Segni di Ripresa dell'Attività dal Sole


Gruppo di macchie solari AR1053 continuano a crescere sulla superficie del Sole. Credit: NASA/SOHO
Il corrente ciclo solare ( 24 ) è stato particolarmente calmo , con pochissima attività e momenti senza alcuna macchia solare, ma una nuova macchia solare comparsa da poco, sta crescendo tanto e rapidamente , arrivando adesso alla grandezza di 7 volte quella della terra . Gli astronomi solari predicono che può ambire a diventare la più grande macchia solare dell'anno, anche se , non è che ci sia stata una grande competizione , visto che per il 79% del anno ( 259 giorni ) l'anno era senza ombra di macchia.

C'è stata poco fa anche un nuovo intenso brillamento solare di classe C4, rilasciato proprio da questa intensa regione di attività del Sole. Il brillamento solare ha espulso una grande nube di particelle cariche sotto la forma di un'Espulsione di Massa Coronale, o CME (Coronal Mass Ejection ), verso la Terra.( nel immagine sotto )

Espulsione di Massa Coronale il 16 Dicembre 2009. Credit: NSAA

Il materiale espulso, sotto forma di plasma è costituito principalmente da elettroni e protoni (oltre a piccole quantità di elementi più pesanti come elio, ossigeno e ferro), viene trascinato dal campo magnetico della corona. Quando questa nube raggiunge la Terra (in questo caso viene chiamata ICME - Interplanetary CME) può disturbare la sua magnetosfera comprimendola nella regione illuminata dal Sole ed espandendola nella regione non illuminata. Quando avviene la riconnessione della magnetosfera nella zona notturna, si generano migliaia di miliardi di watt di potenza diretti verso l'atmosfera terrestre superiore, che provocano aurore particolarmente intense (dette anche Luci del Nord nell'emisfero boreale e Luci del Sud nell'emisfero australe). Le espulsioni di massa della corona assieme ai brillamenti possono disturbare le trasmissioni radio, creare interruzioni di energia, danneggiare i satelliti e le linee di trasmissione elettriche.

Per gli appassionati che vogliono vedere il sole, o la nuova macchia in causa, ricordiamo anche di non guardate a occhi nudi la nostra stella ma di usare filtri in grado di proteggervi e anche mostrare molto meglio i dettagli della regione attiva. La NASA ha un sito fantastico dove potete trovare informazioni in tempo reale, e immagini aggiornate del Sole prese dai due principali osservatori solari (SOHO e Heliospheric Observatory):
http://sohowww.nascom.nasa.gov/data/realtime/mdi_igr/1024/latest.html
http://www.universetoday.com/2009/12/16/solar-activity-is-picking-up/

Una risposta a “Segni di Ripresa dell'Attività dal Sole”

  1. Certo che questo come anno è stato povero!

    Comunque non possiamo prentendere di avere sempre dei periodi molto attivi in cui il nostro sole ci da tanto da vedere e fotografare.
    Mi sa però che ha voluto farci un regalo di Natale, anche se secondo me ha calcolato male i tempi!

    Rispondi

Rispondi

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>