I buchi neri non assorbono la materia oscura?



C'è un pensiero comune che dice che i buchi neri assorbono qualsiasi cosa ci sia nel loro vicinato, esercitando un enorme influenza gravitazionale sulla materia,energia e spazio che li circonda. Ma gli astronomi hanno scoperto che la materia oscura intorno ai buchi neri potrebbe non giocare secondo queste regole. In qualche modo, la materia oscura resiste e non "cade" nel buco nero.

Circa il 23% dell'Universo è composto da questa misteriosa materia oscura,un materiale invisibile, che non interagisce in alcun modo con la luce, che possiamo rilevare per via del suo effetto gravitazionale sul suo vicinato. Si pensa che agli inizi dell'Universo, blocchi di materia oscura, hanno attratto gas, che poi è collassato dando vita alle stelle, che eventualmente hanno formato le galassie che vediamo oggi. Nei loro continui sforzi per cercare di capire la formazione e l'evoluzione delle galassie, gli astronomi hanno passato molto tempo tentando di simulare l'accrescimento di materia oscura in questi oggetti.

Il Dr. Xavier Hernandez , insieme al Dr. William Lee, dell'Università Nazionale Autonoma del Messico (UNAM), hanno calcolato il modo in cui i buchi neri che si trovano al centro delle galassie assorbono la materia oscura. Questi buchi neri hanno tra qualche milione e diversi miliardi di volte la massa del Sole, e attirano materia a se ad una velocità e quantità molto alta.

I ricercatori hanno modellato il modo in cui la materia oscura viene assorbita dai buchi neri e hanno scoperto che il ritmo a cui sta succedendo, è molto sensibile alla quantità di materia oscura che si trova nelle vicinanze del buco nero. Se questa concentrazione è più alta di una densità critica di 7 masse Solari di materia sparse nell'aria di un anno luce cubico, allora la massa del buco nero aumenterebbe cosi velocemente che presto l'intera galassia verrebbe alterata fino a trasformarla in modo irriconoscibile.

"Per miliardi di anni,da quando le galassie si sono formate, simili fughe di assorbimento di materia oscura in buchi neri devono aver alterato la popolazione delle galassie in modo diverso da quello in cui le vediamo oggi, " spiega Hernandez.

Il loro lavoro quindi suggerisce che la densità della materia oscura nel centro delle galassie tende ad essere di un valore costante. Comparando le loro osservazioni con gli attuali modelli dell'evoluzione dell'Universo, Hernandez e Lee concludono che è probabilmente necessario cambiare alcune assunzioni per migliorare questi modelli, per esempio il fatto che la materia oscura potrebbe non comportarsi come gli scienziati pensano.

fonte: http://www.ras.org.uk/index.php?option=com_content&task=view&id=1724&Itemid=2
http://arxiv.org/abs/1002.0553

Rispondi

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>