Indizi su Laghi Recenti di Acqua su Marte


Segni di un antico canale che forse univa due laghi su Marte. Foto della camera CTX a bordo del Mars Reconnaissance Orbiter. Credit: NASA/JPL
Marte come la conosciamo oggi è un posto frigido e asciutto, ma nuove prove suggeriscono che in alcuni posti al equatore , potrebbero esserci stati dei laghi d'acqua fino a soli 3 miliardi di anni fa .
Questo studio è frutto del lavoro di ricercatori del Università di Londra e del Collegio Imperiale di Londra ,che hanno studiato le foto fatte con la fotocamera CTX, a bordo del Mars Reconnaissance Orbiter ( MRO ), e tante altre foto di depressioni nella regione di Ares Vallis, vicino al equatore marziano .
Precedentemente, si pensava che queste depressioni fossero il frutto di colassi della superficie, quando il ghiaccio sotto si evapora direttamente in gas. ma le nuove immagini , mostrano canali che connettono le varie depressioni tra di loro. suggerendo cosi che un tempo l'acqua le riempiva . Strutture simili possono essere viste anche in Alaska, e altrove, con il permafrost che si scioglie e crea canali e laghi.

Per determinare l'età delle depressioni e dei canali, gli scienziati si sono messi a contare i crateri sulla superficie , arrivando a circa 35.000 , che in base a paragoni di altre regioni , e sapendo l'età di vari bombardamenti meteorici intensi, e anche di alcune strutture su Marte , porta a pensare che la regione sia risalente a circa 3 miliardi di anni fa.
Precedentemente si pensava che Marte fosse rimasto asciutto intorno ai 4 miliardi di anni , ma se i nuovi studi sono giusti , allora si può iniziare a pensare alla storia di Marte in modo diverso , sapendo che laghi potevano esistere per un periodo di più di un miliardi di anni di tempo.
L'autore della ricerca ,il dottor Nicholas Warner, del dipartimento per le scienze della Terra:"Gran parte delle ricerche finora condotte sulla storia di Marte si sono focalizzate sulla storia più antica di Marte, risalente alla sua formazione e primi tempi , e sulla sua storia più recente, dei ultimi milioni di anni, lasciando cosi vuoto lo spazio in mezzo, cioè la l'era Esperiana , perché si pensava che Marte non fosse altro che una landa desolata vuota e ghiacciata. Il nostro studio invece mostra come questa età di mezzo , era molto dinamica"
Non è ancora chiaro quanto a lungo sono sopravvissuti questi laghi, ma Warner e i suoi colleghi, suggeriscono che questi posti potrebbero essere stati fondamentali per la sopravvivenza della vita , in un ambiente marziano che diventava man mano sempre più ostile. Suggeriscono anche, e sono d'accordo, che sarebbe molto interessante esplorare meglio queste depressioni con sonde robotizzate .
Il prossimo passo? Studiare l'intera aria equatoriale per capire meglio quanto erano grandi questi laghi, e quanto erano frequenti.

fonte : http://www.universetoday.com/2010/01/05/hesperian-lakes-on-mar/

Rispondi

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>