficie di una Cometa

streta mano
Al culmine di una lunga giornata carica di emozioni e paure, il lander Philae ha scritto una nuova pagina della storia dell'esplorazione spaziale atterrando con successo sulla superficie della cometa Churyumov-Gerasimenko. Sappiamo che il lander non ha subito rimbalzi e adesso gli scienziati stanno cercando di valutare la sua posizione, inclinazione e stato. Ma sappiamo anche che il lander è arrivato con successo sulla superficie! Gli arpioni non hanno funzionato come previsto, e questo sicuramente sta preoccupando gli ingegneri, ma l'atterraggio è stato molto morbido e senza problemi, nonostante la mancata accensione del getto che doveva spingere il lander verso la superficie. L'impresa è stata estremamente difficile, ma gli ingegneri e scienziati della missione Rosetta sono riusciti a far fronte continuamente alla tensione e alle difficoltà. Ora inizia l'intensa fase di raccolta scientifica di quanti più dati possibili dalla superficie della cometa. Grazie ad una batteria già caricata dai panelli solari di Rosetta, il piccolo lander inizierà con un periodo di almeno 5 giorni di raccolta di informazioni e dati. In questo modo si potrà avere almeno la base delle misurazioni più fondamentali nel caso in cui qualcosa non dovesse andare bene con la ricarica delle batterie tramite i panelli solari.
Continua a leggere...


Rosetta: 3 Spettacolari Foto di Philae Mentre Scende

Zoom della camera OSIRIS di Rosetta su Philae. Credit: ESA
Zoom della camera OSIRIS di Rosetta su Philae. Credit: ESA

Nuove spettacolari immagini dalla camera principale della sonda Rosetta, dell'ESA, che ci mostra il piccolo lander Philae mentre scende verso la superficie della cometa, poco dopo il distacco! Potete notare in questa foto zoomata anche i dettagli della sua struttura, i piedi aperti, gli strumenti pronti, l'antenna e l'attività nella prima foto a grandangolo.
Sotto potete vedere le altre due immagini:
Continua a leggere...


Rosetta - Philae: Ecco le Prime Immagini dal lander

Prima immagine di Rosetta da Philae! Credit: ESA
Prima immagine di Rosetta da Philae! Credit: ESA

Ecco le prime incredibili immagini da Philae e Rosetta in questa giornata ricchissima di emozioni! Dopo i primi problemi avvenuti nella notte, questa mattina c'è stato comunque il via libera alla discesa verso la superficie della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko. Circa due ore dopo il distacco, gli scienziati si aspettavano di ricevere segnali radio dal lander alle 11:53 circa. Dieci minuti dopo ancora nessun segnale ricevuto e gli sguardi iniziavano a farsi sempre più preoccupati. Poi il grande sollievo! Alle 12:05 circa è arrivato il segnale da Philae! Grazie allo strumento CONSERT, il lander sta mandando dati alla sonda Rosetta, che li invia poi alla Terra, dove una grande stazione radio a Madrid è in ascolto per riceverli e mandarli al centro controllo missione in Germania.
Continua a leggere...


10 Spettacolari Foto Inedite da Rosetta

Superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko fotografata dalla camera di navigazione della sonda Rosetta da circa 10 km di altitudine. Credit: ESA
Superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko fotografata dalla camera di navigazione della sonda Rosetta da circa 10 km di altitudine. Credit: ESA

Dopo che l'ESA ha deciso di pubblicare per intero tutte le immagini scattate dalla camera di navigazione della sonda Rosetta, siamo andati a cercare in quelle passate, ed ecco qui dieci spettacolari immagini mai viste prima della superficie della 67P/Churyumov-Gerasimenko, da circa 10 km di altitudine. Nel frattempo, in questo momento (tra le 10 e 11 del mattino del 12 Novembre 2014), il lander Philae ha appena iniziato la sua discesa verso la superficie della cometa.
Continua a leggere...


Rosetta - Philae: Via Libera all'Atterraggio Nonostante Problemi con Getto

Illustrazione dell'atterraggio di Philae. Credit: ESA
Illustrazione dell'atterraggio di Philae. Credit: ESA

Nella notte è iniziata la discesa della sonda Rosetta verso l'orbita di rilascio del lander Philae, e la buona notizia e che c'è il via libera per il rilascio e l'inizio della discesa tra pochissimo (ore 10:03 italiane). Ma nelle ore notturne c'è stata non poca tensione, specialmente a causa di un problema durante uno dei momenti più importanti della preparazione del lander. Durante la discesa dovrebbe venir azionato un getto di azoto come contromisura per l'eventualità che Philae rimbalzi sulla superficie. Per poterlo usare, prima va perforato un sigillo in cera, e per fare questo viene usato un piccolo ago. Ci sono anche due altri aghi di riserva per sicurezza, ed entrambi sono stati usati due volte, ma nonostante questo, il team non ha rilevato alcun cambio di pressione, quindi sembra che il getto non sia pronto all'uso. A questo punto, se non funziona, bisogna sperare che gli arpioni e le gambe del lander bastino per restare ancorati alla superficie e non rimbalzare via.
Continua a leggere...