Cerca:

4 maggio 2010

Non Esiste Alcun Ziggurat Su Marte !!


Circola su internet,sulla stampa e su diversi libri, la notizia che sia stata scoperto uno ziggurat su Marte.. Non fattevi ingannare, non esiste alcuna prova neanche lontanamente plausibile di una cosa del genere.E no, non sono tenute nascoste da malvagi astronomi in combutta con gli alieni, semplicemente non esistono.
Questo tipo di notizie sono un insulto a tutti gli astronomi e scienziati che si fanno in quattro per anni e anni cercando di capire davvero il nostro universo.
Se c'è una cospirazione a riguardo e quella dei editori che sanno che notizie del genere vendono tantissimo, e cosi scienziati improvvisati si mettono a scrivere libri su ipotesi fantascientifiche e cospirazioni oscure. Sono cose studiate apposta. Si tratta di un enorme mercato con grandissimi guadagni. C'è molta gente dietro che specula e crea notizie virali studiate apposta per anticipare un certo libro.

Il dottor Angelo Carannante, presidente del Centro Ufologico di Benevento afferma che da una foto scattata da Mars Express, nel 2004, si vedono strutture altamente artificiali. Ovviamente non da alcun collegamento ne alla provenienza della foto, nessun link agli archivi di provenienza ESA, o ufficiale dichiarazione di qualsiasi ente che si occupi anche indirettamente di Mars Express.

("Evidentemente Piccaluga non sa cosa sono gli artefatti di scansione. Non ci sono righe o scale su Marte: quello che si vede nelle immagini è l'effetto che si ottiene sempre quando si effettua un rilievo altimetrico scandendo (con laser o simili) la superficie. Siccome la scansione avviene per linee parallele, inevitabilmente quando si elaborano i dati si formano degli "scalini" in corrispondenza delle variazioni di altitudine. Semplice ed elementare. Basta informarsi prima di fantasticare." citazione di Paolo Attivissimo)

Al dottore andrebbe spiegato che il rigore scientifico è anche una questione morale importante quando si pubblica qualcosa a gente che si fida del titolo, per via della propria mancanza di conoscenze. Personalmente ogni volta che pubblico un articolo mi preoccupo e mi prendo le responsabilità che comporta informare persone che poi si fidano dei miei articoli. Mai e poi mai mi permetterei di postare articoli creati ad arte per avere più visite o notizie senza alcuna fonte.

Sia lui che un altro da lui citato, cioè, Patsy Nicholas Di Falco, sono famosi per le loro posizioni a dir poco ridicole sull'astronomia, e per il fatto che nelle loro pubblicazioni non si fa quasi mai un lavoro scientifico di ricerca bensì si parla soltanto di ipotesi imposte tramite l'uso di retoriche studiate per impressionare i più fragili di mente e cuore.
Non fidatevi mai di autori che non pubblicano mai niente su riviste scientifiche ma poi scrivono libri spacciando le loro idee per teorie.
Inoltre, ovviamente quando si parla della ESA o NASA che licenziano persone che volevano divulgare la verità, beh, forse se qualcuno viene licenziato da questi enti, riciclarsi in ufologo è un idea abbastanza redditizia, e comunque anche fossero stati licenziati per aver detto certe cose, non trovate plausibile che un istituto di ricerca,università o ente spaziale, possa avere dei problemi con qualcuno che lavora per loro, e usa questo fatto per rafforzare le proprie tesi sulla presenza di alieni o manufatti alieni? Ovviamente non si parla di censura, perché infondo chiunque e libero di pubblicare e dire quello che preferisce. Si tratta semplicemente di una presa di distanza da parte di certi enti, riguardo a persone che dicono cose, a cui l'ente in causa non desidera essere collegato direttamente. Tuttavia i casi simili sono davvero davvero pochi,e in realtà andrebbero trattati uno per uno in maniera singolare. Quello che cercavo di dire era riferito alla non assurdità di un eventuale presa di distanza da parte di alcuni enti scientifici da persone che di scientifico non hanno nulla.

Non è la prima volta che succede qualcosa del genere... Ecco una foto che sicuramente tutti voi conoscerete bene

Immagine dell'orbiter Viking che mostra un particolare mesa, che grazie a giochi di luce sembra un volto umano. Credit: NASA


suggestiva non c'è che dire..ma quando, qualche anno fa, il Mars Reconnaissance Orbiter ha osservato di nuovo la faccia ecco cosa è davvero:


(la foto è stata girata all'incontrario,come richiesto da Piccaluga in persona)

In quest'articolo si spiega esaustivamente il grande mistero della faccia con svariate foto in dettaglio dell'intera zona

Se proprio dobbiamo parlare di faccia su Marte, ecco una davvero suggestiva:


Mi piange il cuore ogni volta che vedo che tantissima gente a cui l'astronomia affascina, ogni volta che si gira si vede propinare queste enormi buffale, spacciate per scienza. Questo è anche uno dei motivi per cui ho messo su il mio sito. L'astronomia non è questa delle notizie di ziggurat su Marte, alieni che vengono a tagliarci i prati, o profezie apocalittiche fatte da gente che non aveva neanche scoperto la ruota. L'astronomia è molto molto molto più affascinante e interessante di questo.

Detto ciò, non posso che sperare che questa follia non abbia seguito, e ho fiducia che la gente sia più sveglia di quanto questi autori da strapazzo immaginino...

per chi fosse interessato ecco il comunicato stampa del Centro Ufologico di Benevento: http://simonebarcelli.org/2010/04/una-ziggurat-su-marte/

Update: In seguito all'arrivo nel blog degli autori stessi della sopracitata buf..ehm..cioè, importantissima e sensazionale scoperta, ho chiarito molto più in dettaglio la natura sia dello ziggurat, che della faccia, come di tanti altri casi che mi sono stati da loro e da altri presentati a sostegno,più o meno, della loro tesi. Tra queste ci sono alcune perle come una miniera a cielo aperto su Marte, sassi scambiati per panzer tedeschi, piramidi, e la mia preferita... una duna di sabbia scambiata per una trave di calcestruzzo.. Raccomando quindi a chiunque voglia commentare, di leggersi la discussione per intero se desidera dare giudizi complessivi.

NOTA BENE: commenti non attinenti alla discussione, o con offese gratuite, saranno considerati spam. Per qualsiasi chiarimento contattatemi via mail.

Per iniziare dal primo commento, cliccate qui

  1. Ho letto, per quanto possibile, lo svolgersi di questa vicenda "mediatica" su presunte scoperte e prove scientifiche di vario genere...
    Tu che ami e segui questo settore dovresti essere abituato che ci si imbatte spesso in queste cose, non prendertela più di tanto.

    Chi studia, sa che il problema delle fonti è alla base di ogni affermazione, e che uno non si improvvisa dall'oggi al domani.

    Chi asserisce delle verità (o presunte tali) si prenderà l'onore (se ha ragione) o l'onere (se non porta soddisfacenti dimostrazioni della sua tesi) derivante dalle sue affermazioni.

    Tu continua a scrivere con la correttezza e il rigore che ti caratterizza, e per il quale io ho grande stima.

    Rossella Spiga

    • Hai ragione. Non ho neanche mai dato spazio a cose del genere nel mio blog.. un po mi dispiace averlo scritto questo articolo.. forse è stato più frutto di una lunga e frustrante settimana dove, in vari forum, mi sono sempre rivisto tirare fuori la stessa cosa, e quando l'ho visto anche in tv non ne potevo più, cosi di getto ho scritto questo..

      Come hai detto, dovrei essere abituato ormai.

      Grazie davvero di cuore per i complimenti. Sono onorato davvero, e mi incoraggia molto a continuare a scrivere.

  2. rick

    a ognuno il suo parere
    e a ognuno la sua capacita di riflettere e approfondire la questione che non è cosi banale
    ufficialmente certo è chiaro che è tutta una cretinata come tante altre cose
    il punto è che approfondendo la questione ognuno puo davvero capire se c'è qualcosa da sapere o meno altrimenti è un giudizio superficiale
    http://www.marsanomalyresearch.com/
    http://www.youtube.com/watch?v=ir5sQEg0rs4
    http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.4844
    http://www.youtube.com/watch?v=8DiQuP6-iKE

    potrebbe essere molto interessante provare a spingersi oltre a cio che viene definito ufficialmente una cretinata

    • Vedi, in linea di principio sono d'accordo con te, che ogni argomento dovrebbe poter offrire spazio ad approfondimenti che rendano merito alla complessità che c'è dietro di esso.
      Ma in questo articolo io mi riferivo al modo di fare scienza che è sbagliato, e alla mancanza di criterio scientifico, piuttosto che ad un analisi effettiva dettagliata del caso.

  3. rick

    Ciao
    non tutte le segnalazioni di "anomalie" avranno un serio valore, ma sono davvero molte e si dovrebbe analizzare la situazione nella sua totalita, a partire ad esempio da Cydonia e la sua disposizione ..

    a parte questo, ad esempio questa è curiosa..
    http://centroufologicotaranto.wordpress.com/2008/05/18/victor-crater-martepresente-una-statua-egizia/

    • la foto è molto bella..ma non vedo alcuna statua.. non so se hai guardato l'originale della foto.. se tu la vedi dimmi dove...

  4. rick

    http://photojournal.jpl.nasa.gov/jpeg/PIA10210.jpg
    trovi la presunta statua, non voglio affermare che lo sia di sicuro è chiaro che non è possibile, dovremmo arrivare su Marte..comunque la trovi nell'estremità destra dell'immagine
    il particolare da cercare è evidenziato nell'articolo
    questa è solo l'ennesima curiosa formazione, chiaramente ognuno può farsi una sua idea, c'è chi la ritiene una cosa assurda o impossibile e chi la pensa diversamente..

    • "chiaramente ognuno può farsi una sua idea, c’è chi la ritiene una cosa assurda o impossibile e chi la pensa diversamente.."

      beh..no, non è cosi facile.. Perché vedi, anch'io posso pensare senza problemi che la Luna sia fatta di formaggio, ma se invece inizio una campagna virale su media vari, con tanto di "prove" che lo è, e in più inizio a dire che tutti quelli che dicono il contrario in realtà fanno solo parte di un complotto contro di me, allora non è solo dire quello che mi pare..

      Guarda, ti seguo pure nella follia, ma hai pensato per un attimo come potrebbe essere una statua ?se anche lo fosse, perché non c'è nient'altro in giro che ricordo neanche vagamente qualcosa di somigliante a qualche città o simile?
      per non parlare del fatto che sappiamo di certo che le attuali condizioni su Marte, risalgono ad almeno 3 miliardi di anni fa grosso modo.

      Se vuoi lavorare con mente scientifica, devi essere scettico, devi lavorare con la conoscenza che hai,creare modelli per i dati, trovare spiegazioni per le cose che interpreti, e provarle..

      il lavoro del guardare una foto e dire che c'è una statua non è dello scienziato...

  5. STURZO ALESSANDRO

    Questo sito non è obiettivo ed è prevenuto a priori. Caro amico mio, non si può offendere così le persone. Si ricordi che non tutti possono essere d'accordo con le sue estremistiche e bigotte posizioni. Lei, non si offenda, è la classica persona con i paraocchi e non so perchè ce l'ha tanto con le strutture artificiali su Marte che esistono e sono reali, mentre crede alle foto taroccate che ci propinano la NASA e l'ESA col senno di poi. Vede, se lei fosse un poco più attento capirebbe che sta dicendo delle grosse bugie. Non so a che titolo lei parli. Non so se abbia una laurea in astrofisica o qualche "altro alto titolo" che le fa diventare così dogmatico.I ricercatori di Area di Confine sono persone serie, perchè in tutti gli articoli mostrano una grande preparazione senza condizionamenti mentali. Non so chi la guidi. Ma sappi una cosa: la scienza, che lei mette sugli scudi, non fa alcun passo avanti con persone come lei, che non è altro che un classico modello di stampo medievale. Se lei vuole criticare da persona equilibrata, bene. Però, se pensa di screditare persone che le foto le hanno analizzate per bene, parli con i fatti, perchè fino ad ora da lei ho sentito solo prese di posizione a priori e per distruggere, non si sa bene perchè, le persone. Spero che il suo sito pubblichi anche le critiche a lei e che tanto ingenerosamente lei stesso fa a seri ricercatori che non hanno affatto posizioni strampalate. Lo ziqqurat è là e solo perchè lei dice che non c'è, non è che scompare. La classe non è acqua.

    • "caro" vede, lei non ha letto forse quasi niente di scienza ufficiale come la chiama... ma le dico una cosa. Nel mondo scientifico, non c'è rispetto a priori per alcuna teoria. Non è una democrazia in cui tutte le teorie hanno pari diritti, ma è una dittatura ferocissima, in cui il massimo dittatore è la concordanza con le prove.
      Quindi, si chiunque ha il diritto di dire quello che vuole, ma nel momento in cui vuol partecipare al dibattito scientifico deve essere pronto a vedere la propria teoria attaccata da tutte le altre. Quindi il fatto che lei venga a piagnucolare qui perché l'ipotesi del ziggurat è stata demolita in quanto priva di fondamenta solide, non concordante ne con le prove ne con le altre teorie, e che non sia stata ripresa da neanche una sola fonte peer review la dice lunga.
      Io sono si molto prevenuto.. E SI ho i paraocchi.. ma sa di che paraocchi si tratta ? si tratta del rigore scientifico. Si tratta di prove empiriche. E se una teoria non è elaborata in maniera rigorosa, se non ha un ampia base di prove empiriche dimostrabili,allora non posso considerarla come pari alle altre.

      Lei parla di seri ricercatori e gente che fatica.. MA CHE COSA CENTRA ????
      Alla scienza non può fregare di meno quanto uno lavori o quanto studi! Conta soltanto il risultato! Ed è solo di quelli che si discute.
      Ogni posizione è lecita in partenza, ma non lo sono tutte al punto di arrivo. Questa teoria si basa su impressioni, su teorie che si basano su altre teorie e cosi via, senza avere una sola minima base empirica.
      Vengono prese decine di foto, senza spiegare neanche minimamente come vengono fatte, con che strumenti, e in che maniera..

      Sinceramente.per questa foto dello ziggurat, basterebbe dire che si tratta di un rilievo altimetrico, e spiegare come vengono fatti, che chiaramente si capirebbe che si tratta di falsi scalini, in quanto quando i dati vengono elaborati, dato che la scansione avviene per linee orizzontali, i cambi di altezza vengono visti come scalini, e non graduali..

      La scienza fa immensi passi in avanti. Stiamo vivendo in una vera epoca d'oro, con tantissime nuove scoperte, e nuovi astronomi che lavorano con tanta passione in tutte le parti del mondo.
      Mi dispiace per lei che si perde tutto questo, perché è davvero emozionante. Moltissime teorie nuove ogni giorno stravolgono vecchi pensieri, e nessuno dei astronomi di oggi si fa problemi ad accettare, nel caso ci siano consistenti prove, nuove teorie.
      Tutt'altro che chiusa, la scienza oggi è apertissima! E se lei invece di denigrare inutilmente, si facesse un giro anche nel mio stesso blog, riuscirebbe a capire di che cosa sto parlando, e di quante scoperte nuove vengono fatte giornalmente.

  6. A volte, pur di aver ragione, si fa ricorso a trucchetti e mezzucci che nulla hanno a che fare con un ragionamento obbiettivo. Mi riferisco al sig. Adrian che afferma che non c'è nessun ziggurrat su Marte e che la Face di Cydonia non esiste. Ha torto in tutti e due i casi in quanto
    1) Lo ziggurratt esiste e la sua foto riportata in B/N questo blog è tratta da una foto di maggiori dimensioni che sta sul sito dell'ESA dal gennaio 2004
    2) La Face esiste, solo che il poco corretto sig. Adrian l'ha riprodotta "capovolta" rendendola irriconoscibile.
    Il bello è che questa gente si atteggia a paladina della scienza e spara "sentenze" e "verità" che con la scienza non hanno nulla a che vedere. Per chi abbia ancora dei dubbi non resta che leggere "Ossimoro Marte", best seller non per caso o per fortuna. Chi non può comprarlo legga le recensioni sul sito di macrolibrarsi per averne almeno un'idea o guardi il sito http://www.elleepi.com/mars . E soprattutto, stia alla larga da certi paladini della scienza che divulgano bugie e commenti alterati da invidia e sentimenti di rabbia.
    Le bugie hanno le gambe corte, sempre.

    • Caspita, Ennio Piccaluga in persona nel mio modesto sito.. Che onore. Come minimo adesso mi aspetto che compaiano anche Zecharia Sitchin, o Biagio Russo.

      Lei parla di mezzucci e trucchetti... Certo,capisco, probabilmente a qualcuno che è totalmente estraneo al mondo della scienza ed al metodo scientifico, possa sembrare cosi.

      1) Perfetto.. immagino che questo sia in linea con la sua ipotesi che ESA E NASA nascondano le prove...
      2) aaaah.. caspita, è vero.. ora che giro la testa è un altro mondo.. guardi, la giro e la pubblico per l'altro verso, se ci tiene cosi tanto, ma una faccia dovrebbe sembrare una faccia a prescindere no? eppoi mi sembra molto più "faccia" quella sotto.... non la trova un reparto davvero interessante ??

      Vede, io sono felice della sua visita qui, perché per chiunque abbia una minima famigliarità con il mondo della scienza, le sue parole sono la miglior critica alla sua teoria.

      Riguardo al suo libro "Ossimoro Marte" ho tre cose da dirle:
      1) se lei la ritiene giusta, la pubblichi su una rivista peer review,una qualunque a sua scelta.. Lo sa il funzionamento del peer review qual'è no? Si faccia criticare dal resto del mondo scientifico, e se riesce a restare in piedi, allora si che lei potrà permettersi di parla di una sua "teoria scientifica". Non è un trattamento speciale, davvero, lo fanno tutti, non c'è scienziato degno di questo nome che non abbia mai pubblicato su una rivista peer review,o che, nel passato non abbiamo scritto approfonditi testi scientifici e lettere dedicate ad altri scienziati.

      2) Se lei si difende dicendo che è un autore di libri e basta, allora non capisco perché pretende di entrare in meriti scientifici di competenza quando viene criticato.

      3) Facciamo cosi.. Io comprerò il suo libro, "Ossimoro Marte", dopo di che, le propongo un dibattito pubblico su youtube riguardo alle cose che ha scritto.

      Le bugie hanno le gambe corte, sempre!

  7. Egidio

    Beh io credo che una teoria non possa essere screditata,senza prima aver diligentemente investigato.Non e propio proponibile escludere la teoria del'ing.Ennio Piccaluga,la sua teoria si basa su congetture elaborate secondo il suo punto di vista da ingegnere.Le foto da lui elaborate sono state opportunamente vagliate e confrontate con lo studio di ingegneristica,che il sign.Ennio ha come suo mestiere. Noi del nostro Centro è stato già detto, siamo persone equilibrate e serie ed abbiamo a disposizione immagini a buonissima risoluzione e non chiacchiere. Come dimostra il sito in questione che lo Ziqqurat non esiste?quindi si consiglia a chi da conclusioni affrettate di procedere prima tramite uno studio rigoroso,(fatto dal'ingegnere Piccaluga)per poi fare conclusioni appropiate e esaustive. Egidio Del Grosso(Socio C.u.B)

    • Mi ricordo un altro ingegnere.. tempo fa... che si mise a scrivere un libro contro Darwin, che ebbe tanto successo. Parlando,a sua detta, di come i fossili erano tutti falsi, e che mancavano anelli di congiunzione, e di come venivano falsificati.
      Ecco questa tesi dello Ziggurat mi ricorda tanto quel caso.
      In entrambi i casi parla qualcuno che si occupa di qualcosa che non centra.

      Perché fare l'ingegnere è un conto, ma parlare di planetologia, geologia marziana, richiede tante conoscenze molto specialistiche.

      Vede poi il ing.Piccaluga, fa un altro errore che direi che è imperdonabile. Non si è mai visto un ingegnere che non sappia bene che strumenti usa. Ecco perché è ancora meno affidabile. Conoscere bene gli orbiter che hanno scattato le foto poi non basterebbe neanche, serve un'approfondita conoscenza dei algoritmi usati per la ricostruzione dei dati rilevati.

      Le faccio un esempio, se lei si va a leggere le ricerche pubblicate riguardo a Marte, sui dati ottenuti dai orbiter, si troverà non un autore ma una decina. Sa perché ? perché sono organizzati in grandi team, in cui ognuno è una parte specialistica.
      E buffo quindi vedere un ingegnere, che nulla ha di esperienza sul campo del uso di questi rover o orbiter, dare giudizi cosi complessivi.

      Come ho già detto, tutti sono liberi di dire la loro, tuttavia, la sua ipotesi non è neanche una teoria(perché per esserlo dovrebbe riuscire a spigare tutti i fatti osservati, ed essere concordante con tutte le altre teorie e scoperte)

      Lei poi... mi viene a dire avette delle foto in buonissima risoluzione????
      Ma si rende conto che non conta quello ma che conta capire come sono ottenute, come sono ricomposte, cosa significano..
      Perché sul sito della HiRISE, lei puo trovare foto di gigantesca risoluzione, anche di 35.000 in altezza per 12.000 in larghezza.. ma se poi la vostra indagine sta nel guardarle, e dire che qualcosa sembra uno ziggurat.. beh forse non siete poi il massimo del rigore scientifico.

      Ad ogni modo, consiglio caldamente anch'io tutti i miei lettori di andare a vedere le tesi del ingegnere... io non ho avuto modo di allungarmi troppo nel mio articolo sul perché è una bufala, anche perché non tratto questo in questo blog, quindi l'ho trattato di striscio.Ma sono convinto che andarlo a leggere di persona possa far capire ancor di più l'inconsistenza delle tesi.

  8. Ryuk

    E' fantastico vedere come le persone ricorrano sempre ai soliti facili discorsetti quando si tratta di sostenere teorie prive di qualsivoglia valenza scientifica effettiva. E' lo stesso identico metodo dei creazionisti: gli scienziati seri che ricercano scrupolosamente le prove incontrovertibili e non si lasciano infinocchiare da facili sensazionalismi vengono subito dipinti come malfidati o peggio "mossi" da chissà quale grande complotto volto a nascondere la verità ai poveri fedeli. Ridicolo poi quando si cerca di far ricadere la smentita sul personale, facendo i finti offesi col classico atteggiamento di supponenza da "lei non sa chi sono io". Come se la scienza guardasse in faccia a chi tira fuori le teorie o peggio facesse di tutto per difendere certe tesi a discapito di altre. Direi che Adrian ha già spiegato a dovere come funziona il confronto scientifico delle teorie, e non ritengo ci sia altro da aggiungere su questo.
    Forse i signori che si ostinano a muovere certe critiche non hanno ancora capito che se certe teorie sono sopravvissute fino ad oggi e altre no non è certo per meriti "politici" ma per l'effettiva validità e correttezza delle argomentazioni. Badate che non è sufficiente fare il bastian contrario perennemente e dipingere tutto ciò che la scienza "ufficiale" ritiene credibile come un complotto per potersi definire "liberi" e aperti mentalmente. Anzi, è proprio questo il punto che viene sfruttato da chi fa proseliti con le proprie teorie strampalate.
    Vorrei inoltre far notare che chi interviene a commentare di persona senza dilungarsi nello spiegare nel dettaglio le proprie posizioni, limitandosi a dire "chi vuol sapere la verità legga il mio libro" ha già dimostrato abbondantemente di che pasta sia fatto. E soprattutto lascia molto intendere quale sia il suo effettivo interesse.

  9. volto jenny adelchi

    Ma come! Sig. Adrian. Che dice!!! Uno scientista come Lei: “…io non ho avuto modo di allungarmi troppo nel mio articolo sul perché è una bufala, anche perché non tratto questo in questo blog, quindi l’ho trattato di striscio. Ma sono convinto che andarlo a leggere di persona possa far capire ancor di più l’inconsistenza delle tesi”. Uno scienziato che dice queste cose”…sono convinto…” non è da Lei. Lei da quello che dichiara dovrebbe parlare con prove in mano per dimostrare quello che afferma. E poi “…non ho avuto tempo…”. Mi sembra un po’ superficialotto. Prima di chiamare labili di mente persone che studiano e lavorano, ci dovrebbe pensare non una, ma mille volte e non dire che ler persone dicono cose “strampalate”. Non c’è che dire: un'arroganza e presunzione come la scienza ufficiale. A proposito, è iscritto al CICAP…sarebbe la ciliegina sulla tora. Gli UFO stanno letteralmente invadendo l’Italia ed il mondo e Lei non si pone il minimo dubbio che possa esistere qualcun altro che già è qui? E poi, perché a priori non ci potrebbe essere uno ziqqurat su Marte? Non ricorda? Ieri era un pianeta arido, poi di meno, poi forse c’era acqua, poi c’è acqua anche se nel sottosuolo, poi nevica, poi forse c’è vita batterica. Un tempo c’era tanta acqua. Lo dicono i suoi amici della scienza ufficiale. Acqua è quasi sinonimo di vita. Perché secondo Lei non è possibile che ci sia stata vita intelligente un tempo o ci sia tutt’ora? Ma si siamo dei labili. Si ricordi per favore Giordano Bruno. E…scenda dal suo barcollante trono, che ne ha bisogno.

    • Oggi è proprio giornata eh?

      Ok, prima di tutto,grazie del commento. Mi da cosi l'opportunità di chiarirmi ulteriormente.
      La mia frase era riferita al fatto che io faccio giornalismo scientifico, e non mi sono messo come obbiettivo quello di un indagine scientifica approfondita sul caso.
      Tuttavia, quello che con quest'articolo volevo fare, e richiamare al metodo scientifico, dare due o tre indicazioni di lettura, e trattare proprio l'atteggiamento che si ha con queste "scoperte", quando c'è una totale mancanza di base scientifica.

      Le persone dicono cose strampalate.. e vero.. e lei viene e ne dice un'altra ancora più grossa, tanto per confermare ciò che ho detto anche sopra.

      A cosa mi riferisco ?

      1) lei dice che siamo invasi da ufo. Beh forse dovrebbe rileggere su un dizionario cosa significa UFO
      Perché se è vero che ci sono moltissimi oggetti volanti non identificati, molti vengono benissimo identificati in seguito, e per il resto, andare a pensare che sia più probabile che siano alieni, che pensare che siano militari, e come vedere qualcosa di marrone nel suo giardino, e pensare che è più probabile che sia un frammento di escremento di un dinosauro vissuto nel Giurassico nella zona del attuale India, piuttosto che la cacca del suo cane. Se ad ogni modo lei ipotizza che lo sia, l'unico modo per provarlo e scendere nel giardino,prenderne un pezzo e analizzarlo. Ma finché lei lo dice stando alla finestra, non ha molto senso, non trova?

      2) Non ho mai detto che a priori non c'è uno ziggurat su Marte. Ma che a posteriori, non abbiamo trovato alcun ziggurat su Marte. Più o meno allo stesso modo in cui non posso dire che non c'è un enorme coniglio rosa che vive sulla Luna a priori, ma che non c'è ne alcuna traccia, ne di lui, ne di nulla che possa anche lontanamente indicare che possa mai esistere,dopo aver persino visitato la luna con astronauti, e averla sia fotografata, sia analizzato la sua superficie e storia.
      Ci tengo a sottolineare che si tratta di indagine a posteriori, dato che la scienza funziona proprio cosi, si basa su prove empiriche, prove che sono a posteriori.
      Ma lei ovviamente sarà in buona fede, mi sbaglio io a pensare che non sappia la differenza tra a priori e posteriori.

      4)citazione delle sue parole: "Ieri era un pianeta arido, poi di meno, poi forse c’era acqua, poi c’è acqua anche se nel sottosuolo, poi nevica, poi forse c’è vita batterica. Un tempo c’era tanta acqua." Caspita.. e lei pensa che queste cose le abbiano detto a priori? o magari,tirando a indovinare? No, le hanno dedotte dopo indagini durate decine di anni, e che tuttora continuano, perché ci sono molte cose su cui non siamo ancora certi. Ma la cosa importante, e tenere a mente che queste scoperte si basano solo sul metodo scientifico, ed è solo a questo rigore assoluto che si può dire con certezza che c'è o non c'è qualcosa, o com'era nel passato.
      Quindi, mi sembra che lei si stia dando la zappa da solo sui piedi. Se preferisce criticare la scienza ufficiale, non può poi farmi esempi di meriti di quest'ultima, o usare i strumenti di quest'ultima, o basarsi su queste ricerche,senza entrare in contraddizione. (E comunque ancora non abbiamo mai scoperto alcuna traccia di vita microbica certa su Marte)

      5)Sempre parole sue : "Acqua è quasi sinonimo di vita. Perché secondo Lei non è possibile che ci sia stata vita intelligente un tempo o ci sia tutt’ora? Ma si siamo dei labili."
      Non userei il plurale..Preferisco parlare di quello che mi ha detto lei.. e in questo caso, si lei è abbastanza labile...
      sa, se avesse letto anche un po di più riguardo a cosa significa vita, com'è nata, e in che condizioni, allora capirebbe da solo l'assurdità della sua ipotesi.

      Perché vede, sulla Terra, alla vita "intelligente" ci sono voluti più di 4,5 miliardi di anni per venirsi a formare. La stessa vita organica complessa, ha dovuto passare un periodo di evoluzione di oltre 2.5 miliardi di anni per evolversi.
      Ora, lei consideri Marte. A livello mineralogico, l'epoca in cui le condizioni erano favorevoli alla vita, grosso modo, si trova nel "Phyllocian", che dura dalla formazione del pianeta, fino a 4 miliardi di anni fa.
      Quindi per circa 500 milioni di anni. Quest'epoca è chiamata cosi per via dei fillosilicati che abbiamo scoperto in superficie. I fillosilicati sono tipi di minerali che si formano in presenza di acqua.
      La seguente era, cioè la Theiikian, chiamata cosi per via dei minerali sulfurei trovati, era un epoca di grandissimo vulcanesimo,che combinando i gas dei vulcani (in particolare anidride solforosa) con il vapore acqueo ha reso l'ambiente acquatico sempre più inospitale,rendendolo acido. Quest'era è finita intorno ai 3.5 miliardi di anni fa.
      Nel Siderikan, che è l'era mineralogico attuale, che dura dai 3.5 miliardi di anni a oggi, non c'è più ne acqua ne vulcanesimo, ne un'atmosfera favorevole a qualche tipo complesso di reazioni chimiche per la vita complessa, dato che oltre ad essere sottile è composta al 85% di CO2, e ben poco azoto, che invece nella nostra atmosfera è dominante, ed è una delle cose su cui si basa la chimica biotica del nostro pianeta.

      Ora tenendo in mente questo, quando avrebbe mai avuto tempo una civiltà per svilupparsi su Marte? In meno di 1 miliardi di anni (anche dovendo allungare di tantissimo) saremmo fortunati se troveremmo microbi.

      Lei potrà dire, eh ma magari la vita li ci ha messo di meno. Beh, non si può fare questo discorso, dato che fare comparazioni probabilistiche, con un solo campione(cioè solo la Terra su cui sappiamo che c'è vita) non è legittimo per fare previsioni,ma per sapere questo bastano anche le basi della statistica e logica.Ecco perché lei è obbligato se vuol parlare di vita su Marte, a tenere in considerazione i meccanismi di questo nostro pianeta, altrimenti fino a scoperte diverse, resta tutto ipotetico.

      Quindi una civiltà come la nostra, non avremmo avuto in alcun modo tempo per evolversi su un pianeta come Marte.
      Potrei anche dirle, che anche volendo, l'evoluzione funziona tramite la selezione naturale, e questa si basa su ambienti in cui ci sono tante forme di vita, più sono, più probabilità ci sono di arrivare a soluzioni che prevedono quella che noi chiamiamo "intelligenza" inoltre la nostra stessa intelligenza è uscita fuori in reazione ad ambienti molti vari e complessi dal punto di vista dei ecosistemi presenti. Su Marte non ci sarebbero mai potuto esistere ecosistemi abbastanza complessi da permettere una qualche forma di vita come la nostra.

      6) Giordano Bruno.... ahh che grande scienziato, che letterato..me lo ricordo. Ma il suo punto qual'è ? perché me lo cita ? Perché Giordano Bruno, come gli altri fautori della grande rivoluzione scientifica del 5/600 hanno portato una grande novità: la scienza sperimentale, che si basa su prove, sull'uso di strumenti.

      Finisco per dirle che non sono su alcun trono, bensì sto parlando in difesa del metodo scientifico, e della cultura scientifica. Cose che per quanto possano sembrarle lontane, le può benissimo trovare anche su wikipedia, o qualsiasi manuale delle medie se lei sta ancora studiando li immagino...

      Grazie ancora per essere passato.

  10. Dott. Angelo Carannante Presidente del C.U.B.M.G.C.

    Intervengo in questa discussione perché sono stato avvisato da persone del mio Centro Ufologico di Benevento Mars Group Campano. Il sottoscritto non ce l’ha con nessuno, nemmeno con chi denigra le persone sperando di affossare le loro tesi con cui non sono d’accordo a prescindere da tutto. Vede, Adrian (mi fa un favore se si firma come faccio io) l’intervento del gentil sesso in questa disputa è stato esemplare. Lo conferma lei quando dice: “ Sinceramente,per questa foto dello ziggurat, basterebbe dire che si tratta di un rilievo altimetrico, e spiegare come vengono fatti, che chiaramente si capirebbe che si tratta di falsi scalini, in quanto quando i dati vengono elaborati, dato che la scansione avviene per linee orizzontali, i cambi di altezza vengono visti come scalini, e non graduali”. Per favore mi dica il suo metodo scientifico in questa affermazione. Guardi, sto parlando seriamente e mi sto facendo la stessa domanda delle persone che hanno letto questo paradigmatico passo del suo commento. Se è come dice lei, mi deve, per favore, far vedere un’altra fotografia, a sua scelta, preferibilmente sulla terra, ma anche su Marte perché no, in cui questi falsi scalini costruiscano queste evidenze di strutture artificiali così evidenti (scusi il gioco di parole). Poi, visto che vuole comprare se ho ben capito, mi creda non è un’ironia, Ossimoro Marte, visto che c’è, mi spieghi anche la miniera a cielo aperto con scritta dedicata. Anche quella è costruita con “rilievi altimetrici…e con falsi scalini?”. Guardi, se mi spiega questo e le molte altre cosiddette “anomalie”, alzo le mani e dico che ho sbagliato tutto e ritratto tutti i miei “strampalati” articoli. Mi creda, non ce l’ho con lei, ma dispiace veramente imbattersi in tanto accanimento contro persone che sono convinte del loro lavoro. E’ innegabile che nelle immagini le evidenze sono quelle. Guardi che l’esistenza della miniera a cielo aperto, ad esempio, è confermata anche da altre analisi ed altri particolari. Ha detto proprio bene: si vada a leggere Ossimoro Marte. La saluto ed aggiungo, la rispetto. E’ nel mio costume. Se riesce a mantenere un certo distacco nelle furiose dispute (che oramai così sono) senza intervenire sul piano personale, interverrò di nuovo nella discussione. Altrimenti continui pure da solo che in pochi la sentiranno.
    Il Presidente del Centro Ufologico di Benevento Mars Group Campano
    Dott. Angelo Carannante

  11. Ooh.. E' arrivata la cavalleria pesante !

    Benissimo. Prima di tutto, grazie del suo intervento, mi fa tantissimo piacere come sempre poter dibattere e parlare di scienza.
    Non so perché ci tiene particolarmente che mi firmi come lei,d'altronde se vuol sapere qualcosa in più di me, le basta cliccare sul mio nome, e sarà indirizzato ad una pagina con qualche informazione(deve cliccarci non qui, ma nella homepage).

    1)citazione sua : "Per favore mi dica il suo metodo scientifico in questa affermazione. Guardi, sto parlando seriamente e mi sto facendo la stessa domanda delle persone che hanno letto questo paradigmatico passo del suo commento."

    come dove la trovo? si parla di caratteristiche tecniche.
    Allora bene, approfondiamo: MARSIS (Mars Advanced Radar for Subsurface and Ionosphere Sounding) è un radar montato a bordo della sonda spaziale della missione ESA Mars Express.
    La foto di cui parliamo, dello ziggurat, è una trasposizione in 3D, basata su immagini ottenute dalla camera, e convertite basandosi sull'altimetria osservata con il MARSIS.(http://sci.esa.int/science-e/www/object/index.cfm?fbodylongid=1601&fobjectid=34826)
    Tra l'altro le immagini ottenute dal Mars Express in causa, come quella trasposizione 3D, stanno diventando un po datate, ci sono tantissime altre in una risoluzione ben maggiore(Mars Reconnaissance Orbiter)

    Ad ogni modo,torniamo a parlare delle analisi con l'altimetro.
    Come quello ce ne sono tanti altri:

    Prenda il Radar Altimeter 2 (RA-2) della ESA.. (http://envisat.esa.int/instruments/ra2/)

    o il sistema radar abbordo della sonda Magellan, che ha esplorato Venere(http://adsabs.harvard.edu/abs/1991ESASP.328...39F)

    o il più speciale di tutti nel nostro caso, il Mars Orbiter Laser Altimeter, presente a bordo del Mars Global Surveyor.(http://mola.gsfc.nasa.gov/)

    Il che ci porta alla seconda dichiarazione :

    2) "Se è come dice lei, mi deve, per favore, far vedere un’altra fotografia, a sua scelta, preferibilmente sulla terra, ma anche su Marte perché no, in cui questi falsi scalini costruiscano queste evidenze di strutture artificiali così evidenti (scusi il gioco di parole)."

    Allora, prima di tutto, lei come saprà non può basare una teoria scientifica sul "sembra"ma deve essere basato su effettive analisi. Qua invece si parla di una sua interpretazione, viziata dalla soggettività purtroppo(a prescindere dal fatto che sia o meno giusta). Tant'è che io non voglio dimostrarle che esiste o meno lo ziggurat, ma che lei basa la sua interpretazione su una non conoscenza del modo di creare quella immagine.

    Il punto è questo: i scalini lei li vede soltanto per via della ricostruzione 3D che si basa sui dati dell'altimetro.
    Quindi, senza quelli non avrebbe detto affatto che c'è uno ziggurat.
    Quindi io le faccio vedere, come quei scalini siano ovunque nelle ricostruzioni 3D che si basano su dati altimetrici.

    Il caso più eclatante è sicuramente quello delle ricostruzioni basate sui dati del altimetro sulla sonda Magellan:
    Ecco un esempio

    http://www.bibliotecapleyades.net/imagenes_tierrahueca/O_venus17.jpg

    Li vede vero i scalini ?

    Se preferisce Marte, ecco qua :

    Mars Express:

    http://images.astronet.ru/pubd/2004/01/29/0001196394/valley3d_me.jpg

    MOLA(MGS) :

    http://www.mmedia.is/~bjj/3dtest/mars_mola.jpg
    (forse le sembrano piramidi quelle sullo sfondo)

    o ancora meglio:

    http://zuserver2.star.ucl.ac.uk/~idh/apod/image/9812/marsnpole_mola_big.jpg

    Ecco guardi quest'ultima. E basata su dati altimetrici, di una zona molto ampia,cioè le calotte polari. Date le grandezze, persino uno strumento cosi fine come il MOLA, fa delle misurazioni con una risoluzione totale approssimativa. Quindi quando vengono ricostruite le immagini si sente.

    Ma posso ancora continuare anche con l'altimetro presente su Cassini, intorno a Saturno, nel caso di Titano:

    http://www.planetary.org/image/PIA11831.jpg

    E cosi via....

    Come dicevo al sig. Piccaluga, non si può analizzare scientificamente delle immagini, senza tenere conto ne dello strumento usato, ne dei algoritmi per la costruzione dell'immagine.. Altrimenti fa come un mio amico che mi disse che Marte era blu, non sapendo come vengono colorate le immagini.

    3) La miniera a cielo aperto, con tanto di scritta..

    Lei le stratificazioni proprio le adora vero?
    Provi ad andare in vacanza preso il Grand Canyon allora..

    http://blogs.uab.cat/travellingaroundtheworld/files/2009/05/grand-canyon.jpg

    (no..non è una miniera a cielo aperto)

    Il fatto è che la geologia di Marte è molto molto complessa, quindi qualsiasi cosa lei trovi su Marte, probabilmente ancora non abbiamo ancora capito bene come si sia formato. Ci vorranno ancora diversi decenni di esplorazione per riuscire ad iniziare a capire veramente la geologia di Marte.

    Ma per arrivarci serve impegno e metodo scientifico. Questo significa che qualsiasi ipotesi venga in mente, va giustificata con prove e prove e prove.

    Quindi lei può dire che Le montagne stratificate nella regione Juventae Chasma siano artificiali, perché le ricordano le nostre care miniere, ma il punto è, ha delle prove a riguardo? Riesce a sostenere con qualcosa questa tesi? o si basa tutto su un apparente somiglianza?

    Se vuole sapere cosa è per la "scienza ufficiale" la sua miniera a cielo aperto, beh è semplice. Si tratta di un enorme canyon, anzi un box canyon, dato che ha strati da almeno 3 lati.
    La sua struttura si chiama Juventae Chasma, ed ha una dimensione a dir poco imponente(250 km × 100 km). Questo canyon apre sulla zona delle Maja Valles.
    Si trova a nord delle Valles Marineris, e taglia per 5 km verso le pianure della Lunae Planum. Il fondale di questa struttura è coperta da tantissime dune di sabbia, mentre c'è anche una grande montagna, alta 2.5 km, composta di solfati.

    Ma prima di andare avanti... Ci tengo a dirle, che questa zona non è un eccezione, bensì un comune fenomeno geologico presente su Marte.

    Ecco alcuni stupendi esempi( con una risoluzione decente, e non con le cose che di solito vedo in vari siti che dicono di occuparsi di questo tema..)

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_008400_008499/PSP_008437_1750/PSP_008437_1750_RGB.NOMAP.browse.jpg
    (le vede tutte quelle stratificazioni? )
    e quella è la versione in risoluzione bassa..
    ecco quella in risoluzione migliore:

    http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_008400_008499/PSP_008437_1750/PSP_008437_1750_RED.NOMAP.browse.jpg

    Certo che questi marziani erano dei gran bei minatori...

    Ma vediamone altri ancora:

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_010000_010099/PSP_010027_1745/PSP_010027_1745_RGB.NOMAP.browse.jpg

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_009000_009099/PSP_009008_1915/PSP_009008_1915_RED.NOMAP.browse.jpg

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_008300_008399/PSP_008378_1670/PSP_008378_1670_RED.NOMAP.browse.jpg

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_009300_009399/PSP_009328_1755/PSP_009328_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007900_007999/PSP_007918_1755/PSP_007918_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

    (quanto è complessa questa sopra.. la adoro :))
    anzi, metto anche la versione RGB(a colori) di questa

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007900_007999/PSP_007918_1755/PSP_007918_1755_RGB.NOMAP.browse.jpg

    Altra zona stupenda:

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007600_007699/PSP_007694_1700/PSP_007694_1700_RED.NOMAP.browse.jpg

    Qui nella versione a colori:

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007600_007699/PSP_007694_1700/PSP_007694_1700_RGB.NOMAP.browse.jpg

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007200_007299/PSP_007232_1740/PSP_007232_1740_RED.NOMAP.browse.jpg

    Lei ora direbbe magari, eh, che centra, non è quella di cui parlo io !!

    bene, andiamo a vedere la zona da lei analizzata allora ?

    ECCOLA QUI:

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007000_007099/PSP_007060_1760/PSP_007060_1760_RED.NOMAP.browse.jpg

    è un'altra roba vero,con una risoluzione decente...

    Ma indaghiamo oltre:

    Qui è la zona all'interno della quale si trova la sua miniera

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_005300_005399/PSP_005346_1755/PSP_005346_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

    Gliela mostro anche a colori:

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_005300_005399/PSP_005346_1755/PSP_005346_1755_RGB.NOMAP.browse.jpg

    E continuiamo con la miniera, vediamo nei minimi particolari la Juventae Chasma:

    Qui ci sono sottilissimi strati della zona, probabilmente causati da materiale vulcanico

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_002500_002599/PSP_002590_1765/PSP_002590_1765_RED.NOMAP.browse.jpg

    Qui ci sono i dettagli del fondale della zona:

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_010100_010199/PSP_010198_1755/PSP_010198_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

    E qui, a colori:

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_010100_010199/PSP_010198_1755/PSP_010198_1755_RGB.NOMAP.browse.jpg

    Questo è il margine ovest dello Chasma:

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_009800_009899/PSP_009842_1755/PSP_009842_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

    E qui, a colori:

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_009800_009899/PSP_009842_1755/PSP_009842_1755_RGB.NOMAP.browse.jpg

    Altra parte della zona ovest dello Juventae Chasma

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007600_007699/PSP_007627_1765/PSP_007627_1765_RED.NOMAP.browse.jpg

    E qui, a colori:

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007600_007699/PSP_007627_1765/PSP_007627_1765_RGB.NOMAP.browse.jpg

    Zona di contatto tra lo Juventae Chasma ed il resto della zona

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007500_007599/PSP_007561_1775/PSP_007561_1775_RED.NOMAP.browse.jpg

    Si ma, dirà lei... Ci sono delle scritte !!!

    Ovvia, guardiamo le scritte..

    Questa è un immagine parziale della Juventae Chasma , a lato nella parte nord, può facilmente zoomare e vedere in alta risoluzione le scritte

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_011800_011899/ESP_011899_1755/ESP_011899_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

    Altra immagine della zona dello Chasma in questione

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_016100_016199/ESP_016145_1775/ESP_016145_1775_RED.NOMAP.browse.jpg

    Quello che lei vede di bianco, non sono scritte, ma formazioni di altri tipi di minerali, coperti parzialmente da tantissime dune sabbiose, e da ghiacci.

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_003700_003799/PSP_003790_1755/PSP_003790_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

    - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_006200_006299/PSP_006203_1750/PSP_006203_1750_RED.NOMAP.browse.jpg

    Se le servono altre foto ce ne sono ancora.. ma credo di essermi chiarito.

    Concludo, dicendo che mi farebbe piacere portare avanti questo dibattito con lei come con chiunque altro voglia partecipare.

    Mi scuso se le sono sembrato "personale", irriverente, o maleducato. Sono ironico di natura, e quindi avvolte mi lascio andare.. Ma davvero, non nutro alcuna avversione particolare verso di lei o altri che hanno commentato.

    Detto ciò, mi farebbe davvero piacere sapere che ne pensa delle foto, e se ha altri particolari da esporre.
    Quindi, la saluto, con rispetto.

    P.S. Un regalino da parte mia.. Per finire in bellezza, un bel dolce :D

    http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_010800_010899/PSP_010854_1325/PSP_010854_1325_RGB.NOMAP.browse.jpg

  12. Angela

    Non so che altro aggiungere, visto che hai l'enorme pazienza, rispetto e apertura mentale di ascoltare le opinioni di tutti e rispondere, sempre, con cognizione di causa, scientificamente e illustrando meticolosamente le prove in suo possesso.
    Non posso che rinnovarti i miei complimenti per l'ottimo lavoro svolto in questo sito, e per ringraziarti per il rigore scientifico col quale scrivi le notizie, indicando (e soprattutto dimostrando!) quali sono le notizie vere da quelle false.

    Mi sono appassionata leggendo questo post, specialmente il tuo ultimo commento che oserei dire inattaccabile. Son curiosa di leggere le risposte!

    Grazie ancora, continua l'ottimo lavoro che stai facendo, seguire i tuoi post così accurati che trasudano passione e conoscenza e i commenti sempre precisi, pazienti ed educati è un gran piacere.

    Angela

  13. Dott. Angelo Carannante Presidente del C.U.B.M.G.C.

    Guardi Lei insiste, ma non ha risposto alle mie domande, perchè parla solo di ciò che è convinto, perchè non ha dimostrato proprio un bel niente e continua a evitare le domande oppure a rivoltarle come le fa comodo. Quello che ha fatto vedere non mi dice proprio nulla. Lei in tali immagini crede di vedere cose che io non vedo. Nulla di paragonabile alle immagini di Piccaluga e ad altre anomalie di Marte. Mi dispiace non mi ha convinto per niente. Perchè vale solo quello che dice lei e non quello sostenuto da noi labili di mente? Non crede di essere un tantino di parte? Evidentemente la foga di far vedere tanto, che poi rispetto alla nostra discussione è il nulla, sta solo a significare la mancanza di argomenti a suo favore e della tanto sbandierata scienza che solo lei ed altri esimi esponenti credono di rappresentare. Se Lei è tanto convinto bastavano quattro parole senza scomodare tutta lo scibile umano. Chiudo qui. Lei rimanga della sua dogmatica posizione. Complimenti per il metodo scientifico personalizzato. Si ricordi che anche se nella sua posizione vi sono tante falle, non sto qui a perdere tempo e sonno per dirle qualcosa contro come fa Lei. Si, lei sarà un saputone, ma noi nel nostro piccolo diciamo tante verità che danno fastidio a tani. Ma veramente tanti.

    • La ringrazio per aver trovato il tempo per rispondere. Sono contento che ha avuto modo di leggere le cose che ho postato. Ora, riguardo alla risposta, ho avuto l'impressione che sembrava che non sono stato abbastanza professionale, e che non ho risposto esattamente a quello che lei voleva. Ovviamente essendo lei un dottore, e presidente di un centro ufologico, sarà molto più esigente, e quindi capisco perché solo qualche foto non le possa essere bastata.
      Non c'è problema, accetto la sfida, e cercherò di essere ancor più chiaro nel esporre come stanno le cose.
      Inoltre onde evitare che poi pensi che abbia travisato qualche cosa che lei ha detto, citerò pezzo per pezzo la sua risposta(eppure è strano....mi sembrava di averlo fatto anche prima... sarà un dejavuu)

      1) " Guardi Lei insiste, ma non ha risposto alle mie domande, perché parla solo di ciò che è convinto, perché non ha dimostrato proprio un bel niente e continua a evitare le domande oppure a rivoltarle come le fa comodo "

      Le sue domande erano relative al rendering 3D della zona di Marte, presentata da Piccaluga, dove sembra esserci uno ziggurat, ( e mi ha chiesto anche altri esempi) e poi mi ha chiesto di parlarle della miniera a cielo aperto su Marte, con tanto di scritta.. E io avevo risposto a questo. Non evito affatto le sue domande, anzi, se me ne fa di più non mi pare il vero, io cito paro paro lei eh. Ho talmente tante cose da mostrarle, che non voglio assolutamente evitare una parola di quello che dice.
      Riguardo al comodo, beh non ho certo bisogno di rivoltarle le sue domande. Ripeto, per me sono comode cosi come sono. Si figuri...
      2) " Quello che ha fatto vedere non mi dice proprio nulla. Lei in tali immagini crede di vedere cose che io non vedo. Nulla di paragonabile alle immagini di Piccaluga e ad altre anomalie di Marte. Mi dispiace non mi ha convinto per niente "
      Ok, e ora ho l'occasione di approfondire.
      Lei capisce, vero, che la foto in cui dice di vedere uno ziggurat, in realtà è una riproduzione 3D? I dati arrivano dai strumenti presenti sul orbiter intorno a Marte, ed i scienziati poi riconvertono quei dati,tramite particolari algoritmi in cose chiamate DTM(Digital Terrain Model).
      Se non ha capito il senso delle cose che dicevo prima, forse è perché non ha una conoscenza abbastanza approfondita riguardo alla natura dei strumenti a bordo dei orbiter, e riguardo al processing delle informazioni che ci arrivano.
      Dato che sia lei che Piccaluga, state proponendo una vostra teoria scientifica basata su dei dati che arrivano da queste sonde, è obbligatorio sapere come funzionano.
      Prima di tutto, la sonda i cui dati usate, è la Mars Express, costruita dall'ESA.
      Ecco un elenco di cose che deve leggersi prima di poter anche lontanamente pensare di proporre una sua propria interpretazione dei dati:
      a) Dati generali sulle caratteristiche tecniche dell'orbiter:
      - http://www.esa.int/SPECIALS/Mars_Express/SEMFU55V9ED_0.html
      - http://www.esa.int/SPECIALS/Mars_Express/SEMC785V9ED_0.html
      b) I strumenti principali presenti:
      b.1) HRSC(High Resolution Stero Camera) <--- questa è fondamentale da conoscere
      - http://www.planetary.brown.edu/pdfs/3416.pdf
      - ftp://ssols01.esac.esa.int/pub/workshops/06_MEX_DW_May_2008_US/Thursday/10_HRSC_level4_ISIS_EXPORT_GIS_small.pdf
      - ftp://ssols01.esac.esa.int/pub/workshops/06_MEX_DW_May_2008_US/Thursday/12_HRSC_HANDS_ON_small.pdf
      - ftp://ssols01.esac.esa.int/pub/workshops/06_MEX_DW_May_2008_US/Wednesday/2a_Williams_HRSC_Overview.pdf
      Questa in particolare, riguarda la costruzione di algoritmi per ottenere le immagini, e come queste immagini vengono composte:
      - http://www.issibern.ch/~arossi/mexdw/DOCUMENTATION_HRSC/HRSC_papers/Scholten_etal_2005.pdf
      Poi anche nozioni di fotometria e cartografia con la HRSC
      - http://www.citygml.org/fileadmin/user_upload/Gehrke/Papers/0510_PEARS_Research.pdf
      - http://www.isprs.org/proceedings/XXXV/congress/comm4/papers/462.pdf
      Usare la camera insieme alla costruzione dei DTM
      - http://www.ipi.uni-hannover.de/uploads/tx_tkpublikationen/Heipke_Ebner_etal_tuebingen_04.pdf

      b.2. Strumento OMEGA (Visible and Infrared Mineralogical Mapping Spectrometer)
      - http://sci.esa.int/science-e/www/object/index.cfm?fobjectid=34826&fbodylongid=1598
      b.3 ASPERA-3: (Analyser of Space Plasmas and Energetic Atoms)
      - http://sci.esa.int/science-e/www/object/index.cfm?fobjectid=34826&fbodylongid=1598
      b.4. MaRS(: Mars Radio Science)
      - http://sci.esa.int/science-e/www/object/index.cfm?fobjectid=34826&fbodylongid=1600
      b.5. MARSIS: (Mars Advanced Radar for Subsurface and Ionosphere Sounding)
      (questo è l'altimetro con cui vengono prese le altezze per la costruzione dei DTM 3D)
      - http://sci.esa.int/science-e/www/object/index.cfm?fobjectid=34826&fbodylongid=1601
      b.6 PFS:( Planetary Fourier Spectrometer)
      - http://sci.esa.int/science-e/www/object/index.cfm?fobjectid=34826&fbodylongid=1599
      b.7. SPICAM: (Spectroscopy for Investigation of Characteristics of the Atmosphere of Mars)
      - http://sci.esa.int/science-e/www/object/index.cfm?fobjectid=34826&fbodylongid=1602

      Perfetto, se sta leggendo qui, allora significa che un po una cultura se l'è fatta riguardo a come funziona l'orbiter, come funzionano i vari strumenti, e come vengono costruite le foto. A questo punto le sarà ovviamente chiaro come costruire modelli 3D, sulla base dei dati ottenuti, possa rivelare anche caratteristiche non vanno prese ovviamente alla lettera, come per esempio i famosi scalini. Come le ho già fatto presente precedentemente, quell'immagine è datata, ed inoltre è una riproduzione fatta sulla base di un altra foto. Se è abbastanza gentile mi potrebbe tra l'altro indicare dove l'ha trovata nei archivi dell'ESA?

      Se invece non ha letto un acca di quello che ho postato prima, perché è occupato, la faccio molto più semplice:
      Mettiamo che lei mi dice che Eva Green ha gli occhi neri. E come prova mi porta questa foto:
      - http://www.stardustmovies.com/gallery_attore/(140509215031)Eva_Green_6.jpg
      Io non le sto dicendo, guardi, che non ha gli occhi neri, ma piuttosto le sto dicendo, che se vuol dire qualcosa riguardo ai suoi occhi da questa foto, deve conoscere lo strumento con cui è stata fatta. E cosi le sto spiegando che usando una fotocamera che fa le foto in bianco e nero, è chiaro che gli occhi sembrano neri. E cosi,le faccio vedere tantissimi altri casi di persone,che anche lei sa benissimo che non hanno gli occhi neri, dove, usando la stessa tecnica, sembrano avere gli occhi neri.
      Sono stato chiaro ora ? Ecco perché lei ha torto. Non tanto perché dice che esiste uno ziggurat, ma perché lo dice ignorando il modo in cui è stata fatta l'immagine. Ed è imperdonabile per uno scienziato.
      Ringrazio Eva Green per la sua gentile collaborazione scientifica:
      - http://www.scootercommunity.com.au/blogs/my_life_as_a_scooter/Eva_Green%20-%201%20-%20Bond%20Casino_Royale.jpg (eva green a colori)

      Dato che prima le ho fatto vedere le immagini, ma ha detto che non lo hanno convinto, adesso le ho mostrato i dati da leggere, spero che queste riescano a chiarire i suoi eventuali dubbi.
      Riguardo alle altre anomalie... beh me le dica, non ho alcun problema, può farmi un elenco lungo un km, sarò felicissimo di vedere cosa posso fare per chiarire queste "anomalie".
      3) " Perché vale solo quello che dice lei e non quello sostenuto da noi labili di mente? Non crede di essere un tantino di parte? "
      Quello che dico io vale di più perché io la sostengo con una montagna di dati, immagini, analisi approfondite, fatte da decine e decine di scienziati in tantissime università del mondo. Mentre lei.. o voi se si riferisce anche a Piccaluga, non siete in grado di fornirmi più di un'immagine( datata anche), senza,inoltre,avere neanche la più pallida idea di come funzionano i strumenti a bordo della sonda, senza sapere come i dati vengono convertiti e trasformati in foto, e senza conoscere neanche la storia di Marte. Francamente dottore, io sono dalla parte di quelli che ce l'hanno più lungo... ovviamente dico del telescopio. E mentre da questa parte ci sono 4 orbiter e due rover attualmente funzionanti, più una ventina di missioni alle spalle, con biblioteche intere di dati... dalla vostra parte..beh... non siete in grado di fornirmi neanche una decente analisi spettroscopica della zone di cui parlate per chiarire di che minerali è composto il terreno. E come se dovessi scegliere tra una Ferrari da una parte, e un disegnino di una ruota dall'altra(eh si, non siete in grado di disegnare neanche una macchina intera). In realtà le analisi ci sono anche, ma voi vi ostinate a non volerle usare(anche perché ovviamente dimostrerebbero che dite delle boiate). Se volete fare gli scienziati, e scrivere una vostra teoria scientifica, queste mancanze sono inammissibili.
      E per finire, voi vi basate su "questa parte" per dire qualsiasi cosa, perché nonostante gli insulti alla "scienza ufficiale" vi servono foto e dati di quest'ultima per costruire le vostre tesi.
      4) " Evidentemente la foga di far vedere tanto, che poi rispetto alla nostra discussione è il nulla, sta solo a significare la mancanza di argomenti a suo favore e della tanto sbandierata scienza che solo lei ed altri esimi esponenti credono di rappresentare."
      Il nulla... le ho mostrato tutte quelle immagini dello Juventae Chasma in alta risoluzione, in cui chiaramente si vede la natura della struttura, è lei mi dice che è il nulla... aaah, dottore, lei ha perso una buona occasione qui per dire di aver capito cosa è realmente lo Juventae Chasma..... D'accordo, probabilmente è colpa mia, non sono stato in grado di portare prove abbastanza convincenti, ma non si preoccupi, adesso le spiego per bene esattamente di cosa si tratta, cosi non rischia di fraintendere.
      Prima di tutto, vediamo la foto che lei interpreta come "miniera a cielo aperto" su Marte:
      - http://esamultimedia.esa.int/images/marsexpress/054co01JuventaeChasma_H.jpg
      (risoluzione migliore disponibile per il download: http://esamultimedia.esa.int/images/marsexpress/054co01JuventaeChasma_H.tif )
      Quest'immagine è stata ottenuta dalla HRSC(High Resolution Stereo Camera) presente a bordo della Mars Express, il 26 Marzo, 2004, con una risoluzione della superficie di 23.4 metri per pixel. Nella foto si vede la depressione dello Juventae Chasma, che taglia nelle pianure della Lunae Planum.
      Qui può vedere esattamente dove si trova:
      - http://esamultimedia.esa.int/images/marsexpress/053ctct01juventaeChasma_H.jpg
      La sua miniera è alta nel punto massimo 2500 metri, è lunga 59 km ed è larga fino a 23 km.
      Per capire la sua natura lo abbiamo analizzato per prima con lo strumento OMEGA( se prima non ha letto la presentazione dello strumento, adesso è un buon momento per farlo).
      Insomma grazie allo spettrometro OMEGA abbiamo scoperto che questa montagna è un deposito di solfati, di cui è composta in buona parte.
      E questo perché ci interessa ? Beh perché le osservazioni fatte dopo, con un altro fantastico strumento chiamato THEMIS(THERMAL EMISSION IMAGING SYSTEM), a bordo di una sonda della NASA, chiamata Mars Odyssey, ha non solo confermato la presenza nella zona, di solfati, ma è andato molto molto più nel dettaglio, rilevando la storia di questo posto.
      Ecco un data sheet riguardo al THEMIS
      - http://www.mars.asu.edu/christensen/docs/christensen_themis_ssr.pdf
      Questo magnifico strumento ha rilevato tra le altre cose, depositi di argile, gesso, e tanti minerali solfati.
      Questi solfati, si formano soltanto in presenza di acqua. Quindi sappiamo dalla loro presenza, e dalle caratteristiche del terrenno, che la zona è stata innondata dall'acqua circa 4 miliardi di anni fa( 500 milioni dopo la formazione...e no, non c'erano civiltà a quell'epoca, è troppo poco tempo per un processo evolutivo complesso..si legga qualche comentro sopra, ho gia spiegato questo abbondantemente).
      La stratificazione dello Juventae Chasma(dove Chasma è latino, e sta per una specie di canyon). testimonia proprio quest'innondazione.
      Ecco un immagine dello Juventae Chasma ottenuta dal THEMIS
      - http://themis2.mars.asu.edu/featuresimg/juventaechasma.jpg
      Prima che lei mi venga a dire che Marte è verde, mi lasci spiegare, Quest'immagine combina le osservazioni in infrarossi fatte durante il giorno e la notte, con la camera a 15 bande del THEMIS. Le aree più rosse indicano posti zone dove i sedimenti e le rocce sono predominanti, mentre il verde ed il blu mostrano polvere e sabbia fini che coprono la superficie.

      E ora si prepari, perché sto per farle fare un giro stupendo nel mondo della scienza reale. Si metta la cintura perché vedrà cose che le sconvolgeranno l'esistenza.
      Tutto è iniziato 4 miliardi di anni fa come dicevo, quando in questa zona l'attività tettonica e vulcanica ha causato enormi fratture nella superficie, che hanno fatto fuoriuscire grandi quantità di acqua. Inoltre il calore vulcanico ha fatto si che grandi depositi sotterranei di ghiacci si sciogliessero.
      Presto tutta la zona è stata inondata da diluvi. L'acqua era abbastanza da fuoriuscire, e finire per creare quello che oggi chiamiamo le Maja Valles, prima di allagare il Cratere Chryse.
      Ecco le Maja Valles, ed i segni lasciati:
      Foto del Mars Odyssey:
      - http://themis2.mars.asu.edu/featuresimg/majavalles.jpg
      Foto con la camera HiRISE a bordo del Mars Reconnaissance Orbiter:
      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_011200_011299/ESP_011279_1850/ESP_011279_1850_RED.NOMAP.browse.jpg
      invece qui a colori:
      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_011200_011299/ESP_011279_1850/ESP_011279_1850_RGB.NOMAP.browse.jpg
      Come chiunque che ha fatto almeno le medie sa benissimo, i fiumi , ma in generale i diluvi, portano a sedimentazione di materiale. In questo caso la sedimentazione ha portato alla creazione dello Juventae Chasma. Eventualmente l'acqua ha finito di crescere, ed il ghiaccio ha coperto il resto della depressione. Dentro il canyon, l'acqua ha alterato le rocce ed i minerali solfati, trasformandoli in gesso e altri minerali acquatici che oggi rileviamo grazie al THEMIS e all'OMEGA.(per mettere alla prova questa mia affermazione le basta persino il kit del piccolo chimico)
      E a proposito dell'OMEGA, proprio i dati da questo strumento del Mars Express hanno portato alla luce che la composizione del terreno che compone lo Chasma è di due tipi. Quello superiore( e giovane) è ricco in gesso(che è un solfato di calcio) ed è quello che mostra tutti quei strati distinti( più di una dozina evidenti). Sotto il gesso ci sono dei strati di kieserite, un solfato di magnesio. Entrambi i minerali sono quelli che i geologi chiamano: "evaporite".(sono sedimenti minerali formatisi dalla deposizione di sali minerali, naturalmente presenti nelle acque, a causa dall'evaporazione che riducendo il volume di acqua fa aumentare la concentrazione dei soluti al di sopra del valore massimo di saturazione, con conseguente precipitazione dei sali.)
      Le prove a sostegno di questa tesi sono innumerevoli. Oltre alle analisi spettroscopiche che hanno portato alla luce la composizione mineralogica della regione, ci sono anche le analisi geologiche basate sulle immagini ottenute dai vari orbiter.
      In queste foto si vedono depressioni, canali, sedimentazioni di terreni, e cedimenti di parti della superficie sui lati, tutte prove che confermano il drammatico evento che ha portato all'inondazione e poi alla formazione dello Juventae Chasma:
      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_002900_002999/PSP_002946_1765/PSP_002946_1765_RED.NOMAP.browse.jpg
      (in questa sopra particolarmente poi è evidente il processo di cui parliamo)
      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_010100_010199/PSP_010198_1755/PSP_010198_1755_RGB.NOMAP.browse.jpg
      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_018000_018099/ESP_018093_1575/ESP_018093_1575_RED.NOMAP.browse.jpg
      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/TRA/ORB_000800_000899/TRA_000875_1765/TRA_000875_1765_RED.NOMAP.browse.jpg
      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_009800_009899/PSP_009842_1755/PSP_009842_1755_RED.NOMAP.browse.jpg
      E riguardo invece alla scritta.. beh si tratta di materiali chiari come appunto il gesso, che viene coperto dalla sabbia parzialmente. Nella foto di cui lei parla, non si vede bene perché la risoluzione non è ottimale(è del 2004), e anche perché la visione è da un angolo sfavorevole in quel caso.
      Ma non si preoccupi le posso fornire io delle immagini decenti.
      - http://img340.imageshack.us/img340/1373/juventaechasma.png
      Ecco sotto ogni immagine troverà dei approfondimenti, che le spiegheranno di cosa si tratta in particolare:
      - http://img638.imageshack.us/img638/1197/depositi.png
      - http://img526.imageshack.us/img526/7701/depositi2.png
      - http://img52.imageshack.us/img52/607/depositi3.png
      - http://img27.imageshack.us/img27/2633/depositi4.png
      - http://img594.imageshack.us/img594/3724/depositi5.png

      Ora,dato che non mi voglio divertire da me e basta, ecco a lei un elenco di tutti i codici delle foto dove puo trovare tante altre prove a riguardo, basta che inserisce il codice della foto nel sito della Mars Reconnaissance Orbiter

      - http://img27.imageshack.us/img27/8677/legendac.png

      Se non crede a me, ecco la ricerca completa, condotta da una 15 inna tra i migliori geologi e astronomi a giro, in cui le verranno spiegate tutte le cose con maggiori dettagli:
      - http://www.atmos.washington.edu/~davidc/papers_mine/Catling-etal-2006-JuventaeMars.pdf
      (dare la fonte delle cose che si sostengono è sempre importante, come lei ben sà)

      Fatto questo, adesso possiamo tornare alla sua risposta.

      5) "Se Lei è tanto convinto bastavano quattro parole senza scomodare tutta lo scibile umano. Chiudo qui. "
      Come sarebbe, in 4 parole? Ma l'ha vista la quantità enorme di dati presente ? Ma come può lei parlare di un tema cosi vasto e complesso come la geologia marziana, in 4 parole? Ma probabilmente lei ha più esperienza alle spalle, più studi.. infondo è un presidente di un centro ufologico, sicuramente per lei dire tutto in 4 parole non è un problema..
      Io preferisco ancora fare le cose vecchio stile.. sa, con montagne di prove, dati e dimostrazioni, e cercando di conoscere il meglio possibile di cosa si parla. Per me è ancora fondamentale "perdere tempo" per sostenere le tesi scientifiche di cui si parla.
      6) "Lei rimanga della sua dogmatica posizione. Complimenti per il metodo scientifico personalizzato. "
      Non è affatto un metodo scientifico personalizzato. Non è che ce ne sono milioni di metodi scientifici. Ha presente Galileo? ecco da allora e stato si migliorato molto con il tempo, specialmente da vari filosofi e scienziati del 8/900 ma diciamo che il suco si basa ancora sulla stessa cosa: dimostrazioni e prove empiriche, teorie elaborate per poi essere messe alla prove del fuoco in laboratorio, e alla luce delle osservazioni. La mia posizione non è affatto dogmatica, la scienza è fatta cosi, nulla è salvo da analisi e ogni volta che ci sono nuove scoperte, vengono rianalizzate tutte quante le vecchie conoscenze per metterle alla prova, cosi da confutarle eventualmente o confermarle.
      Perché ? Lei che metodo scientifico usa ? (A parte quello delle 4 parole.)
      7) " Si ricordi che anche se nella sua posizione vi sono tante falle, non sto qui a perdere tempo e sonno per dirle qualcosa contro come fa Lei "
      A me questa frase sa tanto di bandiera bianca.... Dove sono le falle nella mia posizione? io ho argomentato abbondantemente l'ipotesi che sostengo, lei invece ? non ha alzato neanche un mignolo in difesa di ciò che sostiene. Ne nel caso del DTM di Mars Express in cui lei ci vede uno ziggurat, ne nel caso dello Juventae Chasma dove lei ci vede una miniera a cielo aperto con una scritta accanto( sarà un SOS dei minatori rimasti intrappolati ??). Io le ho fornite tantissimi dati a sostegno di entrambe le mie posizioni a riguardo.
      Ma immagini quando i suoi lettori e ammiratori(sia suoi che di Piccaluga) verranno a leggere questi dati, o quando li vedranno anche su Youtube dove farò dei video dedicati per parlare dello ziggurat e della miniera.. ecco si immagini questi suoi ammiratori, che cosa ne penseranno di lei ? Che non ha neanche detto pio a sostegno di ciò che dichiara.. In più immagino come saranno tristi i lettori di Ossimoro Marte... Sicuramente non le offriranno più il caffè se la vedono a giro. Ecco perché penso che sarà meglio che lei inizi a perdere un po di tempo e mi risponda, se ha le ..... beh.. ecco.. se ha il tempo ovviamente, non la voglio disturbare troppo..
      Oh , altrimenti se non sa che pesci pigliare, mi mandi qualcun'altro che ne sa di più. Voglio dire, è un centro ufologico, ci sarà qualcun'altro a parte il presidente no?...... vero???
      Anzi fatte una bella riunione di emergenza e parlatene, e rispondetemi con delle argomentazioni decenti per difendervi.. Altrimenti correggette la vostra posizione presto, perché non è possibile che lei, pur sapendo che è una bischerata, la continui a sostenere. Non è eticamente giusto nel confronto delle persone che la leggono o sentono. Ma non si preoccupi, se lei non ha il tempo o il modo, ci penso io ad informarli i suoi eventuali lettori.
      8 ) "Si, lei sarà un saputone, ma noi nel nostro piccolo diciamo tante verità che danno fastidio a tani. Ma veramente tanti. "
      Eh si..beh sa, sono convinto che per fare un lavoro come questo del giornalista scientifico, devo sapere di cosa sto parlando..ma si vede che lei saputone non è, eppure addirittura fa finta di essere uno scienziato.
      Che date fastidio è vero. Ma questo fa diventare giuste le vostre ipotesi? Anch'io davo fastidio al mio professore di fisica quando sbagliavo le risposte durante un interrogazione... ma questo le faceva diventare giuste?

      Ecco, le ho risposto a tutto.. passo per passo, cosi che non possa dire che ho travisato o cambiato qualcosa. Se prima le ho dedicato un bel dolce, adesso alla fine le dedico un bel impatto gigantesco di un meteorite su Marte..
      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_010800_010899/PSP_010810_2385/PSP_010810_2385_RED.NOMAP.browse.jpg

      Eh si, è un bel buco non c'è che dire...

  14. Ottima risposta Adrian.
    Ben motivata e giustificata, con anche una sfilza quasi interminabile di fonti.

    Devo dire che sono rimasto piacevolmente colpito dalla tua spiegazione, leggendo con molto interesse.
    Mi è piaciuta molto la sezione sul rapporto tra immagine prodotta e strumento utilizzato per produrre l'immagine, relazione che va sempre presa in cosiderazione quando si fanno alisi del genere.

    Ancora complimenti.
    Aspetto di vedere come andrà avanti il discorso, dato che mi sono un po' appassionato a questo argomento.

    • :D Grazie ! sono contento che sia stata abbastanza chiara. Con la mole interminabile di dati avevo un po paura diventasse magari caotica la spiegazione.
      Ad ogni modo, sono d'accordo con te, è fondamentale infatti se si pretende di dare una propria interpretazione scientifica di qualcosa, da un immagine sapere com'è stata ottenuta.

      E come voler fare il critico cinematografico senza sapere la differenza tra sceneggiatore e scenografo, o che ne so.. e come dare un giudizio su un quadro, senza sapere com'è stato fatto.. o tipo, dire che ci sono ziggurat su Marte senza sapere come sono state fatte le foto..
      .... a pensarci bene.... succede davvero in tutti è tre i casi... che mondo triste..
      Grazie ancora del commento :D

  15. Angela

    Quoto anche io il commento di Alessio.

    Aggiungo che per vedere una scritta in quella foto ci vuole veramente tanta fantasia...invidio quasi chi ne ha così tanta...

    Questa cosa mi fa pensare a quando si gioca a dare una forma alle nuvole..il fatto che in una forma casuale ci vediamo un cane non significa che il cielo sia popolato di cani giganti e batuffolosi...
    Infatti di solito non ci si scrivono libri senza un minimo di valenza scientifica con i quali fare un mucchio di soldi alle spalle di gente ignara della ver--......uh..uhm scusate, adesso ho da fare...........

  16. gent.mo Adrian
    osservando con attenzione il suo sito, ho notato che è impostato con una certa classe e occupandosi di argomenti scientifici, lo fa con uno standard alquanto elevato. Anche per questo motivo, più volte ho riportato fra le news di Area di Confine qualcuno dei Vs. post di maggior interesse e, francamente, mi farebbe piacere proporne ancora degli altri. Anche se siamo su posizioni diverse, non è certo con chi lavora bene che intendiamo polemizzare. Ho molto apprezzato anche la pazienza e l'impegno con cui ha cercato di rispondere alla polemica con il dott. Carannante del Centro Ufologico di Benevento. Ciò premesso, penso che ci siano i presupposti affinchè la "polemica" si stemperi e diventi costruttiva. Per quanto riguarda il sito di Juventae Chasma, suppongo che se avesse gli elementi in nostro possesso, potrebbe perlomeno comprendere le nostre posizioni. Per cui, se lo desidera, le invierò il pdf di un articolo di Area di Confine sull'argomento. Le rinnovo ancora i miei complimenti per il suo sito e per la sua pregevole attività.
    Molto cordialmente.
    Ennio Piccaluga

    • La ringrazio di cuore per i complimenti, e per aver pubblicato i miei post.
      Riguardo alla mia polemica con il dott. Carannante, ritengo che qualsiasi polemica sia costruttiva di nuove scoperte.
      Per citare Platone, "La discussione è come lo scontro tra due pietre, che solo può produrre la fiamma della conoscenza "

      Quindi aspetto le vostre pietre.. Se vuole mandarmi un pdf con i dati in vostro possesso ne sarei felicissimo.
      Ecco la mia e-mail:

      duepiudueugualecinque@gmail.com

      P.S. Ciò non toglie che vorrei tanto una vostra risposta a quello che ho scritto sopra

  17. Angela

    @Adrian: ma è meravigliosa!!!! Ed enorme *_*
    c'è scritta tutta la Divina Commedia!! :P

    @Ennio Piccalunga: ecco, questo è finalmente un commento costruttivo :)
    sono curiosa di sentire il responso di Adrian su questo articolo e magari di poterlo leggere dato che l'argomento è estremamente interessante.

  18. Gent.mo Adrian
    le invio il primo di due articoli pubblicati su Area di Confine relativi allo Juventae Chasma. Non pretendo che si converta alle nostre teorie, ma sono certo che capirà i motivi che ci hanno spinto su posizioni imprudenti o avanzate, secondo il punto di vista. Come filosofia, noi intendiamo andare oltre i facili punti di vista standard, quei punti di vista poco coraggiosi e comodi per chi vuol stare su posizioni.... sicure. Nella prossima email le invierò l'articolo del semiologo Patsy Nicholas di Falco, persona serissima e che merita che i suoi studi (unici per complessità e per la competenza richiesta) siano vegliati con attenzione. Purtroppo, senza aver letto Ossimoro Marte, le mancheranno degli elementi. Per es. , sul testo, nella sua postafazione il prof. Boncristiano, sumerologo, avanza l'ipotesi che nel 4000 a.C. una popolazione antica viaggiasse nel sistemza solare, fra la Terra e....Marte. Come di Falco, Boncristiano è persona seria e prima di rigettare le sue tesi, bisognerebbe conoscerle. Il fatto è che per vagliare certe ipotesi necessitano conoscenze interdisciplinari non sempre in possesso cei cosiddetti "uomini di scienza" che rigettano alcune ipotesi vagliandole solo dal punto di vista "astronomico", "planentologico", "astrofisico" etc..... La nostra rivista si avvale invece, oltre che di ingegneri, di professori (universitari) di fisica, di matematica, ma anche di teologi, psicologi, sumerologi, filosofi etc....Mi scusi l'apparente immodestia, ma un semplice astrofisico sarà facilmente messo in difficoltà dai nostri esperti che operano sinergicamente in modalità interdisciplinare. Siamo in ogni caso consapevoli che le nostre, per quanto supportate da importanti indizi, sono semplici ipotesi, in ogni caso suscettibili di critica (motivata) o adattamento. Non mi resta che ringraziarla per l'attenzione. Le invierò anche la copertina, il sommario e l'editoriale del prossimo numero di Area di Confine (in edicola fra 24 ore circa), affinchè possa sapere di cosa ci occupiamo. Saremmo lieti che li postasse sul suo sito ma sappiamo bene che questa può essere solo una sua libera scelta. Io, con il suo permesso, continuerò ad ospitare le sue news su Area di Confine, citandone sempre i crediti.
    Un saluto cordialissimo
    Ennio Piccaluga

    • Ho letto tutto quanto il materiale e sono felicissimo di poterle rispondere.
      1) " Non pretendo che si converta alle nostre teorie, ma sono certo che capirà i motivi che ci hanno spinto su posizioni imprudenti o avanzate, secondo il punto di vista. "
      Con tutto rispetto, quello che mi è sembrato di capire è che i motivi che vi hanno spinto su queste posizioni sono la poca disponibilità di materiale su cui lavorare(dato che mi ha mandato una sola foto dal Mars Express e una dal THEMIS, entrambe in bassa risoluzione), e magari poca conoscenza del mondo dell'astronomia,la geologia planetaria, la chimica e della scienza in generale(dato che le ho abbondantemente fatto vedere tantissime altre immagini di stratificazioni presenti su Marte, per di più con foto in altissima risoluzione, ma le ha ignorate).. comunque le ho fornito sopra, e continuerò a farlo, tantissimo materiale ben più approfondito su cui poter lavorare.
      Ci tengo a precisare che tutto il materiale fotografico che mi ha mandato lei è datato, in bassissima risoluzione e totalmente fuorviante se non visto nel complesso(questo non per cattiveria, ma perché per sostenere una tesi scientifica come la sua ha bisogno di tantissime approfondite analisi, e non può fare queste analisi usando cosi poco materiale e di cosi bassa qualità).
      Vi ho fornito almeno una 30 di foto in una risoluzione che è a dir poco decine di volte migliore di quella della sonda Mars Express. Ve ne posso continuare a fornire anche altre, ma ho come l'impressione che le state totalmente ignorando. Eppure sono della stessa zona di cui stiamo parlando..Forse non vi interessano perché nelle foto è ben visibile che non si tratta di una struttura artificiale, e che la scritta non esiste ?

      2) " Come filosofia, noi intendiamo andare oltre i facili punti di vista standard, quei punti di vista poco coraggiosi e comodi per chi vuol stare su posizioni…. sicure. "

      Insomma lei mi ha appena detto che le vostre posizioni non sono sicure.. E che andate aldilà di quelle posizioni standard, che poi sono quelle che si basano sul metodo scientifico.. Quindi andate ...dove esattamente ? Tutta questa cosa del andare oltre le della scienza ufficiale, non è affatto sensata, Sbagliare palesemente e continuare a farlo anche dopo che vi è stato mostrato che non è una posizione sostenibile, non è prova di coraggio ma di ben altro.
      Ma questo, vi permette una posizione molto comoda a voi, altro che coraggiosa. Vi permette di giustificare anche le teorie più contraddittorie e assurde, con il fatto del "cover-up" da parte della scienza ufficiale, e con la scusa di un mondo scientifico di "comprati".

      Citando lei dall'editoriale che mi ha mandato :

      " A proposito, mi onoro di sottolineare che sono molti gli
      accademici presenti nelle file dei nostri collaboratori, e probabilmente
      si tratta dei più aperti fra i docenti, visto che non
      temono di confrontarsi con argomenti al limite dello scibile. "

      Si nota subito che fa comunque perno sul mondo accademico per una qualsiasi valenza di serietà. Inoltre, non si tratta di docenti che non temono di confrontarsi su questi argomenti, perché non è affatto vietato da alcuna legge, e non hanno alcun motivo per cui temere se sono davvero convinti di quello che pensano.

      Nessun scienziato, filosofo, o pensatore in generale prenderebbe mai sul ridere una teoria scientifica. No signori avette capito male. Se ridono di voi(e lo fanno) è perché non sapete costruirla una teoria scientifica. E lo dimostra il fatto che il materiale che lei mi ha mandato è di scarsissimo valore scientifico, dato che non porta alcuna prova seria, non porta alcuna contro analisi, non c'è nessun esperimento, alcun modello per creare delle previsioni in base ai dati, previsioni da cercare poi nei futuri dati, con cui confutare o meno la teoria. No, da voi c'è solo un caotico e contraddittorio presentare di opinioni.

      Date per ovvie cose che non lo possono essere in un ambito di dimostrazione scientifica, fate collegamenti privi di qualsiasi evidenza, e concordanza con altre ricerche. Ed inoltre, come ciliegina sulla torta, fate analisi linguistiche riguardo alla scritta, senza mai neanche prendervi la briga di dimostrare con qualche analisi,che lo sia veramente.

      Guardi qui, questo è un sito di raccolta di tantissime ricerche scientifiche peer review(in italiano revisione paritaria è un sistema di pubblicazione per cui uno scienziato manda la sua ricerca per farla revisionare da altri scienziati(scelti ogni volta diversi, in tutto il mondo) prima di essere accettata per la pubblicazione, cosi che vengano garantiti ogni volta un certo standard di qualità) pubblicate da istituti e università in tutto il mondo.

      - http://arxiv.org/

      Dia un occhiata, e guardi come viene impostata davvero una ricerca scientifica. Guardi con quanto scrupolo vengono analizzati anche i particolari più piccoli, perché nella scienza nulla è ovvio, ma tutto va dimostrato continuamente. Inoltre si basano su decine di fonti diverse, con non uno ma quasi sempre tanti scienziati insieme.

      Quindi siete voi semmai quelli poco coraggiosi, perché avette paura di confrontarvi con le vostre ricerche nel mondo peer review.

      3) " Nella prossima email le invierò l'articolo del semiologo Patsy Nicholas di Falco, persona serissima e che merita che i suoi studi (unici per complessità e per la competenza richiesta) siano vegliati con attenzione. "

      Benissimo.. ho letto tutto quanto, ecco la mia risposta:

      a) " Incredibilmente della MOC, che pure avrebbe potuto restituire immagini con una risoluzione di ben 2mt./pixel, sono disponibili (e non si sa bene perché) solo insignificanti foto a bassa risoluzione con più di 100mt./pixel, mentre il THEMIS, per il suo stesso principio di funzionamento, non poteva dare delle immagini con una pretesa di valenza fotografica. Le immagini migliori sono invece giunte dalla sonda europea Mars Express, "

      Invece no!!! Ho già pubblicato prima tantissime foto in una risoluzione di gran lunga migliore di qualsiasi cosa vette mai postato. Ovvai... mi tocca ripetermi( finirò senza capelli prima che voi guardiate una foto di quelle che posto????)

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_006900_006999/PSP_006915_1760/PSP_006915_1760_RED.NOMAP.browse.jpg

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007100_007199/PSP_007126_1755/PSP_007126_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_014300_014399/ESP_014378_1755/ESP_014378_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007400_007499/PSP_007416_1780/PSP_007416_1780_RED.NOMAP.browse.jpg

      Se vuole continuare basta che vada su e guardi anche le altre che ho postato.
      Se invece non sa come si fa a vederle. E semplice, deve prendere il mouse, e cliccare sul tastino sinistro, poi le si aprirà una finestra dove vederla. Il resto è semplice, deve solo guardare e farsi un idea di com'è veramente la zona.

      b) " Scrisse a suo tempo di Falco: “La scritta sembra potersi classificare come un'espressione grafica artificiale piuttosto che una conformazione naturale casuale e ciò si evince dal calibro evidente nell'iscrizione con presenza di ascendenti, apparenti segni diacritici e grafemi propri della scrittura Brami" "

      Invece c'è un errore grosso come l'intero Juventae Chasma nel vostro raggionamento. E persino un bambino lo capirebbe. Come nel caso suo, ing. Piccaluga, quando parlava di un immaginario ziggurat in un DTM basato sui dati del Mars Express, non si puo prescindere dall'analisi iniziale del materiale in uso.

      E come dire che la sua vicina di casa è Eva Green(che ringrazio nuovamente per la collaborazione), e come prova basa la sua teoria sull'interpretazione di una foto fatta da casa sua. Ma il problema è che quella macchina fotografica da lei usata era vecchia, e non solo, ma il suo altro vicino di casa, ha usato una macchina digitale a 12mpx con 7x di zoom ottico più un rilevatore termico, più ha ingaggiato un detective per seguirla...E ha scoperto che non è affatto Eva Green..

      Lei invece no, mi viene a dire non solo che è Eva Green( per metafora, sarebbe a dire che lei mi dice che è una scritta) ma addirittura mi dice che si è lasciata con il fidanzato che si chiamava Gary, perché l'ha trovato con un altra in un ristorante sulla 32essima. E per di più portava delle scarpe scomode.( questa è invece,sempre metaforicamente,la pretesa di tradurre la scritta )

      Io invece(che sono il suo altro vicino) le vengo a far vedere foto in altissima risoluzione della zona delle "scritte" dove si vede chiaramente di cosa è fatto il terreno. E come ho già più volte detto( mi sento già cadere i capelli a pensare di dover ripostare tutte le foto) si tratta di dune di sabbia che muovendosi su depositi di calce li oscura parzialmente. Queste dune addirittura si muovono !! pensi lei.. e quindi, la sua fantasmagorica scritta, neanche esiste più uguale !!!!!

      Ma vabbe... ecco altre foto in altissima risoluzione della zona delle scritte e di altre vicine zone chiare dello stesso materiale.. ( uff...dovro trovarmi una parucca....)

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_003700_003799/PSP_003790_1755/PSP_003790_1755_RED.NOMAP.browse.jpg
      e a colori
      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_003700_003799/PSP_003790_1755/PSP_003790_1755_RGB.NOMAP.browse.jpg

      Guardi bella la sua scritta.. con tutte le dune..

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_011800_011899/ESP_011899_1755/ESP_011899_1755_RED.NOMAP.browse.jpg
      e a colori :
      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_011800_011899/ESP_011899_1755/ESP_011899_1755_RGB.NOMAP.browse.jpg

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_002500_002599/PSP_002590_1765/PSP_002590_1765_RGB.NOMAP.browse.jpg

      Potrei continuare ma non voglio ne perdere i capelli, ne imbarazzarla troppo.

      Capisce ad ogni modo che l'interpretazione che ne da poi di Falco, può anche essere giustissima, ma vale soltanto semmai con quelle foto, con una ripresa di quel tipo in quel momento. Ma provi a far interpretare queste foto sopra a di Falco, e vediamo se anche adesso gli sembrano scritte.

      c) " La prima possibile traduzione è “asterismo”, un termine che sta ad indicare un gruppo di stelle visibile nel cielo notturno, riconoscibile dal resto per la sua particolare configurazione geometrica (per es. il grande carro o orsa maggiore). La seconda traduzione, “nitrato”, sembra invece calzare a pennello con la composizione chimica della collinetta (fig. 6) alla cui base si trova la scritta. Lo spettroriflettometro Omega posizionato a bordo della Mars Express ci dice infatti che la collinetta è composta da sali con alto contenuto di ossigeno come solfati (es. MGSO4, il nostro sale inglese o sale di Epsom , come pure CASO4 che è poi il comune gesso ) o nitrati (es KNO3, nitrato di potassio usato come concime o per fabbricare esplosivi). Appare perlomeno singolare che una possibile traduzione corrisponda quasi esattamente alla natura chimica della collinetta, lasciando intendere che qualcuno abbia contrassegnato il luogo con una scritta che fosse visibile anche da grandi altezze onde riconoscerne subito la natura ."

      Come ho già fatto ben presente sopra, la vostra interpretazione è sbagliata alla base. dato che la scritta che vedete nella foto esiste soltanto in quella foto. Mentre nella realtà è tutt'altro sul posto(come vi ho fatto vedere nelle foto sopra).
      Quindi come la traduciate non ha alcun significato.

      Appare perlomeno singolare invece, che gli alieni abbiano voluto scrivere coprendo con della sabbia una roccia di gesso.
      Per poi scrivere accanto, Nitrati ..(che poi non è come dice lei che rivela la quasi esatta composizione della collinetta(se cosi vogliamo chiamarla dato che è alta 2500 metri) , perché lo Juventae Chasma è composto di solfati, e ci sono anche nitrati nella zona ma in parte decisamente minore. Quindi, per citare un mio amico, forse gli alieni erano asini in chimica? Allora ci dovremmo scrivere noi accanto un bel " - - 2 " . Ma ripeto che non è in alcun modo plausibile pensare che una civiltà aliena scriva coprendo con della sabbia una zona di calce. anche perché il vento sposta la sabbia continuamente.

      Che poi anche lei...furbo.. mi manda la foto del THEMIS, in cui si vede chiaramente che la zona della cosi detta scritta, è una zona di calce(in rosso) coperta da sabbia(in verde).
      Ma tanto nelle sue tesi ingegnere ci sono più contraddizioni che conferme.

      Per lei e per i lettori ecco la foto in alta risoluzione:

      - http://image.mars.asu.edu/convert?format=png&image=/www/themis/htdocs/landingsites/msl09/juventae_chasma_themis_daynight.png

      d) " Anche questa ipotesi è palesemente confermata dall'evidenza visiva di uno scavo assimilabile alle nostre cave (fig. 7) e presente nella parte inferiore della collinetta di Juventae Chasma, così come sono evidenti le stratificazioni multilayer che rendono il posto assimilabile alle nostre miniere a cielo aperto. "

      Guardi che se continua cosi me la deve comprare lei una parrucca.... Ho già abbondantemente esposto come nessuno potrebbe in alcun modo pensare che si tratta di una miniera a cielo aperto avendo visto le foto in alta risoluzione.... e le ho fatto vedere le migliori foto esistente.. per favore, per pietà, clicchi su quel pulsante sotto la sua mano e le guardi!!! guardi che non c'è alcun virus eh.

      Ve bene via, eccone qualcun altra ancora se non è ancora convinto :

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_014300_014399/ESP_014378_1755/ESP_014378_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

      e a colori

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_014300_014399/ESP_014378_1755/ESP_014378_1755_RGB.NOMAP.browse.jpg

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_017400_017499/ESP_017490_1755/ESP_017490_1755_RED.NOMAP.browse.jpg
      e una porzione a colori :
      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_017400_017499/ESP_017490_1755/ESP_017490_1755_RGB.NOMAP.browse.jpg

      lato dello chasma :

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_016100_016199/ESP_016145_1775/ESP_016145_1775_RED.NOMAP.browse.jpg

      a colori :

      http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_016100_016199/ESP_016145_1775/ESP_016145_1775_RGB.NOMAP.browse.jpg

      e non osi guardarsi solo questi eh, ne ho postate praticamente più che in tutto il mio blog apposta per farglielo vedere !! Si faccia un panino ed un caffè e si metta li buono a guardarle tutte !!!

      4) "Purtroppo, senza aver letto Ossimoro Marte, le mancheranno degli elementi. Per es. , sul testo, nella sua postfazione il prof. Boncristiano, sumerologo, avanza l'ipotesi che nel 4000 a.C. una popolazione antica viaggiasse nel sistema solare, fra la Terra e….Marte. Come di Falco, Boncristiano è persona seria e prima di rigettare le sue tesi, bisognerebbe conoscerle. "

      Eh ma prima o poi lo troverò Ossimoro Marte, e poi vediamo... Non mi ha mandato nulla di quello che sostiene Boncristiano, e quindi mi sono dovuto basare soltanto su ciò che ho trovato on line. Comunque anche per le sue ipotesi vale lo discorso che vale per voi. Pochissima professionalità nel curare l'esposizione delle vostre teorie, davvero incredibile quanto è facile smontare tutto quello che dite, non sta in piedi neanche un "buongiorno".

      Ma per quanto riguarda Boncristiano, guardi cito anche solo un pezzo del suo ragionamento, in un articolo sul diluvio ed i sumeri ....

      " Cosa può aver provocato un processo così repentino di disgregazione e rarefazione dell'atmosfera marziana? Indubbiamente la forza di attrazione esercitata da Nibiru può solo parzialmente “strappare” a Marte la sua atmosfera, e dunque occorre preventivare un ulteriore fattore che abbia concorso al risucchio dell'atmosfera marziana. Riteniamo plausibile l’ipotesi di Melosh e Vickery, concernente la distruzione dell’atmosfera marziana per ripetuti impatti di asteroidi e meteoriti con il suolo marziano, anche perché il progressivo avvicinarsi del pianeta Nibiru provoca, nel medio periodo, l'espulsione dalla fascia degli asteroidi di corpi rocciosi, trascinandoli con sé nel suo moto orbitale, oppure cattura materiale meteoritico o protoplanetario residuo scagliandolo verso i pianeti interni del sistema solare."

      Come risposta, le basta persino leggersi wikipedia a riguardo non c'è neanche bisogno di fare tanti sforzi..

      - http://en.wikipedia.org/wiki/Atmosphere_of_Mars

      o se vuole un qualcosa di più approfondito :
      - http://www.astronomynow.com/news/n1003/15mars/

      Non posso mettermi a confutare tutto quello che ha detto anche Boncristiano, non ci sono parrucche che tengano per davvero... concentriamoci su quello di cui si parlava.( in altre istanze ad ogni modo ci penserò io a smontare anche Boncristiano )

      5) " Il fatto è che per vagliare certe ipotesi necessitano conoscenze interdisciplinari non sempre in possesso dei cosiddetti “uomini di scienza” che rigettano alcune ipotesi vagliandole solo dal punto di vista “astronomico”, “planetologico”, “astrofisico” etc….."

      SOLO.......... SOLO DAL PUNTO DI VISTA ASTRONOMICO, PLANETOLOGICO, ASTROFISICO, ETC ??????? SOLO ?????? mi devo cominciare a strappare persino i pelli delle gambe ????
      i "cosiddetti" scienziati, si basano su prove e dati, che sono alla base di qualsiasi interpretazione, ed è su questi e non su chissà che altro che basano la loro risposta.
      E ovvio che se si parla di Marte, si tratterà di argomenti astronomici, planetologici, astrofisici, geologici, chimici, fisici....... di che pensava che si parlasse ???? ma che idea ha lei dell'astronomia ???
      Non so neanche davvero che rispondere davanti una cosa del genere.... Facciamo cosi, mettiamo che lei l'abbia detto per scherzo... Diciamo che lei stava scherzando via.. ci tengo ai miei ultimi peli..

      6) " La nostra rivista si avvale invece, oltre che di ingegneri, di professori (universitari) di fisica, di matematica, ma anche di teologi, psicologi, sumerologi, filosofi etc…."
      .....neanche uno solo di voi ha mai seguito un corso di astronomia vero?
      Dove sono tutti i geologi per parlare di....beh.. geologia, tutti i chimici per parlare di ...beh chimica.. e cosi via... Ma mi spiega lei, un teologo, cosa ne può sapere di come analizzare un immagine spettroscopica da parte del THEMIS, a bordo di una sonda intorno a Marte?????
      Per bacco, e come se per sistemarmi i pochi capelli rimasti ormai, andassi da un elettricista ... e per la strada mi compro anche una rivista di informatica, redatta da un gruppo di becchini pensionati con la consulenza di un pizzaiolo... Ma che senso ha ?????

      7) "Mi scusi l'apparente immodestia, ma un semplice astrofisico sarà facilmente messo in difficoltà dai nostri esperti che operano sinergicamente in modalità interdisciplinare "

      Mi scusi l'apparente immodestia, ma per ora io da solo, che neanche sono laureato ancora, vi ho aperto una voragine come la Via Lattea sotto la vostra effimera sottospecie di teoria. E lei vorrebbe mettersi in confronto con un astrofisico ??????? A parte che non so neanche quale astrofisico avrebbe la pazienza di stare a sentire e leggere tutte le perle che dite, dato che di solito...sa, si occupano di altre cose strane come..... fare ricerche scientifiche...
      Eppoi siete pieni di contraddizioni quindi...
      Le cose sono due, o i vostri esperti non operano affatto sinergicamente, o lo fanno ma solo quando c'è da decidere che tipo di pizza ordinare.

      8 ) " Siamo in ogni caso consapevoli che le nostre, per quanto supportate da importanti indizi, sono semplici ipotesi, in ogni caso suscettibili di critica (motivata) o adattamento Le invierò anche la copertina, il sommario e l'editoriale del prossimo numero di Area di Confine (in edicola fra 24 ore circa), affinché possa sapere di cosa ci occupiamo."

      Ah siete consapevoli allora... beh perché sulla copertina di Area di Confine non ci mettete un bel sticker con scritto : " pieno di semplici ipotesi e non teorie scientifiche.. DA NON PRENDERE SUL SERIO"

      Dato che dice di essere pronto all'adattamento, quand'è che adatterete le vostre "ipotesi" a quello che vi ho spiegato?

      9) " Saremmo lieti che li postasse sul suo sito ma sappiamo bene che questa può essere solo una sua libera scelta. Io, con il suo permesso, continuerò ad ospitare le sue news su Area di Confine, citandone sempre i crediti.
      Un saluto cordialissimo"

      Ah si si non si preoccupi, io, per mia libera scelta, darà ampio spazio a questa nostra discussione( che spero continui). E presto farò dei video per affrontare ancor meglio il tema.

      Per quanto riguarda il fatto che mi abbia citato nei articoli, si figuri, mi fa piacere, ma io sa, avrei tanto voluto magari essere avvertito in anticipo'?? Non dopo... e vorrei vedere come ed in che modo mi citate.... mandatemi il materiale o qualche link quando mi citate..

      Aspetto una sua risposta.. Io intanto mi rifaccio crescere i capelli.... Ah, e avvisi se può anche il caro Dottore Carannante, che sto ancora aspettando la sua replica.

  19. dimenticavo...
    un saluto ad Angela che vedo interessata a questi argomenti e motivata da atteggiamento costruttivo. Invito anche lei a scrivermi su Area di Confine o alla mia email ennio.piccaluga@acaciaedizioni.com . Nel caso, le risponderò direttamente dalla pagine della rivista.
    E.P.

  20. Ottima risposta!

    Concordo pienamente sul fatto che scrivere nitrati in una zona ad alta concentrazione di solfati sia un errore troppo grossosolano per una civiltà capace di andare a fare i minatori su Marte. Per non parlare del fatto che si sarebbero poi divertiti a disegnare con la sabbia questa scritta. E la cosa strana è che non si vede nemmeno nessuna altra struttura artifciale.
    Che poi tra l'altro questa è la una "nostra" interpretazione...

    Quello che poi mi fa un po'... rabbia, se mi viene passato il termine, è che persone qualificatissime nel loro ambito si mettano a "predicare" teorie in ambito completamente diverso. Come ha detto Adrian come potrebbe un Teologo darmi una spiegazione completa dell'analisi spettroscopica del suolo marziano?
    Potrei capirlo se questo teologo avesse una qualche altra qualifica scientifica, ma se si basa solo sulla sua qualifica di teologo appunto non credo che possa valere poi molto per me. Sarebbe come pretendere che tutti possano fare una lezione sulla relatività generale o sulla fisica quantistica...

    Con questo voglio dire al Signor Piccaluga che non intendo negare la possibilità che esistano altre civiltà nello spazio, o che non sia possibile che qualche civiltà abbia vissuto su Marte. Io sono il primo a credere negli alieni, ma non vado a giro a cercare UFO, omini verdi o simili per il semplice fatto che ho altro da fare.
    Quello che intendo è che per quanto sia forte la mia convinzione che esistano razze aliene, non mi va proprio di cercare una forzatura per interpretare un qualcosa come quelle dune di sabbia come una scritta. Senza poi contare il fatto che questa razza aliena, dopo essersi stabilita su Marte per non so quanto tempo, e aver costruito chissà cosa per fare poi chissà cos'altro, se ne siano andati dopo aver smontato tutto, senza lasciare nemmeno una vite o un pezzetino? Anzi si sarebbero divertiti a scrivere nitrati vicino ad un giacimento di solfati... bè strano...
    Allora credo proprio che non avrebbero avuto bisogno di una miniera a cielo aperto pe estrarre i solfati che a quanto pare bramavano tanto.

    Ripeto che sono una persona curiosa, aperta a tutte le possibilità, ma prima di accettare per vera una fantasia ho bisogno di prove più concrete di una semplice speculazione su una possibile razza aliena che si diverte ad andare a fare i minatori su Marte. Forse è un male questo mio bisogno di prove per credere.
    Ma per ora, per quanto la mia fantasia vaghi in dimensioni infinite in ogni direzione possibile, trovo molto più plausibile e certo il fatto che quella formazione non sia stata provocata da alcun intervento esterno, ma che è semplicemente dovuta al naturale spostamento della sabbia sulla superficie marziana.

  21. Angela

    Ahahahah nooo povero Adrian, non perdere i capelli!! ahahaha :D

    Vorrei ribadire una cosa:
    il punto della questione non è che i "cosiddetti scienziati" non vogliono credere alle vostre teorie o cercano di nasconderle per chissà quale motivo...ma che sono solo supposizioni che non hanno un minimo di prova scientifica che le possa sostenere!
    Le poche "prove" che avete sono sbagliate e/o incomplete quindi sarebbe assurdo crederci...
    Tornando alle mie care nuvole che citavo in un commento precedente: se io guardo una nuvola e ci vedo la forma di un cane, e faccio una foto, sarete tutti d'accordo con me che quella foto non è una prova che dimostra che ci sono dei cani giganti batuffolosi nel cielo!

    Quindi, "supporre" non è sbagliato - infatti non è questo che Adrian, io e altri critichiamo - ma le supposizioni devono:
    1- essere enunciate come tali
    per non far credere alle persone meno informate che quello che diciamo è realtà, perchè altrimenti equivale a ingannare le persone, e quando queste persone spendono pure soldi per delle informazioni false è ancora più grave!
    2- devono essere seguite da approfondite analisi e controlli incrociati di esperti sull'argomento, per essere confermate o confutate.

    Solo se si ha la conferma che queste supposizioni sono a tutti gli effetti realtà allora è giusto diffonderle, ma finchè ci saranno prove che dimostreranno il contrario (come quelle che Adrian ha più volte mostrato), allora devono rimanere supposizioni, devono essere esposte come tali e non si può assolutamente spacciarle per realtà!

    Concludo ringraziando Ennio Piccaluga per il cordiale invito :)

    • Ahahaha.. grazie grazie.. meno male qualcuno ci pensa ai miei capelli..me li sento già ricrescere felici...

      Sono d'accordassimo con la tua analisi !! Non fa una piega.
      (per quanto mi piacerebbe che ci fossero dei cani giganti batuffolosi nel cielo !!)

      Come hai detto te, è questione di approccio, di professionalità.

  22. Gent.ma Angela
    la ringrazio per il contributo che trovo ineccepibile. Se prima di criticarci, leggesse però anche i nostri articoli su Area di Confine, oltre i titoli, si renderebbe conto che diciamo le stesse cose. Sappiamo anche noi che le nuvole ne combinano di tutti i colori, come sappiamo che ciò non avviene però sulla superficie del pianeta Terra e quindi neanche su Marte. Se c'è una struttura, con tanto di attestazioni fotografiche, altimetriche, chimico-fisiche, bisogna solo prenderne atto. Chi non lo fa si pone fuori del metodo scientifico che parte proprio dalla rilevazione dei dati. Posso capire chi non condivide le ipotesi "avanzate" ma non chi non vede, non legge e....sa già tutto. Quando poi a fare ciò sono coloro che si candidano a paladini della scienza, i conti non tornano più. Forse questa risposta non le piacerà ma è la stessa che ha convinto tutti coloro che hanno partecipato alle mie conferenze: tutti scettici all'inizio, tutti convinti alla fine. Non per particolare abilità oratoria, anzi, ma solo per i fatti che riporto, gli stessi contenuti su Ossimoro Marte di cui la invito almeno a leggere le recensioni gratuite. Il mio è un invito ad una maggiore umiltà. Ne guadagna il metodo scientifico.
    Spero di non essere stato brusco: non è la mia intenzione.
    Quanto al sig. Alessio Ausilio, se avesse un pò di nozioni di chimica, saprebbe che uno strumento come l'Omega sulla Mars Express rileva in modo quasi analogo la struttura chimica MgSO4 e quella KNO3. Così come il termine TIKASANAM, in sanscrito, indicava non solo il nitrato ma tutta una serie di composti chimici ad alto contenuto di ossigeno facilmente cedibile per l'ossidazione (nitrati, clorati, permanganati, solfati etc....).
    Su http://www.elleepi.com/mars trova delle interviste da me rilasciate: potrebbero esserle di aiuto.
    Mi permetta, al di là di ogni poelmica, di salutarla cordialmente.
    Ennio Piccaluga

  23. Angela

    "Sappiamo anche noi che le nuvole ne combinano di tutti i colori, come sappiamo che ciò non avviene però sulla superficie del pianeta Terra e quindi neanche su Marte."

    Come no? :D Lo stesso discorso vale per le crepe in un muro, per le rocce erose dal tempo, per le dune di sabbia che si muovono su depositi di calce....eppure non tutti si mettono a pensare che siano stati gli alieni a realizzarle.. :P

    Ma il punto non è tanto questo, quanto:

    "Se c’è una struttura, con tanto di attestazioni fotografiche, altimetriche, chimico-fisiche, bisogna solo prenderne atto."

    Appunto!!! È quello che stiamo sostenendo noi!
    Ovvero che le vostre attestazioni fotografiche, altimetriche, chimico-fisiche sono datate, insufficienti, approssimative e spesso fraintese!

    Guardi, io non sono un'esperta, anzi, sono la prima a dire di essere ignorante in materia (e proprio per questo interessata a questi dibattiti) quindi sono scevra da qualsiasi pregiudizio e presunzione di sapere, tant'è che i miei commenti non espongono concetti inerenti alla scienza, ma illustrano solo ciò di cui ho bisogno io - non essendo una credulona - per prendere come vera una qualsiasi informazione.
    E ciò di cui ho bisogno sono le prove inconfutabili.

    E qui mi dirà che le prove le ha....ma com'è che il nostro buon Adrian le sta smontando una per una con informazioni che io percepisco come più credibili delle vostre?
    Perchè le percepisco come più credibili? Perchè vengono da fonti autorevoli, perchè non sono UNA foto a bassa risoluzione ma tante foto ad alta risoluzione che esaminano la stessa cosa da punti di vista differenti, perchè mi è stato spiegato come, quando e perchè una cosa appare in una maniera piuttosto che un'altra...
    Capisce che è più facile (e sensato) credere a tutte queste dimostrazioni piuttosto che "in questa foto c'è una scritta aliena" con una vecchia microfoto accanto...

    Non sto dicendo che io non posso credere a una cosa del genere, solo che voglio delle prove, ma prove VERE.
    Se mi esponesse la cosa come ha fatto Adrian, con quella mole di informazioni credibili, allora le crederei (chiedo scusa per le ripetizioni).

    Lei afferma che le persone scettiche che hanno assistito alle sue conferenze si sono ricredute (mi permetto di farle notare che è facile convincere una persona se non ha nessuno che la contraddice, come in questo blog)
    Ecco, io sono una persona scettica (rispetto a quello che lei afferma), e non sono una "paladina della scienza", quindi pronta ad ascoltare qualsiasi teoria - anche la più fantasiosa. Sono qui pronta ad imparare, come le persone delle sue conferenze...mi esponga pure quello in cui crede (e non lo sto dicendo in tono di sfida eh, sono seria) e io sarò felice di ascoltarla e di imparare cose nuove...
    .....ma ascolterò anche Adrian e il modo in cui smonta le sue prove, quindi attenzione, potrebbe essere più convincente lui :)

    Son curiosa di vedere chi la spunterà!

    Cordialmente,
    Angela

    PS. risponda anche al commento di Adrian, perchè finora vince lui 1-0

  24. @Piccaluga: io considero ogni polemica sempre costruttiva perchè alla fine si arriva sempre a sapere più di quanto non si sapesse in precedenza.
    Comunque è vero, le mie basi di chimica si fermano all'istruzione superiore da istituto tecnico, anche se nel mio piccolo cerco sempre di tenermi informato.
    Per non parlare poi delle lingue antiche, di cui veramente non so niente.
    Quello che però volevo dire è che vedo un po' strano il fatto di andare ad indicare in quel modo la prensenza di nitrati/solfati in una zona.
    Oh forse sono io che vedo come una forzatura cercare di interpretare e di tradurre una forma che la sabbia del Marziano ha assunto... come le forme delle nuvole.
    Anche ammettendo che la razza che ha lasciato quella fantomatica traccia sia venuta in contatto con la nostra migliaia di anni fa.

    Comunque come ha detto Angela, io sono una persona scettica, ma comunque curiosa di sapere, di apprendere. Però come è stato detto sopra ho bisogno di prove vere per riconoscere una verità come tale, ed in quel momento sarò il primo a fare un passo indietro e correggermi, ammettendo il mio errore. L'ho fatto tante altre volte in passato sempre lo farò.

    Sta di fatto però che in questo momento mi convincono molto di più le spiegazioni di Adrian, e no non è per prenderne le difese, ma per semplice valutazione oggettiva. Ho speso oltre 10 minuti a scaricarmi le foto in alta definizione e molti altri per dargli un'occhiata approfondita. E per quanto le forme delle dune, della sabbia, etc siano molto suggestive, io (forse purtroppo) ci vedo delle semplici e naturali formazioni geologiche. La sabbia che colora zone in modo diverso, che riflette e gioca con la luce.
    Scusi ancora lo scetticismo ma di cose del genere se ne possono trovare anche sulla Terra, e non vedo allora perchè andare a cercarle su Marte.

    Scusi se sono sembrato irrispettoso, non era mia intenzione.
    Attendo però la prosecuzione, per vedere l'evolversi delle ipotesi, e di vedere quali immagini/prove verranno messe in mostra.

    Saluti
    Alessio

  25. Luca

    Solo a vedere citazioni di Paolo Attivissimo (presidente dell'ignoranza scientifica universale a cui i debunker danno molto spazio), fa capire la serietà di questa discussione.
    E' come se un fruttivendolo cercasse di spiegare la fisica ad Einstein...

    • Questo amico mio, è quella che viene chiamata una fallacia logica :

      Un argomento ad hominem si costruisce, prevalentemente, nella seguente maniera:

      A afferma la proposizione B
      V'è qualche cosa di negativo che si può rinfacciare ad A
      Quindi: la proposizione B è falsa

      Oppure:

      A sostiene la tesi B
      Vi è qualche cosa di fallace e criticabile nella tesi B
      Quindi: A è criticabile

      La fallacia logica degli argomenti ad hominem è evidente (un argomento è vero o falso a prescindere da chi lo sostiene) ma spesso è facile cadere nel tranello di tali argomentazioni, che distolgono l'attenzione dall'argomento B spostandola su A.

      Grazie del suo prezioso contributo.

  26. trovo di una certa classe le risposte di Angela e Alessio (ma tutto il blog di Adrian). Direi che ciò è confortante rispetto ad altri forum dove si inveisce solo gli uni contro gli altri. Mi scuso se non cercherò ulteriormente di confutare le Vs. affermazioni. In fondo non mi interessa convincere nessuno e il trambusto creato da Ossimoro Marte a livello planetario (è possibile trovarlo in dibattiti in cinese, mongolo, pakistano....) è andato fin troppo oltre le mie aspettative per aggiungerne altro. L'unica cosa che mi interessa veramente è la consapevolezza di confrontarmi con gente aperte e intelligente. L'opzione contraria mi risulta deprimente e, francamente mi avete dato una impressione positiva. Però se nel merito della nostra discussione gradiste realmente ulteriori elementi dovrete cercarli e non aspettare che sia io a fornirveli. Per aspera ad astra!
    In ogni caso...grazie
    E.P.

    • La ringrazio per i complimenti per il blog, ma perché se ne sta andando cosi di colpo. Mi faceva piacere sapere semmai anche la sua opinione riguardo alle mie spiegazioni....

      1)"Mi scuso se non cercherò ulteriormente di confutare le Vs. affermazioni. in fondo non mi interessa convincere nessuno "

      Dopo tutte le considerazioni che ho fatto sul materiale che mi ha mandato, dopo tutto il lavoro passato a spiegarle pezzo per pezzo cosa non andava secondo il mio punto di vista nelle sue tesi, lei mi dice che non le interessa convincere nessuno..

      Eppure ha pubblicato un libro a riguardo, e continua a sostenere queste idee pubblicamente e su una rivista come Area di Confine.

      Come fa a parlare da scienziato se non risponde neanche alle contro tesi che le vengono presentate ?

      Mi potrebbe almeno dire perché non risponde ad alcuna delle considerazioni che le ho fatto?? Ne lei ne il dottore Carannante...
      Sinceramente, siete qui per dibattere? o per vendere qualche libro o rivista in più ? perché dato che avette soltanto fatto riferimento a quelli sviando totalmente il dibattito vero e proprio, sembrava cosi.

      2) " e il trambusto creato da Ossimoro Marte a livello planetario (è possibile trovarlo in dibattiti in cinese, mongolo, pakistano….) è andato fin troppo oltre le mie aspettative per aggiungerne altro. "

      ah, insomma, tutto a parte l'inglese... anche perché ho fatto una ricerca su google, e non c'è alcuna traccia di ziggurat, miniere, scritte, da nessuna parte in inglese.

      Ad ogni modo, mi sembra che lei ribadisca che non le interessava altro che far conoscere Ossimoro Marte...
      E' un po deludente... ma forse me lo dovevo aspettare...

      3) " L’unica cosa che mi interessa veramente è la consapevolezza di confrontarmi con gente aperte e intelligente. L’opzione contraria mi risulta deprimente e, francamente mi avete dato una impressione positiva. "

      E la ringrazio nuovamente, ma lei mi continua a fare più complimenti di quante risposte mi da. Fa tanto piacere anche a me che lei abbia trovato il tempo ed il modo per dibattere. Tuttavia non risponde mai a nulla di quello che obietto...

      Forse è lei che dovrebbe essere più aperto.

      4) " Però se nel merito della nostra discussione gradiste realmente ulteriori elementi dovrete cercarli e non aspettare che sia io a fornirveli. Per aspera ad astra!
      In ogni caso…grazie
      E.P."

      Feeerrmo li, Mi faccia capire bene, dovrei essere io da me a cercare il materiale a sostegno della vostra tesi ?
      Ha mai sostenuto un dibattito ? guardi che prima lei mi ha proposto una problematica, io poi le ho risposto abbondantemente argomentando e postando tantissimi dati, adesso toccava a lei non a me di nuovo ! altrimenti qui faccio un monologo !!!

      Ho avuto come la vaga impressione che a lei interessasse far conoscere e vendere il suo libro e la sua rivista, piuttosto che realmente dibattere ( dato che non mi ha risposto e continua a invitarmi a comprare del suo materiale).

      Dato che vuol fare la parte dello scienziato nelle sue tesi, allora dovrebbe anche essere pronto a difenderle. E non far retromarcia in questo modo.

      Inoltre, le voglio dire una cosa. Per me la scienza, è nel suo senso più intimo quel commuoversi davanti alla meraviglia, da cui parte l'amore per il sapere.
      Ecco, io non so come la pensi lei, ma io non potrei mai e poi mai far pagare per questa meraviglia. Anzi ritengo sia diritto inalienabile di qualsiasi umano, poter essere partecipe della scienza e del sapere scientifico.

      E cosi come ritengo sia fondamentale che la scuola sia pubblica e gratuita per tutti, ritengo che debba esserlo anche tutta la scienza.

      Per questo nasce questo blog.

      Ha mai visto qualcosa di meraviglioso, e ha sentito quell'intima spinta a girarsi per dirlo a qualcuno, con cui condividerla ? beh a me è questo che spinge avanti.

      E non potrei mai e poi mai trovarmi in un dibattito e uscire con " se lo cerchi da se il materiale "..

      Ma come ????? non è la stessa passione per l'astronomia ed il sapere che la spinge ???

      dovremmo essere qui a far conoscere la scienza, non a farla diventare una merce..

      Specie se poi, si usano questi dibattiti soltanto per farsi più pubblicità...

      Mi dispiace se si sentirà in alcun modo offeso, mia intenzione è parlare di scienza.
      Forse sono ancora giovane ed idealista, mentre lei invecchiando ha perso questa passione, trasformandola in una forma più... redditizia

      Concludo con l'augurio che lei torni a parlare qui, e dibattere seriamente, portando da se le prove, e non facendo fare il lavoro sporco agli altri...

      Grazie della visita.

  27. ko@st23

    ragazzi tutti qst simpatici ometti sono dei TROLLS..o forse soltanto ADRIAN (IL PIU' ANIMATO!!.....) ke si impegna molto e con tanto ostinato entusiasmo a ridire con tutti prendendosi esplicitamente anke tanto spazio per le sue risate verso ki non conosce delineando una marcata forma di non rispetto...

    http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    NON PERDETECI TEMPO!!.....!!

    • http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Niubbo

      p.s. non rido di chi non conosce, anzi. Se non mi importasse non avrei perso tutto il tempo a spiegare minuziosamente la mia posizione. Prendo molto sul serio tutto questo dibattito( di cui te chiaramente non hai letto una riga...)

  28. Caro Adrian
    volevo solo dire che per smentire o confutare delle tesi, bisognerebbe prima conoscerle, e non fare riferimento, come è stato fatto, a una semplice notizia di agenzie stampa. La nostra ricerca è complessa e articolata ed ha ottenuto lodi e riconoscimenti da università e docenti qualificati. Chi la vuole contestare è opportuno che la conosca bene. Ti ho inviato alcuni articoli pubblicati su Area di Confine. Non posso inviarti Ossimoro Marte altrimenti diventerebbero tutti detrattori per averne una copia. Ti consiglio solo di essere meno polemico e di conoscere bene ciò che vai a criticare. Si rischiano magre figure, e alcuni (non tutti comunque) rapresentanti della scienza ufficiale ultimamente ne stanno collezionando una quantità. Pensa un pò che alcuni mesi fa si erano lanciati tutti ad affermare l'impossibilità di vita su Marte a causa della presenza di perclorati. Affermazioni tutte rientrate dopo la mia contestazione tecnica che dimostrava l'esatto contrario. Ho visto fior di scienziati far subito marcia indietro e...scusarsi. Tu sei troppo giovane per farlo. Sii almeno più prudente. Quanto alla pubblicità che potrei ricavare dal tuo blog, senza peccare di immodestia, ti faccio notare che è più probabile il contrario. Chiunque innesca un dibattito o una polemica) con noi vede subito incrementare le visite al suo sito, spesso realizzando dei record di visite. Porta pure avanti le tue tesi, ma fai un ulteriore sforzo di diplomazia e umiltà. E' una pratica che porta sempre bene.
    Per il resto, hai la mia ammirazione e i miei complimenti
    Ennio Piccaluga

    • Insomma, se leggo i vostri materiali avrò una risposta abbondante a quello che ho avuto da obiettare. D'accordo. Vedrò di fare in modo e trovarli. Appena fatto tornerò a parlare con più conoscenza di causa, cosi potrò esprimermi in merito non soltanto a queste tesi ma anche a tutte le altre cose.

      Lei mi ha inviato alcuni articoli a cui io ho risposto, e non ho avuto alcuna risposta in cambio, ed è a quello che mi riferivo.

      Per quanto riguarda le visite al mio sito, francamente,come vede, non c'è alcuna pubblicità sul mio sito, quindi non ci guadagno davvero nulla ad avere più presenze, mentre Area di Confine e Ossimoro Marte, gratis non sono.

      Riguardo alla notizia dei perclorati,immagino che lei si riferisca alla sonda Phoenix. Beh se ha trovato dei scienziati che si erano già affrettati a escludere la possibilità della vita per un esame tra l'altro preliminare, allora hanno sbagliato loro.(E mi piacerebbe sapere chi sono gli scienziati in causa?)

      Ma quando seguii con grande interesse la vicenda, sia dalla NASA, che dai vari team scientifici intorno alla missione, arrivarono soltanto richiami alla calma, e al fatto che le contro-analisi dovevano ancora essere fatte.

      Tra l'altro, le cito direttamente l'allora comunicato di stampa, del 2008:

      ""Finding perchlorates is neither good nor bad for life, but it does make us reassess how we think about life on Mars," said Michael Hecht of NASA’s Jet Propulsion Laboratory, Pasadena, Calif., lead scientist for the Microscopy, Electrochemistry and Conductivity Analyzer (MECA), the instrument that includes the wet chemistry laboratory. "

      http://phoenix.lpl.arizona.edu/08_05_pr.php

      Inoltre ci furono anche le analisi del TEGA(altro strumento a bordo del Phoenix), che non rilevò affatto le tracce di perclorati.

      Quindi quale scienziato ha presentato delle ricerche in cui sosteneva l'impossibilità della vita su Marte per questo? e come ha fatto se non c'erano ancora a disposizione i materiali per farlo?

      Ad ogni modo, sarei davvero felice di leggere la sua ricerca a riguardo, e sapere anche lei su che dati si basava.

      Grazie della risposta

  29. Gent. Adrian
    Per quanto riguarda la faccenda del perclorato le riporto il link relativo al mio editoriale in merito

    http://www.elleepi.com/mars/ottobre08/AREA37EDITORIALE.pdf

    Per la verità ho visto tanti "skeptics" arretrare e perdere posizioni su molti argomenti relativi alla possibilità prima di acqua, poi di vita su Marte. Quello che solo due-tre anni fa era neanche proponibile (Ossimoro Marte è del 2006) ora è quasi diventato routine. Baste leggere questa notizia sulla Repubblica

    http://www.repubblica.it/.../meteoriti_marte-1896546/

    ma ne trovera tante altre cercando su google la frase "vita su Marte" .
    Mi dispiace di non poter distribuire gratuitamente Area di Confine e Ossimoro Marte: l'editore non me lo consentirebbe ed io non ho le necessarie, ingenti risorse economiche necessarie.
    Ha il mio apprezzamento per la sua ospitalità e rinnovo i miei complimenti per il suo sito, oggettivamente di pregio, e non lo dico per compiacerla.
    E.P.

  30. russo enrico

    Non voglio essere polemico con nessuno. Comincio col dire che non sto nè con Piccaluga e Carannante e nè con Adrian. A mio parere, mettendo sul piatto di un'ideale bilancia tutti gli argomenti proposti dall'una e dall'altra parte in disputa, non ci possono essere dubbi che il piatto pende dalla parte di Piccaluga e Carannante che dicono cose di cui sono certo che sono vere. La NASA e l'ESA dicono cose molto spesso non vere. Consiglio il sig. Adrian di andarsi a leggere prima ancora che Ossimoro Marte e gli articoli di Carannante su Area di COnfine, i libri "L'enigma di Marte" , "La civiltà di Marte" e qualche libro di Zecharia Sitchin, perchè evidentemente è talmente condizionato dai parrucconi che non è capace di essere obiettivo. Forse qualche volta Piccaluga e Carannante eccedono, ma solo in una piccolissima parte di quanto affermano.Non comprendo perchè si neghi ogni evidenza e non usare il buon senso ed essere perlomeno più possibilisti. Affermo con tranquillità che fino a prova contraria nelle immagini di Ossimoro Marte si vede quello che c'è sul suolo marziano. Il discorso della scansione lascia il tempo che trova, perchè per Adrian vale solo per alcune foto. Ciò non è ammissibile nè condivisibile. Non si può dire solo ciò che conviene. Piccalkuda poi ha sciorinato una serie di prove difficilmente confutabili. Un vero scienziato moderno deve porsi con una mentalità diversa rispetto all'ignoto ed alle diversità. Evidentemente per Adrian, le posizioni sostenute da tanti seri ricercatori come Zecharia Sitchin, Viola, Piccaluga, Carannante e molti altri sono troppo avanzate. Decisamente egli non è al passo con i tempi. Ma sig. Adrian, ha visto le strutture sommerse di Yonaguni? Cosa ne pensa? Vede che la storia non è quella che lei pensa? Come spiega le piramidi di Giza? E la sfinge? Mi sa dire come sono state costruite ed in che epoca? Come lei ha cercato di fare con il Dr. Carannante, così sto facendo con lei. Soltanto col piccolo particolare che credo di risposte a quello che le ho ora chiesto, proprio non ce ne abbia.

    • Grazie per l'intervento. Le rispondo subito.

      1) " Non voglio essere polemico con nessuno. Comincio col dire che non sto nè con Piccaluga e Carannante e nè con Adrian. A mio parere, mettendo sul piatto di un’ideale bilancia tutti gli argomenti proposti dall’una e dall’altra parte in disputa, non ci possono essere dubbi che il piatto pende dalla parte di Piccaluga e Carannante che dicono cose di cui sono certo che sono vere. "

      beh se la sua intenzione era di essere neutro...... direi che poteva fare di meglio...ma vabbe.
      Per il resto finché questa cosa la definisce una sua impressione... beh, se dopo aver letto tutta la discussione ha trovato più argomenti dall'altra parte, non so che dire, sarà colpa mia che non ho portato abbastanza dati.

      2) " La NASA e l’ESA dicono cose molto spesso non vere. "

      Ceeeerto.. tipo cosa ? mi faccia dei esempi concreti.( e oggettivi, dati alla mano, non interpretazioni personali e soggettive, basate su qualche testimonianza e basta )
      Ah, e inoltre, guardi che i dati non arrivano solo da questi due enti spaziali eh...Oltre a tanti altri enti spaziali, che spaziano dal Giappone, al Canada, all'India,all'Italia,Francia, Spagna,Russia.. Ci sono centinaia di osservatori indipendenti su tutto il globo, cosi come le interpretazioni dei dati che arrivano, vengono comunque rilasciati pubblicamente e vengono trattati da ricercatori indipendenti di tutto il pianeta.. quindi se proprio volete fare i cospirazionisti paranoici, almeno fatelo bene.

      3) " Consiglio il sig. Adrian di andarsi a leggere prima ancora che Ossimoro Marte e gli articoli di Carannante su Area di COnfine, i libri “L’enigma di Marte” , “La civiltà di Marte” e qualche libro di Zecharia Sitchin, perchè evidentemente è talmente condizionato dai parrucconi che non è capace di essere obiettivo."

      E io consiglio lei di leggere questi :

      a) Facciamo Scienza :

      - http://www.pianetalibri.com/media/catalog/product/cache/6/image/5e06319eda06f020e43594a9c230972d/f/a/facciamo-scienze-prima-media.jpg

      un fantastico libro per le scuole medie, che le darà alcune dritte su cos'è la scienza e come funziona.

      b) Manuale di Base dell'Astronomia

      - http://www.gabrielevanin.it/manuale.jpg

      c) Una barca di libri gratuiti da scaricare con le basi di :
      Fisica, Ottica, Termodinamica, Relatività, Energia

      http://www.manuali.it/manuali-guide/Arte-Cultura-e-Scienze/Fisica/112.htm

      d) Altri libri da leggere :

      - Dal Big Bang, ai Buchi Neri, una breve storia del tempo, Stephen Hawking

      Qui invece tantissimi libri utilissimi per farsi un idea generale del Sistema Solare e dei suoi pianeti :

      - http://www.uapress.arizona.edu/onlinebks/

      Inoltre

      - http://www.arxiv.org

      qui troverà tutte le ricerche di tutto il mondo scientifico, dalle più vecchie alle più fresche, tutti li gratuite pronte per farsi leggere !!!

      Comunque non si preoccupi, anch'io farò la mia parte, leggerò quei libri che mi ha consigliato.. e ne farò ampie recensioni.

      Tuttavia credo che lei non abbia affatto colto quello di cui si parlava in questo dibattito. C'erano delle prove(come lei stesso avrà letto) che ho portato, a cui non mi è stata data alcuna risposta !

      4) " Non comprendo perchè si neghi ogni evidenza e non usare il buon senso ed essere perlomeno più possibilisti. "

      Prima di tutto fino ad ora non mi è stato mostrato nessuna evidenza, ma soltanto ipotesi, tra l'altro sorrette da opinioni e interpretazioni soggettive, lo stesso ing. Piccaluga ha più volte confermato che si tratta soltanto di ipotesi.
      E in secondo luogo, lei non capisce come funziona il metodo scientifico. Qua non stiamo facendo discorsi aprioristici, bensì si parla a posteriori.

      Finché si parla a priori(cioè prima di esaminare il caso) allora ogni cosa è possibile(beh non proprio tutto, perché in realtà almeno qualcosa conosciamo sempre), e io non lo nego affatto. Ma a posteriori, dopo tutte le foto in altissima risoluzione che ho mostrato, dopo le analisi che ho mostrato, fatte da vari strumenti, come si fa a dire che lo Juventae Chasma è una miniera a cielo aperto, o che accanto c'è una scritta(anzi c'era, dato che i venti hanno già spostato probabilmente le dune che la componevano coprendo la calce)

      Ora, dato che lei non ha proprio seguito ovviamente la discussione, si guardi queste immagini per favore dello Juventae Chasma

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007100_007199/PSP_007126_1755/PSP_007126_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007400_007499/PSP_007416_1780/PSP_007416_1780_RED.NOMAP.browse.jpg

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_002000_002099/PSP_002089_1755/PSP_002089_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

      Ma le basta anche guardare l'enorme quantità di foto che ho già postato..non voglio stare qui a ripetermi ancora e ancora e ancora...

      Ma mi dica se le sembra davvero una miniera a cielo aperto..

      5) " Affermo con tranquillità che fino a prova contraria nelle immagini di Ossimoro Marte si vede quello che c’è sul suolo marziano. "

      Verissimo !!! il problema sta infatti non in cosa si vede nelle foto, ma in come certe persone lo interpretano, senza sapere nulla ne di come sono state composte le foto, o di che rappresentano, e tanto meno si aggiornano con foto in risoluzione più alta (dato che quelle di Ossimoro Marte sono vecchie)

      6) " Il discorso della scansione lascia il tempo che trova, perchè per Adrian vale solo per alcune foto. Ciò non è ammissibile nè condivisibile. Non si può dire solo ciò che conviene. "

      Non mi faccia strappare anche l'ultimo capello rimasto in testa !!!! E' ovvio che vale solo per alcune foto !!! vale infatti per le riproduzioni 3D basate sui dati ottenuti con una scansione altimetrica a linee orizzontali.

      E guarda a caso, quella dello ziggurat, è proprio questo !!! ed è per questo che è importante sapere come vengono fatte, per non vederci ziggurat !!!!!
      come se lei mi dicesse che il sole è di colore blu! perché ha visto una foto in UV, ma non sa che cosa sia, quindi ipotizza che li ci vivano i puffi.

      Ciò che non è ammissibile è che nessuno di voi si sia mai neanche lontanamente preoccupato di cercare le controprove alle tesi che sostenete per vedere se sono sostenibili o meno...
      Io dico solo quello che conviene, perché si parla di scienza, e CONVIENE essere scientifici, e parlare scrupolosamente e con metodo, e in maniera scettica e oggettiva, con dati e teorie alla mano.

      7) "Piccaluga poi ha sciorinato una serie di prove difficilmente confutabili. "

      non poi cosi difficilmente confutabili, dato che a quando pare le ho confutate quelle che mi sono state presentate(anche perché ho avuto solo inviti a comprare libri e basta come risposta).. si legga tutta la discussione se vuol dare un commento cosi complessivo.

      8 ) " Un vero scienziato moderno deve porsi con una mentalità diversa rispetto all’ignoto ed alle diversità. "

      Bene, le indico un altro po di scrittori simpatici :

      Galileo Galilei, Isaac Newton, Michael Faraday, Max Planck, Albert Einstein, Charles Darwin , Stephen Hawking, Mendel, Antoine Lavoisier... e tanti altri ma non mi voglio allungare troppo..

      Si provi a leggere un po di questi autori, cosi si farà un idea di come si parla di scienza, e come pensa uno scienziato moderno, e come si pone davanti all'ignoto e alla diversità.

      (prima che lei lo dica, si, sono tutti "parrucconi" che la vogliono indottrinare !!!)

      9) " Evidentemente per Adrian, le posizioni sostenute da tanti seri ricercatori come Zecharia Sitchin, Viola, Piccaluga, Carannante e molti altri sono troppo avanzate. "

      Si confesso, sono trooooppo avanti loro.. io rimango qui indietro(la sente la mia eco???) dove ancora si usa avere delle prove empiriche, e costruire teorie basate su modelli che poi vengono messi alla prova in giganteschi laboratori, o con telescopi e sonde spaziali... insomma capisco che la scienza di oggi è ancora nell'epoca di pietra in confronto a queste menti cosi brillanti, ma allora mi illumini lei su come dovrebbe comportarsi uno scienziato "moderno"...

      Probabilmente nel 2012 avrò modo di capire qualcosa in più, giusto ?

      10) "Ma sig. Adrian, ha visto le strutture sommerse di Yonaguni? Cosa ne pensa? Vede che la storia non è quella che lei pensa?"

      Penso che è incredibile la vostra mania di vedere in qualsiasi stratificazione un qualcosa di fatto dall'uomo >.>

      http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/d/d5/Yonaguni_Ruins_Scuba.jpg

      Anche in questo caso come nel caso di Marte, se non conoscete bene la geologia del posto, ed i fenomeni geologici dietro, è facile pensare che possa essere qualcosa di artificiale.
      Invece la spiegazione è semplice, si tratta di rocce arenarie, che tendono a rompere i piani e dare l'effetto di bordi molto particolari, specialmente in un'area con forte attività sismica.

      Questo non esclude affatto del tutto la possibilità che si tratti di una qualche lavorazione effettuata da popolazioni che abitavano nella zona, ma(come nel caso di Marte) non ci sono prove e motivi forti per cui pensare che siano di origine artificiale, piuttosto che naturale.
      Finché si parla di interpretazioni possibili, dato che non abbiamo ancora tantissimi dati a riguardo, si può anche parlarne, ma da li ad avanzare delle tesi sul tipo di civiltà che ci viveva.. beh, ha capito da se quando è esagerata quest'estrapolazione.

      11) " Come spiega le piramidi di Giza? E la sfinge? Mi sa dire come sono state costruite ed in che epoca? "

      Ah quanto mi piacerebbe che ci fosse qualche archeologo qui... io tratto di astronomia, ma se vuole le sfatto anche questo ... "babbo natale" ( non ci rimanga troppo male eh.. )

      Ebbene, no, le piramidi non sono affatto una prova di un contatto con civiltà aliene ! Ne quelle egizie ne altre.

      Legga con attenzione quello che ho scritto ! Non sto dicendo che non le hanno fatte gli alieni, bensì, che non c'è assolutamente alcun motivo di pensarlo !

      Capisco che a lei possa sembrare impossibile, ma gli egiziano non erano certo di una specie più primitiva della nostra eh! L'intuito e la capacità di trovare soluzioni, e sempre quella, siamo sempre la stessa specie di scimmia !

      Se le interessa sapere come hanno fatto quei poveri egizi a fare quelle grandi piramidi, non c'è una sola di possibili soluzioni ma ce ne sono diverse.

      - http://en.wikipedia.org/wiki/Egyptian_pyramid_construction_techniques

      e queste sono solo alcune !
      purtroppo l'egittologia, e l'archeologia sono rami in cui non ho competenza forte, e dilungarmi troppo non mi sembra il caso.

      Di certo posso dirle questo, se pensa che le piramidi siano state difficili da costruire, beh lei si sbaglia di grosso !!!

      E' probabilmente il modo più semplice è intuitivo per costruire qualcosa che sia molto alto, se non si hanno nozioni di architettura moderne(come nel caso dei nostri grattacieli a parallelepipedo)

      Se vuole davvero vedere qualcosa di imponente nel mondo antico, a livello di architettura, beh si vada a vedere Roma.. Si vada a vedere il Pantheon, tanto per dirne una.

      http://images.voiaganto.it/italia/lazio/roma/recensione-pantheon-roma-P11548PZ.jpg

      Pensi che per tutto il medioevo, gli architetti impazzivano perché non riuscivano a costruire una sola cupola che restasse in piedi.
      Figuriamoci gli egizi dell'epoca delle piramidi , non se lo sarebbero neanche sognata una cupola di quel tipo(cosi come altre popolazioni intorno al mondo, che nella loro antichità hanno costruito piramidi).

      12) "Come lei ha cercato di fare con il Dr. Carannante, così sto facendo con lei. "

      eh no, perché lei non ha presentato neanche uno stralcio di prova(come il dottor Carannanante).. ma voglio sapere ora che risponderà se ne porterà qualcuna a favore delle tesi DI ASTRONOMIA, di cui abbiamo parlato( a differenza del dottore)

      ci tengo a sottolineare che parliamo di Marte, perché non voglio andare troppo Off Topic.. Quindi cerchi di regolarsi.

      13) "Soltanto col piccolo particolare che credo di risposte a quello che le ho ora chiesto, proprio non ce ne abbia."

      Come direbbe una mia amica in questa situazione: "zan zan zan zaaaannnn"

      Beh, non c'è bisogno che io aggiungo altro vero?

  31. rosaria cuccioli

    Infatti, è meglio che batta in ritirata e la smetta con questa dosperata difesa. Se l'è visto il film "Uno contro tutti"? C'è un punto, un momento in cui tutti si devono fermare. Nel modo di esprimersi non mi sembra il massimo e nemmeno nei contenuti. Fa degli sproloqui impossibili sperando di spuntarla con avversari molto più agguerriti di lei. Mi creda, la finisca qui perchè non ha proprio speranze. Ammiro la sua tenacia. Sa chi mi ricorda? Don Chisciotte che combatte contro i mulini a vento. Ma su! Siamo nel terzo millennio, non nell'età della pietra. E' stato realizzato già il teletrasporto con le particelle elementari, Krasnikov (credo si dica così: nel caso sbagliassi nome, la prego non scomodi tutto lo scibile umano) sta studiando i viaggi nel tempo, i capisaldi della tanto da lei difesa scienza accademica stanno crollando miseramente anche sotto i colpi della fisica quantistica e lei non trova di meglio che ostinarsi a combattere delle brave persone che portano una ventata di novità e di freschezza in mezzo a tutti questi baroni e barionetti che credono di sapere tutto? Lo sa che guardando le sue risposte penso proprio che l'abbiano infettata? Incredibile lei sa tutto. Spiega proprio tutto. Sembra la Bibbia o peggio ancora un Dio che dice solo la verità assiomatica ed universale contro la quale nulla si può. In fondo sono sicura che nemmeno lei crede fino in fondo a quello che dice ed è un ragazzo avveduto. Come suol dirsi: basta un solo pugno ben assestato per mettere K.O. il nemico. Non serve a niente punzecchiare continuamente come un insignificante insetto. Si rassegni: su Marte ci siamo già stati ed un antico popolo gli Anunnaki (a proposito, lei che sa tutto, lo sa chi sono gli Anunnaki?) probabilmente ha interferito con la nostra evoluzione. Oppure i Totem della scienza imperante le proibiscono di studiarli? Si vede che le nuove scoperte molte persone come lei non le vogliono proprio vedere. Temo che si dovrebbe mettere a studiare daccapo col rischio che le venga una crisi esistenziale. Firmato: una persona con molti, ma molti più anni di lei. Figlio mio, la smetta e non dica più niente.

    • M'intrometto pure io nella discussione, facendo complimenti ad Adrian per il blog e per la dovizia di particolari con cui si documenta per fare ogni singolo post.

      Tuttavia mi sembra di capire che qui c'è un pò d'astio nei confronti del proprietario, vediamo un pò l'ultimo commento per esempio:

      "Nel modo di esprimersi non mi sembra il massimo e nemmeno nei contenuti. Fa degli sproloqui impossibili sperando di spuntarla con avversari molto più agguerriti di lei. Mi creda, la finisca qui perchè non ha proprio speranze."

      Cosa c'entra questo mi scusi? Solo perchè lui è un appassionato che continua a fornire prove a sostegno della propria tesi (che non nascondo, appoggio pure io) deve ritirare la sua opinione?
      Niente affatto, anzi, incentiva la discussione ed il dibattito, ed è per questo che serve la Grande Rete: dare spazio e discutere in maniera civile.

      Lei con la propria affermazione dice che i "capisaldi della tanto da lei difesa scienza accademica stanno crollando miseramente anche sotto i colpi della fisica quantistica[...]" dimostrando che non ha letto con attenzione (o forse non l'ha fatto proprio direi) i commenti di Adrian, visto che lui per primo dice che qualsiasi teoria scientifica conosciuta è continuamente messa in discussione, solamente se si portano prove CONCRETE e TANGIBILI per dimostrarne l'effettiva validità.

      "Spiega proprio tutto. Sembra la Bibbia o peggio ancora un Dio che dice solo la verità assiomatica ed universale contro la quale nulla si può."

      Per fortuna c'è qualcuno che ha la pazienza di spiegare concetti ed argomenti. E mi ripeto: il fatto che lei tiri in ballo divinità o testi religiosi mi fa capire che non ha letto bene i commenti di Adrian, anzi mi pare di capire che lei si sta semplificando la vita, non avendo pazienza di leggere le opinioni altrui, per quanto chilometriche esse siano :)

      Concludendo, può portarci delle prove tangibili e concrete del collegamento fra la popolazione degli Anunnaki e Marte per piacere?
      Perchè Adrian sta chiedendo prove e fatti CONCRETI che appoggino la vostra tesi, non vi sta dicendo in alcun modo che la vostra versione dei fatti sia completamente sbagliata. Così come fa lui (e se non avete la pazienza di leggere i post lunghi non potete rinfacciarglielo in alcun modo) proponete prove concrete che tutti sono liberi di vedere. Perchè è questo che gli osservatori come me desiderano vedere: una discussione su livelli alti, in modo civile e con prove oggettive che sostengono la propria tesi, cosa che, ahimè, non ho mai visto dalla parte della "Vita Marziana."

    • Oooh, allora internet funziona davvero !! mette in contatto tutte le persone :p è una bella cosa !!
      Mi ha fatto piacere il suo commento , ha introdotto nella discussioni tanti nuovi elementi che non vedo l'ora di chiarire!

      Dunque:

      1) "Infatti, è meglio che batta in ritirata e la smetta con questa dosperata difesa. Se l’è visto il film “Uno contro tutti”? C’è un punto, un momento in cui tutti si devono fermare. "

      Non l'ho visto il film, ma direi che se c'è un punto in cui tutti devono fermarsi e quando il film è finito e ci sono i crediti, ma qui abbiamo appena iniziato, eppoi se volete voi fermarvi perché avette finito le cartucce fatte pure.

      2) "Nel modo di esprimersi non mi sembra il massimo e nemmeno nei contenuti. Fa degli sproloqui impossibili sperando di spuntarla con avversari molto più agguerriti di lei. "

      Chi sono stati gli avversari agguerriti ? me li sono persi per strada mentre commentavo con tonnellate di dati a quelli non agguerriti(che infatti non si sono mai scomodati di darmi una risposta a quei dati). Se il mio modo di esprimermi le da qualche problema, la prego mi scusi, ma non centra affatto con la veridicità o meno delle tesi. Ricorda la fallacia logica dell'argomento ad hominem ? l'ho già chiarito qualche commento fa, le dia un occhiata prima.

      3) " Mi creda, la finisca qui perchè non ha proprio speranze. Ammiro la sua tenacia. Sa chi mi ricorda? Don Chisciotte che combatte contro i mulini a vento. Ma su! Siamo nel terzo millennio, non nell’età della pietra. "

      Sono d'accordissimo con lei !!!!! Sia perché mi sembra di lottare contro i mulini a vento nel tentativo di far passare un minimo di scienza e metodo scientifico, sia perché ho trovato alcune persone che ragionano come nell'età della pietra, in cui ....beh manca totalmente qualsiasi prova a sostegno delle tesi, e si basa tutto sull'attaccare gli altri per distogliere l'attenzione dalla mancanza di solidità delle vostre teorie.
      Ma non si preoccupi, sono determinato a restare qui, quindi portate pure quanti mulini volete.

      4) " E’ stato realizzato già il teletrasporto con le particelle elementari, Krasnikov (credo si dica così: nel caso sbagliassi nome, la prego non scomodi tutto lo scibile umano) sta studiando i viaggi nel tempo "

      e? guardi che il teletrasporto è avvenuto si, ma da parte di scienziati "parrucconi " come le ha definiti in maniera molto pittorica il signor enrico russo nel commento prima.

      e si tratta di teletrasporto di fotoni !! cosa che si basa sulla fisica quantistica,ed è ben lontana anni luce dall'essere quella che lei vede in Star Trek.

      Cosi come i viaggi nel tempo, vengono studiati da più di un secolo ormai, e non è certo una cosa di ieri, ma non c'è ancora alcuna navicella del tempo, e non ci sarà probabilmente per ancora un bel po ameno di scoperte impreviste.

      5) " i capisaldi della tanto da lei difesa scienza accademica stanno crollando miseramente anche sotto i colpi della fisica quantistica "

      questa è quasi perfetta come barzelletta :D

      No perché è proprio la fisica quantistica ad essere uno dei capisaldi della fisica e la scienza accademica !! tant'è che viene insegnata in tutte le università scientifiche, e sono tutti scienziati che se ne occupano !!
      Ha mai sentito del Large Hardron Collider(LHC) al CERN ?

      Ma secondo lei quello che fa li ? e chi lo gestisce ??

      guardi se non ne ha mai sentito parlare :

      - http://it.wikipedia.org/wiki/Large_Hadron_Collider

      6) " e lei non trova di meglio che ostinarsi a combattere delle brave persone che portano una ventata di novità e di freschezza in mezzo a tutti questi baroni e barionetti che credono di sapere tutto?"

      Prima di tutto, che siano brave persone o meno , non centra NIENTE !!! di nuovo lei inciampa nel errore logico più comune, della fallacia logica del argomento ad hominem.
      Se Hitler dicesse che La Terra orbita intorno al Sole, sarebbe sbagliato soltanto perché lui è cattivo ? Quindi cosa centra se le persone in questione sono brave o meno, con l'inconsistenza totale di prove che le loro tesi dimostrano.

      quali sono tutti questi baroni ? Mi faccia qualche nome.. Da quanto tempo non frequenta un università ?
      Non dico affatto che non ci siano per niente, ma cosa centra con la validità o meno delle tesi scientifiche??

      Ad ogni modo, come diceva Angela, nessun scienziato direbbe mai di sapere tutto.. e proprio nel fatto che non sappiamo ancora tutto che sta la ricerca scientifica..
      Ma posso capire che quello che sappiamo possa risultarle già troppo, e troppo complicato... e forse è più facile pensare che sono tutte bugie e che è più facile pensare agli alieni( per cui non servono affatto prove)

      E comunque tenga conto che tutte le belle novità che lei usa, incluso Internet, esiste grazie alla scienza accademica di oggi !! E io credo che tra tutti i problemi, il mondo scientifico di oggi stia facendo un eggreggio lavoro , dato che mai nella storia dell'umanità erano state pubblicate tante ricerche scientifiche, e mai erano state fatte cosi tante scoperte epocali !!!1 E la vostra ventata di novità quale sarebbe ???? abbandonare il metodo scientifico ? rinunciare a sostenere le teorie con prove e modelli e riprove in laboratorio e con i telescopi ?
      Cosa propone lei ??

      7) " Lo sa che guardando le sue risposte penso proprio che l’abbiano infettata? Incredibile lei sa tutto. Spiega proprio tutto. Sembra la Bibbia o peggio ancora un Dio che dice solo la verità assiomatica ed universale contro la quale nulla si può. "

      Ma certo che non sono Dio, tant'è che esisto, tanto per dirne una. Eppoi, mi scusi... il fatto che spiego le cose, per lei è un detrattore di veridicità ?? cioè... mi faccia capire... se io non spiegassi niente, sarei più attendibile ???

      Se lei ha concluso che non c'è niente da poter tirare fuori per sostenere le vostre prove contro la mia, non è forse indicativo che una delle due non è giusta ???

      E non sono neanche la bibbia, io le prove le porto.. Ne ho portate tantissime, e se vuole posso continuare a farlo.

      Eh si..mi hanno proprio infettato... mi hanno fatto credere cose assurde come il concetto di gravità, atomo, elettromagnetismo, quantistica, cosmologia, chimica.. insomma tutte cose con cui indottrinano i bambini...

      ma lei ? non ha studiato scienza ? come ha fatto a ripararsi totalmente dall'indottrinamento scientifico ?

      8 ) " In fondo sono sicura che nemmeno lei crede fino in fondo a quello che dice ed è un ragazzo avveduto. "

      NON CREDO!! la mia non è fede, o credere, ma si tratta di prove,prove, prove e di nuovo prove. Sono prontissimo a cambiare idea se mi viene dimostrato che ho torto,e pensi un po, succede ogni giorno!! ogni nuova scoperta, aggiorna e modifica in me le cose che sapevo, non è una cosa fantastica ??? beh si..ma lei ovviamente magari non ha il tempo per informarsi abbastanza.

      9) "Come suol dirsi: basta un solo pugno ben assestato per mettere K.O. il nemico. Non serve a niente punzecchiare continuamente come un insignificante insetto."

      si, ma nelle discussioni scientifiche, non ci sono nemici, ma soltanto teorie che si scontrano con prove alla mano

      10) "Si rassegni: su Marte ci siamo già stati ed un antico popolo gli Anunnaki (a proposito, lei che sa tutto, lo sa chi sono gli Anunnaki?) probabilmente ha interferito con la nostra evoluzione. "

      Sitchin probabilmente è l'esempio lampante di come NON fare lo scienziato....

      ovvia, mi dia una sola prova dei Anunnaki... me la dia..

      11) "Oppure i Totem della scienza imperante le proibiscono di studiarli? Si vede che le nuove scoperte molte persone come lei non le vogliono proprio vedere. Temo che si dovrebbe mettere a studiare daccapo col rischio che le venga una crisi esistenziale "

      le ho già detto che molte volte, le nuove scoperte mi cambiano il modo di pensare una detterminata cosa. Per esempio stamattina non avrei mai pensato che un microquasar potesse mettere in imbarazzo come potenza un buco nero supermassiccio, e "gonfiare" un pallone di gas grande oltre 10.000 anni luce...
      invece grazie al prodigioso studio e osservazioni da parte di un gruppo di scienziati del Very Large Telescope, insieme al Chandra X Ray Telescope, oggi ne ho avuto la dimostrazione, con tanto di analisi complete e misurazioni.

      http://link2universe.wordpress.com/2010/07/08/scoperto-microquasar-incredibilmente-potente/

      12) " Firmato: una persona con molti, ma molti più anni di lei. Figlio mio, la smetta e non dica più niente."

      http://it.wikipedia.org/wiki/Argumentum_ad_hominem

      (l'ho già detto un milione di volte... lo legga da se stavolta)

      Spero che risponderà anche :) Grazie del commento

  32. Angela

    Comecomecome?!? Ho capito bene?
    C'è chi sostiene che le piramidi e la Sfinge sono state fatte dagli alieni?!? ahahahah ommioddio questa mi mancava!! XD
    Ma ma ma...sono senza parole...i metodi con cui sono state costruite me le hanno insegnate a scuola...quando? Alle elementari??

    Ok, ora smetto di ridere e faccio la seria.

    Io capisco tutte le supposizioni che si possono fare in determinate situazioni, e sono disposta (io, ma anche gli scienziati "parrucconi") a prendere in considerazione l'ipotesi che possano essere vere.
    Ma poi bisogna trovare le prove a sostegno della propria tesi! E che siano prove valide!
    Può anche essere che gli alieni abbiano fatto chissà cosa, ma finchè non si ha NULLA per dimostrarlo con certezza, allora quella rimane una cosa che "forse potrebbe essere"....NON CHE È!! Volete capire questa PICCOLISSIMA differenza oppure no??
    Quello che non capisco è come fa la gente a crederci!!!

    Seguite un attimo il mio ragionamento:
    Presupponendo che "tutto può essere",
    1- se io ho da una parte un bel gruppo di scienziati qualificati con delle teorie plausibili che vengono confermate da una miriade di prove, rilevazioni, foto fatte con le più moderte tecnologie e quant'altro, che confermano che queste teorie sono realtà....

    2- dall'altra ho un gruppo di persone che afferma che è tutta una montatura per nascondere chissà cosa e che la realtà è una cosa assurda (o perlomeno decisamente poco plausibile) tenuta in piedi con UNA foto sbiadita e ZERO prove concrete...

    secondo voi, una persona nel pieno delle proprie facoltà mentali, a chi crederà??
    Siate ragionevoli suvvìa, per favore, attivate i neuroni, non prendeteci in giro e soprattutto non prendete in giro voi stessi!!

    Prove prove e prove...chiediamo prove e:
    prima ne fornite alcune che Adrian smentisce una per una con "una miriade di prove, rilevazioni, foto" ecc
    poi, non solo non rispondete direttamente (perchè è evidente per un confronto non lo reggete) ma dite solo di comprarci il vostro libro e gli sciorinate dietro una serie di complimenti...e grazie al cavolo, lo avete scritto voi!

    Io mi domando, ma perchè per Adrian è stato così semplice smontarvi tutte le vostre affermazioni, e voi che siete "gli unici al mondo a sapere la verità e ad averne le prove" non riuscite a dimostrarlo??

    Alla fine, non mi interessa. Io credo alla scienza, non ad idee assurde campate per aria. Quindi, quando mi verranno presentate le prove che affermano con certezza quanto dite, allora ci crederò. Prima di allora, perchè mai dovrei interessarmi a cose che io trovo assurde?
    Per di più, ripeto: facile fare il lavaggio del cervello alle persone quando non avete nessuno scienziato che vi smentisce, vero? Dite che non vi ascoltano...ma perchè probabilmente saranno troppo occupati a rivervi in faccia!!
    Che poi è quello che dovremmo fare noi, invece di cercare di farvi rinsavire..

    Andiamo, se credessi a miniere e Ziggurat su Marte e alle piramidi aliene, mi toccherebbe credere anche che Elvis è stato rapito dagli alieni!!
    Dai, non potrei reggere una così sconvolgente verità...

    Quanto all'ultimo commento...ommioddio, non so se ridere o se smetterla di parlare ai muri =_=

    "combattere delle brave persone che portano una ventata di novità e di freschezza"

    novità e freschezza??
    AHAHA!!! Ma la scienza non è mica un romanzo!! XD Una cosa o è o NON è. E le loro novità "NON è"!

    "in mezzo a tutti questi baroni e barionetti che credono di sapere tutto"
    gli scienziati non credono affatto di sapere tutto. Se così fosse, sarebbero disoccupati, non le pare? Se ne starebbero in giardino a prendere il sole invece di farsi il mazzo a studiare, esaminare e cercare di rispondere a domande alle quali ancora non abbiamo risposto.
    La differenza sta nel fatto che non divulgano notizie FALSE
    rette da prove STUPIDE, ma si attengono ai FATTI e alle VERE PROVE.

    "Incredibile lei sa tutto. Spiega proprio tutto."

    AHAHAHAHAAH XD spiega tutto perchè è questa la verità, è questo quello che sappiamo, è questo il frutto delle ricerche serie. Benvenuta nel mondo reale!
    Questa è la verità, scientifica, provata, contro le fantasie di un gruppo di persone che non ho ancora capito perchè si è fissata col trovare spiegazioni assurde. Io veramente, invidio tutta questa fantasia!

    "In fondo sono sicura che nemmeno lei crede fino in fondo a quello che dice"

    eh no certo...è molto più plausibile credere agli alieni minatori XD
    [oddio, in cuor mio spero tanto che questo ultimo commento sia un troll]

    "basta un solo pugno ben assestato per mettere K.O. il nemico"
    ommioddio ma si sente?? XD
    Ma ha letto la discussione o no?
    Qual'è il pugno mi scusi? Dove lo vede??
    Io finora ho solo visto un ragazzo (Adrian, se non si fosse capito) che ha smontato una per una, pezzo per pezzo, le assurdità che gli sono state poste davanti.
    Tant'è che chi gli dava contro o se l'è data a gambe dopo il primo commento, o ha sventolato bandiera bianca senza controbattere... chi è stato messo K.O. scusi?? XD

    "Non serve a niente punzecchiare continuamente come un insignificante insetto."
    no dai, non dica così, senza di voi questo post non avrebbe tutti questi commenti, continuate pure a punz--oh no, mi scusi, si riferiva ad Adrian??

    "su Marte ci siamo già stati ed un antico popolo gli Anunnaki (a proposito, lei che sa tutto, lo sa chi sono gli Anunnaki?) probabilmente ha interferito con la nostra evoluzione"

    Eh si. E probabilmente il loro re era Michael Jackson.

    "Si vede che le nuove scoperte molte persone come lei non le vogliono proprio vedere."

    Senta, lo ribadisco un'altra volta sperando che sia l'ultima.
    QUALI scoperte? QUALI???
    sono solo SUPPOSIZIONI senza un minimo di prova valida.
    Non diciamo che queste cose non possano esistere, ma che prima di essere spacciate come vere devono essere dimostrabili scientificamente. Punto.
    Se lei o qualcun altro saprà dimostrarlo, allora crederemo. Altrimenti no, perchè sarebbe da PAZZI. Ok?

    "una persona con molti, ma molti più anni di lei"
    Peccato che li abbia spesi a credere a gente che la prende in giro.

    Mi sono dilungata molto più del previsto, ma mi fa una rabbia incredibile pensare che la gente sia così cocciuta e credulona, e mi piange il cuore a pensare a tutti quegli scienziati che si fanno in quattro per scoprire cose ancora a noi sconosciute, che dedicano la propria vita alla scienza e che vengono denigrati e presi in giro da gente che non si prende nemmeno la briga di dare una spiegazione sensata alle proprie già strampalate idee.
    Siete veramente degli ingrati.

    A questo punto, mi domando se sia possibile farvi aprire gli occhi.
    Concludo dicendo ad Adrian che ha davvero una pazienza infinita
    e che purtroppo "non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire".

  33. virgilio del grosso

    Meno male che è arrivata la crocerossa. Il proprietario ne aveva proprio bisogno dopo tutti i colpi che gli hanno inferto. In primo luogo ha sbagliato e quindi si è meritato tutte le critiche che gli stanno piovendo addosso senza alcuna pietà, perchè ha messo una notizia tanto importante che potrebbe segnare veramente una svolta nella storia dell'umanità, in una sezione chiamata nientedimeno: "bufale". Un simile comportamento è inqualificabile e sinceramente ingiudicabile per un sito che si qualifica scientifico. Mi sembra quantomeno scorretto. Non si denigra MAI nessuno, anche se non è sulla tua stessa lunghezza d'onda. Sembra quasi mosso da un sentimento poco nobile ma antico quanto l'uomo che vi faccio indovinare con "paroliamo": i...d..a. E poi il signor Adrian, mica mi sembra un grande scienziato: penso che faccia solo dei copia-incolla delle notizia. Insomma è solo un archivista da web, un catalogatore, come lo vogliamo chiamare? Uno che mette le notizie in ordine. Mi oiaceebbe interrogarlo proprio per vedere se effettivamente sa tutte queste cose. Quelli che critica invece di idee, anche molto innovative e DIMOSTRATE ne hanno a iosa. Inoltre sono piuttosto conosciuti. Già questo è il punto. Troppo conosciuti. Le immagini proposte da Adrian sono letteralmente ridicole e nulla hanno a che vedere con quelle che vuole sconfiggere, sbeffeggiare e degradare a mere illusioni (che però ha ben individuato in alcune delle immagini da lui proposte). Ma stiamo scherzando? Mi dica sig. so tutto, che cosa crede di aver dimostrato? Che la Luna è rotonda? Oppure che è il solo abitante dell'universo? Sulla scansione dei satelliti ha detto un sacco di inesattezze. Sulle persone che ha sbeffeggiato ha detto tante cose intollerabili. La finisca, e come ha detto la sig.ra Cuccioli è meglio che tronchi tutto in questo preciso momento. Se impara a discutere, bene. Altrimenti non so chi la sopporterà.

    • Vanna

      Questo sì che è un bel troll.

      Invece di sparare a zero con "Altrimenti non so chi la sopporterà" dimostri che Adrian ha errato.

      D'altronde ci son più di UNA persona che stanno chiedendo di veder smontate le tesi di Adrian con le PROVE CONCRETE.

    • Il povero povero povero Aristotele si sta rivoltando nella tomba...

      Ripeto per l'ennesima volta(tanto lo che dovrò rifarlo ma vengo ignorato..)

      L'argomento ad hominem, è una fallacia logica....

      Un argomento ad hominem si costruisce, prevalentemente, nella seguente maniera:

      A afferma la proposizione B
      V'è qualche cosa di negativo che si può rinfacciare ad A
      Quindi: la proposizione B è falsa

      Oppure:

      A sostiene la tesi B
      Vi è qualche cosa di fallace e criticabile nella tesi B
      Quindi: A è criticabile

      La fallacia logica degli argomenti ad hominem è evidente (un argomento è vero o falso a prescindere da chi lo sostiene) ma spesso è facile cadere nel tranello di tali argomentazioni, che distolgono l'attenzione dall'argomento B spostandola su A.

      Detto questo..

      1) " In primo luogo ha sbagliato e quindi si è meritato tutte le critiche che gli stanno piovendo addosso senza alcuna pietà, perchè ha messo una notizia tanto importante che potrebbe segnare veramente una svolta nella storia dell’umanità, in una sezione chiamata nientedimeno: “bufale”. Un simile comportamento è inqualificabile e sinceramente ingiudicabile per un sito che si qualifica scientifico. Mi sembra quantomeno scorretto."

      Ho questo piccolo hobby strano per quanto riguarda la catalogazione delle notizie nel mio sito... Quelle con delle prove concrete dietro da una parte, e quelle senza alcuna prova, e sostenute da argomentazioni fatte di "mi sembra" "potrebbe" "secondo qualcuno"... da un altra parte.

      Guardi, se lei mi da delle concrete prove che quello nella foto del Mars Express è un ziggurat sumero costruito da una civiltà aliena su Marte, io lo sposto in notizie serie. Fino ad allora...spazzatura.

      2) " Non si denigra MAI nessuno, anche se non è sulla tua stessa lunghezza d’onda. Sembra quasi mosso da un sentimento poco nobile ma antico quanto l’uomo che vi faccio indovinare con “paroliamo”: i…d..a. "

      Per l'ennesima volta, non si parla di persone ma di teorie scientifiche. Non c'è affatto alcun rispetto o pietà nel mondo della scienza tra le varie ipotesi, vince soltanto quella che riesce a distruggere tutte le altre con più prove, più previsioni confermate, più modelli a favore, e più concordanza con il resto delle cose che sappiamo...

      Se invece c'è chi ride delle persone, beh nel caso di alcuni che sono passati di qui, con tutto il cuore.. è normale ridere davanti a errori che non farebbero neanche dei bambini delle elementari..
      Ma non se la prenda a male..

      Per quanto riguarda l'invidia ( si, la può scrivere, non è che esplode internet ) perché dovrei averne alcuna ? Non mi interessano affatto i soldi fatti con questo tipo di pubblicazioni, è non potrei dormire la notte sapendo di andare a dire a persone che di scienza non sanno molto, che io so che su Marte c'è una miniera a cielo aperto fatta dagli Annunaki...
      Ho ancora un minimo di onesta intellettuale.

      3) " E poi il signor Adrian, mica mi sembra un grande scienziato: penso che faccia solo dei copia-incolla delle notizia. Insomma è solo un archivista da web, un catalogatore, come lo vogliamo chiamare? Uno che mette le notizie in ordine. Mi oiaceebbe interrogarlo proprio per vedere se effettivamente sa tutte queste cose. "

      Non è cosi, i dati li ho esposti perché io penso ancora che le teorie vanno sostenute con dati alla mano, con le ricerche in bella vista, e con tutte le spiegazioni dettagliate, insieme alle fonti !!!

      Capisco che le possa sembrare strano dato che in molti altri casi non si usa affatto portare dati, prove e fonti..

      4) "Quelli che critica invece di idee, anche molto innovative e DIMOSTRATE ne hanno a iosa. Inoltre sono piuttosto conosciuti. Già questo è il punto. Troppo conosciuti."

      Dimostrate ? E allora le tiri fuori le prove, io ancora non ne ho avute alcuna di convincenti..

      Loro sono conosciuti... troppo conosciuti.. anche questo è vero... mentre c'è gente che si fa due coglioni cosi per fare anni e anni di studi, e ricerca, e fa delle scoperte enormi, ma non lo conosce nessuno..

      Lei se sta male prende un aspirina, ma chi sia stato a scoprirla non lo conosce vero? invece conosce benissimo gente che parla di ziggurat sumeri su Marte... che mondo ingiusto..

      5) "Le immagini proposte da Adrian sono letteralmente ridicole e nulla hanno a che vedere con quelle che vuole sconfiggere, sbeffeggiare e degradare a mere illusioni (che però ha ben individuato in alcune delle immagini da lui proposte). "

      Si parlava della "miniera" a cielo aperto su Marte. Io ho fatto vedere fotto di quella zona, spiegando passo per passo come si è venuta a formare, e ho mostrato tutti i dettagli sia della zona sia dei dintorni, che confermano non solo la formazione ma dimostrano anche come non sembri neanche artificiale vista in alta risoluzione..
      Come con le scritte, dimostrando che sono solo dune di sabbia su depositi di calce..

      Insomma, non centra niente vero ?

      6) " Ma stiamo scherzando? Mi dica sig. so tutto, che cosa crede di aver dimostrato? Che la Luna è rotonda? Oppure che è il solo abitante dell’universo? "

      Nel vostro caso si, ho dimostrato che la Luna è rotonda...dato che non era niente di particolarmente difficile da dimostrare, ma eravate solo voi che non conoscevate le fonti e vi basavate su interpretazioni sbagliate...

      Che sono l'unico abitante dell'universo, no, io sono dell'opinione che la vita nello spazio ci sia molto probabilmente, ma che non abbiamo mai avuto alcun contatto documentato in alcun modo.
      Detto questo, che centra con quello di cui si parla ?

      7) " Sulla scansione dei satelliti ha detto un sacco di inesattezze. "

      Probabilmente... non sono un tecnico, alcune cose forse non sono esatte, ma direi che per quanto riguarda il vostro caso è decisamente più che esatto.

      Siete riusciti a dire delle cose talmente imbarazzanti che fa paura...... davvero, vedere uno ziggurat in quel caso è come dire che il sole è blu guardando un'immagine a UV. !!

      8 ) " Sulle persone che ha sbeffeggiato ha detto tante cose intollerabili. La finisca, e come ha detto la sig.ra Cuccioli è meglio che tronchi tutto in questo preciso momento. Se impara a discutere, bene. Altrimenti non so chi la sopporterà. "

      eh lo so..brucia.. anche a me bruciava quando sbagliavo i compiti a scuola..ma non si preoccupi capita... si riprenderà in tempo per il prossimo..

  34. Angela

    eccone un altro..

    "perchè ha messo una notizia tanto importante che potrebbe segnare veramente una svolta nella storia dell’umanità"

    ci dia le prove che la notizia è vera e la metterà in prima pagina.

    "Un simile comportamento è inqualificabile e sinceramente ingiudicabile per un sito che si qualifica scientifico."

    Appunto, qui si parla di scienza. Ha messo la notizia nella categoria più giusta, quella comica.

    "Non si denigra MAI nessuno, anche se non è sulla tua stessa lunghezza d’onda."

    LA SCIENZA NON È UN'OPINIONE!!!!!!
    Non si tratta di lunghezze d'onda ma di verità o di BUFALE!
    Se siete dei poveri creduloni, almeno non diffondete le vostre idiozie.

    "Sulla scansione dei satelliti ha detto un sacco di inesattezze."
    Ci dica quali, grazie.

    "Sulle persone che ha sbeffeggiato ha detto tante cose intollerabili."

    E il danno che fate voi a divulgare certe stupidaggini?
    Le cose intollerabili le dite voi, specialmente quelli come lei che commentano in modo assolutamente non costruttivo ma solo offensivo.

    "La finisca, e come ha detto la sig.ra Cuccioli è meglio che tronchi tutto in questo preciso momento."

    Beh, il blog è suo ed è da buon admin rispondere ai commenti.
    Ma chi è lei per dirgli di smettere?? Ma con che coraggio si permette di scrivere certe cose??

    "Se impara a discutere, bene."

    Veramente lui è l'unico che è disposto a discutere, visto che i suoi interlocutori si limitano sempre e solo a dire che loro hanno ragione ma non dimostrano mai nulla, ma dicono piuttosto "è così e basta" oppure con la variante "si compri il mio libro!".

    Per favore, se deve lasciare commenti così inutili se ne stia zitto.

  35. Le supposizioni che le piramidi erano state costruite dagli alieni sono ormai vecchiotte, me le ricordo da quando avevo circa 5 anni,
    e devo dire che non mi convincevano all'epoca e non mi convincono di certo ora.
    E sinceramente a pensare a questa non posso fare a meno di ripensare al film/serie televisiva di Stargate...
    Allora tanto vale dire che anche le vecchie divinità pagane camminavano veramente in mezzo a noi millenni fa:
    sarebbe secondo me molto più credibile di credere ad un Dio unico che si sarà si e no visto pochissime volte,
    che ha avuto un figlio solo e che non può parlare direttamente con noi, al contrario
    di antiche divinità come quelle egiziane, norrene, greche che camminavano assieme a noi.
    (mi scusino gli eventuali cattolici/cristiani ma era per fare un esempio per quanto cattivo)
    Ma torniamo a cose più terrene.

    Le piramidi hanno appurato che sono state costruite dagli egiziani, e non da alieni.
    La sfinge idem. Hanno utilizato tecniche molto avanzate certo, ma non impossibili.
    La prova sono le migliaia di schiavi morte per costruirle.
    E poi è come se qualcuno mi venisse a dire che il meccanismo di Antikythera sia in verità una
    reliquia lasciata da chissà quale razza aliena. Potevo credere ad Atlantide e a Lemuria.
    Potevo credere al mostro di Loch ness.
    Potevo anche credere che l'LHC avrebbe aperto un buco nero annichilito la vita sulla Terra.
    Allora potevo anche CREDERE... e anche a tante cose.
    Perchè se veramente dovessi credere a qualcosa senza che sia stato provato in un qualche modo
    allora non siamo più nel mondo della scienza, ma siamo nel mondo della FEDE.
    E per fede non intendo credere in un dio, ma semplicemente prendere un qualcosa per quello che è
    senza che sia stato provato, provato concretamente. E gli atti di fede a me stanno proprio antipatici.
    Non vado in chiesa, che ho anche vicino casa, figuriamoci se credo sulla base di prove superficiali, come sempre secondo me,
    all'esistenza di questo ipotetico pianeta in più, e alla razza degli Anunnaki.

    Per quanto riguarda, ancora, il fatto che ci sia stata (o ci sia ancora) una razza aliena su Marte, ci si può credere o meno,
    sta di fatto che fino a quando non mi daranno una foto NON SFUOCATA, a risoluzione ACCETTABILE della suddetta struttura o del suddetto alieno su
    suolo marziano, allora e solo allora passerò tale idea nella mia mente da POSSBILE/FORSE al livello CERTA.
    Fino ad allora rimarrà nel limbo della fantasia.
    Per quanto riguarda il fatto che una razza aliena abbia interferito con la nostra evoluzione, bè di queste cose ne leggo da anni,
    ma su quelli che vengono chiamati fumetti, e devo dire già da un bel po' di tempoo.
    Ma anche qui fino a quando non ci saranno prove concrete e certe allora anche queste sono solo supposizioni.

    Se poi ora, come sembra, siamo arrivati ad una situazione di schieramento pro o contro Adrian bè non posso che schierarmi a favore
    di questo povero piccolo blogger, che è vero non sarà famoso, ma sa il fatto suo. Ed espone le sue teorie basandosi su fatti e dati oggettivi,
    approvati e confermati dalla comunità scientifica. E la comunità scientifica non è che siano proprio 4 gatti eh.
    Per quale ragione? Per il semplice fatto che riesce a convincermi di quello che dice, con qualcosa di concreto.
    Come ho già detto prima, per quella che oramai vedo come la fazione ostile se mi passate il termine,
    volete provare anche voi a convincermi? Benissimo potete, ma invece di commenti ostili a chi difende le sue opinioni
    con tonnellate di prove, incrociando informazioni, portando altre prove, strappandosi i capelli (poverino ]; ti compro io il parrucchino),
    facendomi perdere il sonno per leggere tutto quello che scrive e per guardare i link/immagini che posta.
    bè dovete fare altrettanto anche voi se volete avere anche la minima possibilità di convincermi. A me come credo alle persone scettiche come me, che
    si mi spiace dirlo, siamo forse un po' più lenti di comprendonio, non portiamo freschezza, ma siamo veramente molti.
    Non semplicemente rimandare a "sai cosa è questo?", "mi spieghi allora come sono state costruite le piramidi", "Anunnaki?".
    E per Osiride (dato che siamo a mettere in mezzo gli egiziani) sembra quasi un linciaggio mediatico.
    Per quanto ricordo anche nei giorni passati la discussione per quanto animata non era tanto ostile.

    Il detto "La scienza non è un opinione" citato anche sopra non è una frase che deve entrare da un orecchio ed uscire dall'altro dopo
    aver lavato via un po' di pensieri coeerenti.
    Allora io ripeto, specialmente alle ultime persone che hanno commentato: volete convincermi delle vostre teorie.
    Bene, torno a dire, procuratemi le prove: foto (risoluzione ULTRA), link a siti scientifici che portano prove certe e concrete a carico.
    Non mi venite a dire di andarmi a comprare questo o quello. Perchè ora come ora, con lo stato mentale in cui sono (di grande stress
    per stanchezza, lavoro, studio, etc) se mi devo andare a comprare un libro mi vado a prendere un buon (vero) romanzo di fantascienza,
    di certo non mi vado a prendere un libro di Zecharia Sitchin. Se proprio volete quando avrò possibilità mi potrò comprare anche Ossimoro Marte se proprio
    insistete, ma dato che in questo momento sono proprio impossibilitato dal muovermi devo ricorrere ad altro.
    Allora portatemi quelle che continuo a definire PROVE: ci sono foto di alieni bene postatele. Ci sono foto di strutture aliene su Marte
    in risulizione talmente buona e talmente dettagliata che non ci si può sbagliare? Ok postatele.
    Ah! Per quanto riguarda la notizia dello zigurat su Marte mi spiace dare la brutta notizia che anche per me è una bufala (se non fi fosse capito).

    Coordiali saluti a tutti, si perchè nonostante tutto quello che si possa dire, io vedo il dibattito in modo costruttivo.

    PS: Scusate per il discorso logorroico, ma a forza di leggere Martin Mystere devo averci preso l'abitudine...

  36. calo

    Finalmete un blog dove la conversazione e il confronto non sono ostacolati da diffamazioni e commenti inutili. Il mio punto di vista corrisponde a quello di Alessio Ausilio sia per quanto riguarda i MM che sulla discussione in quanto lo vedo abbastanza ferrato sull'argomento (seppur pecchi nell'ambito della chimica). Chiaramente mi trovo daccordo anche con gli altri e colgo l'occasione per fare i complimenti all'Admin per il blog! Rispetto assolutamente il coraggio di ennio picaluga anche se trovo le sue idee basate su tesi un po assurde e poco fondate...mi va bene che questo o quel signore sia veneratissimo, rispettabilissimo e preparatissimo, ma questo non fa di tutto cioè che dice una verità assoluta. E sarebbe l'ora che la gente imparasse a ragionare un po da sola, a provarle le cose. è seguento il lascito di altre persone, fidandosi alla cieca e incondizionatamente che si finisce in dei blog a discriminare tesi di altri senza avere nessuna prova fra le mani, e a fare una figuraccia...e a sparire dalla discussione (però l'ha fatto con stile...va ammesso) ma sono certo che questo non gli farà cambiare idea...idee ormai inculcate nella mente...come le magie, religioni e leggende metropolitane. Nel 2010...sarebbe l'ora che la gente si svegliasse....
    comunque, come dice @russo enrico, la nostra fazione ha piu prove della vostra!! 1 a 0!! :P

  37. Vanna

    Semplicemente basta riportare la discussione su toni civili e pacati. Qui nessuno è pagato per dare ragione a X o a Y. Io personalmente rispetto le opinioni sia del Sig. Adrian che del sig.Piccaluga, in quanto i due dibattono certamente in maniera costruttiva e civile, infatti riescono ad animare la discussione in modo eccellente.
    Quello che mi dispiace è vedere certe persone (e s'intuisce, che son stati chiamati a raccolta per dare rinforzi) che non rispettano le opinioni altrui, ma vengono soltanto per spalare concime naturale (per non dir peggio) sulle altre persone solo perchè sono di opinione differente.
    Questa è la cosa veramente triste. Non trasformiamo i dibattiti scientifici in tifo da stadio, che non è proprio il caso. Se dovete sfogare le vostre frustrazioni personali date qualche pugno sul muro o andate a fare una bella corsetta fuori all'aria aperta, vedrete che funzionerà.
    L'arroganza in questi dibattiti, lasciamola a casa, ci si guadagna tutti in questo modo :)

    Mi scuso per questo off topic, ma io direi di tornare a discutere dell'argomento principe, ovvero: "Non c'è alcuna Ziggurat su Marte!"

  38. virgilio del grosso

    Per il sig. Adrian e company. Fonte: http://www.edicolaweb.net/edic012a.htm
    “Siamo su Marte ed in questa missione è invitato anche il sig. Adrian. Notiamo solo alcune delle centinaia di strane combinazioni. Osserviamo che unendo i vertici delle piramidi e il naso della faccia, si ottiene un perfetto triangolo isoscele. L’intersezione dei due lati uguali con il cerchio che ha il centro nell’esatta metà della base del triangolo permette di individuare il lato dell’ottagono iscritto nel cerchio stesso. Gli assi dei due monumenti alla base del triangolo formano, con i lati uguali del triangolo, due angoli retti perfetti. Il meridiano marziano passante per il vertice del triangolo si sovrappone perfettamente alla diagonale della piramide situata nel vertice stesso. La linea che unisce il punto di intersezione della base del triangolo e il meridiano di Marte con l’angolo iniziale dell’ottagono iscritto nel cerchio forma un angolo di 25° che corrisponde all’asse di rotazione marziana. Il sito "The Enterprise Mission", di Hoagland, http://www.enterprisemission.com/pasadena3.html pubblicizza le foto del Pathfinder, facendosi forte della comparazione fra la diretta TV trasmessa dalla CNN "Live from Mars", del 4 luglio e le foto messe in onda dalla Nasa. Dopo aver inviato immagini non censurate, dopo pochi minuti qualcuno alla Nasa realizzò che la camera stava trasmettendo immagini shock; operò quindi un repentino taglio dichiarando "difficoltà nelle comunicazioni". Oramai le immagini erano già state registrate e così, secondo le analisi effettuate dal Gruppo Enterprise, alcune rocce sarebbero in realtà macchine tecnologiche degradate, pezzi di artefatti come unità giroscopiche, forme geometriche nitide, che mostrano anche una piramide della quale si possono determinare le proporzioni dal momento che in un angolo della stessa immagine è ripreso anche il Pathfinder.”
    Conclusioni: si informino un poco sig. Adrian e company anche dai loro “nemici”, perché più campane suonano e migliore è la sinfonia. Quello che ha visto è solo un atomo nella sterminata serie di prove contro le sue incredibili avversioni. Ma siamo sicuri che le bufale siano le nostre e non altre che lei Adrian, pubblica? Apra la mente verso l’infinito.

  39. angelo carannante

    Il signore precedente non è stato completo, ma efficace. Per completezza invito il sig. Adrian a spiegarmi questa foto al seguente indirizzo DELLA NASA:
    http://mars.jpl.nasa.gov/MPF/ops/13.gif
    Per cortesia, visto che ce l'ha tanto con me e Piccaluga mi spiega questa foto? Se avrò tempo gliene manderò delle altre. Non mi piacciono le polemiche specie quando sono fini a se stesse e distruttive. Avevo detto che non avrei scritto più. Però visto che lei insiste le mando solo un anticipo. Se poi ne ho tempo ma soprattutto voglia le manderò qualcos'altro che forse le farà sorgere qualche dubbio. Però mi piace troppo farla rimanere col dubbio.

    • Nooo.. non ci credo, è tornato !! Che piacere risentirla dottore!! Le rispondo subito.. Anzi guardi, dato che ha detto di condividere la posizione del signore prima, faccio una risposta unica,usando anche gli elementi della fonte specificatami prima.

      1) " Adrian a spiegarmi questa foto al seguente indirizzo DELLA NASA:

      - http://mars.jpl.nasa.gov/MPF/ops/13.gif

      Per cortesia, visto che ce l’ha tanto con me e Piccaluga mi spiega questa foto? "

      Con grande piacere!!!

      Certo, potrei dirle che si tratta di dune di sabbia , ma dato che lei è una persona esigente, spieghiamoci per bene:

      Si tratta di una delle immagini ottenute dalla sonda Mars Pathfinder:

      - http://it.wikipedia.org/wiki/Mars_Pathfinder

      Quello che in questo caso ci preme particolarmente è questo :
      La foto è stata ottenuta dal piccolo rover Sojourner !
      Il rover, si trovava vicino alla stazione Patfinder, dell'atterraggio. Atterraggio avvenuto dove ? In una zona chiamata Ares Vallis, all'interno di una regione chiamata Chryse Planitia.

      Probabilmente non le dice niente, ma vede, la zona Ares Vallis è stata prodotta da un fenomeno naturale, si tratta diluvi che hanno inondato tutta la zona. Come lo sappiamo? analisi spettroscopiche della zona.

      Ecco qua una bella chicca, altro che le foto che mi mandate voi come prove..

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007800_007899/PSP_007810_1885/PSP_007810_1885_RED.NOMAP.browse.jpg

      e versione a colori:

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007800_007899/PSP_007810_1885/PSP_007810_1885_RGB.NOMAP.browse.jpg

      Nella foto sopra, c'è il canale della Aris Vallis, frutto di un diluvio di proporzioni epiche, avvenute nei primi tempi su Marte.
      La foto, ottenuta il 27 Marzo 2008, ha una RISOLUZIONE DI 56 CENTIMETRI PER PIXEL !!!!

      Questo è importante perché vede... riguarda anche le tante dune nella zone !!!

      Ecco altre foto della zona:

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_010500_010599/PSP_010513_1895/PSP_010513_1895_RED.NOMAP.browse.jpg

      e versione a colori:

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_010500_010599/PSP_010513_1895/PSP_010513_1895_RGB.NOMAP.browse.jpg

      (in queste due sopra tra l'altro si nota un altro segno importante, che sono i crateri lineari, causati dal cedimento del terreno)

      Nella seguente foto invece si vedono i segni della struttura geologica del terreno alterata dall'inerzia della differenza di temperatura nell'arco dei milioni e milioni e milioni di anni di esposizione

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_017800_017899/ESP_017818_1865/ESP_017818_1865_RED.NOMAP.browse.jpg

      e versione a colori:

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_017800_017899/ESP_017818_1865/ESP_017818_1865_RGB.NOMAP.browse.jpg

      E per finire con le foto di "dove siamo"
      Ecco le foto dall'orbita, in alta risoluzione, della zona esatta dove si trovava il Pathfinder :

      - http://hirise.lpl.arizona.edu/images/2007/details//PSP_001890_1995.jpg

      E qui foto completa:

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_001800_001899/PSP_001890_1995/PSP_001890_1995_RED.NOMAP.browse.jpg

      Ok, ora che abbiamo un minimo chiarito dove siamo, e com'è fatto il posto in cui ci troviamo , veniamo a parlare dalla sua foto che lei con tanta enfasi mi ha procurato !!

      E stata ottenuta come dicevo dal piccolo Sojourner. Nel Sol26, che non è altro che la 26 essima giornata marziana passata ad esplorare.

      Per prima cosa, lei non ha alcun argomento per dire neanche lontanamente che non sono dune di sabbia.

      Secondo, citando il sito:

      " evidenzia le forme di costruzioni artificiali verticali, ossia un qualcosa che si erge dal terreno e non semplici strisce uniformi di colore grigio situate orizzontalmente rispetto al suolo ove si trovano."

      non sono semplici strisce , ma sono dune, e francamente, se a voi questa frase vi sembra il modo di trarre conclusioni scientifiche, io non ho parole...
      Ma andiamo oltre..

      " La riga di colore più chiaro sulla parte alta di queste "strisce" è causata dall’illuminazione. La luce solare infatti arriva dall’alto e da sinistra, come testimoniano le rocce circostanti; quindi batte sulla sommità dell’oggetto osservato, evidenziando la verticalità della costruzione, ombreggiando la parte eretta della stessa, nell’identico modo in cui il sole illumina un muretto a secco."

      Torno a dire che mi sono perso le prove che si tratta di una cosa artificiale.. dove sono?? quando mi viene dimostrato perché non può essere una duna ??

      " È altrettanto visibile, all’estremità destra della "striscia" più lunga, una interruzione più scura in quanto non illuminata, che pone in risalto la sezione squadrata e rettangolare tipica di una forma geometrica; nel caso un parallelepipedo. "

      E un sasso..usato lo zoom !!! non è difficile !!e anche se fosse, ma l'avette mai visto voi un parallelepipedo ??? vi sembra un parallelepipedo quello??

      "
      Ciò a ulteriore conferma che si tratta di una costruzione elevata sul terreno."

      Ulteriore a cosa?? quali erano le prove precedenti ? Non è stato PROVATO nulla, ma avette solo CONCLUSO qualcosa... e la vostra ultima "prova" è un fallimento ..

      "
      Fra le due "strisce" si nota la parte superiore delle rocce. L’ulteriore ingrandimento della zona evidenzia che queste rocce si trovano in secondo piano rispetto a quello della "striscia", che appare essere quindi proprio un ostacolo posto davanti ad esse, un "muro" simile a quelli di cinta.
      "

      insomma...come una specie di ..dunna ?

      "
      Ovvio che le strane costruzioni, ben levigate, grigie come il cemento o il calcestruzzo, fresche, come fossero state erette il giorno prima, appaiono fuori posto, posizionate senza senso in mezzo alle rocce. "

      "

      Infatti, tant'è che nessuno andrebbe a pensare che sono strutture di calcestruzzo su Marte... o no ?

      Ma dato che ho sempre portato delle prove schiaccianti, e non mi voglio smentire(specialmente perché se parlo è basta ve la prendete con me dimenticando dei dati oggettivi)
      Voi mi avette fatto vedere la foto del Sol 26..

      MA PERCHE NON GUARDARE ANCHE ALTRE BELLISSIME FOTO SIMILI ????? UHMMMM

      VEDIAMO UN PO :

      (ATTENZIONE, PERICOLO DUNE :D )

      Sol 29:

      - http://mars8.jpl.nasa.gov/MPF/roverview/29087.gif

      Sol 32:

      - http://mars8.jpl.nasa.gov/MPF/roverview/32094.gif

      Sol 33:

      - http://mars8.jpl.nasa.gov/MPF/roverview/33070.gif

      Sol 75

      - http://mars8.jpl.nasa.gov/MPF/roverview/75100.gif

      (Vista quanta sabbia c'è a giro ?? )

      Per finire, le piu schiaccianti !!!

      Signori ingegneri ecco le vostre dune !!

      Sol 76 !!

      - http://mars8.jpl.nasa.gov/MPF/roverview/76029.gif

      - http://mars8.jpl.nasa.gov/MPF/roverview/76031.gif

      Daltronde, che sia una località sabbiosa lo conferma la stessa analisi topografica altimetrica :

      - http://hiroc.lpl.arizona.edu/images/2007/details/cut/MPFtopo_HiRISE_annot.jpg

      2) "Se avrò tempo gliene manderò delle altre. "

      Va benissimo, si senta a casa sua, faccia pure con comodo... ma se per favore, mi potesse rispondere sia a questa che all'altra contestazione le sarei davvero grato..

      3) " Non mi piacciono le polemiche specie quando sono fini a se stesse e distruttive."

      Beh non sono fini a se stesse,io le trovo decisamente costruttive (almeno che non intenda nel caso delle vostre tesi...allora si sono distruttive)

      4) " Avevo detto che non avrei scritto più. Però visto che lei insiste le mando solo un anticipo. Se poi ne ho tempo ma soprattutto voglia le manderò qualcos’altro che forse le farà sorgere qualche dubbio. Però mi piace troppo farla rimanere col dubbio."

      Eeeh, dottore, uno scienziato come lei so che non ce la fa a trattenersi... la passione per la verità e troppo grande !!!!1

      Ma torniamo anche a rispondere al signor Virgilio:

      5)" Il sito “The Enterprise Mission”, di Hoagland, http://www.enterprisemission.com/pasadena3.html pubblicizza le foto del Pathfinder, facendosi forte della comparazione fra la diretta TV trasmessa dalla CNN “Live from Mars”, del 4 luglio e le foto messe in onda dalla Nasa. Dopo aver inviato immagini non censurate, dopo pochi minuti qualcuno alla Nasa realizzò che la camera stava trasmettendo immagini shock; operò quindi un repentino taglio dichiarando “difficoltà nelle comunicazioni”. Oramai le immagini erano già state registrate e così, secondo le analisi effettuate dal Gruppo Enterprise, alcune rocce sarebbero in realtà macchine tecnologiche degradate, pezzi di artefatti come unità giroscopiche, forme geometriche nitide, che mostrano anche una piramide della quale si possono determinare le proporzioni dal momento che in un angolo della stessa immagine è ripreso anche il Pathfinder.” "

      Si tratta semplicemente del sito dell'atterraggio della sonda Pathfinder... e francamente paragonare sassi a cari armati tedeschi... è una cosa talmente talmente di fuori che si commenta fin troppo bene da sola

      - http://www.enterprisemission.com/pasadena3.html

      Ma trattate davvero sempre con foto di cosi scarsa risoluzione ??? ma perché non guardare le cose in una risoluzione migliore... ecco il sito di atterraggio del Pathfinder:

      - http://mars.jpl.nasa.gov/MPF/roverview/05523.gif

      - http://mars8.jpl.nasa.gov/MPF/roverview/26073.gif

      - http://mars8.jpl.nasa.gov/MPF/roverview/33079.gif

      e a colori dalla stessa Pathfinder in altissima risoluzione:

      - http://mars.jpl.nasa.gov/MPF/ames/presidential_full.jpg

      persino in 3D !!!(cosi forse capisce meglio se i sassi sono davanti o dietro le dune )

      - http://mars.jpl.nasa.gov/MPF/ames/monster-anaglyph_full.jpg

      Dove li vedete i pezzi artificiali, carri armati, e compagna bella????????

      6)" Conclusioni: si informino un poco sig. Adrian e company anche dai loro “nemici”, perché più campane suonano e migliore è la sinfonia."

      Lei prenda la 9 di Beethoven, e comincia a suonare una buona rustica vecchia campana... ecco quella è lei..

      7)" Quello che ha visto è solo un atomo nella sterminata serie di prove contro le sue incredibili avversioni."

      Ah bene bene, posti pure sono curioso... può passare anche al livello successivo di difficoltà eh, queste cose che mi ha fatto sapere finora sono troppo facili...

      8 ) " Ma siamo sicuri che le bufale siano le nostre e non altre che lei Adrian, pubblica? Apra la mente verso l’infinito."

      Ah non so... voi che ne pensate dopo tutte le prove che vi ho dato ?

      Invece di aprire la mente verso l'infinito , perché non cerca di aprirla davanti ad un libro di testo scientifico prima, magari non è la stessa cosa, ma potrebbe essere un esperienza divertente...

  40. angelo carannante

    Lei continua a propinare ai pochi lettori di questo sito, le immagini più disparate di cui onestamente non capisco la pertinenza. Non sia così "contro" e basta. E' inutile che continua con questa sfilata di immagini che non ho capito bene a che servono. Mi dice per favore perchè si dovrebbe prestare fede a quello che dice Lei e non a quello che affermiamo noi? Perchè esistono "le sue rocce" e non le nostre "anomalie archeologiche"? Stia calmo e respiri: non si faccia prendere dalla sua furia distruttrice. Come le ha detto eficacemente Piccaluga e come può leggere dai miei articoli (mi creda letti da molte, ma molte persone) delle analisi, per così dire a nostro vantaggio esistono eccome. Vada ad informarsi. Dicevo, Lei quando vede delle rocce nelle foto, il senso della vista vale perchè le ha detto che Lei vede rocce. Invece quando si vedono diciamo queste probabili costruzioni o manufatti artificiali (a proposito ha comprato Ossimoro Marte? Ha letto i miei articoli? Per me sarebbe un onore!) il senso della vista di colpo diviene inaffidabile. Quindi, diciamo ancora che Lei vede quel che vuole e cioè solo rocce. Come fa a dire che esistono rocce e non strutture artificiali e non viceversa? Scusi, mica le ha analizzatele rocce! Analizzi anche i suoi conoscenti per vedere se sono loro: è ovvio che se non conosce il DNA non può sapere se la persona che le è di fronte sia proprio lei. E se fosse un sosia? Quindi visto che Lei crede che quelle che vede sono solo rocce le chiedo: è stato su Marte? Come fa a dire che sono solo rocce? Lei si contraddice apertamente. Lei non dovrebbe dire che sono rocce o sabbia o quello che sia. Come? Gliel'hanno detto gli enti spaziali? Sarò un complottista, ma degli enti spaziali c'è poco da fidarsi (A propositoi. Ha letto i libri che le sono stati consigliati dai suoi arcinumerosi "critici" di questa discussione?). Si informi quante bugie ci hanno raccontato. Ma se continua a perdere il suo tempo qui, non ha tempo di andare a leggere. Il sottoscritto la scienza ufficiale, con esclusione di atteggiamente come i suoi, l'ammira eccome per le eccezionali scoperte fatte fino ad oggi. Non sto ripeto a postare qui una miriade di link nella speranza di convincere qualcuno. Le ho detto dove vedere tutte le frecce del nostro fornitissimo arco. Non ho il suo tempo: si vada a cercare dove Le abbiamo noi indicato quello che Lei rifiuta a priori.Per fortuna la nostra rivista Area di Confine di lettoi ne ha molti. Al contrario di certi siti, che sperano di fare audience cercando di distruggere, facendo fiasco, la gente. Di persone incattivite ne abbiamo trovate tante, ma come dice il grande Piccaluga, alla fine addivengono sulle nostre posizioni. Però per Lei credo ci siano poche speranze. Venga a qualche nostra conferenza che allargherà il suo limitato (nel senso di prevenuto) sapere. Imparerà ad essere più aperto, perchè confrontarsi col diverso conoscitivo non le deve far paura.E la smetta per favore con questa stucchevole ironia, che non vorrei che fosse nient'altro che quel sentimento che una persona di questo dibattito ha messo in luce. Non credo che sia così, anche se Lei è apertamente in guerra con noi. Il funzionamento degli strumenti delle sonde spaziali lo conosciamo: non c'è bisogno che Lei faccia sempre il professore. Sembra quasi che le ha inventate Lei. Le immagini poi che ci fa vedere le conosciamo una ad una: non c'è bisogno che insegni nulla a nessuno. Vede, noi non dobbiamo dimostrare nulla, ma proprio nulla, a persone come Lei che non è altro che l'inquisizione di questo millennio. Veramente. Lo sa che mi sembra la Chiesa del medio evo? Vorrebbe essere scientifico, ma è solo una persona ostinata e mi meraviglio che spreca il suo prezioso tempo con me e Piccaluga. Ma su! Se ha bisogno di difese così ad oltranza evidentemente vuol dire che l'avversario (Noi) è proprio tosto. Siamo molto più scientifici Noi rispetto a Lei che, solo perchè raccoglie notizie quà e là su questo piccolo sito, crede di essere il punto di riferimento dell'intera scienza della Via Lattea. Ma perchè sto a discutere qui con Lei? Tanto prevedo che tra non molto arriverà da parte sua un nuovo sermone, anzi no, una nuova crociata per abbattere i demòni. Guardi in giro di atteggiamenti come i suoi è veramente difficile vederne!

    • 1) "Lei continua a propinare ai pochi lettori di questo sito, le immagini più disparate di cui onestamente non capisco la pertinenza. "

      Mi ha mostrato una foto del Sojourner, in cui diceva di vedere delle travi di calcestruzzo, le ho mostrato le altre foto, dove si vede che la zona è piena di queste "travi" ma che in realtà da un altra angolazione si vede benissimo che sono soltanto sabbia..

      Che siano pochi i lettori o meno, non ha alcuna pertinenza con la discussione.. io queste foto le ho messe in risposta a lei in primo luogo..

      Se non capisce la pertinenza le riguardi.

      2) " Non sia così “contro” e basta. E’ inutile che continua con questa sfilata di immagini che non ho capito bene a che servono "

      Servono perché voi usate foto in bassa risoluzione, e solo una o due del posto, giusto per non offrire troppi punti di vista .

      Servono perché più dati si hanno meglio si lavora, e sinceramente se lei fa lo scienziato ma non capisce a che cosa servano le immagini di Marte, in un discorso su Marte, in più della stessa zona di cui si parla.. forse dovrebbe cambiare lavoro.

      Inoltre non vado "contro" è basta, ma vado nella direzione delle prove. Come le ho già detto, se avrò più prove dalla vostra parte allora andrò di la, ma per ora non siete riusciti a fornirmi nulla di neanche lontanamente paragonabile ad una prova..

      3) " Mi dice per favore perchè si dovrebbe prestare fede a quello che dice Lei e non a quello che affermiamo noi? "

      Infatti non deve prestare fede ! Non ha capito proprio come funziona la scienza ? Non c'è FEDE !!! ci sono prove, prove empirche !! e questo lo dico anche a chiunque legge, MAI CREDERE SENZA PROVE CONCRETE !!

      4) " Perchè esistono “le sue rocce” e non le nostre “anomalie archeologiche”? Stia calmo e respiri: non si faccia prendere dalla sua furia distruttrice. "

      Perché ci sono tonnellate di motivi per pensare che sia una roccia e ZERO per pensare che sia un'anomalia archeologica.
      Non ve la prendiate a male, ma davvero, sono rocce..
      E la mia furia la scateno eccome, perché è imperdonabile che facciate soldi denigrando la scienza e inculcando le menti di persone che non hanno conoscenza con cose che non hanno assolutamente ALCUNA prova..

      5) " Come le ha detto eficacemente Piccaluga e come può leggere dai miei articoli (mi creda letti da molte, ma molte persone) "

      Molte più persone hanno letto la Bibbia, la fa diventare per questo un testo scientifico ?
      o pensa che la verità si poggi non su prove ed argomentazioni, ma su quantità di lettori ????
      Allora scusi, Cappuccetto Rosso ??

      Se vuole che la lettura dei suoi articoli abbia peso scientifico, la pubblichi su una rivista di revisione paritaria(peer review, come "Science" "Nature" "Astrophysical Journal Letters" etc etc ..) e non stia qui a vantarsi dei vostri libri best seller..

      Ma d'altronde un motivo per cui nessun scienziato al mondo accetterebbe la pubblicazione di una cosa del genere, ci sarà! Le ho già esposto precedentemente perché le vostre "ricerche " non sono affatto scientifiche e fanno più ridere che altro.. E questo prescinde dal fatto che siano vere o meno, ma mi riferisco proprio alle contraddizioni , mancanza di prova, e puro dilettantismo nell'esporle.

      6) " Lei quando vede delle rocce nelle foto, il senso della vista vale perchè le ha detto che Lei vede rocce. Invece quando si vedono diciamo queste probabili costruzioni o manufatti artificiali (a proposito ha comprato Ossimoro Marte? Ha letto i miei articoli? Per me sarebbe un onore!) il senso della vista di colpo diviene inaffidabile."

      Ancora con gli inviti a comprare il libro ???? Sarebbe un onore per lei ??
      Io non credo proprio che vi convenga che io metta mai mano su quella cosa e ci faccia una recensione..ma ormai ve la siete cercata...

      Riguardo alla vista, non è vedere che ne da la prova, ma è l'argomentazione a favore della tesi !
      Io per dire che sono delle dune di sabbia ho argomentato con altre foto da altre angolazioni in cui si vede benissimo che sono dune di sabbia...
      voi per dire che sono costruzioni artificiali, avette argomentato dicendo che...... VI SEMBRANO DUNE ARTIFICIALI !!!!
      inoltre senza far vedere altre foto..

      7) " Come fa a dire che esistono rocce e non strutture artificiali e non viceversa? Scusi, mica le ha analizzatele rocce! Analizzi anche i suoi conoscenti per vedere se sono loro: è ovvio che se non conosce il DNA non può sapere se la persona che le è di fronte sia proprio lei. E se fosse un sosia? Quindi visto che Lei crede che quelle che vede sono solo rocce le chiedo: è stato su Marte? Come fa a dire che sono solo rocce? Lei si contraddice apertamente. Lei non dovrebbe dire che sono rocce o sabbia o quello che sia. "

      Si, abbiano analizzato quelle rocce.. perché pensa che siamo andati su Marte ? a fare una passeggiatina?

      Se vuol usare l'argomento delle persone benissimo...
      Perché crede che i suoi parenti non sono travi d'acciaio ??
      le ha analizzate ? no.. e allora come fa a dirlo ?
      ESPERIENZA + LOGICA + PLAUSIBILITÀ + CONCORDANZA = è talmente più probabile che siano persone e non travi che non c'è alcun motivo per pensare che non lo siano.

      Guardi la faccenda è semplice: Il dubbio viene quando ci sono delle prove per dubitare. Qui non viene, perché non ci sono motivi per dubitare che siano dune. E le ho anche fatto vedere sia dall'alto che la regione e sabbiosa, sia con un analisi altimetrica, sia con foto da vicino..
      Perché ?? PERCHé dovrei dubitare che sono dune ????
      Sarebbe come sei lei dubitasse che le persone intorno a lei sono persone !!!

      Io posso dirlo in virtù di decine di altre dune viste nella zona, e che sappiamo essere dune..
      Lei per dire che è una trave, che ha a sostengo induttivo ?? Quante altre travi ha visto su Marte, o nella zona ??

      8 ) " Come? Gliel’hanno detto gli enti spaziali? Sarò un complottista, ma degli enti spaziali c’è poco da fidarsi (A propositoi. Ha letto i libri che le sono stati consigliati dai suoi arcinumerosi “critici” di questa discussione?). Si informi quante bugie ci hanno raccontato. Ma se continua a perdere il suo tempo qui, non ha tempo di andare a leggere "

      Ancora a insistere che devo comprarmi il libro... >.> abbassate il prezzo a quel coso prima, sono uno studente, mica navigo in soldi. Comunque ripeto, non vi preoccupate presto me lo prendo, ma per ora parliamo delle cose di cui si trattava qui..

      Riguardo agli enti spaziali.. ripeto io credo in coloro che hanno più prove e dimostrazioni.. E inoltre, a parte casi classificati durante la guerra Fredda( ma che poco avevano a che vedere con le missioni scientifiche) non ho avuto alcun modo di dubitare degli scienziati che lavorano perso questi due particolari enti spaziali.

      Inoltre, forse è il caso che vi documentiate meglio, perché una buona fetta della ricerca scientifica è indipendente da questi due enti.. Non so neanche quanti osservatori spaziali ci sono nel mondo, appartenenti a singole università o gruppi di scienziati, per non parlare delle altre decine di enti spaziali, di laboratori ovunque, e di scienziati indipendenti..

      tutti,tutti quanti fanno parte di questo complotto ?? eh si..molto sensato.. prove per questo ? l'INAF è coinvolto ??
      XD

      9) " Il sottoscritto la scienza ufficiale, con esclusione di atteggiamente come i suoi, l’ammira eccome per le eccezionali scoperte fatte fino ad oggi. "

      Eh si ..la ammira e tuttavia la denigra... con esclusione di atteggiamenti come i miei , vorrebbe dire con esclusione di gente che ha da ridire sulle vostre assurde visioni di travi su Marte ??????

      Se ammira tanto la scienza ufficiale perché non ha mai pubblicato una sola cosa in peer review ? e perché non parla da scienziato come me ?? perché non mi spiega perché sono false le mie tesi che è una duna ??????

      10) " Non sto ripeto a postare qui una miriade di link nella speranza di convincere qualcuno. Le ho detto dove vedere tutte le frecce del nostro fornitissimo arco. Non ho il suo tempo: si vada a cercare dove Le abbiamo noi indicato quello che Lei rifiuta a priori. "

      Ancora a comprare il libro ???? XD

      Fornitissimo arco eh ?? bene bene, vedremmo se ci sono frecce dentro o travi di acciaio di fabbricazione marziana.....

      Se non ha il mio tempo, mi dispiace per lei, questa non è una giustificazione valida.. E una scusa che anche un bambino potrebbe inventare..

      Ripeto come anche detto al ing Piccaluga, se volete dibattere portate le prove.. e non dite che devo leggermi tutte le vostre cose, perché se in un dibattito si chiedesse a Hawking le prove per le sue teorie su buchi neri, di certo non direbbe, no, non ti rispondo, vatti a leggere il mio libro..

      Ma la cosa fondamentale, è questa, io le cose non le rifiuto a priori !!! si legga la Logica di Aristotele.. è GRATUITA !!

      - http://fenopy.com/torrent/Aristotele+Opere+Pdf+Ita+Gr+/NTg2ODkwNQ

      A priori vorrebbe dire prima di vedere qualcosa, prima di avere conoscenza. Ma io ho risposto alle vostre obbiezioni a POSTERIORI, dopo che voi mi avette fatto vedere le cose, e dopo che mi sono documentato a riguardo.. Non a priori !!1 non è cosi difficile capire la differenza no??

      11) " Per fortuna la nostra rivista Area di Confine di lettoi ne ha molti. Al contrario di certi siti, che sperano di fare audience cercando di distruggere, facendo fiasco, la gente. "

      Per l'ennesima volta, non centra questo.. e neanche sto cercando di distruggere voi, non vi conosco neanche, io ce l'ho con le vostre tesi e le cose che dite...

      Non sposti l'argomento su di me,o su di lei , mentre si sta parlando di Marte, e di metodo scientifico.

      12) " Di persone incattivite ne abbiamo trovate tante, ma come dice il grande Piccaluga, alla fine addivengono sulle nostre posizioni. Però per Lei credo ci siano poche speranze. "

      Se la vostra capacità argomentativa è cosi bassa, per forza non mi convincerete...ho visto fare di meglio ad un gatto(che mi ha convinto a dargli da mangiare diverse volte )...

      forse siete abituati a parlare a persone che conosco ben poco di come muoversi all'interno dell'universo della scienza, di internet, e forse con neanche troppe conoscenze..
      Facile convincere chi non sa niente di Marte, più difficile convincere chi invece ti richiede un argomentazione e delle prove.. e ti porta tantissimi argomenti contrari e foto.

      13) " Venga a qualche nostra conferenza che allargherà il suo limitato (nel senso di prevenuto) sapere. Imparerà ad essere più aperto, perchè confrontarsi col diverso conoscitivo non le deve far paura. "

      D'accordo, quando venite in provincia di Arezzo o dintorni avvisatemi. Purtroppo non ho soldi essendo soltanto uno studente, per muovermi a piacere dovunque voi vi riuniate. Altrimenti possiamo fare cosi, io posso partecipare in diretta tramite webcam ! Basta che mi dite una data e io sono pronto.

      14) " .E la smetta per favore con questa stucchevole ironia, che non vorrei che fosse nient’altro che quel sentimento che una persona di questo dibattito ha messo in luce. Non credo che sia così, anche se Lei è apertamente in guerra con noi. "

      Di nuovo... non sposti l'argomentazione sul personale, solo perché non ha modo di parlare delle vostre tesi..
      La mia ironia, non ha nulla a che vedere con la validità delle tesi..
      Non cambierebbe niente neanche se fossi Hitler in persona..

      NON SONO IN GUERRA CON VOI !! MA CON LE VOSTRE TESI !!!!!! Non ce l'ho affatto con voi !! Ma solo con quello che dite, e solo dal punto scientifico.

      15) " Il funzionamento degli strumenti delle sonde spaziali lo conosciamo: non c’è bisogno che Lei faccia sempre il professore. Sembra quasi che le ha inventate Lei. Le immagini poi che ci fa vedere le conosciamo una ad una: non c’è bisogno che insegni nulla a nessuno. "

      E se le conoscete come cavolo fatte a dire che la riproduzione 3D(DTM) della rilevazione del Mars Express è uno ziggurat ???????

      Allora se conoscete già la verità ma dite comunque queste cose, siete disonesti !

      16) " Vede, noi non dobbiamo dimostrare nulla, ma proprio nulla, a persone come Lei che non è altro che l’inquisizione di questo millennio. "

      Ai miei tempi.... il metodo scientifico si basava sul operare in tensione con le critiche, e in modo da usare quante più prove e argomentazioni.

      Si vede che per lei questo non vale, e che a quanto pare deve convincere soltanto chi è d'accordo con lei, o chi non ha le conoscenze per obbiettare e quindi e facilmente persuaso.

      Beh le dico una grande perla : Dovette convincere proprio quelli come me !!

      Se io le sembro l'inquisizione si vede che non ha mai avuto a che fare con la vera scienza... Non c'è alcun perdono per le tesi che non sono ben argomentate, ben costruite e piene di prove... Non c'è nessuna pietà.. Vince soltanto la tesi meglio dimostrata, meglio argomentata, più concordante e con più prove.. Se ne faccia una ragione, se vuol farne parte, dev'essere pronto a essere schiacciato da altre tesi in caso la sua non regga...

      Altrimenti torni a fare il fuffologo.

      17) " Veramente. Lo sa che mi sembra la Chiesa del medio evo? Vorrebbe essere scientifico, ma è solo una persona ostinata e mi meraviglio che spreca il suo prezioso tempo con me e Piccaluga. "

      Vorrei tanto che anche voi foste scientifici, e cominciaste ad attaccare meno me, e iniziaste a parlare di prove per le vostre travi su Marte..

      Comunque non è affatto tempo sprecato. Ma anzi, è utilissimo a dimostrare a chi leggera, il vostro dilettantismo nel affrontare i dibattiti, e la totale mancanza di prove in vostro possesso.

      18 ) " Ma su! Se ha bisogno di difese così ad oltranza evidentemente vuol dire che l’avversario (Noi) è proprio tosto. "

      Che pazienza..... per l'ennesima volta, non è me che difendo , ma stiamo parlando di due ipotesi scientifiche,e le prove a sostegno.

      Non siete affatto "tosti". Anzi. Per ora non ho trovato difficoltà nel smontare le vostre......"travi"

      19) " Siamo molto più scientifici Noi rispetto a Lei che, solo perchè raccoglie notizie quà e là su questo piccolo sito, crede di essere il punto di riferimento dell’intera scienza della Via Lattea. "

      No affatto, e non vedo questo come aiuti la sua argomentazioni in alcun modo . E con questi attacchi personali e al mio sito che dimostrate che siete scientifici ??
      Beh non sono affatto impressionato...

      20) " Ma perchè sto a discutere qui con Lei? Tanto prevedo che tra non molto arriverà da parte sua un nuovo sermone, anzi no, una nuova crociata per abbattere i demòni "

      Perché sta a discutere con me? bella domanda... invece dovrebbe stare a discutere con le mie foto, e le mie prove.. Discuta con loro, lasci perdere me e si concentri sul dibattito...

      E se non le piacciono i "sermoni", solo perché sono contrari a quello che lei pensa, si vada a leggere Topolino, e non stia qui a far finta di fare lo scienziato..

      21) " Guardi in giro di atteggiamenti come i suoi è veramente difficile vederne! "

      Lo so...è davvero triste vedere come tanta gente è pronta ad accogliere le vostre ipotesi senza dubitarne un secondo.. nonostante non avette alcuna prova e non sappiate argomentare...

      Aspetto una risposta.. Cerchi di impegnarsi stavolta.
      Ripeto, non attacchi me , non parli di lei e dei suoi tanti lettori.. PROVE !! DOCUMENTI !! FOTO !! me li porti, altrimenti la prossima risposta la prendo come una bandiera bianca...

  41. angelo carannante

    P.S. Ma sa parlare solo indicando link? Non sa dire nullo di suo?

    • E' un dibattito scientifico, si parla di tesi scientifiche e io uso delle prove.

      Che dovrei fare ?mettermi a inventare cose ? e dilungarmi su cosa sembra a me e parlare senza alcun dato sotto mano ??

      Comunque, lo ripeto ancora... non c'entro io, è un dibattito in cui si parla di due tesi, io porto le prove a favore della mia, e lei ci porta le sue interpretazioni personali senza alcuna prova..

      Non è colpa mia se non sapette sostenere le vostre impressioni anche con dati..

  42. Glielo avevo detto Adrian. La pubblicità assicurata al suo sito con questo Ossimoro Marte sarebbe stata ben superiore a quelle che ne ricevono Ossimoro Marte e Area di Confine. Lo so che il suo blog non ha fini di lucro ma, se lo tiene aperto, ne avrà pure un motivo. Per es. secondo me lei ci si diverte molto. Le dirò anche che la trovo simpaticissimo. Complimenti. Ammetto però che mi è molto piaciuto l'intervento di Rosaria Cuccioli. Non avrà fornito grosse prove scientifiche ma mi è sembrata mossa da grande saggezza. Mi dispiace di non avere il tempo per accluderle della documentazione; visto però che leggerà Ossimoro Marte, potrà accedere alla postfazione del prof. Boncristiano che riporta la traduzione delle tavolette sumere che parlano proprio...di Marte. Le piacerà molto, ne sono convinto. Troverà anche le foto di Juventae Chasma con la relativa scritta. Le foto che ha mostrato lei del'Hirise sono molto dettagliate ma non danno la vista d'insieme necessaria in questo caso. Un giorno avremo foto ben definite di una singola pietra marziana ma ciò ci impedirà di capire cosa c'è intorno a quella pietra.
    Sempre grazie per l'ospitalità e la signorilità dimostrata.
    E.P.

    • Vedo che neanche stavolta ha saputo dirmi nulla riguardo alle cose che ho detto l'ultima volta che ne abbiamo parlato.... che pazienza infinita...

      1) " Glielo avevo detto Adrian. La pubblicità assicurata al suo sito con questo Ossimoro Marte sarebbe stata ben superiore a quelle che ne ricevono Ossimoro Marte e Area di Confine "

      Certo... come no, ma se si vanta di avere un libro Best Seller? E comunque sono contento che tanta gente possa venire a leggere come non avette avuto alcuna prova per sostenere le vostre tesi. Quindi direi che è quanto meno educativo da questo punto di vista.

      2) " Lo so che il suo blog non ha fini di lucro ma, se lo tiene aperto, ne avrà pure un motivo. Per es. secondo me lei ci si diverte molto. "

      le mie convinzioni, sul perché tengo aperto il blog, gliele ho già esposto. non voglio stare qui a ripetermi. E comunque in realtà sta diventando alquanto frustrante dovervi richiamare sempre dai vostri attacchi, o complimenti personali alla discussione.. Mi sembra di parlare con dei bambini..

      Se non volete confrontarvi, non affaticatevi a rispondere ad oltranza.

      3) " Le dirò anche che la trovo simpaticissimo. Complimenti. "

      Mi dispiace essere scortese, ma non mi interessa minimamente. Stiamo parlando di scienza, cerchi di argomentare se riesce, con delle prove. La ringrazio di cuore per i complimenti, ma fatti una volta basta, non c'è bisogno di ripetere , tanto perché non sa che dire.

      4) " Ammetto però che mi è molto piaciuto l’intervento di Rosaria Cuccioli. Non avrà fornito grosse prove scientifiche ma mi è sembrata mossa da grande saggezza. "

      Certo.. dato che era una discussione scientifica questa, anche a me è sembrato un eccellente uscita... tant'è che non si è neanche più fatta sentire..

      5) " Mi dispiace di non avere il tempo per accluderle della documentazione; visto però che leggerà Ossimoro Marte, potrà accedere alla postfazione del prof. Boncristiano che riporta la traduzione delle tavolette sumere che parlano proprio…di Marte. Le piacerà molto, ne sono convinto. "

      Cercherò di farmelo prestare da qualcun'altro, se posso non voglio spenderci soldi..ma se non ci riesco, lo comprerò comunque..

      Vedremmo poi se mi piacerà o meno..

      6) " Troverà anche le foto di Juventae Chasma con la relativa scritta. Le foto che ha mostrato lei del’Hirise sono molto dettagliate ma non danno la vista d’insieme necessaria in questo caso. Un giorno avremo foto ben definite di una singola pietra marziana ma ciò ci impedirà di capire cosa c’è intorno a quella pietra. "

      Ho già esposto le ragioni del perché non è affatto una dimostrazione di una miniera a cielo aperto !!!

      Le foto dettagliate, messe insieme danno invece una bella vista d'insieme!!

      Ma le dico una cosa buffa... Sa come si chiamano quelle cose che guardate da lontano in bassa risoluzione sembrano una cosa, ma guardate bene in dettaglio da vicino si dimostrano essere un altra cosa ?'

      ILLUSIONI OTTICHE !!!

      7) " Sempre grazie per l’ospitalità e la signorilità dimostrata.
      E.P. "

      Eppoi sono io quello ironico...

  43. angelo carannante

    Guardi Adrain che lei è completamente fuori strada. Si vede che conosce bene le sonde spaziali e la loro strumentazione. La Mars Express è un gioiello tecnologico che conferma LE NOSTRE VERITA' CON FOTO AD ALTA RISOLUZIONE. Non veda solo quello che vuole lei.L'ultima affermazione che ha fatto è del tutto gratuita e antiscientifica. Piccaluga ha ragione: è proprio una miniera a cielo aperto con tanto di scritta. Ma lei è cieco?

    • ho già risposto abbondantemente.

      Mi dia il link alla foto in alta risoluzione nei archivi della ESA, da dove avette trovato quella dello ziggurat.
      Lo usate giusto? me lo dia il link.. e lo voglio dei archivi e non ripreso da terze parti. Se non è in grado di farlo, non capisco perché commenta con tanta enfasi.

      Per la miniera, legga sopra, ho già esposto le foto dello Juventae Chasma da tantissimi punti di vista, e in una risoluzione che non è neanche paragonabile a quella del Mars Express.

      Se vuole continuare,voglio prove.Voglio delle analisi e immagini che mi espongano esattamente perché è assolutamente da escludere la natura "naturale" della struttura.

      Altrimenti non si dia cosi tanto fastidio a commentare inutilmente.Lei non è in grado di sostenere un dibattito e io non voglio perdere tempo con chi ha solo parole e niente fatti sotto le mani.

      Concludo ricordando che ho già esposto decine e decine di foto e dati con tutta la storia dello Juventae Chasma. Mi risponda a quelli invece di lanciare accuse gratuite, che nulla hanno a che vedere con il dibattito.

  44. angelo carannante

    Guardi non so che cos'è il metodo scientifico. Le abbiamo portato prove scientifiche a tutti gli effetti. Come fa a contestare sig. Adrian delle prove che lei stesso reclama a gran voce? Mi dica che cosa vuole più per dimostrarle ad esempio che la miniera a cielo aperto è tale. Analisi, scritta, perchè no fotografie, terrazzamenti UGUALI A QUELLA SULLA TERRA. Per non parlare dell'insieme delle prove che veramente ad una BRILLANTE mente come la sua dovrebbero far sorgere qualche sia pur minimo dubbio. Invece niente. Guardi, non la prenda come una critica: è desolante la pochezza. Lei se vede un alieno davanti ai suoi occhi (spero vivamente che le capiti) lo negherebbe. Se qualcuno le desse quella che a suo avviso dovrebbe essere una prova di quello che noi affermiamo e proviamo, la negherebbe ugualmente. M i dice per favore di quale scienza parla? Complimenti davvero: penso che abbia le idee molto confuse.

    • 1) " Le abbiamo portato prove scientifiche a tutti gli effetti. "

      no, mi avette fatto vedere alcune foto, argomentando con "noi ci vediamo... etc etc etc" senza alcuna argomentazione sul perché si debbano escludere altre ipotesi, ne sul perché la vostra ipotesi ha alcun senso.

      2) " Come fa a contestare sig. Adrian delle prove che lei stesso reclama a gran voce? Mi dica che cosa vuole più per dimostrarle ad esempio che la miniera a cielo aperto è tale. "
      Voglio una complessa argomentazione con tantissime prove che indichino in maniera incontrovertibile la plausibilità della vostra tesi.
      Voglio che mi mostriate segni chiari di lavorazione non naturale.
      Voglio un analisi che mi dimostri la presenza di una distribuzione di minerali che dimostri la loro manipolazione artificiale e non da fenomeni naturali.
      Voglio che mi mostriate un evidente discordanza tra i dati osservati e la tesi secondo cui è una formazione naturale(con tutta la storia di come si è venuta a formare).
      Voglio che per farlo usiate tutte le fonti a disposizione, e non selezionando è basta solo alcune che preferite .
      Voglio che mi spiegate il fenomeno in maniera complessiva e non localizzata, e quindi mi dovette mettere in relazione sia le nostre attuali conoscenze geologiche e storiche di Marte, sia la vostra ipotesi, dimostrando che quest'ultima è coerente con le nostre attuali conoscenze, o che altrimenti li spiega tutti in una maniera più concordante, con più prove a favore.

      Direi che se mi date tutto questo, è già un buon inizio.

      Se dovette indicare una bibliografia, e dei libri da leggere, non indicate soltanto il libro , ma esponete gli argomenti che usate da quel libro(cosa che se aveste mai letto una ricerca scientifica vi sarebbe parsa naturale..)

      3) " Per non parlare dell’insieme delle prove che veramente ad una BRILLANTE mente come la sua dovrebbero far sorgere qualche sia pur minimo dubbio. "

      Si mi è sorto il dubbio che non facciate sul serio. Perché per farmi venire un dubbio riguardo sulla formazione geologica dello Juventae Chasma serve molto molto molto più di quanto mi avette fatto vedere.
      In realtà la stessa foto che mostrate voi, è contraria alla vostra ipotesi, perché se sapeste interpretarla, si capisce bene come tutta la zona sia stata creata da un diluvio, e come sia quel canyon che tutti gli altri segni intorno(canali, spaccature, altre stratificazioni, allungamento del terreno per via del trasporto di acqua etc etc) indicano chiaramente la vera natura dello Chasma, e non danno affatto ALCUN motivo per pensare che sia una miniera a cielo aperto.

      4) "Analisi, scritta, perchè no fotografie, terrazzamenti UGUALI A QUELLA SULLA TERRA. "

      ecco di nuovo per l'ennesima volta lo juventae chasma

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007100_007199/PSP_007126_1755/PSP_007126_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

      ed ecco un immagine di una miniera a cielo aperto :

      - http://www.ing.unitn.it/~colombo/RAME_E_SUE_LEGHE/Image4.gif

      - http://www.assiteca.it/html/news/maggio2007/immagini/clip_image003.jpg

      - http://altocasertano.files.wordpress.com/2010/04/foto-n-4.jpg

      Ed ecco la più grande "miniera a cielo aperto " .....

      il Grand Canyon

      - http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/6/6d/GRANDVIEWREVB.jpg

      Anche se, per assurdo, dovessimo ammettere la vostra tesi di somiglianza, capite come sia totalmente insensato il vostro pretesto di fondare su questa la tesi di una lavorazione artificiale della zona ????' Non basta in alcun modo, neanche se dovesse esserci una lampante somiglianza(cosa che neanche volendo c'è)

      5) " Invece niente. Guardi, non la prenda come una critica: è desolante la pochezza. "

      vero, quello che dico anch'io.. iniziate a portare delle prove più solide!!
      ... ah parlavate di me? scusi non avevo colto..
      beh se pensate sia poco... non significa molto finché a questo "poco" non riuscite a rispondere.

      6) " Lei se vede un alieno davanti ai suoi occhi (spero vivamente che le capiti) lo negherebbe. "

      Certo che si. Come primo impatto si. Non sono certo abituato a vedere alieni. E quindi per forza se lo vedessi, cercherei di spiegarmelo con altre ipotesi. Ed è solo quando avrò escluso queste che potrò con certezza dire che è un alieno. Il modo di ragionare non si basa sul cosa mi sembra sul momento, ma su un'analisi approfondita, fatta di esclusione di ipotesi ed inclusione di nuove prove... come una selezione naturale che porta alla verità.

      7) " Se qualcuno le desse quella che a suo avviso dovrebbe essere una prova di quello che noi affermiamo e proviamo, la negherebbe ugualmente. "

      Affatto. Come con tutte le nuove prove, andrebbe verificata, messa alla prova con tutto il resto di cose che conosco, e se riesco a spiegarmela e provarmela, dandole peso e valore con delle valide dimostrazioni, allora si, la accetto, altrimenti la nego.

      Non ho negato a priori la sua idea che nelle foto del Sojourner ci siano delle travi di calcestruzzo, l'ho mostrato a posteriori dopo che ho indagato a riguardo. Non sono certo prevenuto in alcun modo. Anzi morirei dalla voglia di avere prove di vita extraterrestre, ma appunto perché non voglio ingannare me stesso, ma voglio trovarla per davvero, non accettò la prima foto che mi viene mostrata come prova senza neanche indagare.

      8 ) "M i dice per favore di quale scienza parla? "

      Copernico, Galileo Galilei, Gian Domenico Cassini, Isaac Newton, Anders Jonas Ångström , Niels Bohr , Michael Faraday , Enrico Fermi , Léon Foucault, Karl Friedrich Gauss, Kurt Gödel, Stephen Hawking, Heinrich Hertz, Peter Higgs, Edwin Hubble, Christiaan Huygens, Gerard Kuiper , Pierre Simon de Laplace, Percival Lowell, T. Edison, etc etc etc etc...

      9) "Complimenti davvero: penso che abbia le idee molto confuse. "

      Si, ma riguardo a cosa cucinare stasera, non certo nella questione di questo dibattito.

  45. angelo carannante

    P.S. Vedo che è in difficoltà perchè sua maestà si tedia molto. Chiedo scusa e tolgo il disturbo. Ha perso.

    • Cassiopea

      Secondo me non ha perso, assolutamente.

    • Appio Vanali

      Ahhh sign. Carannante...un serio professionista come lei (anche se ormai abbiamo capito tutti che è un professionista solo in cialtronate) che si arrampica sugli specchi facendo finta di non capire quello che gli viene scritto e si permette addirittura di affermare di non sapere cosa sia il metodo scientifico...dica, ma un po' di amor proprio non ce l'ha? Le sembra un comportamento degno di una persona seria e professionale? Se lei non ha idea di cosa sia il metodo scientifico - tralasciando il fatto che tale concetto è stato già spiegato dal sig. Adrian in un modo che definirei comprensibile da un alunno delle elementari - beh, spiacente per lei, ma cosa ci sta a fare a discutere in un blog che parla di argomenti scientifici? Perchè qui è solo di totale mancanza di competenza che stiamo parlando.
      Lei e il sig. Piccaluga siete convinti di stare proponendo qualcosa di "nuovo" solo perchè vi distaccate da tutto ciò che la scienza afferma e rappresenta. Mi permetta però di farle notare che se io non voglio credere a quello che vedo posso benissimo andarmene a raccontare che i suini volano, ma ciò non toglie che siano delle assurdità. Se voi non volete credere a quello che vi viene mostrato e preferite fare atto di fede sostenendo teorie prive di fondamento allora fareste meglio a fondare una religione piuttosto che cercare prove tangibili di cose che non esistono.
      E stendiamo un velo pietoso sulla sua ultima affermazione..."lei ha perso"...ma cosa crede, di vincere un giocattolino? Le sembra un comportamento da persona seria questo? Direi che si è coperto di ridicolo da solo, mi sembra di leggere la risposta di un ragazzino che ha vinto giocando a palla avvelenata.

      Fossi nei panni del sig. Adrian avrei già smesso da un pezzo di considerarvi, ma credo sia chiaro che il suo intento non sia tanto quello di darvi il contentino rispondendovi quanto quello di far chiarezza sulle vostre fandonie per rispetto degli altri lettori. Ma badate che state tirando troppo la corda adesso. Se invece di esibirvi in patetici sberleffi vi degnaste di dare una spiegazione seria e coerente evitando di pubblicizzare di continuo un libro spazzatura - perchè un buon libro non dovrebbe aver bisogno di tanta pubblicità gratuita, sbaglio? - sono più che convinto che ne guadagnereste soltanto in credibilità. Ma alla fine sono affari vostri, se non avete nulla di più interessante da dire tanto meglio. Almeno risulterà chiara a tutti la validità dei vostri argomenti.

  46. Cassiopea

    Leggendo la discussione intera trovo molto più interessante la tesi di Adrian piuttosto che la vostra, di fatto quello che dice lei alla fine non convince molto...anzi.
    Io non ho le conoscenze per poter fare una mia tesi, però trovo che il sig. Adrian abbia esposto brillantemente ( e qui io non sono ironica ) la sua, fornendo immagini e spiegazioni interessanti. Solo per questo secondo me andrebbe rispettato, anche se per voi dice cose non vere e ha espresso un'opinione contraria alla vostra.
    Trovo inoltre assolutamente scorretto(e anche un pò infantile) l'utilizzo di alcuni "mots" quali "Ha perso"e "Sua maestà".

  47. Angela

    ommioddio cosa mi tocca leggere.

    "Non sto ripeto a postare qui una miriade di link nella speranza di convincere qualcuno."

    No, infatti lei dice che ha ragione e che per dimostrarlo bisogna comprare i vostri libri e le vostre riviste. Grazie al cavolo.
    Adrian con le sue foto e le sue fonti dimostra che quello che dice ha una valenza scientifica, cosa che voi non fate.

    "Le immagini poi che ci fa vedere le conosciamo una ad una"
    Scusi ma allora come mai a sostegno della vostra tesi fate vedere sempre e solo le solite immagini a bassa risoluzione?
    Se voi vedete quello che vedete anche nelle immagini pubblicate da Adrian, perchè non usate quelle che sono più chiare e pure più belle?
    Forse perchè in quelle non si vede una mazza di quello che sostenete e quindi è più difficile condizionare la gente in modo che ci veda quello che dite voi?
    Certo, se così fosse, poi non vi crederebbero, e non si comprerebbero le vostre riviste e i vostri libri......

    "Vede, noi non dobbiamo dimostrare nulla, ma proprio nulla, a persone come Lei"
    A chi lo volete dimostrare allora? Ai poveri creduloni che già avete imbambolato con le vostre favolette?
    Se tenesse un minimo a far conoscere al mondo (quella che voi credete) la realtà, spenderebbe tempo proprio per farla conoscere a chi come noi crede nella scienza. Ma evidentemente vi basta il vostro gruppetto di creduloni per campare.....

    "Siamo molto più scientifici Noi rispetto a Lei [...] Guardi non so che cos’è il metodo scientifico."
    AHAHAHA ma si sente?!?!?! Si contraddice da solo! AHAHAHAHAHHAHA!!!!!!

    "Guardi in giro di atteggiamenti come i suoi è veramente difficile vederne!"
    Infatti è per questo che gente come voi riesce a infangare la vera Scienza.
    E la gente che crede nella Scienza di solito, non ha la pazienza e la voglia di mettersi a discutere per rimettervi sulla strada corretta, ma giustamente vi ride in faccia e si gira dall'altra parte...

    Sono indecisa...non so se lei "c'è o ci fa"...

    Perchè se ci crede sul serio a quello che dice....mi spiace per lei, che è un credulone e vede complotti ovunque...mi spiacerebbe, veramente.
    Se invece ci fa, perchè ha capito che tanta gente è disposta a credere a tutto, per colpa dell'ignoranza dilangante sull'argomento, allora è proprio un genio, complimenti.
    In ogni caso, in questa discussione non fa che rispondere a quello che le pare, tralasciando tutte le prove che dimostrano che le vostre teorie sono fandonie, in questo è molto bravo, complimenti! Ma non ha capito che un lettore un minimo attento alla discussione non avrà difficoltà a capire chi dice il giusto e chi dice cialtronerie...io l'ho avvisata.

    Le ho perfino detto che sono disposta ad ascoltare sia Adrian che voi, in modo da darvi la possibilità di convincermi che avete ragione, e cosa ho ottenuto come risposta? "compra il libro, compra la rivista" e zero, dico ZERO prove concrete qui, adesso, che confermano quello che dite. Sinceramente mi stupisco di quanto la gente possa essere così cieca da credervi.

    "Perchè esistono “le sue rocce” e non le nostre “anomalie archeologiche"?"

    Esattamente come ha detto Adrian, "ci sono tonnellate di motivi per pensare che sia una roccia e ZERO per pensare che sia un’anomalia archeologica".

    Allora dai, inizia il toto-roccia!
    Secondo voi cosa sono? Che cosa ci vedete?
    Secondo me in realtà sono giganteschi blocchi di cioccolata!
    Questo perchè i marziani sono notoriamente golosi di dolci (andiamo, da dove credete che derivi il "Mars"??? La Mars Inc. è solo una copertura, aprite gli occhi, non ascoltate quei parrucconi dell'industria dolciaria! Quasi quasi ci scrivo un libro, Ossimoro Mars, sarebbe un bestseller).
    Eh no sig.Carannante, non mi smentisca, ha forse analizzato le rocce? Che ne sa se sono "anomalie archeologiche" o golosità aliene??
    Scusate, ora vado a leggere la mia rivista preferita, mArea di Fuffine...

    (Adrian) "Perché crede che i suoi parenti non sono travi d’acciaio ??
    le ha analizzate ? no.. e allora come fa a dirlo ?
    ESPERIENZA + LOGICA + PLAUSIBILITÀ + CONCORDANZA = è talmente più probabile che siano persone e non travi che non c’è alcun motivo per pensare che non lo siano."

    Tranquillo Adrian, anche se il tuo discorso (come al solito) non fa una piega, non ti risponderanno se non con "compra il libro, leggi la rivista", perchè l'unica cosa che sono riusciti a dimostrare è che non hanno niente con cui argomentare le loro "visioni", ma almeno vogliono ricavarci qualche spicciolo...

    "P.S. Ma sa parlare solo indicando link? Non sa dire nullo di suo?"
    DI SUO!?!?!?!?!?
    Ma guardi che a volte mi prende il dubbio che parli sul serio.
    La scienza non è un'opinione, quante volte lo devo ripetere, che uno non si alza la mattina, guarda la foto di un pianeta con gli occhi ancora mezzi chiusi e mischiando realtà a sogno ci vede strane strutture aliene...e poi ci scrive pure libri!
    Adrian DIMOSTRA quello che dice con fonti attendibili.
    Voi che fate??? Dite che siete i detentori della verità ma non fate nulla per avvalorare le vostre ridicole tesi e attaccate Adrian e il suo blog dal punto di vista personale.
    Proprio un comportamento da scienziati seri, sì.

    "P.S. Vedo che è in difficoltà perchè sua maestà si tedia molto. Chiedo scusa e tolgo il disturbo. Ha perso."

    OMMIODDIO!!
    Scusi, ma quanti anni ha?
    Complimenti, di tutti i commenti ridicoli che ha lasciato, questo ha proprio toccato il fondo, è veramente infantile, torni a giocare con le carte dei Pokemon per cortesia che ha perso anche la poca credibilità che aveva.

    Infine, concordo pienamente con Cassiopea e Appio Vanali...persone che evidentemente hanno un cervello e lo usano, e non si fanno infinocchiare da quelli come voi.

  48. "P.S. Vedo che è in difficoltà perchè sua maestà si tedia molto. Chiedo scusa e tolgo il disturbo. Ha perso."
    Mi scusi, ma frasi del genere le dice mio cugino che va ancora alle elementari...

    (Angela)"Le ho perfino detto che sono disposta ad ascoltare sia Adrian che voi, in modo da darvi la possibilità di convincermi che avete ragione, e cosa ho ottenuto come risposta? “compra il libro, compra la rivista” e zero, dico ZERO prove concrete qui, adesso, che confermano quello che dite. Sinceramente mi stupisco di quanto la gente possa essere così cieca da credervi."
    Ecco

    • (scusate la replica a me stesso, problemi con il browser)
      ... Ecco questa è una cosa veramente giusta.
      Se io in questo momento non avessi la possibilità di poter repire il vostro suddetto materiale (non che i interessi poi tanto è vero), non potrei informarmi e quindi venire a sapere quali sono le prove che decantate così tanto. Ma la verità è proprio questa anche volendo non me lo posso procurare.
      Quindi se potreste in qualche modo linkare qua il materiale (o le parti essenziali) che sostengono le vostre teorie sarebbe cosa buona e giusta.

      "Non veda solo quello che vuole lei."
      Bè a quanto sembra qui tutit vedono quello che vogliono. Però sinceramente faccio molta ma molta fatica a vedere quello che dite voi.

      "Per non parlare dell’insieme delle prove che veramente ad una BRILLANTE mente come la sua dovrebbero far sorgere qualche sia pur minimo dubbio"
      ah io di dubbi ne ho veramente tanti e su tante cose, ma di certo non grazie quello che proponete voi (senza offesa). I dubbi che ho maturato nel corso degli anni lo devo al fatto che sono maturati da soli, guardando, osservando e valutando in modo critico tutto quello che mi circonda. Lo sto facendo anche ora.
      E purtroppo fino ad ora quello che mi è stato mostra non mi porta molto dalla vostra parte signor Carannante.
      Per fare un esempio: le immagini linkate dal signor Virgilio. Vi giuro che se non ci fossse stata la foto accando non avrei mai potuto associare quel piccolo sasso all'immagine di un carro armato. E non manco certo di fantasia.
      E devo anche dire che mi sembra un qualcosa di veramente assurdo, se non ridicolo. Per non citare il berretto nazista.

      “Vede, noi non dobbiamo dimostrare nulla, ma proprio nulla, a persone come Lei”
      bè forse è vero, è più difficile far comprendere queste cose a persone come "noi". Ci avete già definito, credo, come prevenuti, paladini della scienza vecchio stampo, e in molti altri modi.
      Sta di fatto che però a questo mondo, se un qualcosa è vero, allora si dovrebbe riuscire a convincere tutti. Noi compresi. E mi spiace dirlo ancora, ma in questo non vedo poi un grade sforzo o risultato.

      Aspetto il vostro materiale.

  49. ko@st23

    ..LA SCIENZA E' LIMITATA PERKE' FATTA DA UOMINI...

    • La stessa scienza l'ha già chiarito da tanto.. E tutti gli scienziati sono ben consapevoli di questo. Tant'è che nessuno ha mai parlato di verità assolute(come nel caso di religioni)bensì di teorie fondate sulle prove empiriche ottenute tramite esperienza, logica e sperimentazione, che confermano la loro concordanza con quella che chiamiamo realtà, ridefinendo man mano la stessa, e offrendoci dei modelli con cui spiegarla.

  50. Siamo imperfetti, è evidente. Noi proponiamo le nostre ipotesi e le motiviamo con gli indizi (non ho detto prove) in nostro possesso. Non ci ergiamo a paladini della scienza, una cosa troppo importante epr essere difesa da noi. Voi però lo fate. Vi invito a rileggere i vostri interventi per rendervi conto che se difendete così la scienza la ridurrete ad una partita di pallone. Ho evitato di proposito di addurre le nostre prove. Lo faccio nelle mie conferenze (gratuite) in cui mostro oltre duecento immagini (tratte da siti ufficiali e non modificate in nessun punto). Se lo facessi con voi, sarei infantile come le polemiche che ho letto. Se poi conoscete il latino dovreste anche conoscere il motto "noli mittere margheritas.....". Scusate ma (potrei sbagliarmi, per carità) a mio parere non le meritate. Voi già sapete tutto: meritate dunque di non apprendere altro. Se qualcuno lo facesse, non sarebbe generoso ma commetterebbe semplicemnte un errore. La via per le stelle (o per Marte) non può essere facile e vale sempre il detto (questa è più facile) "per aspera ad astra". Vi lascio con i vostri dubbi (ma, dimenticavo, voi avete solo certezze) e con il regalo di una gratuita pubblicità a link2universe (che, ripeto, per molti versi è un bellissimo sito): mai forum fu più frequentato. Le nostre prossime conferenze saranno a Napoli e Benevento, nel mese di ottobre. Vi aspetto.
    Un grande saluto a tutti
    E.P.

    • Appio Vanali

      Confermo quanto ho detto prima: voialtri dovete fondare una religione.
      "Scusate ma (potrei sbagliarmi, per carità) a mio parere non le meritate. Voi già sapete tutto: meritate dunque di non apprendere altro."
      Sembra una variante della fede religiosa: voi non avete fede, quindi non potete capire. Se non aprite gli occhi, non potete essere salvati. Peccato che diversamente dai religiosi, che almeno si degnano di riportare i propri testi e diffonderli, voialtri non facciate neppure quello. Se ce la compriamo la vostra "conoscenza" pagandovi riviste e convegni (i quali suppongo non saranno gratis) allora siamo apposto, altrimenti nisba, sono cavoli nostri. Ecco, ora ho capito a quale modello vi rifate: la chiesa di Scientology. Anche voi avete una gerarchia piramidale per caso?

    • Bentornato!

      Arriva giusto in tempo.. Ma lo sa che oggi sono andato a cercare il suo libro ? Lo sa che è talmente best-seller che non si trova da nessuna parte ? Ho chiesto all'Edison, poi alla Mondadori, e un mio amico ha guardato sul sito della Feltrinelli, e non c'è neanche li.
      Non solo ma non ci sono neanche nei cataloghi per poterlo ordinare...

      Non aveva avuto una risonanza mondiale ? O forse è più letto in Pakistan che da noi....

      Com'è che nessuna delle grandi librerie ce l'ha neanche in catalogo?
      Sarà mica una cospirazione dei parrucconi ???
      O forse è lei che esagera un pochino nell'elogiarlo....

      Riguardo al suo commento... Mi dispiace ma le sue affermazioni fanno acqua da tutte le parti.

      Questa cosa di "solo ipotesi" la tirate fuori ogni volta che ne avette bisogno per pararvi il sedere quando vi viene dimostrato che avette torto, quindi non siete neanche coerenti.

      Ipotesi..certo, ma anche se io dico che ci sono i conigli sulla luna, e soltanto un ipotesi. Secondo lei è onesto che io faccia comprare alla gente un libro basato su questo e spacciarlo come "scientifico"???
      Eppoi è libero di fare qualsiasi ipotesi a priori, ma a posteriori no! Dopo che ha avuto le prove, dopo che ha guardato le foto, dopo che ha avuto le spiegazioni, dopo che ha saputo cos'ha sbagliato.. la sua non è più un ipotesi degna. Ma è semplicemente un errore. Come dire che un triangolo ha 4 angoli.

      Se poi le motivate con indizi e non prove, allora perché non lo specificate chiaramente, che non avette alcuna prova? Perché non dite chiaramente che state inventando tutto quanto? se invece fate perno su prove, e " oltre duecento immagini (tratte da siti ufficiali e non modificate in nessun punto). " Allora non mi venite a prendere per i fondelli con cose come "le nostre sono solo ipotesi..."come se non voleste avere un peso scientifico.

      Signori se volete usare della documentazione, dovete sopportarne il peso. E se usate tutte quelle foto, allora non potete pararvi con il non voler dimostrare ma solo dare indizi..
      Perché(come vi ho già dimostrato) le stesse foto che avette presentato fino ad ora, lavorano in realtà CONTRO la vostra ipotesi.
      Basate tutto sulla vostra soggettiva impressione. E questa non è scienza.

      " noli mittere margheritas "

      ingegnere......... è "maragaritas" non "margheritas"

      Le perle ai porci eh? Beh non c'è dubbio che le vostre affermazioni sono davvero delle perle... questo si..

      Riguardo al fatto che "sappiamo tutto"... Beh... mi dispiace, NO. Altrimenti secondo lei questo blog cosa ci sta a fare ?
      Tutta quanta la scienza è volta verso il conoscere nuove cose.
      Ma onde evitare di apprendere delle inesattezze, abbiamo una cosa chiamata "metodo scientifico" che ci da un mezzo per metterle alla prova !

      Lei è venuto con la sua ipotesi, io l'ho messa alla prova con il metodo scientifico, ed è risultata falsa.

      Non so già tutto, ma voglio sapere la verità e non voglio credere semplicemente a qualsiasi cosa mi viene mostrata.

      Perché le polemiche che ci sono state le sono sembrate infantili ? Perché non abbiamo "abboccato" alle sue "ipotesi"??? Se le avessimo dato ragione, le sarebbe sembrata una discussione illuminante ? eppure dice sempre di aspettare delle serie critiche.. Beh le ha avute. Ed è interessante vedere come si è comportato davanti ad esse. Da vero scienziato indubbiamente.

      Riguardo alle visite al mio sito, beh capisco perché lei abbia pubblicizzato ogni commento i suoi prodotti...
      Ma sono contento che tanta gente possa leggere queste discussioni.
      Le persone sono molto meno credulone di quanto lei pensi...
      Per il resto le ho già spiegato che non traggo nessunissimo vantaggio dalla pubblicità, a differenza del suo caso...
      Riguardo alle vostre conferenze,come ho già detto: volendo posso partecipare tramite webcam.

      Ecco un paio di proverbi latini anche per lei :

      " Ignorantia legis non excusat "
      (L'ignoranza della legge[qui come scienza] non scusa.)

      e, nel caso voglia continuare...si ricordi :

      Facta, non verba !

      Un grande saluto a lei ingegnere... Ci saluti gli Annunaki.

  51. Bravo Adrian
    sei forte. Comunque Ossimoro Marte è di difficile reperibilità: ormai esaurito dappertutto (la pubbicità non serve più). Tuttavia, se proprio lo cerchi, mi risultano presenti delle copie sul sito http://www.macrolibrarsi.it dove è stato fra i primi cento libri più venduti per quattro anni di seguito, fino a poche settimane fa. Lo so che non vi fa piacere, ma ve lo dico per questo. Comunque per gioco e non per farvi un torto. Vista la richiesta ancora altissima, sarà forse ristampato per l'ennesima volta entro l'anno. Grazie per le "margaritas": sbagliamo tutti, sempre, quando ci sentiamo troppo sicuri.
    Quando al fatto che mi ispiri simpatia,non vuol dire che condivida il tuo punto di vista. Per semplificare, tu sei un tipo digitale, codifichi tutto, controlli ogni cosa. Il mio metodo invece è analogico: con esso si arriva al risultato con minor precisione ma con più sicurezza e velocità. Non lo condividerai mai, si capisce subito. Quanto alle conferenze, lo ripeto, di solito (dipende dagli organizzatori e non da noi) sono gratuite.
    E.P.

    • Riguardo al libro, che dire.. ristampatelo... stavolta però avvisate anche le librerie conosciute magari..sempre che ve le prendano. Per il resto, cogliete l'occasione per scrivere all'inizio del libro "FANTASY". Almeno non c'è il rischio che lo cataloghino male e lo mettano tra quelli scientifici.

      " Quando al fatto che mi ispiri simpatia,non vuol dire che condivida il tuo punto di vista. "

      Si beh, se ne faccia una ragione. Perché quello che ho detto non è un mio "punto di vista" ma è la spiegazione che la comunità scientifica ha dato delle cose osservate, alla luce di tutte le conoscenze che abbiamo e alla luce di tutte le prove raccolte.

      Inoltre, è un "punto di vista", tanto quanto lo è l'eliocentrismo.

      " Per semplificare, tu sei un tipo digitale, codifichi tutto, controlli ogni cosa. Il mio metodo invece è analogico: con esso si arriva al risultato con minor precisione ma con più sicurezza e velocità. "

      No che non lo condivido !! Ma quale scienziato sacrificherebbe la verità, per avere la velocità ????
      Quale scienziato si permetterebbe di non controllare niente delle cose che afferma ??
      Certo che controllo ogni cosa, perché non voglio mica andar a parlare di travi di calcestruzzo e miniere a cielo aperto su Marte !!!

      Ma si immagina Galileo che fa come lei? e non si preoccupa neanche di costruirlo il cannocchiale, perché tanto non serve controllare ogni cosa.. Eppoi tutti quei esperimenti per mettere alla prova le sue teorie sul moto... a che servirebbero ????

      Perché dovrebbe mai preferire la velocità?? C'è una gara la fuori su chi la spara più grossa per primo???

      Riguardo alla correzione sul latino, non l'ho fatto per la correzione in se, ma perché l'ha usata per prendere in giro.. altrimenti non bado a fare correzioni ortografiche non sono cosi puntiglioso..

      Quanto alle sue conferenze non mi importa se sono o meno gratuite, quello che io le dicevo e che posso partecipare per webcam se preferite, per fare un bel dibattito pubblico.

  52. Vanna

    Io volevo rispondere a coloro che vedono il carroarmato panzer nazista su marte con un bel pò di sana ironia.

    Su Marte non ci son stati i Nazisti, bensì i fascisti:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Fascisti_su_Marte

    Che, come ci dimostrano i documenti storici, fu un completo disastro.

    [Fine del momento dell'ironia].

    Sbaglio o qui mi sembra d'essere al Telemarket che si pubblicizzano libri su libri a iosa?

    Sarà una mia impressione oh.

  53. Gent.ma Vanna
    (a proposito, in tema di vendite il suo nome è già un programma) ho più volte specificato che Ossimoro Marte non ha bisogno di pubblicità in quanto ha venduto tutte le copie stampate. Ne restano poche decine in circolazione. Un risultato al di sopra di ogni previsione, con un'enorme quantità di recensioni positive. Quanto ad Area di Confine è di gran lunga la rivista ufologica più letta in Italia. E' incredibile la volontà di sminuire il tutto con ipotesi di pubblicità da parte nostra. Piuttosto di questa non richiesta enfasi siete artefici voi soprattutto. Cercando di sminuire le nostre tesi ne avete fatto una involontaria divulgazione. Comunque grazie, ma vi serva da lezione: la prevenzione e il dogmatismo scientifico (se non fosse chiaro, questa frase è un ossimoro), non pagano più, ormai da un pezzo. La gente si sta svegliando; di certo però non deve nulla alla scienza ufficiale e a voi.
    Ciò, sia chiaro, per chiarezza e senza polemica.
    E.P.

  54. Per la precisione
    in questo istante, sono le 16:40 di mercoledì 14 Luglio, a quattro anni dalla pubblicazione, Ossimoro Marte è ancora fra i primi cento libri più venduti (le ultime copie, purtroppo). La classifica è di macrolibrarsi ed è accessibile al link

    http://www.macrolibrarsi.it/charts/libri/top-150.php?pag=50,50

    Non è ( ormai inutile) pubblicità ma la obbligata risposta a chi metteva in dubbio le affermazioni di Angelo Carannante.
    E.P.

    • Non volevo essere tanto cattivo ma se vuole proprio parlarne parliamone..

      Macrolibraris non è assolutamente quello che io chiamerei un editoria scientifica, anzi ha dei titoli che sono uno più impossibile dell'altro..

      Capisco perché sia riuscito a pubblicare quel....."libro" soltanto li...

      e francamente, una classifica dove al 7° posto c'è

      Zecharia Sitchin
      " L'Ultima Profezia "

      non mi ispira molta affidabilità.. per non parlare del fatto che ogni tre quattro libri spunta un altro suo..

      Anzi, quella classifica è una sfiata della vergogna...

      - Ute Kretzschmar
      2012 L'ascesa della Terra alla Quinta Dimensione

      - David Icke
      La Guida di David Icke alla Cospirazione Globale [e come fermarla]

      - Fereydoon Batmanghelidj
      Il Tuo Corpo Implora Acqua
      Un rivoluzionario metodo naturale per ristabilire la salute e prevenire la malattia

      ( eh si... un po di omeopatia fa sempre bene alle vendite )

      - Zecharia Sitchin
      L'Altra Genesi

      - Zecharia Sitchin
      Il Giorno degli Dei

      - Jane Roberts
      Superanima Sette - Le porte della rinascita

      Mi dica una cosa, ma come mai non ha pubblicato il suo libro in un editoria..... anche un pocchino più scientifica ?????

      Francamente, finire con il suo libro nel top di Macrolibraris, e come andare con una ducati 999 a fare il giro d'italia..

      E spudoratamente piena di libri di un certo tipo e basta..

      Io mettevo in dubbio le affermazioni scientifiche di Carannante, e francamente è stata una delusione, perché non è riuscito a dire neanche "pio".. ma soltanto a ribadire che è una miniera perché lo sembra a lui..

      (tra l'altro non facendosi più vivo dopo che gli ho dimostrato che si immaginava travi di calcestruzzo dove in realtà c'è solo sabbia..... a pensarci bene, neanche lei mi ha più risposto a riguardo)

      Me lo saluti, gli dica di tornare quando ha qualche altra strana visione in qualche vecchia foto a quadretti..

      Mi diverto sempre a sentire cosa ha escogitato la vostra fantasia..

  55. Certo Adrian
    sei così convinto delle tue elucubrazioni che non ti rendi neanche conto che Ossimoro Marte è stato edito da Hera Edizioni e non da Macrolibrarsi che fa solo da distributore e che riporta le classifiche di vendita. Quanto a Sitchin ha venduto nel mondo oltre cento milioni di libri, ma per te significa solo che ci sono cento milioni di deficienti. Quanto all'omeopatia, è mai possibile che che devo spiegare ancora una volta che una cura che funziona anche su bambini e animali (quindi non suggestionabili), vuol dire che funziona veramente? Ma gli scientisti, se si beccano il cancro, non si curerebbero mai con l'omeopatia, con l'Essiac o con l'Aloe ma ricorrerebbero subito alla chirurgia e alla chemioterapia, le vere cause di morte per cancro. Evviva la scienza! Quella che preveniva il cancro al seno con il Tamoxifene che si è poi scoperto essere...cancerogeno. Li conosciamo ormai questo tipo di scienziati e siamo sempre di più ad esserne consapevoli. Mi dispiace per la scienza (quella vera) ma voi siete ormai in minoranza. Fatela finita. Volete le prove di vita intelligente su Marte? Bisogna meritarsele, oppure...cercarsele, con umiltà. Diversamente....ciccia.
    E senza personalismi: le cose di cui discorriamo sono molto più importanti delle nostre piccole persone, e dico anche a te.
    Con affetto
    E.P.

    E.P.

    • Gabriele Cavalieri

      Sull'omeopatia: certo... come no...
      Fa meno vittime solo perché fortunatamente ci sono meno pesone che ci credono.

      Non mi dilungo troppo, e rimando gli interessati a questo post: http://www.appuntidigitali.it/8709/omeopatia-la-cura-dellacqua/

      Sarei curioso inoltre di sapere il numero effettivo di copie vendute del vostro best seller.
      Il posizionamento all'83° posto di una classifica di un distributore, preceduto da titoli alquanto discutibili, non mi da molta fiducia.

  56. Caro Adriano,
    sinceramente trovo questo articolo davvero disonesto, ingiusto e soprattutto PER NIENTE SCIENTIFICO!!
    Si accusa l’Ingengner Piccaluga di essere in malafede, e questo non te lo posso concedere.
    Puoi essere o meno d’accordo con le sue TEORIE, ma vederci la malafede da imbonitore Wanna Marchi style è un accusa che fossi in te ritirerei, poiché è falsa e priva di fondamento.
    1-Dileggi e vilipendi il fatto che l’ingegnere faccia IPOTESI, mi scappa da ridere!! Caro Adriano, secondo te, tutte le certezze che abbiamo oggi da dove arrivano se non dalle innumerevoli ipotesi che l’uomo ha l’acume di fare? La scienza si fa con i sé e con i ma, non c’è verità raggiungibile senza “se”.
    In secondo luogo ti ricordo che tutta la scienza moderna si basa su IPOTESI chiamate TEORIE!!
    Da Einstein a Eisenberg, da Penrose a Hawking etc etc etc.
    Inoltre…Ricordi i problemini di matematica delle elementari ?Iniziano con l’esposizione dei fatti, cioè il problema, e con un…IPOTESI!!!
    2-Ti riempi la bocca di questa parola SCIENZA continuamente, e citi l’importanza della verità astrofisica…benissimo amico mio, sai che l’anno scorso è stato scoperto un pianeta con un suo satellite, il wasp b12, del quale gli scienziati non sanno capacitarsi?
    Questo pianeta non risponde né alle leggi di Newton né di Roche, stando alle quali non dovrebbe esistere. COME LA METTIAMO CON LA TUA INFALLIBILE SCIENZA?
    Ed ancora…la geografia astronomica ci spiega come è fatto l’interno della crosta terrestre, e poi ciò che c’è ancora più in profondità sino ad arrivare al core…ma tu lo sai CHE L’UOMO NON HA MAI TRIVELLATO SOTTO I 30 KM? QUINDI SONO TUTTE…IPOTESI!!! SCRITTE SUI LIBRI DI SCUOLA!!!
    Come è un’ipotesi la TEORIA atomica.
    Sulla luna non avrebbe dovuto esserci acqua e nemmeno su Marte e invece c’è! Come la mettiamo, signor scienziato?!
    3-Al contrario di quanto sostieni la vita su Marte c’è stata e lo hanno dimostrato GLI SCIENZIATI, con lo studio del meteorite ALH84001 ritrovato, se non vado errando, nel 1995. Ce lo dice il Johnson Space Center della Nasa.
    4-Paragoni l’ingegner Piccaluga all’autore di un libro che contraddice la teoria di Darwin! Ahahaha, scusa se rido, innanzitutto contraddice una TEORIA, cioè ciò che tanto ti disgusta!
    Ma come, le ipotesi di Piccaluga non sono scientifiche e quelle di Darwin si?Come vedi la nostra vita è basata su teorie.
    Poi vorrei informarti che la teoria di Darwin si sta sgretolando giorno per giorno.
    Cito testualmente:
    “Contrariamente a quanto si è pensato finora, l’Homo neandertalensis (scomparso 30 mila anni fa) e l’Homo sapiens (da cui ha origine l’uomo moderno) si sono incontrati e accoppiati, probabilmente nella zona della mezzaluna fertile in Medio Oriente, fra i 100 mila e i 50 mila anni fa.”
    Lo dicono i ricercatori del Max Planck Institute di Lipsia su Science di Maggio 2010, e come loro anche Olga Rickards,esperta ricercatrice dell’Università di Tor Vergata, sostiene che questa ricerca potrebbe mettere in dubbio la teoria evoluzionista di Darwin.
    Quindi un consiglio , prima di parlare e di accusare gli altri di malafede assicurati della tua e soprattutto STUDIA e INFORMATI, con la presunzione e l’ignoranza degli argomenti non si va da nessuna parte.
    Il tuo articolo è disonesto e fuorviante, nonché privo di riscontri scientifici, e denota estrema IGNORANZA.
    Esattamente come detto in incipit.
    Betty Galanti, ricercatrice e collaboratrice di Area di Confine.

    • Cassiopea

      A commenti del genere si può solo rispondere con un : Mah. Onestamente non mi meraviglierei se l'autore del blog non vi rispondesse più.

    • Vanna

      "Caro Adriano,
      sinceramente trovo questo articolo davvero disonesto, ingiusto e soprattutto PER NIENTE SCIENTIFICO!!
      Si accusa l’Ingengner Piccaluga di essere in malafede, e questo non te lo posso concedere."

      E già qui il primo errore, inizialmente non si è accusato nessuno, anzi si è sempre proposto all'ing.Piccaluga di documentare le proprie tesi con documenti e foto oltremodo decenti, come si può vedere in prima battuta. Poi chiaramente (e prevedibilmente) la discussione è degenerata in gran malora, come accade adesso.

      "Puoi essere o meno d’accordo con le sue TEORIE, ma vederci la malafede da imbonitore Wanna Marchi style è un accusa che fossi in te ritirerei, poiché è falsa e priva di fondamento."

      Facendo un rapido Ctrl+F col mio browser, io conto che la Parola "Ossimoro Di Marte" viene ripetuta dai sostenitori della vita marziana almeno 20 volte. Sarà un caso che vi siete dati la zappa sui piedi in questo modo? Se volevate far passare un messaggio subliminale per acquistare il libro, credo proprio che ci siete riusciti.

      "1-Dileggi e vilipendi il fatto che l’ingegnere faccia IPOTESI, mi scappa da ridere!! Caro Adriano, secondo te, tutte le certezze che abbiamo oggi da dove arrivano se non dalle innumerevoli ipotesi che l’uomo ha l’acume di fare? La scienza si fa con i sé e con i ma, non c’è verità raggiungibile senza “se”.
      In secondo luogo ti ricordo che tutta la scienza moderna si basa su IPOTESI chiamate TEORIE!!
      Da Einstein a Eisenberg, da Penrose a Hawking etc etc etc.
      Inoltre…Ricordi i problemini di matematica delle elementari ?Iniziano con l’esposizione dei fatti, cioè il problema, e con un…IPOTESI!!!"

      Quoto assolutamente il pezzo "tutte le certezze che abbiamo oggi da dove arrivano se non dalle innumerevoli ipotesi che l’uomo ha l’acume di fare? La scienza si fa con i sé e con i ma, non c’è verità raggiungibile senza “se”.". Però mi permetto di dire che tutte le ipotesi e teorie che poi hanno riscontro con la realtà sono state comprovate da analisi di laboratorio e, sopratutto, da prove oggettive a sostegno di tali ipotesi e teorie. Tanto per citare un tema a voi caro, non siamo estremamente scettici sulla vita extraterrestre, semplicemente non ci state presentando prove tangibili ed oggettive che portino a credere agli omini verdi di Marte.
      Che poi è il succo della discussione che è andata avanti finora, e che numerose volte è stato ripetuto di prenderci un librino a corredo.

      "2-Ti riempi la bocca di questa parola SCIENZA continuamente, e citi l’importanza della verità astrofisica…benissimo amico mio, sai che l’anno scorso è stato scoperto un pianeta con un suo satellite, il wasp b12, del quale gli scienziati non sanno capacitarsi?
      Questo pianeta non risponde né alle leggi di Newton né di Roche, stando alle quali non dovrebbe esistere. COME LA METTIAMO CON LA TUA INFALLIBILE SCIENZA?
      Ed ancora…la geografia astronomica ci spiega come è fatto l’interno della crosta terrestre, e poi ciò che c’è ancora più in profondità sino ad arrivare al core…ma tu lo sai CHE L’UOMO NON HA MAI TRIVELLATO SOTTO I 30 KM? QUINDI SONO TUTTE…IPOTESI!!! SCRITTE SUI LIBRI DI SCUOLA!!!
      Come è un’ipotesi la TEORIA atomica.
      Sulla luna non avrebbe dovuto esserci acqua e nemmeno su Marte e invece c’è! Come la mettiamo, signor scienziato?!"

      Definire la scienza infallibile equivale a dire che la terra è piatta e che la Terra sia al centro dell'universo.
      Personalmente nel mio piccolo non mi risulta che l'uomo non conosca bene come sia fatta la crosta terrestre, anzi, è grazie allo studio dei terremoti e delle onde sismiche che abbiamo un quadro della situazione molto più approfondito (anche se chiaramente ancora non ci siamo spinti direttamente nel nucleo terrestre). Se proprio ritiene che i libri di scuola siano scritti male in merito a questi argomenti, servono argomentazioni ben più solide allora.
      Non capisco perchè attacca Adrian sul discorso Acqua. L'ipotesi che non ci fosse acqua su Marte e sulla Luna è stata spazzata via dal fatto che vi è stata scoperta, ma con PROVE, fotografie, documenti analisi. Di fronte a questi tipi di dati bisogna stare zitti e l'ipotesi si trasforma in tesi. Infatti sono il primo a dire di credere all'acqua su Marte e Luna.
      Detto questo non cominciamo a tirare fuori il discorso "dove c'è acqua, c'è vita" perchè qui non si sta parlando più di scienza, ma di religione (sottolineo che è un mio personalissimo punto di vista, sono conscio che potrei essere attaccato pesantemente per un'affermazione del genere).

      "3-Al contrario di quanto sostieni la vita su Marte c’è stata e lo hanno dimostrato GLI SCIENZIATI, con lo studio del meteorite ALH84001 ritrovato, se non vado errando, nel 1995. Ce lo dice il Johnson Space Center della Nasa."

      Saprà certamente allora che nel 2006 alcuni scettici hanno ritenuto importante verificare tale tesi, ed ancora è in corso il dibattito e la ricerca per provare che siano forme di vita marziane. Se ha del materiale in merito può postarlo direttamente qui, saremo ben felici di prenderne visione.

      "4-Paragoni l’ingegner Piccaluga all’autore di un libro che contraddice la teoria di Darwin! Ahahaha, scusa se rido, innanzitutto contraddice una TEORIA, cioè ciò che tanto ti disgusta!
      Ma come, le ipotesi di Piccaluga non sono scientifiche e quelle di Darwin si?Come vedi la nostra vita è basata su teorie.
      Poi vorrei informarti che la teoria di Darwin si sta sgretolando giorno per giorno.
      Cito testualmente:
      “Contrariamente a quanto si è pensato finora, l’Homo neandertalensis (scomparso 30 mila anni fa) e l’Homo sapiens (da cui ha origine l’uomo moderno) si sono incontrati e accoppiati, probabilmente nella zona della mezzaluna fertile in Medio Oriente, fra i 100 mila e i 50 mila anni fa.”
      Lo dicono i ricercatori del Max Planck Institute di Lipsia su Science di Maggio 2010, e come loro anche Olga Rickards,esperta ricercatrice dell’Università di Tor Vergata, sostiene che questa ricerca potrebbe mettere in dubbio la teoria evoluzionista di Darwin.
      Quindi un consiglio , prima di parlare e di accusare gli altri di malafede assicurati della tua e soprattutto STUDIA e INFORMATI, con la presunzione e l’ignoranza degli argomenti non si va da nessuna parte.
      Il tuo articolo è disonesto e fuorviante, nonché privo di riscontri scientifici, e denota estrema IGNORANZA.
      Esattamente come detto in incipit.
      Betty Galanti, ricercatrice e collaboratrice di Area di Confine."

      Quest'ultima uscita fa denotare una caduta libera scandalosa. Non si vuole capire che i toni per fare una discussione costruttiva non sono questi, non siamo animali pronti a sbranarci l'un altro o bambini dell'asilo che devono per forza aver ragione e l'altro torto.
      Siamo qui tutti per confrontarci come ha scritto Lei, e sopratutto per imparare. In questo modo non si fa altro che alimentare odio e astio nei reciproci confronti che, RIBADISCO PER L'ENNESIMA VOLTA, non sono utili ai fini della discussione.
      Mi aspettavo decisamente un comportamento più professionale in merito, visto che si firma come collaboratrice di una testata giornalistica (deduco in veste "ufficiale" a questo punto), anche perchè dovreste essere abituati a dibattere su argomenti che difendente con tanta calorosità (non mi fraintenda, è da ammirare questo).

      E infine vorrei rispondere a Piccaluga, qualche post più sopra:

      "Quanto all’omeopatia, è mai possibile che che devo spiegare ancora una volta che una cura che funziona anche su bambini e animali (quindi non suggestionabili), vuol dire che funziona veramente?"

      Allora sicuramente sul web spiccano notizie false e tendenziose:

      http://magazine.paginemediche.it/it/365/il-punto-di-vista/diabetologia/detail_84327_muore-a-sedici-anni-a-causa-del-diabete-curato-con-terapie-omeopatiche.aspx?c1=23

      E stiamo parlando di diabete sig.Piccaluga. Una malattia che con l'aiuto della scienza non si muore a 16 anni, come riportato. Questo significa solo ignoranza e tanto paraocchi.
      Se l'omeopatia curava il cancro e/o i tumori mi aspettavo un'invasione di notizie da tutte le parti come minimo.
      E non citi malattie mortali che ogni anno uccidono molte persone, si deve incoraggiare gli scienziati a scoprire le cause e l'eventuale cura per questi malanni che, ahimè, ancora non hanno un rimedio. In merito mi farei un esame di coscienza e penserei due volte prima di aprire la bocca. E non è questo l'argomento principale della discussione.

      Torniamo ai nostri omini verdi, che è meglio.

    • Caspita, una ricercatrice e collaboratrice di Area di Confine !!!
      che onore! Mi dispiace se arrivo solo ora, avevo dei esami da fare all'università.

      Che dire.. lei ha l'impressione che le cose che sappiamo basate solo su teorie e ipotesi?????????

      .. beh.. è vero.. ma non solo, in realtà non abbiamo alcun modo di provare neanche che qualcosa esiste davvero, o che quello che noi percepiamo equivale davvero a qualcosa che esiste..
      Per quello che ne sappiamo, non c'è alcuna garanzia che non siamo in realtà dei "cervelli in una vasca" insomma un po come Matrix.
      Quindi se proprio voleva giocare la carta del "non siamo sicuri di nulla" poteva fare di meglio...

      Detto questo, dopo aver postulato che l'universo esiste, e che i nostri sensi possono dirci qualcosa a riguardo, ci muoviamo con ipotesi. Le ipotesi ovviamente a priori sono tutte legittime. E soltanto quando ci sono delle prove che si opera una discriminazione selettiva.

      Mettiamo che lei esca nel suo giardino(priva di qualsiasi conoscenza) e gli si chieda di dire com'è fatto il mondo. Lei guardandosi intorno, vedrà che il mondo le sembrerà piatto, che il sole gira intorno alla Terra, e che le stelle non sono altro che dei puntini, di cui alcuni si muovono in maniera particolare.
      La sua teoria geocentrica e della terra piatta, è giustissima alla luce delle prove con cui ha a che fare, e dati gli strumenti concettuali con cui può lavorare su queste prove.

      Ovviamente quando sorgono nuove prove, come le navi all'orizzonte, le ombre sulla terra,nello stesso momento, in punti diversi, o il movimento dei satelliti di Giove intorno ad esso e non intorno alla Terra, le mostreranno che la sua vecchia teoria non potrà mai spiegare la realtà che sta osservando. Allora si riformulano nuove ipotesi, tra cui vince quella che meglio riesce a spiegare i nuovi fenomeni, in maniera concordante, completa e sperimentabile.

      Detto questo, se adesso qualcuno ipotizza che il Sole giri intorno alla Terra, alla luce delle attuali prove, alla luce dei attuali strumenti tecnologici e concettuali, la sua ipotesi è chiaramente fallace in quanto non riesce a provare e descrivere alcuno di questi fenomeni in maniera esaustiva.

      Voi di Area di Confine vi comportate come dei ragazzini, che vogliono far colpo sulla bella della scuola(che purtroppo(o per fortuna) è anche la più scema) facendo i ganzi, e inventando ipotesi scandalistiche che facciano colpo.. come: ma lo sai che ho ucciso un orso a mani nude? ma lo sai che ho una ferrari ? ma lo sai che c'è una miniera a cielo aperto su Marte ?

      Ecco... vi comportate cosi.. ignorando totalmente tutte le prove a sostegno delle cose che la "scienza ufficiale" dice, e non usando neanche bene gli strumenti concettuali in nostro possesso(logica, metodo scientifico, etc).
      Ma in fondo...una volta che la ragazza ci sta, che vi importa di aver raccontato solo bugie.. Beh invece dovrebbe.. perché una volta capiterà che lo "sfigato" della classe, dica alla ragazza che dove vivete voi non ci sono orsi, che in realtà avete una panda, e che lo juventae chasma su Marte, è un canyon e non una miniera..

      Riguardo al suo meteorite marziano, mi dispiace, ma quella della NASA fu una svista... che capita.. purtroppo vede, i cosi detti "nano batteri" non esistono... o meglio, le cose che si vedono esistono, ma non sono affatto batteri, o in alcun modo vivi. La cosa è stata già chiarita tempo fa, dagli stessi scienziati..

      http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/Ascesa_e_caduta_dei_nanobatteri/1342222

      Non la prenda male, in realtà la scoperta è comunque eccitatissima, perché ci permette di capire meglio la storia dell'avvento della vita.

      " 2-Ti riempi la bocca di questa parola SCIENZA continuamente, e citi l’importanza della verità astrofisica…benissimo amico mio, sai che l’anno scorso è stato scoperto un pianeta con un suo satellite, il wasp b12, del quale gli scienziati non sanno capacitarsi? "

      Le faccio una domanda.. ma lei pensa davvero che prima del 1995(primo esopianeta scoperto) gli scienziati pensavano che la fuori non ci fossero pianeti intorno ad altre stelle ?????
      Beh,no! In realtà funziona come le dicevo prima. Per dire che una cosa c'è bisogna dimostrarlo con prove e prove e prove e prove.
      Cosi come l'acqua che lei cita.

      Gli scienziati non hanno escluso l'acqua sulla Luna o su Marte, ma semplicemente, mancavano le prove per potersi esprimere con certezza !!

      Il lavoro di sparare notizie prive di prove, fatte soltanto per accattivarsi pubblico ignaro, non è un lavoro di scienziati ma un lavoro di...beh direi che lo svolgete voi !

      Non è un attacco a persone, ma a quello che scrivete e alla maniera in cui lo scrivete..

      E' stato abbondantemente discussa e provata la natura dello Juventae Chasma. Per cui qualsiasi ipotesi alternativa, dovrà basarsi su dati più complessivi, e spiegare i dati raccolti in maniera molto più concordante, e dimostrabile, con più prove a suo carico.

      Quello che fate voi è... da ragazzini( è solo una metafora eh).

      E francamente è desolante che pensiate che la scienza ufficiale non abbia meraviglie in grado di suscitare nel pubblico lo stesso effetto...
      Potreste benissimo vendere a mio avviso anche descrivendo la reale natura dello Juventae Chasma non c'è bisogno di fare ipotesi errate ma spettacolari. Vi garantisco che un canyon di quelle proporzioni, nato in una maniera cosi drammatica e di una tale complessità, può suscitare fascino anche senza l'intervento dei Annunaki o altri personaggi fantascientifici.

      Ah,e prima che me ne dimentichi, se lei studiava un po di più biologia sapeva che la teoria di Darwin è stata cambiata, riaggiustata, perfezionata già da tanto, grazie a scoperte come la genetica, DNA, biologia molecolare... (tutte cose di cui Darwin non era a conoscenza, e che hanno aiutato a riaggiustare il tiro della sua teoria. )

      Tuttavia, La teoria dell'evoluzione, basata sulle intuizioni di Darwin, è stata confermata e 'riprovata sempre.

      E francamente la sua notizia non fa che confermare che la teoria dell'evoluzione esista, soltanto che di queste due specie in particolare non conosciamo bene tutta la storia.

      Detto questo, la invito a leggersi anche le mie spiegazioni nei tanti commenti sopra e non solo l'articolo.

      Spero che risponderà.

  57. Betty Galanti

    Cara Cassiopea, non vedo cosa ci trovi di tanto disonorevole in questo commento. Ho argomentato tutto quanto ho detto, perchè io uso il metodo scientifico che ho imparato all'università.
    Tu puoi fare altrettanto, cioè dirmi cosa disapprovi e argomentarlo. Per semplicità, come avrai visto, ho suddiviso in 4 punti le mie affermazioni.
    Mi piace confrontarmi, però non sulla base del nulla, ma con argomenti e argomentazioni. Sono pronta a rispondere ad ogni tua critica,
    un saluto

    Beth

  58. Caro Adrian
    quando noto che sembri una persona ragionevole, mi dispiace che si sia innescata una polemica anzichè una pacata discussione. E' che la discussione è partita male con un attacco diretto alle nostre tesi, da noi studiate con cura e documentate accuratamente, tanto da riscuotere quasi (è meglio adoperare sempre questo termine) unanime consenso. L'attacco frontale indispone sempre e ancor più quella che sembrava (ma forse era solo un'errata impressione) una certa saccenteria. L'esercizio dei blog insegna però l'arte della diplomazia, indispensabile per non far sfociare in rissa ogni discussione. Comunque, per coloro che non vogliono acquistare il libro (comunque esaurito) ed Area di Confine (che è invece disponibile in tutte le edicole) c'è la possibilità di acquisire gratuitamente gli elementi delle nostre tesi: a Settembre una puntata di Voyager si occuperà proprio di Ossimoro Marte e sarà Margherita Hack a commentare le nostre tesi. Ovviamente non possiamo attenderci entusiastiche conferme, ma sono certo che la risposta della nota studiosa sarà molto equilibrata e, forse, in qualche modo vagamente...possibilista.
    Grazie ancora per l'ospitalità
    Ennio Piccaluga

    • Vanna

      Certo, adesso la colpa è di chi va contro le proprie altre tesi.
      Mi dispiace solo che questo continuo arrampicarsi sugli specchi abbia degenerato la discussione in questo modo.

      Vabbè. A questo punto sono curioso di gustarmi la puntata di Voyager, che non ritengo assolutamente in mia opinione una trasmissione culturale da come si può ben intuire dai miei commenti, che terrò d'occhio.

      Se fate anche un'apparizione su Italia 1 a Mistero fateci un fischio, che siamo piuttosto curiosi.

      E a questo punto son curioso anche di sentire le tesi della Hack.

      Vanna.

    • 1) " E’ che la discussione è partita male con un attacco diretto alle nostre tesi, da noi studiate con cura e documentate accuratamente, tanto da riscuotere quasi (è meglio adoperare sempre questo termine) unanime consenso. "

      unanime consenso?????? dove? all'interno della redazione di Area di Confine ??? Perché non lo pubblica su una rivista peer review e vediamo che consenso avrà dalla comunità mondiale di scienziati.
      O lei è alla ricerca soltanto di consenso da parte di persone che di scienza non sanno molto ?

      2) " L’attacco frontale indispone sempre e ancor più quella che sembrava (ma forse era solo un’errata impressione) una certa saccenteria. "

      Si aspettava di dire che la terra è piatta e di non trovare neanche uno che la attaccasse ??
      (dico della Terra piatta, perché le teorie sulla miniera, sullo ziggurat, e sulle travi d'acciaio sono errori dello stesso magnitudo)

      3) "L’esercizio dei blog insegna però l’arte della diplomazia, indispensabile per non far sfociare in rissa ogni discussione. "

      Sono d'accordo, ma oltre alla diplomazia dovrebbero insegnare anche la divulgazione scientifica, e su che basi si pone(metodo scientifico, attendibilità,serietà, etc etc) invece qui i vostri attacchi continuano o sul piano personale, o sul concetto di scienza in se, non dando alcuna prova a sostegno delle vostre ipotesi

      4) " Comunque, per coloro che non vogliono acquistare il libro (comunque esaurito) ed Area di Confine (che è invece disponibile in tutte le edicole) c’è la possibilità di acquisire gratuitamente gli elementi delle nostre tesi: a Settembre una puntata di Voyager si occuperà proprio di Ossimoro Marte e sarà Margherita Hack a commentare le nostre tesi. Ovviamente non possiamo attenderci entusiastiche conferme, ma sono certo che la risposta della nota studiosa sarà molto equilibrata e, forse, in qualche modo vagamente…possibilista.
      Grazie ancora per l’ospitalità
      Ennio Piccaluga "

      Riguardo alla vita nell'universo siamo tutti possibilisti ma francamente dire che c'è la vita, senza prove, o peggio ancora, spacciare per prove, cose che non lo sono assolutamente, è un atteggiamento da dilettanti della scienza.

      Non mi stupisce che Voyager possa dare spazio a "Ossimoro Marte"... mi stupirebbe se avesse spazio in un quadro scientifico, e non in una trasmissione che di scientifico ha quanto il Grande Fratello.

  59. Betty Galanti

    @Vanna
    Mi si perdoni il tono, non voleva essere offensivo, è il mio stile apparentemente aggressivo, un marchio di fabbrica spesso fastidioso, e lo comprendo. Me ne scuso, non era mia intenzione essere indelicata, ma spesso non guardarsi negli occhi porta a fraintendere un atteggiamento.
    Mi si permetta, però, di sottolineare che io non guardo la forma ma i contenuti, e il signor Adriano ha espresso esattamente gli stessi giudizi in merito all’ Ing. , solo in maniera piu subdola. Quindi il mio tono polemico è stata una risposta “automatica” ad un’offesa, non un attacco a priori.
    Innanzitutto stiamo parlando di Ossimoro Marte, è chiaro che venga citato il testo, tra l’altro è il tema dell’articolo, per cui la pubblicità non è subliminale, ma diretta e ovvia, ed è lo stesso sig. Adriano a farla.
    Sono fermamente convinta che questo libro non sia una trovata editoriale, ma il frutto di una sincera passione e studio, che possono essere condivisi o meno. Ma sinceri, ed è un mio parere personale.
    1- Una teoria avvallata da prove diventa un teorema o una legge, altrimenti resta una teoria. Le prove addotte dall’ing, inoltre, o chiamiamoli indizi, sono le foto stesse, che possiamo vedere tutti con i nostri occhi. Personalmente non trovo che le foto siano chiarissime né decisive, ma sufficienti a fomentare un ragionevole dubbio.
    2- Riguardo al discorso “dove c’è acqua c’è vita” posso dirle che non sono d’accordo con questa presuntuosa teoria, esattamente come lei. Infatti esistono, ad esempio, batteri che vivono in assenza di ossigeno (anaerobi) e altri che generano metano (metanogeni), quindi sono certa che non tutte le forme di vita debbano seguire per forza di cosa i nostri paradigmi. Se ho citato il discorso acqua è perché la scienza ci ha sempre detto “non c’è acqua sulla luna”, ma mai ha detto “c’è possibilità che ci sia”. Cioè è sempre stata categoricamente negazionista, salvo poi essere tradita da prove contrarie. Quindi credo che allo stesso modo sia più scientifico dire “C’è la possibilità, anche remota, che la vita su marte ci sia stata” e non “Non c’è categoricamente mai stata vita su Marte”. Perché ENTRAMBE le asserzioni andrebbero documentate, senza prove né in un senso né nell’altro, meglio usare il condizionale.
    3- So perfettamente che alcuni scettici hanno attaccato la teoria “Vita su Marte” riguardo al meteorite, ma so ancora meglio che nel 2009 gli scettici hanno dovuto tacere di fronte alle prove. Il 25 Novembre 2009, infatti, il Corriere della Sera ci informa che Kathie Thomas Keprta, coordinatrice del Johnson Space Center della Nasa, ha trovato insieme al suo gruppo, le tracce che proverebbero la presenza di microrganismi nel passato di Marte. Tra le altre cose, un sito internet vicino alla stessa Nasa, comunica che è idea più accredita tra gli scienziati, che la vita sul Pianeta Rosso, sia stata addirittura numerosa 3.6 miliardi di anni fa, come riporta la setssa notizia Ansa e questo link:
    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/scienza/2010/01/10/visualizza_new.html_1652739421.html

    Qui, invece, il link alla notizia del corriere, ma ne troverà innumerevoli altre digitando il nome della coordinatrice del JSC.:

    http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Scienze_e_tecnologia/Spazio-tracce-fossili-meteorite-marziano/25-11-2009/1-A_000063409.shtml

    Riguardo al suo ultimo commento che mi rimprovera una caduta di stile, mi scuso nuovamente, come già premesso e le auguro sinceramente una buona giornata.
    Beth

    • 1) " Sono fermamente convinta che questo libro non sia una trovata editoriale, ma il frutto di una sincera passione e studio, che possono essere condivisi o meno. Ma sinceri, ed è un mio parere personale. "

      L'unico modo in cui un lavoro del genere poteva essere sincero, è che Piccaluga e co. si fossero chiusi in un bunker, senza libri, e senza internet, guardando soltanto pochissime foto sbiadite, e senza la conoscenza di molto ne riguardo a Marte ne riguardo all'elaborazione dei dati da parte delle sonde.
      Detto questo,immagino che cosi non sia, e quindi non capisco proprio come l'ing. Piccaluga abbia potuto SINCERAMENTE non guardare neanche una sola fonte scientifica che spieghi cosa dicevano le sue foto, com'erano fatte e come interpretarle... Davvero non posso credere che,onestamente, non si siano preoccupati neanche un minimo di dubitare in alcun modo delle proprie tesi, tanto da metterle alla prova con il resto dei documenti scientifici.

      E francamente, anche fosse per assurdo stato fatto in maniera sincera, perché adesso verrà ristampato, se ho abbondantemente mostrato all'autore in persona che non esiste alcuna traccia di miniera o altro???

      2) " 1- Una teoria avvallata da prove diventa un teorema o una legge, altrimenti resta una teoria. Le prove addotte dall’ing, inoltre, o chiamiamoli indizi, sono le foto stesse, che possiamo vedere tutti con i nostri occhi. Personalmente non trovo che le foto siano chiarissime né decisive, ma sufficienti a fomentare un ragionevole dubbio. "

      Questo succede perché probabilmente anche lei, non si è mica degnata di guardare le foto in alta risoluzione...

      Si riguardi una quarantina di commenti sopra, le foto della camera HiRISE, e mi dica su quali basi lei avanzerebbe l'ipotesi di una miniera a cielo aperto????

      Eccone solo una delle tante,

      http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007100_007199/PSP_007126_1755/PSP_007126_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

      anzi, ecco anche altre...tanto probabilmente non andrà a guardare nei vecchi commenti....

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_014300_014399/ESP_014378_1755/ESP_014378_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

      particolare a colori

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_014300_014399/ESP_014378_1755/ESP_014378_1755_RGB.NOMAP.browse.jpg

      E ancora la stessa zona:

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_016100_016199/ESP_016145_1775/ESP_016145_1775_RED.NOMAP.browse.jpg

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_016600_016699/ESP_016646_1760/ESP_016646_1760_RED.NOMAP.browse.jpg

      E ora si guardi questa:

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_011800_011899/ESP_011899_1755/ESP_011899_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

      la vede la parte in alto a destra??? Sono depositi di calce,coperti parzialmente dalle dune che vengono mosse dal vento.. Ecco.. questo fenomeno ha prodotto quella che voi chiamate "la scritta".

      Riecco qui dune che formano scritte..

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_003700_003799/PSP_003790_1755/PSP_003790_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_002900_002999/PSP_002946_1765/PSP_002946_1765_RED.NOMAP.browse.jpg

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_004200_004299/PSP_004291_1755/PSP_004291_1755_RED.NOMAP.browse.jpg

      E' ora, mi dia dei buoni motivi per non pensare che sia un canyon formato dall'accumulo per sedimentazione durante un diluvio nella zona.

      Si guardi bene le foto, e glielo chiedo di cuore, si guardi anche le altre che ho postato prima nei commenti su, insieme alla spiegazione che avevo dato la prima volta che ne parlai, della storia della zona.

      3) " Riguardo al discorso “dove c’è acqua c’è vita” posso dirle che non sono d’accordo con questa presuntuosa teoria, esattamente come lei. Infatti esistono, ad esempio, batteri che vivono in assenza di ossigeno (anaerobi) e altri che generano metano (metanogeni), quindi sono certa che non tutte le forme di vita debbano seguire per forza di cosa i nostri paradigmi. Se ho citato il discorso acqua è perché la scienza ci ha sempre detto “non c’è acqua sulla luna”, ma mai ha detto “c’è possibilità che ci sia”. Cioè è sempre stata categoricamente negazionista, salvo poi essere tradita da prove contrarie. Quindi credo che allo stesso modo sia più scientifico dire “C’è la possibilità, anche remota, che la vita su marte ci sia stata” e non “Non c’è categoricamente mai stata vita su Marte”. Perché ENTRAMBE le asserzioni andrebbero documentate, senza prove né in un senso né nell’altro, meglio usare il condizionale. "

      Non capisce come funziona la scienza. Glielo già spiegato. A priori non si può negare nulla, ma quando si formulano delle ipotesi lo si fa per spiegare una serie di fatti, e si sviluppa una teoria che si basa su questi. Quindi una teoria che è basata sui fatti : A B C D E, che riesce a spiegarli, è giusta. Quando, e solo quando si scopre il fenomeno F, si rimette in discussione la teoria, e si trova una che spieghi di nuovo tutti gli elementi più il nuovo.

      E' un fenomeno normale, è cosi che funziona, è la stessa scienza non ha alcune teorie assolute o certezze inattaccabili, ma è sempre a caccia di nuove prove, per superare se stessa, per rimettersi continuamente in questione e per cambiarsi.

      La scienza non dice che non c'è categoricamente vita su Marte, ma che per quello che abbiamo scoperto per adesso,(A B C D E) non c'è una necessità intrinseca che dimostri senza se e senza ma la vita su Marte.

      4) 3- So perfettamente che alcuni scettici hanno attaccato la teoria “Vita su Marte” riguardo al meteorite, ma so ancora meglio che nel 2009 gli scettici hanno dovuto tacere di fronte alle prove. Il 25 Novembre 2009, infatti, il Corriere della Sera ci informa che Kathie Thomas Keprta, coordinatrice del Johnson Space Center della Nasa, ha trovato insieme al suo gruppo, le tracce che proverebbero la presenza di microrganismi nel passato di Marte. Tra le altre cose, un sito internet vicino alla stessa Nasa, comunica che è idea più accredita tra gli scienziati, che la vita sul Pianeta Rosso, sia stata addirittura numerosa 3.6 miliardi di anni fa, come riporta la setssa notizia Ansa e questo link:
      http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/scienza/2010/01/10/visualizza_new.html_1652739421.html

      Qui, invece, il link alla notizia del corriere, ma ne troverà innumerevoli altre digitando il nome della coordinatrice del JSC.:

      http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Scienze_e_tecnologia/Spazio-tracce-fossili-meteorite-marziano/25-11-2009/1-A_000063409.shtml "

      Come ho già detto, i nanobatteri sono pure stati creati in laboratorio, e sono semplicemente formazioni cristalline. Niente vita.

      Ho anch'io un articolo nel blog in cui parlo dei dati di cui parla anche lei, purtroppo sono stati smentiti. Grazie di avermelo ricordato cosi avrò modo di aggiornare anche quell'articolo.

      Tuttavia,voglio precisare che scoprire microbi su un meteorite proveniente da Marte non sarebbe una prova che la vita c'è ora, ne una prova che la vita sia nata li, in quanto non escluderebbe che un meteorite terrestre abbia in passato portato vita su Marte contaminandola..

      Comunque decisamente non proverebbe che su Marte c'erano miniere di qualche civiltà !! o ziggurat sumeri !!

  60. Stella Solitaria

    Ho letto tante di quelle fesserie in questo "dibattito" che non saprei neppure da che parte iniziare a commentarle...Tant'è che non lo farò. Mi limito piuttosto a dare un consiglio spassionato all'autore di questo blog, suggerendogli di essere meno inutilmente accademico visto che la situazione non ne sta traendo alcun vantaggio e di cominciare ad ignorare la sequela di provocazioni gratuite che gli sono piovute addosso. Purtroppo qui siamo di fronte a dei maestri della retorica, gente che pur non avendo di fatto portato alcuna prova convincente a sostegno delle proprie teorie continua a tenere in piedi una discussione futile e sfibrante con l'intento di far cadere in fallo la controparte per sfinimento. Ho già avuto a che fare personalmente in precedenza con individui del genere, e la sola cosa che consiglio di fare è lasciar perdere.
    Quanto al signor Piccaluga e ai suoi collaboratori, consiglio loro vivamente di candidarsi in politica. Avrebbero un sicuro successo.
    Ossequi.

  61. Scusa la cattiveria Adrian
    ma hai lasciato la prova che Vanna sia un tuo pseudonimo: usa le tue stesse parole e scrive per ben due volte "curioso" anzichè "curiosa". A meno che Vanna sia un nome maschile....Può anche essere....

    • Sono stato via per esami universitari, per questo non ho risposto fino ad ora. Ma Vanna(maschio) e io siamo due persone distinte..

      Detto questo, dico anch'io una cosa cattiva... se le fosse dimostrato che ha sbagliato con le sue tesi di Ossimoro Marte, lo ritirerebbe dal mercato, perdendoci soldi, o continuerebbe a guadagnarci sopra??

  62. Walter

    Due indizi che convergono nella stessa direzione diventano altamente probanti.
    Per quanto mi consta l'Ing. Piccaluga non era assolutamente a conoscenza degli studi di Zecharia Sitchin che, come è noto, studiando le tavolette sumere ha evidenziato la presenza di una razza aliena che aveva, tra l'altro, costruito basi anche sul pianeta Marte.
    Quindi abbiamo due ricercatori che, pur seguendo percorsi totalmente differenti, studiando le tavolette cuneiformi sumere il primo e osservando nei minimi dettagli le foto ESA e NASA il secondo, giungono ai medesimi risultati!
    Solo coincidenze??

    • Vanna

      Foto che l'ing.Piccaluga ci ha mostrato in bassa risoluzione, che poi son state prontamente smentite dall'autore del blog pubblicando le stesse foto a risoluzione maggiore (visto che la scienza e la tecnologia ci permette di farlo).

      Le tavolette sumere?
      La comunità scientifica si è già espressa in tal proposito, quindi non credo abbia bisogno di ulteriori commenti.
      Non c'è nemmeno peggior sordo di chi non vuol sentire, alla fine non mi esprimo nemmeno, allungherebbe il brodo di bit per generare caratteri e basta.

      E si parla sempre di indizi.
      E indizi.
      E indizi.
      Ma a sostegno mancano sempre le prove. Che non si son mai viste finora.

      Rispondo a Piccaluga: partendo dal presupposto che io e l'autore del blog siamo persone distinte e non direttamente legate, chi mi dice invece che LEI non commenta sotto altri nomignoli tanto per darsi manforte da solo?

      I trucchettini del web, più o meno, li conosciamo tutti quando si deve andare a trollare nei blog altrui.

      Cordialmente,
      Vanna.

    • che due persone, in maniera indipendente, vedano in una nuvola, una mucca, non fa diventare la nuvola una vera mucca.

  63. Walter

    ... e non c'è peggor cieco di chi non vuol vedere!
    Bene, le foto le può reperire con le stesse modalità utilizzate dal Piccaluga! (ammesso che non si siano affrettati prontamente a rimuoverle perché scomode. . . e questo la dice lunga sull'atteggiamento della scienza ufficiale).

    • Vanna

      Ha prove CONCRETE che la scienza ufficiale o la NASA in questo caso rimuova DI PROPOSITO prove a favore della vostra tesi?

      O sono polpettoni fantapolitici degni di un libro di testo?

      Perchè sennò così non si va avanti.

      Vanna.

  64. Walter

    verifichi lei stessa signora o signorina Vanna, sicuramente ne è capace!

    Walter

    • Vanna

      Ancora qui son scambiato per donna, son lusingato :)

      Troppo facile uscire con certi commenti, denota solo la debolezza delle argomentazioni.
      A sto punto dico solo questo: non valete di certo il mio tempo a leggere certi commenti.

      Saluti e buon proseguimento,

      Vanna

  65. Walter

    Chiedo venia per lo scambio di sesso ma mi ha tratto in inganno il Suo nome.
    La invitavo unicamente a credere in Lei stesso (ovvero negli esiti delle sue personali e approfondite ricerche. . . al fine di dissertare quantomeno con maggiore cognizione di causa).
    Lei rimanga pure delle sue convinzioni . . . spero che sarà cosciente, comunque, che ci sono tante cose tutt'ora non indagabili dalla scienza cosiddetta ufficiale.

    • " spero che sarà cosciente, comunque, che ci sono tante cose tutt’ora non indagabili dalla scienza cosiddetta ufficiale.
      "

      Se lei alle elementari avesse frequentato invece di passare il tempo a immaginare complotti paranoici, avrebbe saputo che la stessa scienza SI BASA SU QUESTO !!

      Certo che sappiamo che non si sa tutto, e che ci sono cose ancora non indagabili del tutto.. Se cosi non fosse perché pensa che gli scienziati perderebbero tempo a sviluppare nuove tecnologie, e nuovi esperimenti, e nuove teorie??'

  66. Walter

    per Stella Solitaria

    Va da sé che la politica non mi interessa (come ad altri amici ricercatori che conosco personalmente). . . e, pertanto, la lasciamo agli imbonitori e coloro che cercano tornaconti personali.
    Abbiamo le nostre professioni e tanto ci basta!
    La nostra ricerca pluridecennale, che non si limita all'esobiologia, è dettata dal desiderio insaziabile di saperne di più.
    Il sommo Dante insegna: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza".

    • " “Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”. "

      Invece eccovi qui.... che invece di seguire la conoscenza, parlate di ipotesi ampiamente dimostrate errate, e vi basate su vostre interpretazioni prive di ogni prova, per impressionare qualche pollo.

      Perché non usa la sua ricerca pluridecennale per spiegarmi come può lo Juventae Chasma essere considerata una miniera a cielo aperto??'

      o come può vedere delle travi di calcestruzzo nelle immagini del rover Sojourner?

      Riguardo a Dante... si legga il 30 essimo canto, e veda che succede ai falsari e bugiardi...

  67. Walter

    per Adrian

    Tenga bene a mente che nell'universo tutto vibra: nulla è in quiete, tutto è in movimento. Dalla vibrazione più alta che vibra talmente velocemente da sembrare ferma a quella più bassa che vibra talmente lentamente da sembrare anch'essa ferma, noi, con i nostri modesti sensi ed ancor più modesti strumenti non ne percepiamo che una piccolissima frazione.

    per Lei sicuramente le cosìdette "scie chimiche" sono scie di condensazione e gli "agro glifi" sono innocenti passatempi di vecchietti inglesi, vero?
    E la lista sarebbe incredibilmente lunga. . molto più di quanto Lei possa minimamente immaginare. . .

    Continui pure ad aspettare che qualcun altro si sforzi di trovare delle possibili soluzioni. . dopo lei potrà sempre fare il copia/incolla nel suo blog e riscuotere il plauso di tanti polli che si credono delle aquile!

    Chi ha orecchie per intendere intenda!

    • Le scie chimiche sono totalmente fuori argomento qui, a prescindere della sua o della mia posizione a riguardo. Questo è l'ultimo avviso. Cerchi di contenersi, e non fare 3 commenti uno dopo l'altro. Inoltre cerchi di rimanere In Topic.

      I prossimi commenti che non riguarderanno la discussione, verranno considerati spam e li cancellerò.

      Grazie.

  68. Walter

    per l'Ing. Piccaluga

    Continui così. Apprezzo i suoi sforzi ed il suo coraggio.

    A pensar "male", agli occhi della scienza cosiddetta ufficiale, si rischia di essere attaccati e denigrati. Ma lei non è il primo e non sarà l'ultimo. E' un rischio che le menti più aperte e illuminate hanno sempre volentieri affrontato.

    E' il coraggio di ricercatori come lei che spingono sempre più avanti i limiti della conoscenza.

    Quello che oggi è fantascienza domani diventerà scienza. Così è sempre stato e così sempre sarà . .

    • " Quello che oggi è fantascienza domani diventerà scienza. Così è sempre stato e così sempre sarà . . "

      si ma questo soltanto grazie al uso del metodo scientifico, con l'uso di prove, esperimenti e indagini scientifiche, fatte dagli stessi scienziati ufficiali che lei denigra.

      " E’ il coraggio di ricercatori come lei che spingono sempre più avanti i limiti della conoscenza. "

      Invece no.. è il coraggio dei ricercatori che passano notti intere in laboratorio, o nei ossevatori a lavorare su dati, alla ricerca di prove su cui basare le loro dimostrazioni, che si va avanti.
      E non grazie a libri privi di qualsiasi argomentazione scientifica degna di questo nome, e che parlano di cose già dimostrate sbagliate in maniera abbondante.

      I lavori come Ossimoro Marte, non fanno fare progressi alla scienza ma rallentano la sua diffusione culturale

  69. Gaetano

    Faccio l'avvocato e sono abbonato ad Area di confine, senza vergognarmene; per l'attitudine della mia professione sono abituato all'esercizio dello scetticismo e questo anche nei confronti delle "verità" che vengono diffuse dalla scienza ufficiale. Tanto più se si considera, nella specie, che le analisi scientifiche si basano per lo più su fotogrammi provenienti dalle missioni Nasa. Sarebbe opportuno che ogni tanto si ricordasse che la legge istitutiva della Nasa, al paragrafo 305, considera espressamente la National Aeronautics and Space Administration un'Agenzia della Difesa degli Stati Uniti, quindi sotto il diretto controllo del Dipartimento della Difesa e pertanto supponibilmente soggetta all'onnipresente vincolo della "sicurezza nazionale". Qualcuno ricorda che la seconda Guerra del Golfo è nata perché ci è stato raccontato - dalla difesa degli Stati Uniti - che Saddam possedeva armi di distruzione di massa? Bene, non mi pare di dover dire altro.
    Tra l'altro la Nasa nel 1959 commissionò alla Brookings Institution il famoso rapporto sulle implicazioni per gli affari umani delle attività spaziali pacifiche, dove si affermava testualmente che mentre incontri con forme di vita extraterrestre non sarebbero occorsi nei successivi venti anni, artefatti lasciati in qualche momento della storia da queste forme di vita avrebbero potuto essere scoperti attraverso le attività spaziali della Nasa sulla Luna, Marte o Venere. Curioso.
    Quando saltò fuori la Cydonia Face, il supposto gioco di luci ed ombre, pur immediatamente sbandierato, preoccupò a tal punto la Nasa che Gerald Soffen, scienziato del progetto Viking, si affrettò a dichiarare l'esistenza di "disconfirming photos" scattate più tardi dalla stessa sonda, affermazione che poi si scoprì essere clamorosamente falsa. Quindi forse la malafede non è solo da una parte.
    Quanto alla vicenda ziggurat, dalla quale è partita questa discussione, prendo atto del fatto che la rappresentazione in 3D delle rilevazioni altimetriche potrebbe creare l'illusione di gradoni o scalettature nella raffigurazione fotografica. Benissimo: debbo però dire, mutuando l'espressione dal linguaggio processuale, che le foto fornite dall'autore del blog non raggiungono la prova contraria: in quelli che appaiono subito come dei rilievi naturali, le "scalettature", quando ci sono, sono distribuite in modo infrequente e apparentemente caotico, al contrario della foto dell'Ing. Piccaluga. Se è disponibile una foto in alta risoluzione dello stesso identico sito, ove non appaia una piramide ma una collinetta, allora che la si pubblichi e ne si prenderà atto.
    Un'ultima notazione: ho frequentato le scuole superiori nella prima metà degli anni ottanta e non ricordo che il mio testo di geografia astronomica ipotizzasse l'esistenza di pianeti extrasolari. Vi era forse qualche scienziato che ne sosteneva la possibilità? Probabilmente sì, ma per uno ve ne erano altri cento che lo rampognavano (nella migliore delle ipotesi) con il sorrisetto saccente sulle labbra. Benché sia off topic, non guasterebbe ricordare che la storia della scienza è costellata di vicende di personalità incomprese, fortemente osteggiate dall'ambiente accademico, che hanno pagato con l'isolamento e la povertà il fatto di sostenere tesi eterodosse.

    • Salve signor avvocato(chissà perché ci tiene a dirlo.. infondo non è di alcuna rilevanza che mestiere fa),la ringrazio per il suo intervento.

      1) " per l’attitudine della mia professione sono abituato all’esercizio dello scetticismo e questo anche nei confronti delle “verità” che vengono diffuse dalla scienza ufficiale. "

      e fa bene !!
      a questo punto voglio sperare che insieme ad Area di Confine legge anche una rivista di divulgazione scientifica come "Science" "Nature" o simili..

      2)" Tanto più se si considera, nella specie, che le analisi scientifiche si basano per lo più su fotogrammi provenienti dalle missioni Nasa."

      Falso, signor avocato, ma l'ha letta tutta la discussione?? le foto del ing. Piccaluga arrivano dal Mars Express(sonda dell'ESA).
      Ad ogni modo, i dati su cui ci basiamo sono condivisi dall'intera comunità scientifica, e la NASA(da cui arrivano le foto del HiRISE che ho postato nel caso della discussione sulla miniera a cielo aperto), per quanto importante non è certamente in posizione di monopolio sul sapere. La comunità scientifica mondiale si avvale di decine di agenzie spaziali, centinaia di osservatori, e università totalmente indipendenti, e letteralmente centinaia di migliaia di scienziati indipendenti che lavorano su dati provenienti da tutti gli enti(ESA/ESO, NASA,JAXA,INAF,CNES, + numerose altre+ tutte le università del mondo )

      2) " Sarebbe opportuno che ogni tanto si ricordasse che la legge istitutiva della Nasa, al paragrafo 305, considera espressamente la National Aeronautics and Space Administration un’Agenzia della Difesa degli Stati Uniti, quindi sotto il diretto controllo del Dipartimento della Difesa e pertanto supponibilmente soggetta all’onnipresente vincolo della “sicurezza nazionale”. "

      E sarebbe anche opportuno che ogni tanto si ricordasse che i tanti centri di ricerca finanziati dalla NASA(per esempio AMES) non hanno particolari vincoli nel trattare i dati, ma anzi, tutti i dati raccolti dalle sonde NASA sono rese disponibili gratuitamente e pubblicamente a tutti gli scienziati del mondo dopo un massimo di qualche mese in cui l'esclusiva tocca al team che ha lavorato al progetto.

      3) "Qualcuno ricorda che la seconda Guerra del Golfo è nata perché ci è stato raccontato – dalla difesa degli Stati Uniti – che Saddam possedeva armi di distruzione di massa? Bene, non mi pare di dover dire altro. "

      Immagino che questa sia per lei una lampante prova che i team scientifici affiliati alle varie missioni finanziate dalla NASA, nascondano chissà quali misteri.. wow...

      E comunque,ripeto, questo non è di alcuna rilevanza nel caso della verifica dei dati scientifici.

      Certo lei può dire che la NASA mascheri tutto, ma se fa l'avvocato capirà da se che le affermazioni che sta facendo sono frutto di paranoia e non di deduzione logica.

      4) " Tra l’altro la Nasa nel 1959 commissionò alla Brookings Institution il famoso rapporto sulle implicazioni per gli affari umani delle attività spaziali pacifiche, dove si affermava testualmente che mentre incontri con forme di vita extraterrestre non sarebbero occorsi nei successivi venti anni, artefatti lasciati in qualche momento della storia da queste forme di vita avrebbero potuto essere scoperti attraverso le attività spaziali della Nasa sulla Luna, Marte o Venere. Curioso. "

      Già..molto curioso.. certo che, il pensiero di poter trovare qualcosa la fuori è davvero qualcosa di incredibile... chissà perché nessuno ci aveva mai pensato prima..mmmm

      Avocato, si lega il Somnium, di Keplero.

      http://en.wikipedia.org/wiki/Somnium_(Kepler)

      Scritto tra il 1620/1630, narra di extraterrestri sulla Luna.

      O anzi, basta che legga qualsiasi libro di fantascienza dell'inizio del 900, e vi troverà tantissimi racconti di civiltà aliene sia su Venere che su Marte..
      Moltissime persone pensavano che l'atmosfera di Venere nascondesse chissà quali foreste tropicali.

      Anche perché nel 1959(anno a cui rissale il documento di cui parla) moltissimi pensavano ancora che l'uomo esplodesse nello spazio profondo.
      Si pensava ancora che su Venere ci potessero essere delle piogge,oceani e foreste..
      E le conoscenze che avevamo su Marte, Venere e la Luna erano davvero ridicole in confronto a quello che sappiamo oggi.

      Vede, quello che cerco di dirle, e che non siamo certo nuovi al concetto di altre popolazioni la fuori. Anzi. Probabilmente e dalla preistoria che ci si chiede se ci sono altri la fuori tra le stelle..

      Quindi francamente, in un epoca dove sembrava che l'esplorazione spaziale stesse per prendere piede verso l'esplorazione dell'intero Sistema Solare, a me sembra molto più che legittimo ponderare l'eventualità di trovare segni di altre civiltà.

      Ma per adesso non ci sono affatto segni. Ma non solo, per quello che sappiamo ne su Marte, ne su Venere ci potrebbero mai essere state civiltà come le intendiamo noi. E sarà un miracolo se forse su Marte troveremmo qualcosa più di un microbo! (su Venere non azzardo neanche un ipotesi,date le condizioni.... al massimo forse nell'atmosfera).

      5) "Quando saltò fuori la Cydonia Face, il supposto gioco di luci ed ombre, pur immediatamente sbandierato, preoccupò a tal punto la Nasa che Gerald Soffen, scienziato del progetto Viking, si affrettò a dichiarare l’esistenza di “disconfirming photos” scattate più tardi dalla stessa sonda, affermazione che poi si scoprì essere clamorosamente falsa. Quindi forse la malafede non è solo da una parte. "

      Era una conformazione singolare... non capisco davvero perché ogni interesse dei scienziati non ha lo stesso trattamento...

      Ma lo sa quante volte è stata analizzata la zona del canyon della Vallis Marineris, su Marte? per l'incredibile complessità geologica della zona...
      Perché non si preoccupa di lanciare delle ipotesi strane anche riguardo a questo??

      6)" Quanto alla vicenda ziggurat, dalla quale è partita questa discussione, prendo atto del fatto che la rappresentazione in 3D delle rilevazioni altimetriche potrebbe creare l’illusione di gradoni o scalettature nella raffigurazione fotografica. Benissimo: debbo però dire, mutuando l’espressione dal linguaggio processuale, che le foto fornite dall’autore del blog non raggiungono la prova contraria: in quelli che appaiono subito come dei rilievi naturali, le “scalettature”, quando ci sono, sono distribuite in modo infrequente e apparentemente caotico, al contrario della foto dell’Ing. Piccaluga. Se è disponibile una foto in alta risoluzione dello stesso identico sito, ove non appaia una piramide ma una collinetta, allora che la si pubblichi e ne si prenderà atto. "

      A dire la verità non riesco ancora a trovare una fonte precisa nei archivi ESA della foto in causa. E l'ing. Piccaluga ed il dottor Carannante non sono stati in grado per adesso di fornirmi un link nonostante l'avessi espressamente chiesto.

      Ad ogni modo, quello che volevo dimostrare è che non è una prova di nulla come foto, in quanto una ricostruzione 3D si basa su dati che non sono perfettamente ricollegabili alla realtà dei fatti.
      Per quanto riguarda la sua teoria sul caotico/ordinato. Non funziona, perché non cambia in alcun modo la natura del problema. Cioè che la somiglianza a qualcosa che la mente immagina come uno ziggurat è meno di zero come prova(appunto, anzi è dannosa,perché trae in inganno).

      Il fatto che sia meno caotica può benissimo essere dato dalla risoluzione minore, dalla minor quantità di dati,e dalle caratteristiche naturali del territorio.

      Ad ogni modo, ripeto, invito i signori a farsi avanti con dei link agli archivi dove hanno preso la loro foto.

      7)"Un’ultima notazione: ho frequentato le scuole superiori nella prima metà degli anni ottanta e non ricordo che il mio testo di geografia astronomica ipotizzasse l’esistenza di pianeti extrasolari. Vi era forse qualche scienziato che ne sosteneva la possibilità? Probabilmente sì, ma per uno ve ne erano altri cento che lo rampognavano (nella migliore delle ipotesi) con il sorrisetto saccente sulle labbra. Benché sia off topic, non guasterebbe ricordare che la storia della scienza è costellata di vicende di personalità incomprese, fortemente osteggiate dall’ambiente accademico, che hanno pagato con l’isolamento e la povertà il fatto di sostenere tesi eterodosse. "

      Francamente,conoscendo la qualità dei libri di scienza che circolano molto spesso, mi stupirei che ci fossero anche oggi... ad ogni modo, di esopianeti ne parlava già EPICURO !! nell'antichità(la lettera a erodoto).

      Una prima formulazione scientifica della loro esistenza invece è del 1713, e porta il nome di Newton.

      Mentre il primo esopianeta arriva nel 1995 ufficialmente.

      Vede, lei sembra non capire molto bene come funziona la scienza. Non basta avere un idea, o un ipotesi.. Un ipotesi vale ben poco(anche se corrisponde alla realtà,ed è giustissima) senza le prove solide per poterla argomentare e teorizzare.

      Lei finisce ricordando personalità incomprese,fortemente osteggiate dall'ambiente accademico... è vero i casi ci sono stati, anche se non so di qualcuno di questi che ha portato avanti le sue ipotesi in una maniera cosi errata e dilettantistica come viene fatto da alcuni "scienziati" di Area di Confine...

      Quindi non guasterebbe ricordare che la conoscenza, e la tecnologia di oggi, sono frutto del metodo scientifico e del duro lavoro continuo di scienziati e ricercatori che non basano le loro teorie sul "a me quella duna di sabbia su Marte mi pare una trave di calcestruzzo", ma passano anni e anni in laboratorio, nei osservatori, nei acceleratori di particelle,etc etc, continuamente mettendo alla prova quello che pensano e dicono, mai contenti e sazi di sapere, e sempre alla ricerca di poter argomentare sempre in maniera più completa le loro tesi, in ogni più piccolo particolare, con tonnellate di prove.

      E francamente pubblicazioni come queste, che poi finiscono solo per gettare fango sulla comunità scientifica attuale, sono un insulto a tutto questo lavoro.

      La ringrazio per il commento.

  70. Caro Adrian
    sei la contradizione vivente. Mi dici che atteggiamento scientifico può avere uno che basa le sue asserzioni su preconcetti? Dici che certi libri finiscono per gettare fango sulla comunità scientifica, senza....averli letti. No, mi sbaglio, hai letto solo il titolo. Penso che la scienza, difesa da quelli come te, se la vedrà proprio male. Anche la Hack è ragionevolmente scettica, ma ne ho accettato di buon grado il parere nel contradittorio registrato per Voyager. E' questione di classe e di coerenza. Quella che manca all' interlocutore di questo blog. Ricorda che la vita ha sempre sconfitto quelli del "mi spezzo ma non mi piego".
    Un pò di umiltà, comincia a piegarti, nel tuo interesse.
    E.P.

    • Ingegnere, ho citato i libri prima per dare un idea del genere di libri presenti nella classifica di cui si vanta.. Per far capire che non è una lotta alla pari, ma sta lottando all'interno di un ben specifico e determinato filone, che francamente non fa neanche mistero del suo odio per la scienza ( "ufficiale" ).

      Riguardo al resto ho parlato esclusivamente del suo libro, rispetto alle cose che lei mi ha fatto sapere, inviandomi persino dei articoli.

      Ho affrontato i temi da voi proposti,come ziggurat, miniera a cielo aperto, travi di calcestruzzo etc. E ho dimostrato che non sono affatto sostenibili, con fotografie, dati e rilievi effettuati dai team scientifici interessati, e non con opinioni mie.

      Se lei mi invita ad approfondirli nel suo libro, mi faccio un idea ben precisa di che cosa potrei trovare...

      Quando parlavo di fango sulla scienza, parlavo della continua repulsione verso la "scienza ufficiale", in senso assolutamente paranoico e utile soltanto a avvicinare i lettori a credere in voi, in virtù di una qualche garanzia di sincerità( che poi non assicurate in alcun modo..)

      Signori, se avette fatto un lavoro sincero, avette peccato di negligenza, perché francamente di sviste ne ho viste tante, ma i vostri sono errori grandi come uno ziggurat. Non vi siete neanche degnati di guardare le spiegazioni della comunità scientifica a riguardo???

      Se si, perché non ne parlate mai ? Perché non mostrate mai le immagini della camera HiRISE per esempio???

      Se siete stati sinceri,avette fatto un pessimo lavoro. Ma io non credo affatto che siete stati sinceri..anzi(comunque è un opinione mia).

      Riguardo alla Hack, sono d'accordo che ha classe, e francamente sarei andato anch'io a dire la mia riguardo al suo libro, a Voyager !!
      Un occasione più unica che rara di riuscire a mostrare un po di scienza a tutti quei spettatori abituati a sentire una trasmissione puntata totalmente sul sensazionalismo facile, misteri creati ad hoc, e miti urbani.

      Riguardo all'umiltà...

      è buffo come una volta l'accezione del proverbio "mi spezzo ma non mi piego" era positiva..... eppoi con i secoli è diventato positivo il piegarsi al volere di altri, per paura di spezzarsi..

      Beh io preferisco spezzarmi, ma non mi piegherò!
      E non mi importa affatto del mio interesse, io non ho fatto questo blog per mio interesse, come ho già spiegato sopra, questo blog è dedicato al pubblico, a mettere in contato chiunque con la comunità scientifica e con tutte le scoperte più entusiasmanti e recenti.
      E ritengo sia diritto fondamentale di tutti avere a disposizione l'accesso gratuito a tutto il sapere scientifico, e avere a disposizione gli strumenti per potersi difendere da tutti questi autori da strapazzo che fanno soldi facili parlando di misteri inesistenti, e ipotesi sensazionalistiche prive di qualsiasi fondamento scientifico.

      Caro Ennio, penso che la fuffologia, difesa da quelli come lei, se la vedrà proprio male...

  71. Angela

    Ho finalmente finito di leggere tutti i commenti che mi ero persa e...che dire...rimango sempre più sbalordita, in senso negativo.

    Non voglio ripetere per l'ennesima volta le solite spiegazioni, dato che a farli egregiamente come sempre ci ha pensato già Adrian (ma perchè Betty Galanti continua a chiamarlo "Adriano"????).

    Mi limiterò a fare un riassunto di questa discussione, per vedere se riusciamo a fare un minimo di chiarezza e a convincere certi interlocutori a rispondere da quesiti che rimangono posti al vento...

    Abbiamo tutti detto e ridetto mille volte che:

    1- La Scienza (sì quella ufficiale dei "parrucconi") NON ha la presunzione di spiegare tutto, per questo vengono effettuate continue ricerche e costruzioni di macchinari sempre più sofisticati.
    Anche la Scienza si basa su teorie, che sono tutte possibili a priori, ma che poi vengono confermate o smentite da PROVE CONCRETE.
    Per essere poi messe in discussione, ci voglio prove altrettanto concrete, NON ipotesi campate in aria.

    Mettetevelo in testa e smettetela di vedere cospirazioni ovunque che non è un bel vivere.

    2- Adrian vi ha pazientemente spiegato dove sbagliate e con prove concrete, foto chiare e inattaccabili, da fonti autorevoli e vi abbiamo invitato più volte a rispondere.

    Qual è stata la vostra risposta?

    a. "io non ci vedo quello che vede lei"
    Peccato che non è che Adrian ci vede una cosa piuttosto che un'altra, ma espone quello che realmente È alla luce delle prove concrete che la Scienza ha rilevato. Prima di obiettate, rileggete il punto 1.

    b. "si compri Ossimoro Marte"
    poi è Adrian che si fa pubblicità, uhn? In quasi ogni commento non fate che ripetere questa frase. Ma lasciamo perdere pure questo, la cosa GRAVE è che...è la vostra UNICA risposta!
    Se aveste delle prove concrete e se voleste far conoscere (quella che secondo voi è) la verità, pubblichereste uno straccio di prova anche qui. D'altra parte, perchè noi dovremmo spendere soldi per un libro che per noi contiene solo interpretazioni di foto sbiadite??
    Lasciate stare, rispondo io: perchè lì nessuno vi contraddice. Perchè lì una persona che non conosce la Scienza (quella vera) cade facilmente nella vostre favolette e ne rimane impantanato. Così come probabilmente è successo con tutti i vostri "seguaci" e collaboratori. È così che si propagano queste leggende urbane, con la disinformazione, che è quella che state facendo voi.

    Infatti è quello che avete fatto anche con me quando ho detto "convincetemi, sono pronta ad ascoltarvi" e invece..niente.

    3- La dimostrazione di tutto questo sta - ripeto - nel fatto che nessuno si è mai degnato di rispondere alle prove di Adrian con altrettante prove di altrettanto valore, ma sono seguiti sempre e solo o offerte di libri e riviste o offese personali.

    4- Infine, periodicamente arriva qualche nuovo soggetto che NON LEGGE NIENTE di quanto abbiamo scritto sopra ma si mette a difendere Piccaluga e co. con commenti assolutamente personali che non c'entrano NIENTE con la Scienza e l'argomento in questione.
    Questo qualcuno è sempre un lettore della vostra rivista o simili che non fa altro che insultare e basta, cosa niente affatto istruttiva nè interessante in questa discussione.

    Voglio ricordare a tutti che qui non vogliamo attaccare sul piano personale nè Piccaluga nè nessun altro, stiamo parlando di Scienza e vogliamo commenti mossi dallo stesso intento.
    Basta con i commenti da ragazzini delle elementari che difendono l'amichetto del cuore (o il collega che gli dà lavoro..) senza nemmeno parlare di scienza o presentare un minimo, dico, un minimo di prova che lasci pensare che certe affermazioni possano essere vere.

    RIPETO E SPERO PER L'ULTIMA VOLTA
    che noi (e tantomeno la Scienza ufficiale) NON neghiamo a priori la possibilità che una cosa, per quanto strana, possa esistere.
    Ma finchè non ci saranno prove concrete, tangibili e incontrovertibili queste cose devono essere enunciate come IPOTESI, non spacciate per verità.

    E non venitemi a dire che voi dite che sono ipotesi perchè avete sempre spacciato le vostre come verità assolute infangando pure il lavoro degli scienziati seri e delle vere ricerche scientifiche!

    E pure queste ipotesi per essere anche solo prese in considerazione NON DEVONO ESSERE annullate da PROVE che dimostrano l'impossibilità della loro veridicità.

    Proprio come l'esempio di Adrian di qualche commento fa riguardo l'affermare ADESSO che la Terra è piatta.

    Le vostre ipotesi quindi, potranno essere prese in considerazione solo quando avrete un minimo di prova che giustifichi anche la sola supposizione della loro veridicità. È chiaro?

    Fino ad allora, mi spiace pensare a tutti gli alberi che sono stati tagliati per produrre un libro come Ossimoro Marte, alla gente che ha sprecato soldi per comprarlo, tempo per leggerlo, neuroni per credere a queste balle e a quanto la disinformazione continui a dilagare.

    Breve Off topic: peggio ancora quando la disinformazione uccide le persone, come con l'omeopatia. Ma non è il caso di parlare di questo in questo sito.

    Mi sono sforzata di riassumere al meglio i concetti, anche se so già come andrà a finire (vedi punti 2-3-4).
    Onde evitare di sprecare altro tempo con chi ha le fette di prosciutto (di maiali egitto-marziani ovviamente) negli occhi e salamini (sempre delle solite bestie) nelle orecchie, saluto tutti, rinnovando i complimenti ad Adrian per il blog e per la pazienza che ha nel diffondere la Scienza
    e istruire un po' le persone (me in primis) con la promessa di tornare a commentare quando ci saranno argomentazioni più interessanti (e mature, e serie, e fondate) a cui rispondere e non i soliti "no tu hai torto perchè sei un parruccone" e altre assurdità o, peggio, insulti.

    Alla prossima,
    Angela

  72. Walter

    Eccola qua un'altra pollastra che si crede un aquila!
    Contraddizioni su contraddizioni. . . discorsi contorti. . . la scienza si avvale di ipotesi. . . chi segue percorsi alternativi non può avvalersene. . ma insomma. . . siete ridicoli.
    E poi!?!? Adrian avrebbe divulgato della scienza? Mi viene quasi da sorridere se la cosa non fosse patetica. . Ci fu un grande scienzato che cercò di farlo: Nikola Tesla . . . . e sappiamo tutti la fine che gli hanno fatto fare quelli che . . . .

    Lui si che era un grande scienziato e di larghissime vedute. Lui si che era fermamente convinto dell'esistenza di entità intelligenti abitanti altri pianeti che, manco a dirlo, hanno la stramaledetta abitudine di edificare, di modellare, di . . . chissà quante altre cose ancora!

    Cosa ne dite?? Vogliamo avviare una colletta, una raccolta fondi per organizzare una spedizione su Marte?? Perché mi sa che è l'unica prova tangibile che forse sarebbe disposta ad accettare la vostra. . . Curiosity..

  73. Angela

    Eccolo qua un altro tacchino che si crede un marziano!!

  74. Walter

    Sicuramente non sono più «marziano» di lei. Si legga per bene la Genesi, tutta!

    • Mi ero ripromesso di non commentare più qua ma di leggere e basta dato il poco tempo e voglia che avevo di spenderci tempo.

      Vorrebbe essere così gentile da spiegare cosa ci azzecca la Genesi?
      Premetto che non ho mai letto la Bibbia o Vangelo o che sia, e che userei tali libri solo come contrappeso se non peggio, ma questa mi ha incuriosito.
      Potrebbe quindi, dato che non ne ho una copia in casa, riassumere brevemete (se può e ha voglia) quello che contiene a favore di della sua affermazione "Sicuramente non sono più «marziano» di lei" ?

  75. Angela

    La Genesi?!? Sta scherzando??? xD

  76. Walter

    Si proprio la Genesi (il primo libro del Pentateuco). . . ma si affretti . . . perché potrebbero modificare il testo. :-)
    Se poi la cosa dovesse incuriosirla potrà sempre approfondire leggendo l'Enuma Elish :-O . . . che è molto più antico e completo.

  77. Walter

    Cara amico Alessio, la conoscenza non si acquisisce a buon mercato. . . la si merita.
    Le mie ricerche, i miei studi, i miei viaggi durano da oltre 30 anni e non mi sono mai risparmiato in questo.

    Legga, legga e poi rettifichi e rilegga. . . se è veramente interessato.

    Qualcuno molto al di sopra di me disse: "Coloro che cercano cerchino finché troveranno. Quando troveranno, resteranno turbati. Quando saranno turbati si stupiranno, e regneranno su tutto."

    Conoscere sé stessi e la propria origine è intimamente legato alla conoscenza dell'universo (o multiverso) che ci circonda.

    Con sincero affetto.

    Walter

  78. Se è per questo nemmeno io mi risparmio e cerco di assimilare in modo critico tutto quello che posso.
    Ma in questo momento sono veramente limitato da impegni lavorativi che mi tengono impegnato per la maggior parte del tempo.

    Per quanto cerchi di informarmi e leggere di tutto, mi piace però sempre poco mischiare teologia, se mi si passa il termine, con altri argomenti.

    A presto.

  79. Walter

    Però si fanno scoperte molto, molto, molto interessanti.

  80. Angela

    Ci vorrebbe per favore illuminare? :D
    Personalmente continuo a non capire quale sia il nesso tra la Bibbia e la Scienza.

  81. Walter

    P.S. La teologia, ovvero la disciplina che studia Dio, è una presunzione da scientista.
    Un batterio che decidesse di studiare nella sua interezza un essere umano avrebbe molte più possibilità!
    La teologia è solo un parolone e nulla più. ..
    Studiare Dio!! Il Grande Architetto Dell'Universo!! Roba da Matti!!

  82. Walter

    cara Angela, ve ne sono molto più di quanto Lei immagini!!
    Le do lo stesso suggerimento dato ad Alessio.

  83. Gabriele Cavalieri

    Signor Walter, abbiamo capito che il suo metodo è ancora meno scientifico di quello del Sig.Piccaluga & co.
    Per favore, questo non'è un blog per racconti fantasy.
    Certe cose qua ce le risparmi...
    Grazie.

  84. Angela

    Ma vi fa tanto schifo esporre le basi di ciò in cui credete invece di rimandare a questo e quell'altro libro? :)

    Se trova un nesso tra la Genesi e l'argomento trattato in questo post allora lo dica, altrimenti eviti di andare off topic e lasciare commenti inutilmente vaghi...

  85. Walter

    Signor Gabriele, la Genesi è un libro che ogni buon cattolico dovrebbe leggere!
    In altri tempi lei sarebbe stato portato al rogo per eresia: paragonare la Genesi a un racconto Fantasy!! Che roba! . . . Se la legga invece... e poi ne riparliamo.
    Mi definisca poi, esattamente, cosa intende per metodo scientifico e ne riparleremo anche di questo:

    • Vanna

      Mi ero ripromesso anche io di non postare più, evidentemente però tocca.

      Il fatto che lei consideri qui dentro tutti "buoni cattolici" la dice parecchio lunga che non ha capito con che genere di pubblico ha a che fare.

      E sì, son d'accordo col sig.Cavalieri nel dire che è un romanzone fantasy (o al massimo un libro per contenere le bustine di thè per chi ne fa collezione, questa è la mia opinione in merito), in quanto accettare per buone senza remora e senza porsi domande (che è il fatto più grave) delle verità scritte così a tavolino senza considerare nessun'altra "versione dei fatti" equivale a mettersi il paraocchi da solo.

      Ma non la biasimo, ognuno crede in quello che vuole credere. Trovo soltanto in mia opinione sbagliato mettersi dei paletti a priori per la propria conoscenza giusto per "comodità". E la trovo una contraddizione sinceramente, in quanto lei si definisce studioso da oltre 30 anni, un pò di occhio critico doveva svilupparsi in quest'arco di tempo, ma noto con dispiacere che non c'è infatti.

      Ormai la discussione è degenerata anche troppo, tirando in ballo storielle senza fondamento andate a pescare su miti e religioni.

      Spero per il bene della discussione che si riesca a tornare in topic, ma ho i miei seri dubbi.

      Vanna.

    • Gabriele Cavalieri

      I tempi dell'ignoranza cieca e bigotta fortunatamente sono finiti da un pezzo. E non grazie a dio.

      Sfortunatamente rimangono i fanatici.

      Io non mi leggo proprio un bel niente: se vuole argomentare le sue tesi, sarò lieto di leggerle, purchè siano in topic e sensate.

  86. Walter

    Signora Angela,
    se non ha tempo o voglia o interesse a leggere la Genesi si legga Matteo 7,6.

    • Ho già chiarito abbondantemente anche questo punto, quando l'ing. Piccaluga me la citò.

      Lo ridico anche a chi non conosce la citazione :

      " (Mt 7,6) "Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi" "

      Se la sua posizione è questa, non si preoccupi di commentare ancora. Se ha qualcosa da dire che è inerente alla discussione, e se vuol tirare fuori le "perle", bene, altrimenti non pubblico più i suoi commenti, in quanto off topic, e spam.
      Se mi risponde,voglio che si sforzi ad argomentare in maniera decente, altrimenti non si disturbi neanche.

  87. Walter

    signor Vanna, io non sono cattolico però ho diverse copie della Bibbia perché trovo interessante verificare come ogni volta che viene pubblicata una nuova edizione vengono apportate delle "modifiche" a delle frasi pronunciate da personaggi chiave o facenti riferimento a particolari episodi.

    Utilizzo, anche, i testi religiosi (che comunque non considero sacri e non solo la Bibbia ma anche i Veda, il Popol Vuh, il Kebra Nagast, l'Enuma Elish, il Libro dei Morti egizio, Il Bardo Todol, ecc, ecc. ) perché sono i testi più antichi e Le assicuro che contengono notizie assolutamente «in topic».

    Lei non ne conosce nemmeno l'esistenza, figuriamoci leggerne qualche pagina! Se lo avesse fatto non avrebbe portato delle obiezioni così futili e sciocche!

    Si sedes non is, si non sedes is

    • Vanna

      Visto che l'arroganza è di casa ormai, può gentilmente esporci il PERCHE' (un riassunto, una summa) di queste tesi che lei definisce "in topic" visto che si permette di andare volgarmente contro tutti definendo le obiezioni "futili e sciocche"?

      Non sto a rifare un discorso sull'educazione in un dibattito, perchè con lei mi sembra di parlare ad un muro.

      Vedo che entrambi abbiamo tempo da perdere a iosa, pertanto non le dispiacerà pubblicare qui le sue tesi.

      Vanna.

    • " i testi religiosi (che comunque non considero sacri e non solo la Bibbia ma anche i Veda, il Popol Vuh, il Kebra Nagast, l’Enuma Elish, il Libro dei Morti egizio, Il Bardo Todol, ecc, ecc. ) perché sono i testi più antichi e Le assicuro che contengono notizie assolutamente «in topic». "

      ok, d'accordo, mi dica in che modo deduce notizie relative a Marte o civiltà aliene da questi testi(che un po conosco).
      Non voglio un'interpretazione soggettiva, ma voglio dei dati empirici che possano escludere le altre spiegazioni.

      " Si sedes non is, si non sedes is "
      ( Se ti siedi non vai; se non siedi, vai. )

      allora si alzi e inizi a confrontare le sue "perle".

  88. Angela

    Caro sig. Walter,

    Come al solito, anche questa volta, invece di argomentare la sua posizione come abbiamo chiesto più e più volte (ma leggete solo cosa vi pare dai nostri commenti!?), risponde con un "legga questo e quest'altro" e una serie di provocazioni da saccentone che non dicono assolutamente nulla.

    Sa che? Peggio per lei, non certo per noi.
    Si autoconvinca di tutte le cose scritte nei suoi "libri fantasy" e continui pure a farsi prendere in giro. Noi meno fesserie sentiamo e meglio stiamo, e di fesserie, dai commenti su questo post, abbiamo fatto indigestione già da un pezzo.
    Mi pare che ci state tutti prendendo in giro. Chiediamo prove di quello che sostenete e voi stessi brancolate nel buio e vi arrampicate sugli specchi dicendo che "non meritiamo di sapere" che "non vogliamo vedere" che "dobbiamo leggere" o peggio offendendo... ma NESSUNO ha sostenuto quanto dice con convinzione e con prove. Il più delle volte evitate proprio il discorso.
    Mi spiace per voi.

    Ma lo sa che ci sono un sacco di libri più interessanti da leggere? Non so...ha provato coi romanzi di Anne Rice? Ma non si spaventi eh, i vampiri non esistono. N-O-N E-S-I-S-T-O-N-O, ok? Non vorrei che nascesse una rivista "scientifica" a riguardo!

    Ironia a parte, se vuol argomentare le sue opinioni ben venga (sarei proprio curiosa di leggere di alieni nella Bibbia!), altrimenti eviti pure di dare le sue "perle" a noi poveri "porci" che se Dio vuole (si fa per dire) abbiamo di meglio da fare e di cui parlare.

    Torniamo in topic per cortesia.

  89. A direil vero questi testi li ho sentiti nominare in un'opera, che si chiama Gea (forse qualcuno la conosce).
    Ma almeno quello era un fumetto fantasy (ne consiglio anche la lettura se è per questo) e dava una buona spiegazione dell'origine umana sulla Terra (e negli universi adiacenti).
    Per quanto mi riguarda, sono anni che sento e vengo a sapere di comparse di alieni e di tali interpretazioni dei testi antichi o mitologici, ed ogni volta non le vedo che come delle forzature. Tutte le volte che sono venuto a conoscenza di fatti del genere è sempre andata a finire così.
    Sono pur sempre opere di fantasia, dettate dalle credenze popolari e dalla fantasia degli uomini, che devo dire è molto ma molto vasta.
    E non andiamo a metterci dentro ricordi ancestrali, memorie dimenticate e simili, che anche di queste ne ho sentite abbastanza.
    Ci sono cose che non si possono spiegare è vero, ma andarsi ad aggrappare a cose del genere mi pare veramente troppo eccessivo!

    Sarò limitato nel mio modo di vedere? Ok va bene lo accetto, ma almeno sono contento così. Sono testi che possono essere consultati e letti ma sapendo bene quello che sono, cioè opere di fantasia, senza nessuna base scientifica.

    Quindi per ribadire quello che è stato detto sopra torniamo in topic.

  90. Gaetano

    Riprendo brevemente il mio precedente intervento, precisando che sarà l'ultimo, perché non intendo alimentare dibattiti polemici.

    1) Mi sono qualificato avvocato, oltre ad aver dato il mio nome, solo per presentarmi, non certo per fare sfoggio di titoli o per altre recondite ragioni.
    2) Attesa la mia formazione classica non sono in grado di comprendere pienamente articoli di natura tecnica, ma sono estremamente interessato a quelli divulgativi che trovo pubblicati su Focus e talora anche su Panorama o Espresso. Spero di avere soddisfatto la Sua curiosità.
    3) Ho detto che le foto sono "per lo più" di provenienza Nasa, quindi non addebiti di falso la mia dchiarazione, falsa lo sarebbe stata se avessi detto che "tutte le foto sono di provenienza Nasa". Resta il fatto che le missioni spaziali fino a tutti gli anni 70 ed ai primi anni 80 sono state effettuate dalle agenzie spaziali sovietica e statunitense, che hanno perciò rappresentato l'esclusiva fonte di informazioni sullo spazio esterno alla Terra.
    4) "tutti i dati raccolti dalle sonde NASA sono rese disponibili gratuitamente e pubblicamente a tutti gli scienziati del mondo dopo un massimo di qualche mese in cui l’esclusiva tocca al team che ha lavorato al progetto": in effetti la politica dell'"exclusive right period", inaugurata con la missione Mars Observer, suscitò un grande dibattito negli ambienti politici e culturali statunitensi nella misura in cui una missione finanziata con denaro dei contribuenti attribuiva per la prima volta ad un solo uomo, Michael Malin, non solo il potere di decidere se, quando e cosa fotografare con la camera dell'orbiter, ma persino di valutare a sua discrezione quali dati in seguito rilasciare alla comunità scientifica. Spero bene che la Nasa abbia modificato i termini giuridici dei propri accordi con i private contractors, dopo di allora ...
    5) Lei non legge le mie parole: mi accusa di essere paranoico solo per avere ricordato un dato oggettivo sotto gli occhi di tutti, inerente le cause presunte della seconda Guerra del Golfo. A parte la circostanza che l'attacco personale è uno stratagemma ben misero per evitare la replica diretta (me lo concederà, questa volta il mio mestiere c'entra eccome), Lei è saltato da solo alla conclusione che io abbia gridato al complotto. Io ho solo preso atto della circostanza, che viceversa Lei respinge istericamente, che in taluni casi i pubblici poteri si rendono autori di una manipolazione della verità con lo scopo di soggiogare la pubblica opinione. Se non arriva a comprendere questo e preferisce darmi del paranoico, faccia pure.
    6) Sono lieto che Lei prenda atto che la Nasa, agli albori della esplorazione spaziale, riteneva praticamente certo che si sarebbero trovati manufatti alieni, là fuori. Sa, nelle odierne discussioni sulla ETH riferita agli avvistamenti Ufo, si tende a dimenticarlo. Per inciso, i testi base della mia adolescenza sono stati "Dalla Terra alla Luna" di Jules Verne e "Cronache Marziane" di Ray Bradbury.
    7) Solo una domanda: se si era così sicuri che la Cydonia Face era un volgare gioco di luci e di ombre, perché sostenere inveridicamente che vi erano delle foto che lo dimostravano (e che a quel momento ancora non c'erano)? Lei non trova singolare questo affannarsi a portare il tutto entro un quadro di consolante normalità? Certamente il panorama marziano offre ben più singolarità che la Faccia, non starò qui ad elencarle, mi auguro solo che l'interesse degli scienzati sia, oltre che genuino, anche improntato a buona fede, perché così non è sempre stato in passato.
    8) Lei dice bene: le foto non sono ricollegabili alla realtà dei fatti, ma allora questo vale per tutte le foto, e tutte le ipotesi su di essi fondate sono, appunto, solo ipotesi. Quando saremo su Marte potremo verificare le ragioni ed i torti. Al momento io prendo atto che, ai fini limitati di questa discussione, e per le foto che sono state messe a confronto, quella della presunta ziggurat è certamente più suggestiva. Badi bene: non sto saltando a nessuna conclusione, e torno a ripetere che mi piacerebbe vedere una foto con maggiore risoluzione del medesimo sito.
    9) In merito a Area di Confine, non mi pare che sia una rivista che getti fango su chicchessia, trovandola estremamente equilibrata nelle sue modalità di espressione. Esiste il reato di diffamazione a mezzo stampa, sa? Francamente, ho trovato più attacchi personali qui che in una intera annata di Area di Confine.
    La saluto e Le auguro il miglior successo per il Suo blog

    • Non mi è parso che il dibattito fosse stato di natura troppo polemica anzi. E mi farebbe piacere se lei rispondesse.

      1) " 1) Mi sono qualificato avvocato, oltre ad aver dato il mio nome, solo per presentarmi, non certo per fare sfoggio di titoli o per altre recondite ragioni. "

      Ha ragione, sbaglio mio, purtroppo dato che prima i titoli mi venivano ribaditi sono partito con il piede sbagliato, chiedo scusa.

      2) " 2) Attesa la mia formazione classica non sono in grado di comprendere pienamente articoli di natura tecnica, ma sono estremamente interessato a quelli divulgativi che trovo pubblicati su Focus e talora anche su Panorama o Espresso. Spero di avere soddisfatto la Sua curiosità. "

      Si, tuttavia Area di Confine è una rivista dedicata, mentre Focus è una rivista soltanto sensazionalistica, e Panorama ed Espresso sono dedicati ad altro. Quello che volevo dire è che magari, se le interessa la scienza e l'astronomia, potrebbe leggere delle riviste dedicate, ma non alla fuffologia, ma magari riviste che siano legate alla comunità scientifica, come Le Science, che riprende molti articoli pubblicati in peer review, e non è poi cosi complicato. Comunque questo punto non è di chissà che rilevanza per la discussione, non volevo essere polemico.

      3) " 3) Ho detto che le foto sono “per lo più” di provenienza Nasa, quindi non addebiti di falso la mia dchiarazione, falsa lo sarebbe stata se avessi detto che “tutte le foto sono di provenienza Nasa”. Resta il fatto che le missioni spaziali fino a tutti gli anni 70 ed ai primi anni 80 sono state effettuate dalle agenzie spaziali sovietica e statunitense, che hanno perciò rappresentato l’esclusiva fonte di informazioni sullo spazio esterno alla Terra. "

      Ha ragione, le missioni spaziali sono stati di un importanza molto grande, Ma Moltissime scoperte sono state fatte con osservatori dedicati, terrestri. Non sto sminuendo l'importanza delle sonde spaziali, tuttavia non sono di certo in una posizione di schiacciante dominio nel sapere scientifico. Ci sono intere branche come la Radio Astronomia che sono nate e crescono ad oggi sulla superficie terrestre.
      Nei anni di cui parla, erano molto forti questi due poli, ma molta della ricerca veniva comunque fatta sulla Terra. Consideri che fino alla fine dei anni 80, non è che c'erano molti telescopi la fuori, anzi, erano tutti qua giù, ed erano molto spesso di enti che non erano affatto la NASA o L'ente spaziale Russo. Per non parlare di tutta la conoscenza riguardo allo spazio che abbiamo tratto dagli esperimenti fisici fatti in laboratori.

      Quindi, si, la NASA era un forte centro, ma non era di certo in posizione di esclusiva, ne allora, ne prima, ne oggi.

      4) " in effetti la politica dell’”exclusive right period”, inaugurata con la missione Mars Observer, suscitò un grande dibattito negli ambienti politici e culturali statunitensi nella misura in cui una missione finanziata con denaro dei contribuenti attribuiva per la prima volta ad un solo uomo, Michael Malin, non solo il potere di decidere se, quando e cosa fotografare con la camera dell’orbiter, ma persino di valutare a sua discrezione quali dati in seguito rilasciare alla comunità scientifica. Spero bene che la Nasa abbia modificato i termini giuridici dei propri accordi con i private contractors, dopo di allora … "

      Beh trovo giusto che il team che lavora su un progetto possa liberamente gestirlo, e che possa avere quindi anche la libertà di lavorare tranquillamente sui dati per un periodo.
      Comunque prenda il caso della missione Kepler della NASA, dove parte dei dati sono stati già dati, e una parte viene tenuta(con tanta rabbia di tanti del mondo scientifico) fino alla fine dell'anno. Quindi in realtà sono d'accordo con lei che riguardo all'uso dei dati qualche disaccordo c'è, tuttavia verte sul voler lavorare più velocemente sui dati raccolti(da parte della comunità scientifica) in opposizione alla volontà di preparare meglio i dati per presentarli in una propria pubblicazione da parte del team al lavoro.

      Ad ogni modo, consideri anche per esempio il caso di Phoenix(il lander polare marziano), dove i dati arrivavano e venivano consegnati contemporaneamente al pubblico e alla comunità scientifica, senza alcun passaggio di esclusiva per il team NASA al lavoro.

      5) " Lei non legge le mie parole: mi accusa di essere paranoico solo per avere ricordato un dato oggettivo sotto gli occhi di tutti, inerente le cause presunte della seconda Guerra del Golfo. A parte la circostanza che l’attacco personale è uno stratagemma ben misero per evitare la replica diretta (me lo concederà, questa volta il mio mestiere c’entra eccome), Lei è saltato da solo alla conclusione che io abbia gridato al complotto. Io ho solo preso atto della circostanza, che viceversa Lei respinge istericamente, che in taluni casi i pubblici poteri si rendono autori di una manipolazione della verità con lo scopo di soggiogare la pubblica opinione. Se non arriva a comprendere questo e preferisce darmi del paranoico, faccia pure. "

      Ok, su questo penso che non ci siamo capiti bene a vicenda.
      Sul fatto che i poteri politici possano agire per nascondere e manipolare dei dati alla pubblica opinione sono d'accordo. Ma non c'è alcun motivo fondato per pensare che sia il caso dell'esplorazione spaziale scientifica. Sia per via della molteplicità dei osservatori,laboratori, università, che lavorano sui dati, e sono sparse in tutto il mondo(quindi sarebbe al quanto singolare se un qualche governo potesse anche sognare di riuscire a fermare una tale rete di diffusione di dati) sia perché non c'è alcuna prova tangibile per poter collegare in maniera ovvia le due cose.
      Il salto che lei fa tra la possibilità di un cover up, e l'idea che ci sia un effettivo cover up, mi sembrava abbastanza "paranoica". Mi dispiace se le sembrava offensivo, ho usato il termine a sproposito.
      Tuttavia,torno a dire, che a mio avviso non c'è una prova evidente di un cover up in atto da parte di qualsiasi governo sull'intera comunità scientifica. E non credo che ci sia neanche nel caso di singoli centri di ricerca o enti spaziali.
      Non significa che non c'è in alcun modo, ma che no ho visto prove della sua esistenza, anzi ho visto continuamente riprove della buona fede della comunità scientifica

      E riguardo all'attacco personale, le chiedo di nuovo scusa se sembrava che attaccasi lei(e si figuri se non volevo replicare, anzi), come dicevo sopra, trovo "paranoico" soltanto il ricondurre a certezze alcune possibilità, senza prove, ma ho usato il termine inappropriato.
      E' vero che in altri campi il governo interviene, ma nei risultati della scienza, non so di molti precedenti in cui qualche governo abbia nascosto qualche risultato scientifico raggiunto. Quindi non capisco perché moltissime persone diano quasi per scontato che ci sia un "cover up" sulla scienza, in atto.

      6) " 6) Sono lieto che Lei prenda atto che la Nasa, agli albori della esplorazione spaziale, riteneva praticamente certo che si sarebbero trovati manufatti alieni, là fuori. Sa, nelle odierne discussioni sulla ETH riferita agli avvistamenti Ufo, si tende a dimenticarlo. Per inciso, i testi base della mia adolescenza sono stati “Dalla Terra alla Luna” di Jules Verne e “Cronache Marziane” di Ray Bradbury. "

      Beh io non intendevo dire che erano praticamente certi.. Diciamo che avevano considerato la possibilità, com'era giusto fare. Anche ora che scopriamo nuovi esopianeti a giro, consideriamo sempre la possibilità che ci sia o meno vita, ma non vuol dire che siamo praticamente certi che su questi mondi ci sia. In realtà non siamo neanche praticamente certi di trovarla la vita la fuori. Per quanto sia possibile che ci sia(molto possibile) fino a quando non troviamo altra vita, rimane solo un ipotesi.
      Quindi,ecco, io non credo che ci sia niente di particolarmente strano nel loro atteggiamento nel 58. Semmai sono affascinanti le considerazioni che hanno fatto riguardo ad un eventuale contatto, ma come sempre, lasciano il tempo che trovano, nel senso letterale, che sono idee collegate all'epoca in cui vengono stese,influenzate dalla stessa.

      7) "Solo una domanda: se si era così sicuri che la Cydonia Face era un volgare gioco di luci e di ombre, perché sostenere inveridicamente che vi erano delle foto che lo dimostravano (e che a quel momento ancora non c’erano)? Lei non trova singolare questo affannarsi a portare il tutto entro un quadro di consolante normalità? Certamente il panorama marziano offre ben più singolarità che la Faccia, non starò qui ad elencarle, mi auguro solo che l’interesse degli scienzati sia, oltre che genuino, anche improntato a buona fede, perché così non è sempre stato in passato."

      Riguardo alla Cydonia Face, ripeto, era sicuramente molto suggestiva la prima foto, e tutti erano ben coscienti del effetto che avrebbe fatto nel pubblico... Spesso anche risultati scientifici vengono a lungo ponderati e messi alla prova bene prima di essere pubblicati perché la gente salta subito a conclusioni troppo affrettate.
      Per esempio, lo stesso team della missione Kepler, alla ricerca di altri mondi terrestri, potrebbe avere tra i candidati anche qualche pianeta terrestre con condizioni che potrebbero essere simili alle nostre, ma finché rimane candidato è un problema, perché deve prima essere messo alla prova per dire se siamo o meno certi. per gli scienziati non c'è alcun problema, ma riviste popolari finirebbero per dire : " Trovato Pianeta con Alieni "... partendo da un ipotesi tutt'altro che categorica.
      E quando magari i risultati mostrerebbero che in realtà il pianeta candidato era un falso allarme, la "figuraccia" la faranno gli scienziati agli occhi del pubblico, quando le riviste popolari torneranno a dire "Scienziati si sbagliano, niente alieni" quando in realtà gli scienziati non si erano mai espressi in alcun modo a riguardo.

      " Lei non trova singolare questo affannarsi a portare il tutto entro un quadro di consolante normalità? "

      francamente credo che gli scienziati non sopportino bene la "consolante normalità" e che non gliene possa fregar di meno di ritrovarla. Quello che muove uno scienziato e la ricerca di come funzionano le cose. Che tutto quello che si sappia oggi sia sbagliato per un verso o l'altro, e in qualche maniera, è ormai ben saldo nella mente di tutti gli scienziati. Non interessa mantenere uno status quo, ma capire le cose, e francamente trovare un reperto alieno su Marte sarebbe la cosa più entusiasmante di questo secolo, e non c'è scienziato che si sognerebbe neanche di nasconderlo al pubblico, ma anzi, lo mostrerebbero a tutti.
      Ma prima di dare una notizia del genere, non si possono avere tanti dubbi a riguardo, e non si può certo argomentarlo con "mi sembra uno ziggurat a vederlo cosi.."

      Pensi al caso del nanobatterio nel meteorite marziano trovato in Alasaka. Persino Clinton lo disse davanti alla nazione, tutti erano entusiasti, eppoi ? Eppoi si dimostro che i nanobatteri erano solo cristalli, non erano affatto vivi in alcun modo. Sono stati persino ricreati in laboratorio. Sono solo conformazioni di minerali.

      Ecco perché magari in alcuni casi le notizie molto grosse vanno provate e riprovate per essere sicuri prima di pubblicarle. Ma questo è un problema su cui si può tranquillamente discutere senza problemi, ed entrambe le posizioni a riguardo sono legittime, ed hanno pro e contro. Quindi riguardo a questo siamo d'accordo credo.

      8 )" le foto non sono ricollegabili alla realtà dei fatti, ma allora questo vale per tutte le foto, e tutte le ipotesi su di essi fondate sono, appunto, solo ipotesi. Quando saremo su Marte potremo verificare le ragioni ed i torti. Al momento io prendo atto che, ai fini limitati di questa discussione, e per le foto che sono state messe a confronto, quella della presunta ziggurat è certamente più suggestiva. Badi bene: non sto saltando a nessuna conclusione, e torno a ripetere che mi piacerebbe vedere una foto con maggiore risoluzione del medesimo sito. "

      Ecco, mi permetta una considerazione... Come dicevo anche al dottor Carannante, è vero che non c'è un modo assoluto per ricondurre l'immagine di un sasso alla realtà di un sasso, senza essere li, tuttavia, possiamo lavorare per induzione invece, e in una buona misura anche per deduzione(riguardo alla natura mineralogica,termica etc) .

      Quello che voglio dire, è che se analizziamo 100 rocce su Marte, e sono tutte rocce, la 101 essima, che all'apparenza è un sasso come tutti gli altri, possiamo reputarla per induzione come sasso. Inoltre insieme all'induzione, ci possiamo aggiungere anche la concordanza con la teoria che li spiega.

      Insomma se vede una persona per strada dalla finestra, lei penserà che è una persona, e non un alieno travestito da persona. E userà un ragionamento induttivo data la conoscenza di tantissime persone che ha fatto, e un ragionamento di plausibilità all'interno della teoria che ha del mondo, in cui è molto più plausibile che quella sia una persona vera.

      Quindi,ecco cosa penso riguardo all'immagine dello ziggurat:

      Si, è affascinante l'effetto a gradini nella riproduzione 3D. Tuttavia su Marte ci sono tantisssime zone con "scalini". Anzi è una delle caratteristiche principali della superficie.
      Riguardo a molte, sappiamo dalle foto in alta risoluzione che si tratta effettivamente di fenomeni geologici. Sappiamo inoltre che le riproduzioni 3D non sono sempre delle riproduzioni perfettamente concordanti con la realtà geologica della zona, Sappiamo anche come i dati della rilevazione altimetrica vengono poi usati per creare delle riproduzioni 3D . Abbiamo inoltre una certa conoscenza ormai di Marte, e delle buone teorie sulla sua storia e natura(riuscendo ad escludere con una buona certezza, che le condizioni ci siano mai state per dar vita ad una civiltà aliena. Ci sono stati laghi, acqua, era caldo, ma è durato poco, ed era all'inizio della storia del pianeta. La vita da noi(l'unico caso da usare dato che non sappiamo di vita altrove) ci ha messo circa 1 miliardo di anni per arrivare allo stadio di semplicissimo microbi, e ci sono voluti altri 3 miliardi di anni di storia e più per i primi umani. Su Marte, già dopo poco più di 500 milioni di anni, non c'erano più delle buone condizioni,( fuorché in alcune zone,) per la nascita di vita più che microbica.

      Premesso questo, l'ipotesi che si tratti di uno ziggurat(neanche un manufatto alieno di natura sconosciuta, ma proprio uno ziggurat sumero) è tanto plausibile quanto l'ipotesi che si tratti di resti di alcune scale mobili di un supermercato.

      E' invece molto più plausibile pensare che si tratti di un fenomeno geologico, che la nostra immaginazione è portata a vedere come...beh quello che si vuole.

      Comunque si guardi l'immagine bene, guardi le altri depressioni nella zona, e le linee che si vedono sulla superficie. La riproduzione non rende l'ambiente con un dettaglio molto fine, e molto spesso approssima.

      Ecco perché ritengo che sia davvero difficile da sostenere la tesi dello ziggurat. E lo è ancor meno la tesi di una miniera a cielo aperto(lo Juventae Chasma).

      Ad ogni modo, sono perfettamente d'accordo con lei che servirebbero le foto in alta risoluzione originali. per esempio quelle alla base della riproduzione 3D, o almeno sapere in che zona e stata fatta. Ma io più che sollecitare i due diretti interessati non so che fare. Continuo a cercare da me nei archivi, anche se sarà un'impresa lunga...

      9) " In merito a Area di Confine, non mi pare che sia una rivista che getti fango su chicchessia, trovandola estremamente equilibrata nelle sue modalità di espressione. Esiste il reato di diffamazione a mezzo stampa, sa? Francamente, ho trovato più attacchi personali qui che in una intera annata di Area di Confine.
      La saluto e Le auguro il miglior successo per il Suo blog "

      Premesso che non ho letto molto della rivista(solo qua è la quello che ho trovato in alcuni posti, più le cose trovate sul loro sito, con riassunto delle cose trattate) penso che lei abbia frainteso(probabilmente per colpa mia che non mi so esprimere in maniera adeguata) quello che cercavo di dire con la metafora dell'infangare. Cercavo di dire che più e più volte è stato ribadito uno spirito diciamo in contrasto alla comunità scientifica, parlando di essa come di un gruppo inquisitorio quasi, che cerca di coprire verità nascoste e che lavora contro il sapere pubblico. Beh a me questo sembra un attacco privo di senso. Sia per le cose che dicevo prima al punto 5 e 7, sia perché non trovo sia affatto cosi la comunità scientifica. Anzi, ci sono letteralmente centinaia di università, laboratori, centri di ricerca, osservatori, con decine di migliaia di astronomi nel mondo, che lavorano costantemente per produrre quanti più nuovi risultati possibili e pubblicarli. Trovo che viviamo in un momento davvero splendido per la scienza in generale, e non penso che serve questa diffidenza ma anzi, ritengo che andrebbe coltivata la passione ed il coinvolgimento in questo mondo.

      Inoltre mi piaceva poco l'atteggiamento di porre questioni come misteri quando in realtà non lo sono cosi tanto. E mi da la sensazione che sia più importante creare qualcosa che sia appetibile per un certo pubblico, più che scientificamente plausibile.

      Lo so che esiste il reato di diffamazione.. Ed è vero, qui dentro di offese ne sono volate. Ammetto che potevo decisamente fare di meglio come moderatore. Farò tesoro dell'esperienza.

      La discussione è stata lunghissima e stressante, mi sono dovuto ripetere e rispiegare un monte di volte, ed è stato un periodo che coincideva con i miei esami universitari. Mi dispiace,e le chiedo scusa, se per la tensione sono stato caso mai troppo aggressivo e offensivo nei toni.

      Il suco di quello che volevo dire alla fine è:

      che ritengo legittima a priori qualsiasi ipotesi, persino quella di Piccaluga e co. Non ritengo però, alla luce di quello che sappiamo di Marte,e del nostro sapere scientifico in generale, affatto plausibile la loro ipotesi. E in particolare la storia della miniera a cielo aperto, è persino facilmente dimostrabile come erronea. E non cito neanche quell'assurdità delle travi di calcestruzzo(che in realtà sono dune di sabbia).Inoltre, ritengo davvero pieno di errori il loro modo di argomentare e costruire le loro tesi, come anche il fatto che raramente di astrofisica parla un astrofisico, o di geologia planetaria perla un geologo planetario....

      Poi riguardo alla discussione, è finita su sentirei diversi, come la comunità scientifica, il valore della scienza, pubblicazioni come Area di Confine e ultimamente persino testi religiosi(credo si stia andando davvero fuori topic)
      Riguardo alla nostra discussione in particolare, credo che su molte cose siamo più d'accordo che altro, e per esempio, riguardo al modo in cui vengono trattati i dati scientifici e la divulgazione delle scoperte, mi piacerebbe tanto discuterne meglio perché lo ritegno un argomento davvero affascinante e complesso.

      Tutto qui.

      E mi farebbe molto piacere se si potesse continuare questa discussione,anche se nel contrasto di idee.

      La ringrazio per gli auguri. la saluto.

  91. rosaria

    A mio avviso i veri e propri detrattori di quel gioiello che è Ossimoro Marte dell'ing. Ennio Piccaluga e dei bellissimi articoli del Dott. Angelo Carannante su Area di Confine relativi al tema Marte entrambi indiscutibilmente molto tecnici e scientifici, perchè basati su dati oggettivi, sono guidati da qualcuno. Il sig. Adrian e company, ripetono come dei pappagalli la solita solfa stereotipata che siamo di fronte a giochi di luci ed ombre, effetti della scansione fatta dalle strumentazioni delle sonde spaziali ecc. NULLA DIMOSTRANO, ma sembrano solo dei vecchi 45 giri che ad un certo punto "si incagliano" e ripetono all'infinito la stessa cosa, senza che essi aggiustino il disco stonato. Adriano & C. vi posso assicurare che Ennio Piccaluga ed Angelo Carannante sono persone preparatissime che sicuramente hanno molto da insegnarvi senza stare a fare il copia-incolla che regolarmente fa il sig. Adrian contraddicendosi fino all'inverosimile e prendendo qua e là delle notizie e cos' facendo credendo di essere un grande scienziato. Che cosa ha fatto fino ad ora il sig. Adrian? A me sembra che Piccaluga e Carannante siano molto conosciuti proprio perchè hanno un forte impegno "sul campo" e certamente non stanno chiusi in una stanza loro ed un PC come fa il sig. Adrian. Ma sig. Adrian, lo sà che le persone che lei critica vanno a fare tante conferenze e convegni in ogni dove? Lo sà che l'ing. Piccaluga è un giornalista ed un direttore del maggior giornale a tema ufologico d'Italia per cui scrive anche Carannante? Lo sà che quest'ultimo va a fare delle indagini sul campo? Lo sà che in Campania arriva ovunque vi siano degli avvistamenti? Lo sà che ha fondato un Centro Ufologico ed è invitato di continuo dalle TV e dalle radio? Non crede che se fosse uno sprovveduto come Lei cerca di far credere nessuno lo considererebbe? E lei, che cosa fa? Ha la trovata geniale di criticarli non si sa bene in base a quali argomenti, inventandosi di tutto. Ma per favore: si informi un poco anche sulle argomentazioni dela sua parte avversa che le farebbe davvero bene. Le strutture artificiali esistono eccome. Lo ziqqurat, la miniera, le piramidi, il volto o face esistono eccome. Ci sono delle immagini e lei le nega.Ci sono delle analisi e lei le nega. Tutto quadra ma lei nega proprio l'evidenza. Ha fatto bene il Dott. Carannante a non risponderle più. Vede i tipi come Lei nulla meritano se non la noncuranza di seri ricercatori come Piccaluga e Carannante. Invito anche l'ing. Piccaluga a non darle più retta. E' peggio che parlare con un muro. Vada anche Lei un poco in giro "sul campo" e non resti chiuso nella sua stanza davanti ad un PC a pescare su Internet solo quello che più le fa comodo. E soprattutto non getti fango gratuito su persone serie, che fino ad ora con Lei sono state fin troppo corrette.

  92. Angela

    "perchè basati su dati oggettivi"

    perchè questi dati oggettivi qui non sono stati mostrati?
    Se si riferisce alle foto sbiadite...beh, è stato ampiamente dimostrato che ciò che ci vedete è solo frutto della vostra immaginazione. Se avete altre prove che dimostrano indiscutibilmente la loro reale esistenza mostratecele e faremo mea culpa.

    "ripetono all’infinito la stessa cosa"

    Perchè è la verità, e la verità non si cambia! E mi pare che pure voi non facciate altro che ripetere che ci sbagliamo. L'unica differenza è che noi non offendiamo nessuno, come invece fa lei e non solo lei, e noi mostriamo prove concrete, come invece NON fate voi.

    "contraddicendosi fino all’inverosimile"

    COSA?!?! XD ma sta scherzando??
    ma questa è follia! Mi dica DOVE si è contraddetto, i suoi commenti non fanno una piega!!

    "Ma sig. Adrian, lo sà che le persone che lei critica vanno a fare tante conferenze e convegni in ogni dove? Lo sà che l’ing. Piccaluga è un giornalista"

    mi scusi ma...
    anche Vanna Marchi è conosciuta e fa tante cose, anche i vari maghi e presunti guaritori hanno un seguito, e c'è pure chi ha scritto un libro assurdo e ha fondato una religione che ahimè ha sempre più fedeli pronti da spennare (Scientology).
    Mi perdoni ma "la fama" non significa proprio nulla, anzi, sono proprio questi soggetti ad essere pericolosi e che vanno fermati. Con post come questo ad esempio.

    "si informi un poco anche sulle argomentazioni dela sua parte avversa che le farebbe davvero bene"

    Ma secondo lei che ci stiamo a fare ancora qui?
    Mi pare che tutti abbiamo letto i vostri commenti con mente aperta e curiosa, ma non abbiamo ricevuto mezza prova decente! Almeno Piccaluga ci ha provato, i commenti come i suoi invece sono una semplice ripicca e accuse mosse a caso tanto per difendere persone in cui lei crede ciecamente.
    Quella che si dovrebbe realmente informare è lei, tanto per cominciare leggendo le risposte di Adrian e spalancando bene gli occhi davanti alle foto che presenta, perchè guarda un po', sono CONVINTA che proprio lei che dice A NOI di ascoltare VOI, non ha letto una mazza di quanto scritto sopra, ma quando ha visto i suoi beniamini "attaccati" è partita in quarta.

    E per favore, vediamo di essere civili e di darsi una calmata.

    "inventandosi di tutto"

    ma lei veramente..boh, mi lascia senza parole.
    Certo, le foto se le è inventate Adrian. I macchinari con cui è stato esaminato il pianeta se li è inventati Adrian.

    Qui di inventato ci sono solo un mucchio di fantasie sugli alieni. Sveglia!!!!

    "Ci sono delle immagini e lei le nega.Ci sono delle analisi e lei le nega. Tutto quadra ma lei nega proprio l’evidenza. "

    Peccato che noi di tutto questo abbiamo visto solo le solite immagini sbiadite.
    Dove sono queste analisi? Lei le ha viste? Ce ne parli allora, invece di sparare a zero e credere ciecamente a quello che le viene detto.

    "Vada anche Lei un poco in giro “sul campo” e non resti chiuso nella sua stanza davanti ad un PC a pescare su Internet solo quello che più le fa comodo."

    È proprio vero che coi fanatici non c'è verso di ragionare, gli tocchi quello in cui credono e rispondono solo offendendo, perchè è l'unica difesa che hanno.

    Adrian per primo non ha mai detto di essere uno scienziato o cose simili. È un appassionato, che studia (fonti SERIE E ATTENDIBILI) e condivide le VERE scoperte scientifiche (per lei sarà una novità) nel suo blog. Non c'è proprio nulla di male, anzi.
    Vuol dire che LUI non si inventa nulla e che quello che scrive è VERO.
    Il web grazie al cielo è ancora libero e ognuno può dire la sua.
    Se non gradisce questo blog e quanto viene detto, clicchi sulla X in alto a destra e continui a leggere il suo - come lo ha chiamato? - "gioiello", ma non venga qui a sparare a zero sulle persone. Difende tanto Piccaluga e co. dicendo che NOI li offendiamo, ma non si rende conto che qui quella offensiva e inopportuna è proprio lei.

    Cordialmente,
    A.

  93. Alla signora Rosaria:
    se vuole sapere come vengono generate le immagini tridimensionali a partire dalla foto altimetrice glielo posso anche spiegare in questa sede (sto studiando programmazione e mi sto specializzando in algoritimi per la generazione di immagini tridimensionali), ma per ora evito per non dilungarmi. Ho già realizzato di mio dei semplici modelli 3D partendo da delle foto altimetriche.
    Quello che le posso dire è che una scansione fatta da un satellite è per forza di cose UNA APPROSSIMAZIONE di quello che in verità esite. Non ci sono macchine capaci di genererare scansioni di un pixel per millimetro quadrato.
    Fino a quando la scansione sarà di diversi metri per pixel quello che si andrà a vedere saranno sempre e solo delle forti approssimazioni della realtà. (ache se in verità ogni fotografia è un'approssimazione della realtà, qualsiasi foto si faccia a qualsiasi soggetto e a qualsiasi risoluzione, ma questa è un'altra storia)
    Ora tanto più è grande l'immagine tanto maggiore sarà la qualità del modello 3D costruito da essa. Ora pensi lei di analizzare una foto altimetrica a bassa risoluzione (con quindi ancora meno pixel) e di farci qualcosa.
    Bè allora, almeno per il mio punto di vista, potrei vederci quello che mi pare: potrei dire che delle curve strane sono degli edifici o costruzioni sotterratte. Che quello che si vede nel modello tridimensionale sono case, o quello che mi pare...
    Sarebbe come per una persona cercare di riconoscere il volto di un'altra persona a 200 metri senza avere un binocolo... Direi difficile da fare...

    Quello che dico è che nonostante io voglia credere, non posso però credere sulla base delle prove fornite.
    Come lei non può riconoscere bene una persona a 200 metri figuriamoci come può riconoscere per certo una figura derivata da un modello 3D, e per quanto si possa provare a farlo accurato non si potrà mai, e ripeto MAI, avere tutti i particolari che si vuole (e so di quello che parlo, avendoci lavorato).
    Ripeto che io non difendo nessuno senza se e senza ma, ma che solamente difendo il fatto che le prove a favore delle miniere a cielo aperto e dello ziggurat non sono sufficienti per me, come credo per molti altri. Per credere ho bisogno di prove concrete...

    Per quanto riguarda la fama che sembra essere sufficiente per garantire la veridicità di affermazioni (senza nulla togliere al lavoro fatto fa Piccaluga e Carranante, perchè se sono arrivati dove sono arrivati sanno sicuramente il fatto loro), bè mi pare veramente una cosa assurda: se dovessi credere a tutto quello che mi viene detto da persone autorevoli allora non avrei certo bisogno di chiedermi il perchè delle cose ed indagare per conto mio. E allora dovrei credere anche a tante cose che mi vengono propinate ogni giorno...
    Senza i dubbi non su matura, ma per trasformare i dubbi in certezze ci vuole ben altro.

    E per concludere:
    "E soprattutto non getti fango gratuito su persone serie, che fino ad ora con Lei sono state fin troppo corrette."
    Mi pare che questo è stato fatto da lei invece... Adrian a portato a sua difesa delle sue tesi delle prove, cosa che hanno fatto anche Piccaluga e Carranante. Non lei.

    Cordiarlmente
    Alessio

  94. Vannus

    Rispondendo al signor Walter riguardo alla genesi, forse potrebbe essere interessato a questo libro:

    http://www.libreriauniversitaria.it/principio-libro-genesi-interpretato-luce/libro/9788804298052

    Alla modica cifra di 7€ può acquistare un libro scritto da il professor Isaac Asimov dove vengono analizzati i singoli passi della genesi mettendoli a confronto con le conoscenze scientifiche del momento (si parla del 1987).

    Leggendo questo libro si accorgerà di come la Bibbia sia effettivamente un libro interessante a livello antropologico e culturale e di come i racconti che vi si narrano nascano addirittura dai miti dell'antica Mesopotamia, ma che nulla hanno a che vedere con la "verità" scientifica o con l'origine della vita sul nostro pianeta.

    La scopo della Bibbia non era (e non è) la divulgazione scientifica, ma un modo per tramandare la cultura, gli usi e l'educazione del tempo che per noi sono di difficile comprensione, dato che molto del background culturale dell'epoca è ormai perduto nel tempo.

    Le consiglio quindi la lettura di questo testo scritto da chi di mondi alieni ne ha immaginati addirittura infinite galassie.

    Saluti.

    Vannus

  95. Walter

    Vannus, ha fatto benissimo ad utilizzare la parola «forse» perché al libro citato ne potrei contrapporre a decine che dicono l'esatto contrario di Asimov, a partire da quelli di Zecharia Sitchin.

    Non penso che Asimov abbia condotto degli studi più approfonditi dei miei o di tanti altri atteso che si è dato tempestivamente alla fantascienza (anche se fatta bene) e comunque la sua specializzazione era in chimica e biologia.

    E' ovvio che gli antichi testi non sono di tipo scientifico, all'epoca non esisteva ancora il cosiddetto metodo scientifico. (Anche se c'è tantissima conoscenza scientifica in quei testi di cui ancora oggi non si è in grado di dare una degna spiegazione)

    Si legga, quindi, la Genesi, non è molto lunga ed è gratis perché sicuramente la Bibbia in casa ce l'ha già.

    Ricambio i saluti.

    Walter

  96. volto virginia

    Signor Adrian, curioso come nel suo sito una persona che si qualifica femmina all'improvviso cominci a parlare con il pronome maschile e viceversa. Mi creda non è scientifico. Un vero e proprio Ossimoro. Sarà un gioco di luci ed ombre...o pareidolia. Occorerebbe subito una sua dimostrazione di tante pagine e tanti...copia - incolla. Si, Lei è proprio il sig. copia-incolla. A parte gli scherzi... ma poi mica tanto. Sà, si capiscono tante cose sul modo di agire delle persone. Va bè, lasciamo stare che è meglio per lei. Ma si rende conto che la happy face da Lei proposta è a dir poco ridicola? E Lei si qualifica scientifico con queste trovate da baraccone del circo? Occorrerebbe un pò di austerità, soprattutto da uno scientista come Lei. Attaccando a testa bassa come un ariete non ricaverà mai un ragno dal buco nella sua grigia ed anonima esistenza. Comunque avrà capito che sto nettamente dalla parte di Piccaluga e Carannante, ed anche di Hoagland e tutti gli altri che si battono per la verità, che Lei dice di rappresentare senza preoccuparsi minimamente di leggere perlomeno qualcosa di ciò che Lei combatte a spada tratta. Ma come fa a criticare senza sapere ciò che critica? Altro Ossimoro. Eh già! Mi dispiace ma credo che sia un nome che le dà proprio fastidio. Credo che Lei abbia degli incubi in proposito. Ora sarò più scientifica. In proposito le riporto uno scritto del preparatissimo Dott. Carannante (checchè Lei ne dica) che la farà riflettere (anche se credo sarà ardua impresa:"
    PRIMA PARTE MIO INTERVENTO - Sono il dott. Angelo Carannante presidente del Centro Ufologico di Benevento Mars Group Campano. In questo dibattito volevo solo chiarire alcuni aspetti della questione. Ma andiamo con ordine e fissiamo bene i seguenti punti (quando indico il numero della pagina ed il numero delle foto, mi riferisco al best seller Ossimoro Marte).
    1. A pagina 157 viene chiaramente specificato che ci troviamo nella Vallis Marineris. L’ingegnere parla della anomalie di questa parte di Marte e ripete che dove sul pianeta rosso vi sono delle anomalie, nella stessa zona è facile trovarne delle altre. Magari per chilometri quadrati non si trova nulla, salvo poi trovare tutte raggruppate una grande quantità di peculiarità. D’altronde è logico, in quanto anche sulla Terra vi sono distese sterminate senza alcun agglomerato urbano e quindi senza costruzioni, che viceversa sono concentrate in determinate zone. Questo è incontestabile. Basta guardare una qualsiasi mappa satellitare o comunque fatta in quota per rendersene conto. Quanto sostengono i denigratori in merito a presunti artefatti di scansione, dal mio punto di vista non corrisponde assolutamente a verità. Se fosse valida la sua tesi sugli artefatti di scansione, tutte le foto di Marte dovrebbero contenere analoghe righe. Ma, onestamente non mi sembra che sia così. La stessa immagine dello ziqqurat sumero, sia a colori che in bianco e nero, dimostra in maniera inequivocabile che le righe reclamate dagli scettici sono del tutto assenti. Se poi vogliamo considerare l’impressione visiva, allora si ha proprio la sensazione della naturalità dei terrazzamenti. Ragionando diversamente, non si capirebbe nemmeno la funzione delle foto scattate dalle sonde spaziali perché non rappresenterebbero mai quello che si vede. Bisogna ammettere che in tal modo tutto sarebbe opinabile, finanche le mappature dei pianeti perché correremmo sempre il rischio che tutto sarebbe artefatto di scansione. Cito invece la figura 159 del libro di Piccaluga che viceversa contiene artefatti di scansione, come dichiarato dallo stesso ingegnere.
    2. La querelle del volto su Marte non è affatto conclusa. Il fatto è che quando vi sono persone che si occupano di tante cose; alla fine ne deriva che è molto difficile farle tutte bene. E’ un dato di fatto incontestabile. Spaziare in tanti campi per scovare le presunte verità ed assurgere a giustiziere, molte volte porta dritto a risultati opposti a quelli prefissati. E’ chiaro che ognuno può dire la sua, ma credo che chi abbia anni di studi alle spalle, ne sappia di più di chi solo sporadicamente si avvicina a queste delicate tematiche. Voglio dire che se si studiasse per bene, come la conosce esattamente il sottoscritto, tutta la storia della face, allora prima di fare delle affermazioni bisognerebbe pensarci non una, ma mille volte.
    3. Non voglio offendere nessuno, ma la foto dell’”orso trovato in Sardegna” mi sembra quantomeno ridicola, in quanto si vede ad occhio che trattasi di “fenomeno naturale” molto grezzo, il quale sta proprio a dimostrare che la natura molto difficilmente sa essere precisa con le casualità. Infatti, sulla Terra NON TROVIAMO NESSUNA, DICO NESSUNA, immagine fatta dalla natura che si avvicini minimamente a quello che mostra Piccaluga su Marte. E questo dovrebbe quantomeno far sorgere dei dubbi.
    4. Quindi non è stata manipolata alcuna notizia e Piccaluga è fin troppo modesto rispetto alle inquietanti parvenze di strutture artificiali che ha evidenziate su Marte. E, si badi bene, non è il solo.
    5. Il sottoscritto, come tanti altri, VEDE delle strutture artificiali. Si è innocenti fino a prova contraria. Le immagini sono quindi innocenti, in quanto contro le stesse non sono stati forniti validi argomenti.
    6. Finanche il grande Carl Sagan, nel 1977, commentando dei fotogrammi della sonda Mariner, guardando delle strutture che sembravano piramidi esclamò: “Esse meritano un esame più accurato”. Ed è tutto dire. Da persona intelligente qual’era e certamente non invisa agli enti spaziali, era piuttosto possibilista".
    Ha visto Adrian? Oh mi scusi sono stato troppo lungo, non volevo farle concorrenza. Saluto tutti quelli del forum che sanno discutere con classe e moderazione. Non è da tutti.

    • Vanna

      Visto che quello scambiato sono io, da quando è stato specificato che io sia femmina?
      Questo è dovuto ad errori d'interpretazione del mio nome, che non c'entra assolutamente niente con la a voi cara Ziggurat.

      Mi sembrano solo scuse buone tanto per infiammare la discussione.

      Inoltre "Saluto tutti quelli del forum che sanno discutere con classe e moderazione. Non è da tutti."

      Ecco una bella frase conclusiva contradditoria che contrasta col tono da Lei usato. Ricordiamoci che siamo su internet, siamo persone adulte (anche se non lo dimostrate), vaccinate e si vede proprio che non si sa come affrontare un dibattito sul web.

      TUTTAVIA, visto che lei cita l'insieme di caratteri contenuto nelle pagine stampate di fibra di carta (volgarmente chiamato libro) può gentilmente scannerizzarci le figure e mostrarle al pubblico del web per avvalorare le sue tesi? :)

      Saremmo tutti molto curiosi di queste prove.

      Un'altra domanda: i punti che lei ha citato sono presi pari pari dal libro "Ossimoro di Marte"?

      Grazie

      Vanna.

    • Non voglio più dilungarmi infinitamente su cose che ho già detto quindi cercherò di essere più breve.

      Riguardo all'ossimoro del nome, ne mi interesse ne ha alcuna rilevanza se sia o meno femmina o maschio, per me può anche avere una crisi d'identità, quello che è importante è ciò che le persone dicono.

      " Ma si rende conto che la happy face da Lei proposta è a dir poco ridicola? E Lei si qualifica scientifico con queste trovate da baraccone del circo? Occorrerebbe un pò di austerità, soprattutto da uno scientista come Lei. Attaccando a testa bassa come un ariete non ricaverà mai un ragno dal buco nella sua grigia ed anonima esistenza. "

      trovo decisamente più ridicola l'idea che nella riproduzione 3D dai dati della Mars Express si vada a vedere uno ziggurat sumero.

      Occorrerebbe un po più di pensiero critico da parte vostra quando interpretate qualcosa come la geologia marziana per esempio, altrimenti fatte delle gaffe enormi come l'affermazione che lo Juventae Chasma sia una miniera a cielo aperto.

      " Comunque avrà capito che sto nettamente dalla parte di Piccaluga e Carannante, ed anche di Hoagland e tutti gli altri che si battono per la verità, che Lei dice di rappresentare senza preoccuparsi minimamente di leggere perlomeno qualcosa di ciò che Lei combatte a spada tratta. "

      Non mi sono mai alzato a rappresentante di nulla, ho semplicemente cercato di esporre ciò che la comunità scientifica dice. Si cominci a chiedere semmai perché sia Piccaluga che Carannante che Hoagland, non hanno mai pubblicato nulla su riviste scientifiche peer review, se fanno gli scienziati. La comunità scientifica non avrà neanche mai sentito parlare delle loro tesi, altro che negarle. Tant'è che non ho visto neanche un solo sito in inglese che parli di Ossimoro Marte, di Carannante, di Piccaluga,ziggurat o altro.
      e per quanto riguarda Hoagland, trovo che sia più sicentifico topolino.

      Hoagland, è uno che va a giro a sostenere che i pianeti sono delle sfere perfette... dire che più in basso di cosi non si può finire.

      Veniamo ai punti esposti da Carannante.

      1) " e fosse valida la sua tesi sugli artefatti di scansione, tutte le foto di Marte dovrebbero contenere analoghe righe. Ma, onestamente non mi sembra che sia così. La stessa immagine dello ziqqurat sumero, sia a colori che in bianco e nero, dimostra in maniera inequivocabile che le righe reclamate dagli scettici sono del tutto assenti. Se poi vogliamo considerare l’impressione visiva, allora si ha proprio la sensazione della naturalità dei terrazzamenti. Ragionando diversamente, non si capirebbe nemmeno la funzione delle foto scattate dalle sonde spaziali perché non rappresenterebbero mai quello che si vede. "

      No, non avette capito molto eh? lo ziggurat non è una foto, è una riproduzione 3D fatta sulla base di alcuni dati raccolti con una scansione altimetrica a linee orizzontali. E sa perché nelle altre foto di Marte non si vedono ? Perché non sono riproduzioni 3D.

      Riguardo ai "terrazzamenti" ci sono fenomeni che portano a "terrazzamenti" ben più belli, complessi e nitidi, anche sulla Terra, e non c'è bisogno affatto di andare a pescare su Marte. Ad ogni modo sono facilmente spiegabili in maniera del tutto naturale.
      Basta avere anche le minime basi di geologia.

      Invece riguardo a prima, alle anomalie, beh ce le illustri.. mi dica di che anomalie si tratta.. Perché francamente ho visto una foto del Sojourner di una duna di sabbia, che voi reputavate una trave di calcestruzzo.. e quindi direi che la vostra credibilità attuale sia piuttosto bassa a parole, voglio fatti, immagini, dati !!!!

      " Cito invece la figura 159 del libro di Piccaluga che viceversa contiene artefatti di scansione, come dichiarato dallo stesso ingegnere. "

      a cosa serve questa citazione se non è accompagnata da una foto ??? voleva solo fare un commento più lungo ?

      2)" La querelle del volto su Marte non è affatto conclusa. "

      Ah beh fatte vobis. In realtà sappiate che c'è ancora chi dibatte sul fatto che la Terra ha o meno 6000 anni.. quindi siete in buona compagnia.. voi continuate a discuterne.. mentre da quest'altra parte la comunità scientifica cerca di capire come funzionano davvero le cose..
      Il volto su Marte..... oi oi...

      C'era una volta... un piccolo piccolo scienziato incompreso di nome Hoagland, che, mentre gente come Carl Sagan cercava di far appassionare le persone alla scienza, lui cercava di convincere tutti che c'è una cospirazione in atto che nasconde gli alieni,cosi si mise bel bello ad ingigantire la notizia collegata a questa foto...
      Hoagland è un ciarlatano. Ha fatto una valanga di soldi su questo, e cosi continua.

      Eccovi il vostro volto in buona risoluzione:

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_003200_003299/PSP_003234_2210/PSP_003234_2210_RED.NOMAP.browse.jpg

      eccolo anche a colori :

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_003200_003299/PSP_003234_2210/PSP_003234_2210_RGB.NOMAP.browse.jpg

      E se ha davvero il coraggio di dire, che si tratta di un'anomalia, almeno, la prego, prima di farlo si degni a guardare queste altre immagini della zona, e vediamo quanto è anomala quella struttura..

      Eccovi, li accanto alla faccia, un altra zona con tante strutture uguali come composizione e natura

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_002100_002199/PSP_002166_2205/PSP_002166_2205_RED.NOMAP.browse.jpg

      certo, Hoagland,Piccaluga,e Carannante, difficilmente andranno a giro a mostrare anche queste di immagini..
      D'altronde, chi li comprerebbe più le pubblicazioni se sapessero quante falsità dicono.

      E ancora :

      vogliamo vedere le vostre PIRAMIDI ??????????

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_005900_005999/PSP_005924_2210/PSP_005924_2210_RED.NOMAP.browse.jpg

      e a colori :

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_005900_005999/PSP_005924_2210/PSP_005924_2210_RGB.NOMAP.browse.jpg

      Ed ecco un po di altre foto, cosi può vedere nel complesso la regione Cydonia. Noti bene nelle foto il tipo di strutture, la loro natura geologica, e quanto sono comuni quelle che poi voi andate a chiamare "piramidi", o "face".....

      http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_010100_010199/PSP_010103_2250/PSP_010103_2250_RED.NOMAP.browse.jpg

      http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_007900_007999/PSP_007981_2205/PSP_007981_2205_RED.NOMAP.browse.jpg

      http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_008300_008399/PSP_008337_2160/PSP_008337_2160_RED.NOMAP.browse.jpg

      o anche a colori(la foto sopra) :

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_008300_008399/PSP_008337_2160/PSP_008337_2160_RGB.NOMAP.browse.jpg

      Guardi, altre strutture che sono della stessa natura geologica della faccia

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_008400_008499/PSP_008429_2215/PSP_008429_2215_RED.NOMAP.browse.jpg

      e a colori :

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_008400_008499/PSP_008429_2215/PSP_008429_2215_RGB.NOMAP.browse.jpg

      Ed eccone altre, a decine :

      - http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_016700_016799/ESP_016723_2190/ESP_016723_2190_RED.NOMAP.browse.jpg

      cavolo..ma è pieno di facce !!!!!!!!!!

      Insomma, spero di aver sfatato anche questa favoletta da due soldi ormai vecchia come il Hoagland.

      " Voglio dire che se si studiasse per bene, come la conosce esattamente il sottoscritto, tutta la storia della face, allora prima di fare delle affermazioni bisognerebbe pensarci non una, ma mille volte. "

      ahahahah, signor Carannante... suvvia, mi dica, dopo i suoi illustri studi, come mi spiega la faccia alla luce di queste altre foto ????

      3) " Infatti, sulla Terra NON TROVIAMO NESSUNA, DICO NESSUNA, immagine fatta dalla natura che si avvicini minimamente a quello che mostra Piccaluga su Marte. E questo dovrebbe quantomeno far sorgere dei dubbi. "

      Come no... volete vedere una cosa simpaticissima ? eccola qui :

      - http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/f/f1/Turtleyonaguni.jpg

      è vicino al Giappone, si chiamano le "Rovine di Yonugani".
      Per un po di tempo, qualcuno ha ipotizzato si trattasse di rovine di un antica civiltà. In realtà fu poi scoperto che la natura delle rocce, cioè arenaria, che quindi si rompe a pezzi, facilmente,insieme alla natura sismica che contraddistingue le zone del Giappone, ha prodotto queste apparenti "strutture".
      Tant'è che tutt'ora sono in formazione e cambiamento, dopo ogni terremoto che le rompe a pezzi mentre altre si formano per deposizione di materiale.
      Quello che voglio far vedere, e che strutture che aparentemente sono collegabili alle mani dell'uomo, non lo sono sempre anche alla luce delle analisi, per cui non è affatto un modo valido per fondare un ipotesi scientifica. Come cercano di fare, Piccaluga e Carannante.... e Hoagland

      4) " Quindi non è stata manipolata alcuna notizia e Piccaluga è fin troppo modesto rispetto alle inquietanti parvenze di strutture artificiali che ha evidenziate su Marte. E, si badi bene, non è il solo. "

      ahahaha, inquietanti ?? Comunque meno male che è stato fin troppo modesto, altrimenti se diventava troppo diffusa come notizia, arrivava qualche "Parruccone" a spiegare alla gente che le cose non stanno cosi.... Ovviamente lo avrebbe fatto per coprire l'esistenza degli alieni.. e tuuuuutto un complotto !!!

      5) " Il sottoscritto, come tanti altri, VEDE delle strutture artificiali. Si è innocenti fino a prova contraria. Le immagini sono quindi innocenti, in quanto contro le stesse non sono stati forniti validi argomenti. "

      Ah no? Bene , ora gli argomenti contrari li ha proprio qui in questo blog.. Se ne faccia una ragione.. Le sue ipotesi non sono più vergini e innocenti..
      Inoltre lei VEDE delle strutture ?????? e questa che sarebbe?? una prova ??? dovrebbe convincermi in qualche modo?
      Non so, io mi aspettavo più una dimostrazione scientifica.. non un, io vedo....

      6) Oddio.....ma perché...perché Carl Sagan deve finire usato da qualcuno che ammira gente come Hoagland, Piccaluga e Carannante...

      Prima di tutto, Carl Sagan ha reputato tantissime zone di Marte degne di un esame accurato. Come anche Giove, Nettuno, e Plutone, come anche tanti satelliti gioviani e saturniani...

      Era possibilista ? SI, anch'io lo sono. Riguardo all'esistenza di esseri alieni. MA NON ABBIAMO PROVE !!!!
      Ne della loro esistenza per ora, ne di alcun manufatto mai trovato a giro.

      E se vuol dire, SI abbiamo prove, per favore, cerchi almeno di sforzarsi di più.... la faccia mi viene a portare??Era quasi una sfida più bella quella della duna di sabbia scambiata per una trave di calcestruzzo...

      Prima di citare di nuovo Carl Sagan, magari provi a dare una lettura a questo :
      - http://www.randomhouse.com/catalog/display.pperl?isbn=9780345409461

      Per dirla come lui.. le due cose più importanti nel viaggio dello scienziato sono il pensiero scettico e l'attitudine a meravigliarsi...

      E cito alcune cose dette dal grande Sagan...

      - " Affermazioni straordinarie richiedono prove straordinarie. "

      - " Risero di Colombo, risero di Fulton, risero dei fratelli Wright. Ma risero anche di Bozo il Clown. "

      - " Un grammo di osservazione non vale una tonnellata di teoria "

  97. Angela

    "curioso come nel suo sito una persona che si qualifica femmina all’improvviso cominci a parlare con il pronome maschile e viceversa"

    se si fosse degnato di leggere tutti i commenti e non solo quello dei suoi cari Piccaluga e Carannante si sarebbe accorto che "l'errore di sesso" lo ha fatto Piccaluga, dando per scontato che qualcuno che si firma "Vanna" fosse una donna, mentre lui (ripeto, LUI) si è sempre riferito a se stesso come un uomo.
    [ora mi tocca pure fare il riassunto delle puntate precedenti]

    Bello vedere come non si sia nemmeno degnato di leggere tutta la discussione (perchè se non legge le opinioni a lei contrarie, che discussione è?), ma è partito subito in quarta (come abitudine di praticamente tutti quelli venuti a prestare pronto intervento agli scrittori di cui sopra) denigrando gratuitamente l'autore di questo blog.

    Non capisco perchè non vuol ascoltare noi che ci battiamo "per la verità, che Lei dice di rappresentare senza preoccuparsi minimamente di leggere perlomeno qualcosa di ciò che Lei combatte a spada tratta. Ma come fa a criticare senza sapere ciò che critica? Altro Ossimoro."

    Uh, ho un deja-vu....

    • Angela

      EDIT: nel fiume di parole mi ero persa il "Ora sarò più scientificA." indi anche lei è un'esponente del gentil sesso, chiedo scusa per lo scambio di sesso, che a quanto pare ormai è di casa.

      Riguardo
      "Quanto sostengono i denigratori in merito a presunti artefatti di scansione, dal mio punto di vista non corrisponde assolutamente a verità. Se fosse valida la sua tesi sugli artefatti di scansione, tutte le foto di Marte dovrebbero contenere analoghe righe."

      Adrian ha già risposto a riguardo diversi giorni orsono (vada a leggere i commenti indietro per cortesia), riporto qui un pezzo di spiegazione.

      3 luglio 2010, Adrian:
      "Il punto è questo: i scalini lei li vede soltanto per via della ricostruzione 3D che si basa sui dati dell’altimetro.
      Quindi, senza quelli non avrebbe detto affatto che c’è uno ziggurat.
      Quindi io le faccio vedere, come quei scalini siano ovunque nelle ricostruzioni 3D che si basano su dati altimetrici.

      Il caso più eclatante è sicuramente quello delle ricostruzioni basate sui dati del altimetro sulla sonda Magellan:
      Ecco un esempio

      http://www.bibliotecapleyades.net/imagenes_tierrahueca/O_venus17.jpg

      Li vede vero i scalini ?

      Se preferisce Marte, ecco qua :

      Mars Express:

      http://images.astronet.ru/pubd/2004/01/29/0001196394/valley3d_me.jpg

      MOLA(MGS) :

      http://www.mmedia.is/~bjj/3dtest/mars_mola.jpg
      (forse le sembrano piramidi quelle sullo sfondo)

      o ancora meglio:

      http://zuserver2.star.ucl.ac.uk/~idh/apod/image/9812/marsnpole_mola_big.jpg

      Ecco guardi quest’ultima. E basata su dati altimetrici, di una zona molto ampia,cioè le calotte polari. Date le grandezze, persino uno strumento cosi fine come il MOLA, fa delle misurazioni con una risoluzione totale approssimativa. Quindi quando vengono ricostruite le immagini si sente.

      Ma posso ancora continuare anche con l’altimetro presente su Cassini, intorno a Saturno, nel caso di Titano:

      http://www.planetary.org/image/PIA11831.jpg

      E cosi via….

      Come dicevo al sig. Piccaluga, non si può analizzare scientificamente delle immagini, senza tenere conto ne dello strumento usato, ne dei algoritmi per la costruzione dell’immagine.. Altrimenti fa come un mio amico che mi disse che Marte era blu, non sapendo come vengono colorate le immagini."

  98. ko@st23

    A VOI LA SCELTA:

    "DICO SPESSO KE QND SIETE IN GRADO DI MISURARE CIO' DI CUI STATE PARLANDO, E DI ESPRIMERLO IN NUMERI, SAPETE QLCS AL RIGUARDO; MA SE NON SIETE IN GRADO DI ESPRIMERLO IN NUMERI LA VOSTRA CONOSCENZA E' SCARSA ED INSODDISFACENTE" (William Thompson/Lord Kelvin)

    oppure...

    "HO IMPARATO UNA COSA IN UNA LUNGA VITA: KE TUTTE LA NOSTRA SCIENZA, SE CONFERMATA CON LA REALTA', E' PRIMITIVA ED INFANTILE, E TUTTAVIA E' LA COSA PIU' PREZIOSA KE ABBIAMO" (Albert Einstein)

    • Gabriele Cavalieri

      Entrambi si staranno rivoltando nella tomba per via delle 'K'

  99. Max

    Non si trovano strutture artificiali perché si guarda nella direzione sbagliata (per quanto Cydonia sia piuttosto esemplare).
    Ugualmente, le fonti ce le da la NASA stessa, più precisamente il Mars Global Surveyor, ancora più precisamente l'immagine MOC e1000462 dove si vede chiaramente e senza ombra di dubbio una struttura artificiale, senza nessun tipo di alterazione voluta o involontaria.
    Sono anni che mostro questa immagine. Sono anni che nessuno la commenta, nemmeno lo stesso Piccaluga (a meno che non se ne esca con un nuovo articolo al riguardo, tratto dalle "sue" ricerche.. il virgolettato, mi si consenta, è d'obbligo).

    http://ida.wr.usgs.gov/html/e10004/e1000462.html

    Dai nostri calcoli risulta essere più o meno di un chilometro e mezzo di lato.
    A voi le conclusioni. Io ho tratto le mie e non intendo convincere nessuno.

    • Grazie del commento.. Io ho guardato la foto.. ora immagino che con "struttura artificiale" tu ti stia riferendo alla linea in cima alla foto.

      Se è cosi, capisco che possa sembrare,con un po di immaginazione, quasi il muro di un antica città. Prendendo per assurdo che ci siano mai state su Marte le condizioni perché si sviluppassero città del genere, o specie animali in grado di costruire città.. Ma quella conformazione è facilmente spiegabile per via di tantissimi altri fenomeni.
      Per esempio l'erosione del bordo di un cratere.
      In definitiva i bordi di questo fantomatico muro non sono un granché dritti.. e per di più, non ci sono segni di nient'altro in torno, ne strade ne nulla.

      Per non parlare che si trova nel bel mezzo di un cratere.

      I crateri sono pieni di sappia, che con il tempo ha eroso molto intorno. Comunque non si può dire che sia o meno una città sulla base del " in questa foto sembra.." non funziona cosi la scienza.
      Per gli antichi, i pianeti sembravano stelle, e le chiamavano stelle che si muovono(= pianeti), ma oggi lo accetteresti come prova? Non vorresti prima un analisi spettroscopica per esempio, o delle misurazioni che ne determinino la natura chimica, l'interno, la temperatura, il campo magnetico...

      Allora perché... se trovi delle rocce in una foto di Marte, coperte dalla sabbia, sei sicurissimo che era una città ? Nonostante questo contradice qualsiasi cosa sappiamo su Marte?

      Guarda quest'immagine di alcuni segni di processi di erosione nella Arabia Terra, la stessa zona della foto che mi hai mostrato

      http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/PSP/ORB_010400_010499/PSP_010444_1960/PSP_010444_1960_RED.NOMAP.browse.jpg

      in fondo vedi c'è quasi un angolo? immagina tutto quanto sotto sabbia..

  100. ko@st23

    ..grazie per avermcelo ricordato gabry...

  101. Patsy Nicholas Di Falco

    Caro Adrian,
    solo oggi e per caso, sono venuto a conoscenza di questa discussione. Considerato che nel tuo scritto del 4 maggio definisci le mie "posizioni" sull'astronomia ridicole, ti invito a leggere il mio articolo 'Il corpo celeste di Mathura e la Planisphere tablet' (Area di Confine n. 32/2008). Non penso che tu possa ritenere, in un'accezione prettamente scientifica, le tesi di Hempsall e Bond maggiormente fondate delle mie. Nonostante questo sconfinamento, come chiarito nell'intervista riportata da Pianeta Marte del febbraio 2007 (che invito a leggere), non è l'astronomia il mio ambito di competenza, ma la linguistica e la semiologia in generale, il sanscrito e la cultura vedica in particolare. Dici di conoscere i Veda. Permettimi di non crederci. Ti posso assicurare che in occidente esistono poche e non sempre attendibili traduzioni, tra l'altro solo di una parte estremamente esigua dei Veda (ho quasi tutta la bibliografia esistente in materia). Penso anche che tu non conosca nè una parola di sanscrito e nè un solo carattere devanagari. Eppure parli dei Veda. Ti sembra questo un attegiamento "scientifico"?
    Patsy Nicholas Di Falco

    • Salve.. la faccio molto breve perché lei fa un errore talmente grosso in tutto questo che basta poco per mostrarlo:

      quella accanto alla "miniera a cielo aperto" immaginaria indicata da Carannante, NON E' UNA SCRITTA, ma sono semplicemente dune di sabbia basaltica che si muovono sopra sfondi rocciosi ricchi di gesso, portati dal vento.

      Quindi tutta la sua argomentazione è totalmente inutile, manca la premessa.

      Non ho assolutamente nulla da obiettare sull'interpretazione che lei ha dato, come non avrei nulla da obiettare riguardo all'interpretazione che un biologo marino da di una nuvola che sembra un delfino, e che secondo lui è simile alla forma preistorica del delfino.
      Il punto non è se lo sia o meno il punto è che E' UNA NUVOLA. Quindi non dimostra che i delfini preistorici vivevano nel cielo.

      Quindi, capisce che è inutile che lei abbia fatto una traduzione e interpretazione di una scritta se sono solo dune di sabbia. Le mie obbiezioni non sono contro la sua interpretazione dei segni, ma sul fatto che abbia anche lontanamente pensato di interpretarle seriamente senza neanche chiedersi che cosa fossero. E lo reputo un errore madornale. La prossima volta che vuole interpretare scritte su altri pianeti, si faccia aiutare da un astronomo o planetologo che lavora in quest'ambiente, e non da un ingegnere elettronico che scambia dune di sabbia per scritte e valanghe di sabbia basaltica, per alberi alti centinaia di metri...

  102. Patsy Nicholas Di Falco

    Buona la tattica: spostare l'oggetto dell'argomento per non rispondere.
    Ripeto le domande:
    1. se le mie posizioni sull'astronomia sono ridicole, cosa ne pensi dell'articolo ‘Il corpo celeste di Mathura e la Planisphere tablet’? (Visto che è l'unico mio articolo a carattere astronomico mai pubblicato!)
    2. è vero che non conosci un bel nulla dei Veda?
    Rispondo (onore e decoro, dicono gli avvocati), per chiarezza, alle nuove accuse (... errore talmente grossso ..., ... errore madornale) relativo al nuovo argomento da te introdotto: 'La scritta in Juventae Chasma" (Area 51, 2006 o 2007 non ricordo).
    1. Cosa penso della "scritta":
    "Se io ne sono certo e se sono convinto che si tratti effettivamente di una scritta? Appare tale, appena avrò modo di visitare personalmente il pianeta Marte le saprò dire qualcosa in più. Perché crederci? Non lo so. Quando scherzosamente ho detto che aspetto di passeggiare su Marte ho implicitamente individuato il punto debole della querelle. Come posso essere assolutamente certo che si tratti di una “scritta” avendone presa visione attraverso un’immagine satellitare? Se dovessi smontare l’assunto cercherei di individuare le fragilità dell’impianto. Da questo punto di vista sono perfettamente conscio dei limiti dell’operazione. (…) Come avrà capito, le congetture non sono il mio forte. Ho trattato la “scritta” esclusivamente come materiale linguistico. L’analisi filologica risente ovviamente del considerevole limite di non conoscere l’ambiente culturale, se mai ve ne fosse uno, che l’ha prodotta. Preliminarmente a ogni approccio mi sono imposto la completa decontestualizzazione. (…) Non avendo nessun dato su chi eventualmente ha realizzato la “scritta” e come, non volendo spingermi su terreni estremamente insidiosi, ho volutamente omesso di trattare alcuni aspetti propri della linguistica quali gli organi fonatori, lo strumento scrittorio, il supporto scrittorio, ecc.” (Pianeta Marte, 25 febbraio 2007, M. Fagone).
    2. Come spiego che la scritta si trova sul pianeta Marte:
    “Non ne ho la più pallida idea. Potrebbe trattarsi di concrezioni del suolo marziano” (Pianeta Marte, 25 febbraio 2007, M. Fagone).
    Cordiali saluti.

    • Non stavo affatto spostando l'attenzione, stavo solo dicendo che in quello che dice riguardo alla scritta non c'è alcun errore di per se nell'analisi linguistica ma sta nel interpretare delle dune di sabbia.

      Comunque:

      1) E' un topic interessante. Sicuramente un evento cosi enorme come l'impatto di un asteroide avrà molto affascinato e colpito gli occhi dei antichi, già molto suscettibili dei eventi cosmici, non avendo una conoscenza fisica,ma spesso astrologica di quello che succedeva. Comunque sia, non sono riuscito a reperire quasi alcuna informazione a riguardo ne nel sito della British Interplanetary Society, ne l'Università di Bristol.
      Comunque ho anche delle riserve riguardo a tutto questo. Voglio dire, l'impatto di un asteroide delle dimensioni di cui loro parlano avrebbe causato molti più danni. Sia che fosse caduto nel Asia come sostiene lei che in Europa. Ad ogni modo, finché non ci sono molte più prove per sostenere questa tesi, per me resta solo un ipotesi come un altra. Riguardo ai racconti e miti, possono aver visto meteoriti cadere,ma per identificare una stretta correlazione serve un bel cratere oltre che un bel racconto.. C'è ?

      E cmq mi piacerebbe leggere direttamente le ricerche a riguardo.. possibilmente se si trovano on line.

      2)

      " Preliminarmente a ogni approccio mi sono imposto la completa decontestualizzazione "

      e fa male. Sarebbe come se un archeologo o storico si mettesse a studiare un frammento di un testo, decontestualizzandolo totalmente. I linguaggi, e parole usate sono collegate sempre ai loro contesti. E non trovo alcun senso nel decontestualizzare l'analisi della scritta su Marte.

      Riguardo alle mie conoscenze dei Veda, si limitano a qualche lettura presso la mia università di alcuni libri in cui trattano del teatro in quelle zone, e quindi la tradizione l'ho dovuta studiare, eppoi ho letto qualcosa su wikipedia. Non sono esperto dei Veda, assolutamente. Ne conosco molto. Ho solo detto che non penso siano un insalata,ecco.

      Ad ogni modo, le mie conoscenze dei veda non sono rilevanti in questo caso, come non lo sono le sue. Ossimoro Marte di Piccaluga, avanza l'ipotesi della scritta come di origine aliena, e la basa sulla strumentalizzazione della sua analisi. Io ho voluto puntualizzare che non ha alcun valore l'analisi linguistica se si tratta di dune di sabbia. Non importa se sono o no somiglianti... Poteva anche esserci scritto "Ciao" Se è solo una questione di spostamento di sabbia su depositi di gesso, allora non è che un illusione quella della scritta.

      Cordiali Saluti

  103. Patsy Nicholas Di Falco

    E' la prima volta che partecipo a un blog e non vorrei proseguire in una discussione che alla fine può risultare noiosa o inutule. Preciso che mi sono permesso di intervenire solo perchè chiamato in causa in termini che ritengo scorretti. L'ambito delle mie ricerche richiede volizione, rigore e tempo, elementi che mal si accompagnano all'essere citato impropriamente su siti di bufale (e non è la prima volta che accade).
    A ogni buon fine:
    1. nell'articolo ho riportato la testimonianza documentata della descrizione del passaggio in epoca arcaica di un corpo celeste sull'Uttar Pradesh. Non ho avanzato alcuna ipotesi sull'eventuale luogo d'impatto e ho contestato la tesi degli scienziati inglesi (anche in base agli studi di R. Surenian del Geologische Budensanstal di Vienna) che lo individuavano in Koes nel Tirolo austriaco.
    2. Dal punto di vista linguistico, negli 'Exercices de style' di Raymond Queneau la contestualizzazione non è l'elemento fondamentale. E' l'esercizio linguistico in sè a dare senso a questo capolavoro del novecento. Fatte le debite distinzioni, il mio 'esercizio' su Juventae Chasma si basa sullo stesso principio.
    Se il tono dei miei interventi è risultato sarcastico o irriverente chiedo scusa.
    Nel restare a disposizione per qualsivoglia ulteriore chiarimento, porgo cordiali saluti.

  104. Complimenti per il sito, per la preparazione scientifica e per la passione che dimostri. L'ho messo subito tra i preferiti.

    Io non sarei riuscito ad avere la tua pazienza nel rispondere con calma a certi ragionamenti strampalati e per questo ti ammiro.

  105. ....e complimenti soprattutto a Patsy Nicolas di Falco per la competenza e la classe con cui ha risposto a chi voleva ad ogni costo trascinarlo in un contesto (quello delle bufale) che in nessun modo gli appartiene. Ma chi è in mala fede ci prova sempre, salvo poi confrontarsi con una realtà diversa e inattesa. Taluni non avevano messo in conto che certe ipotesi, per quanto coraggiose e...destabilizzanti, potessero comunque avere delle argomentazioni valide ed essere supportate da studiosi di valore, anche se non accreditati presso gli Enti Spaziali. Accreditamento che non è affatto certo che aggiungerebbe valore, anzi....

  106. Caro Ennio,
    le argomentazioni possono anche essere plausibili, all'interno loro contesto naturale, ma sostenere che lo siano anche in un uno totalmente estraneo *appartiene* al contesto delle bufale o, al più, delle speculazioni.

  107. Caro Francesco
    Come ho già commentato più volte, si cita una piccola verità per coprire grandi bugie. Se fosse come dici tu, dovremmo avere una logica per la Terra ed una per gli altri pianeti, e così dovremmo fare per la fotografia, gli edifici, le scritte etc.... Se poi si è in buona fede, come suppongo nel tuo caso, si copre solo il fatto di non essere ancora preparati a certi cambiamenti. Spero, come è avvenuto tante altre volte, che non dovremo attendere un cambio generazionale per ottenere anche un cambio di mentalità.
    Grazie per il tuo commento.

    • Si, ma Ennio, la logica può essere comune per tutti i pianeti per le cose che riguardano la scienza, ovvero ad esempio il fatto di trovare acqua su Marte o metano su Titano ci può far trarre alcune conclusioni su quei pianeti, che si basano sulla nostra conoscenza della terra.
      Però applicare questo ragionamento anche allo sviluppo delle civiltà è sbagliato perchè, a differenza delle leggi della fisica, queste possono essere diversissime di pianeta in pianeta (in realtà non ne sappiamo niente) e condizionate da infiniti fattori di cui solo una parte è deterministica.

      Per questo, specialmente in assenza di prove, ritengo speculativa una tesi che assume l'esistenza di civiltà simili a quelle terrestri (con addirittura lo stesso tipo di scrittura!) su altri pianeti. Oltretutto perchè, come è stato mostrato anche in questo articolo, spesso si tratta di illusioni dovute alla scarsa conoscienza della materia.

      In sostanza nessuno può escludere, oggi, che la vita su Marte sia esistita (alcuni pensano addirittura che potrebbe esistere ancora oggi, magari nel sottosuolo), ma da questo ad una civiltà tecnologica che costruisce "Ziggurat" nel bel mezzo del niente ce ne passa.. e una foto interpretata secondo criteri "terrestri" mi pare un po' pochino come prova.

      Quanto al cambio di mentalità quello purtroppo in effetti sta avvenendo: nel senso che purtroppo la scienza e i fatti sono presi sempre meno in considerazione dal "grande pubblico", che spesso non ha gli strumenti per giudicare, ma tuttavia manifesta un'istintiva, quanto immotivata, diffidenza.

      Grazie.

  108. Grazie Francesco
    per le tue spiegazioni. Il tuo ragionamento è abbastanza logico e concettualmente giusto. Chi erigerebbe zigurrat su un pianeta senz'aria? E come mai scriverebbe sul terreno con scritture terrestri? E perchè costruirebbe degli hangar di un chilometro, e a che scopo? Sono tutte domande a cui ho chiaramente risposto su Ossimoro Marte e su cui ho più volte argomentato. Mi scuserai se non mi ripeto. Quanto alla scarsa fiducia nella scienza, sei poi sicuro che sia immotivata? Per via della "ricerca scientifica" la nostra medicina, da naturale ed economica, è diventata chimica e costosissima. L'energia atomica è diventata un incubo per l'intera umanità mentre le imprese spaziali, laddove ben perseguono obbiettivi militari, poco o nulla dicono e danno all'uomo della strada. Di cosa dovremmo essere grati alla scienza, della TV e dei telefonini? La scienza mancherà sempre i suoi obbiettivi se non andrà di pari passo con l'evoluzione spirituale. Ma questo la "Scienza", basata su terminologie roboanti e artefatte non ha mai mostrato di comprenderlo. La invito semplicemente a leggere i prossimi numeri (novembre-dicembre-gennaio) di AREA DI CONFINE e potrà comprendere a cosa alludo se parlo di un "nuovo modo di intendere la Scienza". Le prometto delle novità tanto shoccanti quanto (bisogna metterlo in conto) ..destabilizzanti. Non c'è la pretesa di insegnare niente a nessuno, ma solo il desiderio di mostrare il frutto di studi assolutramente innovativi. Parlo dal punto di vista strettamente ...scientifico.

    • Non avendo letto il tuo libro non mi esprimo. Mi limito, come ho fatto fin'ora, di giudicare quello che vedo. E quello che vedo è una foto realizzata con un sistema di rilevamento delle quote discretizzato, che ha prodotto la famosa immagine dello "ziggurat". Che quindi non esiste affatto.

      Quando al resto si vedono delle macchie e delle strutture assolutamente naturali, almeno fino a prova contraria.

      Voi dite di avere queste prove. Ma queste prove sono talmente complesse che ci vuole addirittura un libro (ovviamente a pagamento) per dimostrarmi che quello che a me sembra un sasso in realtà non lo è.

      Allora io ragiono in questo modo: se per sostenere una cosa semplice c'è bisogno di tirare fuori una spiegazione talmente contorta che bisogna per forza leggere un libro, senza il quale "non si può capire", significa che la cosa in questione è falsa. Tecnicamente il temine più adatto per descrivere è: "voli pindarici"..

      Dopodichè aggiungo un altro concetto: se quanto sostiene il tuo libro è vero e vuoi avere la stessa credibilità degli scienziati perchè non sottoponi la tua teoria alla comunita scientifica, come fanno tutti, invece di *venderla* alla gente comune, che spesso non ha gli strumenti per giudicarla? Altrimenti permettimi di dubitare..

      Concludo con un breve commento, non serve dire molto altro, sul tuo odio per la scienza: la scienza è uno strumento e come tale può essere usata per scopi giusti o sbagliati. Tuttavia quì non stiamo parlando di etica, ne di morale, stiamo parlando di credibilità. E la credibilità della scienza non è minimamente influenzata dall'uso che se ne fa. Spostare l'attenzione dal piano "tecnico" a quello "etico" è un grosso errore logico perchè, inevitabilmente, conduce a parlare d'altro.

      Grazie.

      • Arrivo in ritardo dopo alcuni giorni via, ma volevo ringraziarti per i complimenti. Mi fa davvero tanto piacere e spero di meritarmi il posto tra i tuoi preferito anche da qui in avanti.

        Riguardo alla discussione, sono d'accordo in tutto con quanto hai scritto, e mi auspico davvero che l'ing. Piccaluga come anche altri della rivista Area di Confine, possano avere un giorno l'onesta di sottoporre le loro ricerche ad una revisione paritaria e non solo ad un pubblico affamato di "misteri e cospirazioni", che crederebbe a tutto, persino a ziggurat e alberi alti centinaia di metri su Marte...

        Comunque di nuovo grazie dei commenti e della presenza nel blog !

  109. carlo

    complimenti all'ingegnere. Se fosse per certe persone, non si dovrebbero più fare ricerche in campi sconosciuti, limitandosi solo a ciò che è "scientificamente" accertato. Salvo scoprire, poi, che la sienza aveva abagliatao. E' successo così spesso|Un certo tipo di scienza è alle corde e lo si capisce dalla mancanza di orizzonti di certe argomentazioni.
    Svecchiatevi, e svegliatevi. Il sonno della ragione genera.....

    • Ok, cercherò di essere "politicamente corretto"... e lo dirò con calma e pazienza(e con grande sforzo).

      La scienza si occupa continuamente di nuove cose.. L'ha letto questo blog per esempio? Ci sono ogni giorno decine e decine di nuove scoperte nei più svariati campi scientifici.

      Ma ogni scoperta va fatta con metodo, con osservazioni, esperimenti, creazione di modelli e teorie per spiegare i dati rilevati, etc etc.

      Non si può solo guardare una foto e dire che sembra essere qualcosa.. Questo è ridicolo !!

      Molte delle cose che gli scienziati di 100 anni fa pensavano adesso sappiamo che sono sbagliate, ma chi le ha scoperte essere sbagliati? Altri scienziati ! E come hanno fatto? Beh, testando, sperimentando, e continuando a confrontarsi su nuovi orizzonti !

      Quindi non riesco a capire come fa lei ad avere il coraggio di dire che mancano gli orizzonti nuovi per certe argomentazioni.. Probabilmente è solo ignoranza. Cosi le faccio presente che abbiamo decine di istituti e accademie che si occupano ogni giorno di studi all'avanguardia in tutti gli ambiti dell'astronomia, dalla fisica di base(LHC) fino alla vita nello spazio(Kepler,CoRoT,SETI, etc et).

      Lei non ha la più pallida idea a quanto pare di cosa le succede intorno, se riesce a dire una cosa del genere.

      Lo sa qual'è la differenza tra Piccaluga e un astrobiologo vero e proprio? Beh intanto l'astrobiologo si è laureato e ha studiato anni e anni la cosa di cui sta parlando, mentre Piccaluga..beh.. il suo curriculum parla da solo. Poi un astrobiologo lavora sempre in base a dati che mette alla prova con modelli ed esperimenti, mentre Piccaluga si limita a specculare su immagini(spesso facendo riferimento ad altri ciarlatani come lui, o ignorando completamente anni di ricerca per tirare fuori una foto di decenni fa, che interpreta liberamente da solo)

      Ma la cosa più importante di tutte, è che un astrobiologo, le sue ricerche le pubblica in riviste di revisione paritaria, (peer review),dove altri astrobiologi del mondo possono confrontarsi con lui, e dove c'è un vivissimo dibattito continuo tra le più varie posizioni, a suon di dati e prove ed esperimenti.
      E Piccaluga? Perché non ha mai pubblicato una virgola in una rivista a revisione paritaria? Probabilmente si rende conto benissimo anche lui che quello che dice non ha alcuna valenza scientifica. Ad ogni modo, quello che fa è andare da paese a paese, facendosi pagare per dire le più disparate cazzate su Marte, ad un pubblico che spesso NULLA sa di geologia marziana, o dell'ingegneria dietro le sonde che hanno ottenuto quelle osservazioni di cui parla.

      Lei si fida più di uno scienziato che si è formato in un mondo accademico dove devi continuamente mettere alla prova tutto quello che dici, e dove c'è un continuo confronto tra le menti più brillanti del pianeta, o di qualcuno che fa soldi raccontando alla gente che valanghe di sabbia basaltica su Marte sono in realtà alberi alti centinaia di metri ????

      SVEGLIA !!!

  110. Cari Francesco e Adrian
    ho scritto e pubblicato decine di articoli sulle mie tesi, ho rilasciato un'infinità di interviste (facilmente raggiungibili via internet), ho tenuto tante affollate conferenze, dirigo una rivista, AREA DI CONFINE, che ne parla spessissimo e ho all'attivo un libro che ha fatto il giro del mondo. Di grazia, all'attenzione di chi dovrei sottoporre le mie ricerche per una "revisione paritaria"? A coloro che dopo avermi invitato al planetario di Milano, hanno ritirato l'invito...terrorizzati dall'idea di veder smontato il loro scetticismo? Chi sono costoro cui dovrei umilmente sottoporre i miei studi? Io do le mie risposte solo a chi ama questo argomento, ed a chi chiede con umiltà, senza pretendere la mia sottomissione. Agli altri non concedo nulla. Se le trovino faticosamente le risposte: le mie ricerche sono durate molti anni ed i relativi frutti non possono essere regalati a chi non non ha neanche lo stimolo di leggere una rivista.

    • Ingegnere, se vuole avere una minima dignita qualsiasi nel mondo di ricerca scientifica ecco una lista di riviste a revisione paritaria nel mondo dell'astronomia :

      Acta Astronomica
      Advances in Space Research
      Annales Geophysicae[citation needed]
      Annual Review of Astronomy and Astrophysics (1963)
      Annual Review of Earth and Planetary Sciences
      Apeiron
      Astrobiology
      Astronomical Journal (1849)
      Astronomische Nachrichten
      Astronomy & Astrophysics (1969)
      Astronomy & Geophysics
      Astronomy Reports
      Astroparticle Physics
      Astrophysics and Space Science
      Baltic Astronomy
      Bulletin of the ASI[citation needed]
      Bulletin of the Vilnius Astronomical Observatory (1960–1992)
      Celestial Mechanics and Dynamical Astronomy
      Central European Journal of Physics (section Astrophysics)
      Chinese Astronomy
      Cosmic Research[citation needed]
      Earth, Moon, and Planets
      Icarus (1962)
      Journal of Astrophysics & Astronomy[citation needed]
      Journal of Cosmology[1]
      Journal of Cosmology and Astroparticle Physics[citation needed]
      Journal of Earth System Science (1934)[citation needed]
      Living Reviews in Relativity
      Living Reviews in Solar Physics
      Monthly Notices of the Royal Astronomical Society (1827)
      New Astronomy
      New Astronomy Review[citation needed]
      Publications of the Astronomical Society of Japan[citation needed]
      Publications of the Astronomical Society of the Pacific (1899)
      Revista Mexicana de Astronomia y Astrofisica[citation needed]
      Solar System Research[citation needed]
      Space Journal[citation needed]
      The Astronomy and Astrophysics Review
      The Astrophysical Journal (1895)
      The Astrophysical Journal Letters
      Vistas in Astronomy[citation needed]

      Dovrebbe umilmente sottoporre le sue "ricerche" a questi. Mandi a loro le sue tesi, e vedrà che riceverà indietro una valanga di considerazioni che sono sicuro potranno tornarle utili.

      Se vuole avere una valenza scientifica per quello che dice, deve far parte dell'arena sceintifica.

      Se vuol giocare a fare lo scienziato deve essere pronto a prenderle anche le botte, e deve andare incontro a chi non è d'accordo con lei. Ricorda Galileo per dire? E andato a parlare a chi lo credeva ? No, l'opposto.
      Uno scienziato deve lavorare per convincere chi è scettico.

      E NON DEVE SMONTARE LO SCETTICISMO, DEVE SMONTARE LE TEORIE OPPOSTE !! Quindi semmai lo scetticismo dovrebbe incoraggiarla.

      " Se le trovino faticosamente le risposte: le mie ricerche sono durate molti anni ed i relativi frutti non possono essere regalati a chi non non ha neanche lo stimolo di leggere una rivista. "

      Per questo noi siamo molto diversi. Anche io ho lavorato molti anni duramente per avere le conoscenze che ho adesso, ma non ci penserei due volte a regalarle gratuitamente a chiunque. E il mio obbiettivo non è certo solo chi ama l'astronomia e la scienza. Il mio obbiettivo è anche chi non si è mai appassionato di astronomia e di scienza, per cercare di rendere appassionante questo mondo, per cercare di colmare quel vuoto tra il mondo accademico scientifico ed il pubblico generale, ma senza arrivare a compromessi scandalistici come tante altre riviste..

      Io non mi permetterei mai di escludere nessuno da quello che ho imparato, perché la conoscenza è dell'umanità intera, e chiunque dovrebbe poterne disporre.

      Ripeto, se ha qualche dignità, dovrebbe pubblicare gratuitamente le sue teorie e prove, in una rivista peer review per esempio, dove possono venir diffuse facilmente, o on line, gratuitamente.

      Altrimenti se ne faccia una ragione, perché non verrà mai e poi mai preso sul serio dal mondo accademico. E NON PERCHE' C'E' UNA QUALCHE COSPIRAZIONE, MA PERCHE' LEI NON E' UNA PERSONA SERIA, E NON HA LE PALLE PER CONFRONTARSI CON IL MONDO ACCADEMICO

  111. Patsy Nicholas Di Falco

    Per Adrian.
    Per citare solo alcuni aspetti che abbiamo in comune:
    sono laureato con lode presso la Facoltà di lettere e filosofia di Bologna, dipartimento dello spettacolo (con tesi in semiologia). Ho recitato con Luigi Squarzina. Sono un bassista (strumentazione: G&L L-2000 custom Usa, Fender Jazz bass con cassa in mogano e p.u. Seymur Dunca vintage, Warwick Streamer 5 corde, Polytone Mini Brute I, loop station Boss RC20, Jim Dunlop Univibe, Mark Bass Super Synth, Mxr Micro amp, Danelectro Daddy O, EBS Multichorus, Electro Harmonix Bass Micro Synth, Boss OC2 Japan, Boss FT2 Japan). Mi piace la musica sperimentale (e il free jazz). Sono un astrofilo e ho un Astronatura Formula 200. Come vedi abbiamo diverse cose in comune. Di diverso abbiamo che io non apro blog per riportare articoli e notizie di altri e per fare continuo esercizio di saccenza. Di certo IN COMUNE NON ABBIAMO LA MALEDUCAZIONE. Definire Piccaluga come un ciarlatano, una persona non seria e senza palle è di una scorrettezza e villania tale da qualificare chiaramente la tua persona e il tuo blog per quello che sono.
    A proposito, se ciò vale come credito scientifico, ti faccio sapere che ho le palle.
    Patsy Nicholas Di Falco

    • Prima di tutto questo blog non è soltanto riporto,anche se un grosso nucleo è quello della traduzione,re-interpretazione e pubblicazione di ricerche esterne,e non ho alcuna vergogna a dirlo, non capisco perché dovrebbe essere un attacco...il mio obbiettivo è proprio quello di mettere in contatto chi non ha una grande cultura scientifica con le più recenti pubblicazioni scientifiche, gratuitamente, e in italiano, dato che la maggior parte si trovano in inglese. secondo non ritengo di essere "saccente" quando si parla di una cosa talmente ridicola come la tesi dello ziggurat su Marte, o la faccia, o le travi di calce struzzo etc etc.. è buonsenso semmai.

      Chiarisco, e ribadisco:

      1) Ennio Piccaluga è a mio avviso una persona poco seria come editor e "scienziato", perché non segue minimamente un metodo scientifico(ma pretende di parlare di scienza e sue scoperte scientifiche), perché pubblica assurdità enormi,che riuscirebbe a smontare anche un ragazzino con i libri di scienza delle medie, ma sopratutto perché ha la faccia di bronzo da andare in televisione, in prima serata, e dire che gli enti spaziali nascondono chissà cosa, e che le valanghe di sabbia basaltica,causate dalla sublimazione del ghiaccio di anidride carbonica, sono ALBERI ALTI CENTINAIA DI METRI, e che ci sono tracce di civiltà(lo ziggurat). Questo è davvero poco serio, e il fatto che lo continui a dire a girò, nonostante in diversi gli hanno mostrato che è totalmente sbagliato, denota quanta cura ha per quello che dice.

      2) Ennio Piccaluga è una persona "senza palle", perché se davvero avesse fiducia in quello che dice, e se davvero fosse convinto della validità scientifica del suo metodo, allora pubblicherebbe le sue ricerche su riviste a revisione paritaria, e andrebbe a confrontarsi con esponenti del mondo accademico che lavorano in questo campo.
      Invece è troppo facile fare conferenze con un pubblico che è carente di una preparazione critica scientifica, o che non è al corrente di tutte le ultime pubblicazione nel mondo dell'astronomia, riguardo a quello di cui si parla.
      Spesso poi ho visto che le conferenze sono abbinate ad altre cose come "spiritualità", "2012", etc etc.. cose che se non altro, centrano meno di zero con l'analisi geologica della superficie di Marte.

      Magari sembrerò maleducato, ma io ne ho fin sopra i capelli di vedere queste simili idiozie sparate ai quattro venti come se fossero scienza, a persone che non hanno gli strumenti critici per difendersi, per il sol fine di guadagnarci sopra qualcosa.
      Quindi se lei preferisce collaborare e non dire nulla, faccia quello che vuole, se ha le palle come ha detto, si vede che le usa per tutt'altro. Invece di prendersela con me e con il mio blog, per una cosa futile come le espressioni usate, dovrebbe aver da ridire contro le tesi ridicole sostenute da certa gente.

  112. potrei rispondere con una serie di improperi per dimostrare qualcosa che non intendo proprio dimostrare a chi si fa paladino di un metodo scientifico di cui non dimostra il minimo rispetto, dal momento che ha scritto una valanga di (inutili) parole su un libro (Ossimoro Marte) che asserisce di non aver neanche letto. Tutte quelle parole le ha "sprecate" sul titolo del libro e su una trasmissione di pochi minuti (Voyager) per forza di cose incompleta. A questa gente dovrei sottoporre i miei studi? Prima di parlare ancora, consiglio all'ing. (spero che sia almeno ingegnere dal momento che mostra tanta saccenteria) Adrian di leggere il prossimo numero di Area di Confine in cui completo ciò che a Voyager, per evidenti ragioni di tempo, non è stato completato. Mi asterrò quindi dagli improperi e attacchi di isteria propri di chi non ha quegli attrbuti la cui mancanza attribuisce ad altri. Comunque la comprendo, si sente mancare la terra sotto i piedi.....e le manca ciò che serve (le chiami come vuole) a mantenere la calma. Mi chiedo a questo punto cosa succederà quando uscirà il mio secondo libro che chiuderà una volta per tutte il cerchio relativo alla presenza di vita intelligente su Marte.
    Spero di non essere stato troppo scortese.

    • Vanna

      Ohhhh, e qui casca l'asino!

      "Prima di parlare ancora, consiglio all’ing. (spero che sia almeno ingegnere dal momento che mostra tanta saccenteria) Adrian"

      Ancora con lo stupido luogo comune che solo noi italiani sappiamo metter su:

      ingegnere = saccenza a prescindere

      Direi che con questo ci siamo tagliati le gambe da soli, e che ormai siamo arrivati al cosiddetto binario morto.

      Veramente, come dicevano i Looney Tunes, That's All Folks (cit.)

    • Come ho già detto, non è a me che deve sottoporre i suoi dati, ma è alle riviste a revisione paritaria di cui le ho parlato che deve farlo.

      Non voglio perdere tempo a ripetermi all'infinito, non ne vale la pena. Quando si degnerà di pubblicare qualcosa su una rivista scientifica a revisione paritaria, allora magari le sue tesi varranno qualcosa, fino ad allora non la minima credibilità come scienziato, può pubblicare quanti libri vuole... lo può fare chiunque, persino Totti, ma se Totti pubblicasse un libro che parla di Giove, non me lo andrei a leggere per imparare qualcosa di Giove, ne mi aspetterei che fosse affidabile.. Lei e Totti nella mia mente sono nella stessa categoria come affidabilità scientifica

  113. incredibile, riecco Vanna
    La rappresentanza della "scienza ufficiale" italiana è al completo. Magari, per avere diritto agli attributi, dovrei mostrare le credenziali anche a costei (o costui, vai a capirlo davvero). Comunque, una scienza ufficiale esiste davvero, ma con voi non c'entra proprio. Se così non fosse saremmo conciati molto peggio del previsto

    • Non faccia finta che non ho detto niente, risponda a me piuttosto che prendersela per altro solo per spostare l'attenzione del dibattito

  114. Cari Francesco e Adrian
    ho scritto e pubblicato decine di articoli sulle mie tesi, ho rilasciato un’infinità di interviste (facilmente raggiungibili via internet), ho tenuto tante affollate conferenze, dirigo una rivista, AREA DI CONFINE, che ne parla spessissimo e ho all’attivo un libro che ha fatto il giro del mondo. Di grazia, all’attenzione di chi dovrei sottoporre le mie ricerche per una “revisione paritaria”? A coloro che dopo avermi invitato al planetario di Milano, hanno ritirato l’invito…terrorizzati dall’idea di veder smontato il loro scetticismo? Chi sono costoro cui dovrei umilmente sottoporre i miei studi? Io do le mie risposte solo a chi ama questo argomento, ed a chi chiede con umiltà, senza pretendere la mia sottomissione. Agli altri non concedo nulla. Se le trovino faticosamente le risposte: le mie ricerche sono durate molti anni ed i relativi frutti non possono essere regalati a chi non non ha neanche lo stimolo di leggere una rivista.

    Gent.mo Ing. Piccaluga.. Se lei è davvero ingegnere dovrebbe conoscere sufficientemente bene la scienza per sapere di cosa si tratta. E saprà anche che di persone che dirigono riviste e pubblicano articoli è pieno il mondo, ma questo si può fare anche parlando di cucina o di giardinaggio e non si può usare come argomento a difesa della scientificità di quello che si sostiene. Non c'entra niente. Quanto all'essere letti da tante persone, di nuovo, non è un argomento perchè quello che conta è il parere delle persone competenti; una delle cose belle della scienza è che, ultima rimasta in Italia, non può essere populista.

    Quindi se queste sono le sue argomentazioni mi lasci dire che sono molto deboli.

    Resto inoltre sorpreso che un ingegnere elettronico, quale lei sostiene di essere, possa ignorare un concetto banale come quello della discretizzazione e cascare in un errore così grossolano. Potrei sapere esattamente presso quale facoltà di Ingegneria Elettronica si tralasciano tali concetti basilari?

    Le persone cui dovrebbe sottoporre i suoi studi sono le persone che sono in grado di giudicarle. Molto semplice. Perchè è troppo facile fare il "santone", quando si parla a chi non è in grado di contraddirci. Ma immagino che le sue ricerche rivoluzionarie sino troppo importanti per essere esposte all'umanità. Neanche Einstein era arrivato a tanto, ma chiaramente era un dilettante in confronto a lei. Mi scusi se rido.

    ------------------------------------------------------------
    Rispondo brevemente anche a Carlo:
    La ricerca in campi sconosciuti si fa eccome, tant'è vero che le scoperte si susseguono e lo fanno soprattutto in campi come l'astronomia. E non è neanche vero che la scienza rifiuti idee a prima vista anti-intuitive o assurde, basti pensare alla rivoluzione che ha portato la Teoria della Relatività. Però questo viene fatto grazie a persone che sono l'opposto dell'"ingegner" Piccaluga, ovvero persone che dimostrano con serietà le proprie scoperte e non le espongono certamente su riviste scandalistiche per non addetti ai lavori.

    Il metodo scientifico è quello che permette alla scienza di poter dire "se non credi in quello che dico ti posso dimostrare che ho ragione". Il rifiuto di questo principio da parte del sig. Piccaluga lo espelle dal mondo della scienza e lo proietta, inevitabilmente, in quello della religione.

    ------------------------------------------------------------
    Rispondo infine anche a Patsy Nicholas Di Falco:
    Come hai detto sei un letterato. Senza offesa, ma parla delle cose che conosci. Sicuramente avrai in mente mille esempi di persone che, non conoscendo niente delle cose che hai studiato, se ne escono con le teorie più strampalate. Ecco..

  115. Aggiungo un link al Blog di Paolo Attivissimo, dove si parla della "famosa" puntata di Voyager..

    http://attivissimo.blogspot.com/2010/09/voyager-e-gli-alberi-marziani.html

  116. gent.mo Francesco
    non vorrei sembrare irriverente, ma le uniche battute che mi sovvengono, riguardano gli asini, tra l'altro animali amabilissimi. La prima riguarda un asino che credeva di essere importante e colto solo perchè trasportava libri, ma era solo un asino. La seconda è il noto proverbio" a lavar la testa all'asino ci si rimette anche il sapone". Il mio Ossimoro Marte è semplicemente un libro di osservazione e studio di foto satellitari; non intende affermare nuovi teoremi scientifici ma solo esporre il frutto di "semplici" osservazioni. Il fatto che da queste semplici osservazioni scaturiscano enormi conseguenze per la nostra storia e per la scienza è solo una conseguenza che esula dalle mie competenze. Temo però che ancora una volta sarò frainteso. Se così sarà, dovrò evitare di ....sprecare ancora il sapone. E scusate il tono poco cortese, ma Voi non lasciate scelta.

    • @ Francesco: Grazie del commento, concordo in pieno, non avrei potuto spiegarlo meglio.

      @Ennio:

      Se il suo è un "semplice libro di osservazioni" e se lei non vuole una valenza scientifica a quello che dice, allora perché attacca la scienza? Perché parla di oscuri complotti etc, senza neanche aver mai fatto parte della comunità scientifica?? Continua a dire che la "scienza ufficiale"(espressione senza senso secondo me), cerca di nascondere le prove sulla vita su Marte, eppure lei non ha mai neanche tentato di pubblicare le sue ricerche alla comunità scientifica di questa supposta "scienza ufficiale".

      Per di più, va anche in televisione a parlare di astrobiologia e geologia marziana, quando lei non ha in proposito la benché minima preparazione o credibilità.

      Mi dica ingegnere, lei preferirebbe ascoltare una conferenza sul cancro da parte di un laureato in medicina, con un master in oncologia e decine di ricerche pubblicate in riviste scientifiche in mezzo mondo, con anni di pratica a diretto contatto con i pazienti ?? O preferirebbe farsi spiegare la verità oscura sul cancro da un ingegnere elettronico?? Che ha come "merito", l'aver pubblicato un libro su come il cancro sia una malattia immaginaria, e che le case farmaceutiche nascondono la verità..

      Il paragone è forzato, perché ovviamente nel caso del cancro, se qualcuno le crede rischia di morire senza curarsi, mentre nel suo caso, al massimo si rischia di fare qualche figura di m... quando si parla di queste cose con qualcuno che ne sa di più.
      Tuttavia il succo è lo stesso.

      Ora mi creda, il fatto che lei sia un ingegnere elettronico non significa che non può avere alcuna valenza scientifica, solo che se la vuole avere, deve fare come tutti gli altri, pubblicare le sue ricerche a scienziati che di questo si occupano, e che si sottoponga ad una revisione che se passerà, le darà la credibilità necessaria.

      Invece ho come l'impressione che lei fuga dal farsi valutare perché cosi può usare la carta che ha appena usato del " è solo un modesto librino...etc etc.."

      Ma se lei fosse una persona onesta e seria, dato che è stato ampiamente dimostrato che le cose di cui ha finora parlato sono errate, dovrebbe o impegnarsi davvero nella difesa di queste, o ammettere di aver sbagliato e pubblicare una correzione a ciò che ha detto, per lo meno on-line. Invece continua a difenderle si ma senza giustificarle, nella speranza magari,immagino, di vendere ancora quando più possibile..

  117. Patsy Nicholas Di Falco

    Gentile Francesco,
    hai perfettamente ragione. Parlo solo di ciò che conosco e lo faccio con forte timore di fronte alla vastità dello scibile umano. Da questo punto di vista, per principio, non affermo mai verità assolute. Ciò che cerco di applicare nel migliore dei modi è la corretta metodologia di analisi.
    Ciò premesso, ritengo che nella discussione di questo blog siano emerse alcune tematiche che forse è il caso di approfondire:
    1. Reminiscenze universitarie mi hanno fatto tornare alla mente le teorie di Luis Jorge Prieto sul concetto di pertinenza e d’identità specifica. Se da una parte sono schierati i fautori della scienza canonica e dall’altra quelli posti in un’area autodefinita “di confine”, il problema in termini di pertinenza e d’identità non sussiste trattandosi di ambiti differenti (a prescindere dalle volontà degli interlocutori). Tra l’altro, faccio notare che in termini di significato, è ben diverso porsi in una “area” dal porsi “oltre”. Il primo termine designa uno spazio delineato (anticipo battute su una grande base e una piccola altezza), posto fuori dall’ambito scientifico, ma nello stesso tempo distinto da un oltre senza confini, margini e definizioni. In tal senso individuo tre tipologie di interlocutori ipotetici: l’ambito scientifico canonico, un’area di confine nella quale si ‘sperimentano’ nuovi percorsi della conoscenza e l’indefinito oltre nel quale aleggia qualsiasi scempiaggine. Se invece il problema che si pone è espresso in termini di ‘verità’, l’oggetto della discussione non è più ciò che è scienza e ciò che non lo è, trattandosi di un argomento proprio della filosofia. Per rendere interessante e costruttiva la discussione l’argomento potrebbe essere spostato verso la definizione del confine della scienza. Il problema così come posto potrebbe risultare banale: è scienza ciò che è riconosciuto dalla comunità scientifica, ciò che è verificabile, ciò che è riproducibile sperimentalmente, ecc. L’evoluzione storica delle conoscenze scientifiche ci insegna che così non è stato, non è e non sarà. E’ evidente la continua rideterminazione di ciò che costituisce l’ambito scientifico. Come noto, il “confine” della scienza non è statico e fisso nel tempo. Un esempio rappresentativo è costituito dall’astrologia (per chiarezza e prima di andare avanti, dichiaro di non crederci). Illustri scienziati del passato hanno praticato l’astrologia (Paracelso, Bacone, ecc.). La nascita della scienza astronomica spinse l’astrologia fuori dall’ambito scientifico. Negli anni cinquanta Yung (spero che il padre della psicoanalisi possa considerarsi uno scienziato) elabora, dimostra e verifica la teoria della sincronicità, la connessione significativa tra eventi psichici ed eventi oggettivi, utilizzando e riabilitando i principi dell'astrologia.
    2. Quello che genericamente ho definito ambito delle pertinenze scientifiche è in effetti costituito dall’insieme di più ambiti scientifici, ciascuno dotato di propri contorni spesso non coincidenti del tutto con gli altri. Ciò rende il confine della scienza frastagliato e aperto a più definizioni (si pensi alla differenza sussistente tra la fisica e le cosiddette scienze umane). Di conseguenza l’interpretazione di ciò che si analizza differisce a seconda dei parametri posti a fondamento delle singole discipline scientifiche. Non si può considerare scienza solo la chimica, l'astronomia, ecc., ma anche altre discipline quali la storia, la linguistica, la sociologia, ecc. anch'esse dotate di precise metodologie di ricerca.
    3. Mi piacerebbe in particolare conoscere, per studi che sto compiendo in questo periodo, quali sono le relazioni della scienza con alcuni ambiti esterni quali la metafisica e la religione. Al di là di giudizi propri della filosofia della scienza, non sono a conoscenza di blog o di siti a sfondo scientifico che hanno definito, a esempio, la beatificazione e i miracoli di Padre Pio una bufala. Anzi, comitati scientifici (seppure interni alla Chiesa) attestano la veridicità di questi eventi. Mi pongo questa domanda in considerazione del fatto che i miracoli rappresentano una modifica di uno stato fisico preesistente. Esiste una scienza dei laici diversa da quella degli scienziati che hanno fede?
    Cordiali saluti.

    • Premesso che le dichiarazioni di Piccaluga e Carannante non sono in nessuna area di confine neanche lontanamente vicina alla scienza, ma entrano nella stessa categoria di pensiero come quello della Luna fatta di formaggio,e "bevi un po d'acqua e guarisci", lei ha posto alcuni interessanti quesiti, cercherò di dire quello che penso :

      1) Conosco Luis Jorge Prieto, anche se ho fatto soltanto un solo esame di filosofia del linguaggio, e non di più, ad ogni modo, ritengo che l'immagine che ha lei della scienza non è proprio corrispondente a quello che succede davvero. Dato che ha definito l'area di confine come esterna a quella della scienza canonica, poteva definire anche questa. Ad ogni modo, prenda per esempio gli studi sulla quantistica, o i lavori al LHC. Quella è l'area di confine della scienza attuale nel campo della fisica e dell'astronomia e le scoperte avranno enormi ripercussioni su tutti gli altri campi, e cosi a cascata su tutto. Nuove scoperte sulla fisica delle particelle elementari possono svelare nuovi comportamenti chimici, e avere svelare novità nel campo delle neuroscienze, e la genetica, che a loro volta possono riflettersi sulle scienze sociali e comportamentali, quindi capisce come quello che si sta facendo al LHC, non riguarda solo un campo della scienza.

      Se invece, come immagino, si riferisce ad Area di Confine come un area con una diversa maniera di cercare "verità", beh prima come ha detto deve dire dove sono e quali sono. Nel senso che sia quella che lei ha chiamato "scienza canonica", sia "l'area di confine" dovrebbero avere in comune degli obbiettivi, riconosciuti tali da entrambi, altrimenti l'area di confine non sarebbe un confine a nulla, ma un area a se, insomma mancherebbero i pertinenti di cui parlava Prieto.
      E se l'obbiettivo di entrambe è scoprire se c'è vita su Marte, ci sono quelli che possono usare rover, orbiter, analisi chimiche, sperimentazioni, mentre qualcun'altro, nell'area di confine, può usare altri metodi non riconosciuti(non per pregiudizio, ma perché non hanno mai mostrato risultati, nel raggiungere gli obbiettivi condivisi).

      Come ha detto l'area di confine è molto mobile, ma questo anche perché quello che si sperimenta nell'area di confine, può dare risultati, e allora diventa parte dei metodi di ricerca della scienza, o può non dare alcun risultato, e allora passa nel dimenticatoio.

      Ho fatto prima l'esempio dell'LHC perché per me è emblematico. Non solo si ricercano nuove cose, ma lo si fa in un modo che per tanti aspetti è nuovissimo. Non è affatto detto che riesca a farci vedere quello che cerchiamo, può darsi che sia la maniera sbagliata. Ci sono alcune certezze, e per esempio, fino ad ora, siamo riusciti a riscoprire tutte le particelle elementari che avevamo scoperto prima, il che dimostra che il lavoro fatto fino ad ora negli anni è valido, ma molte scoperte potrebbero non avere alcuna risposta facilmente riconoscibile.

      Ma per esempio, guardare delle foto scattate da una sonda robotica, della superficie di Marte, e interpretare una valanga come albero non centra con alcun confine, ne nei metodi ne nell'interpretazione.. è semplicemente stupido.

      Riguardo a Jung(non Yung), la psicanalisi non è esattamente una branca della scienza, non per cattiveria o altro, ma perché non si occupa di cose tangibili e sicure, ma di cose altamente aleatorie, e quindi è quasi impossibile da rendere oggettiva. Come disse Wittgenstein, è problematica la libera associazione delle idee con cui il psicoanalista giudica il paziente, nel caso di sogni o ipnosi specialmente.
      Poi come disse Popper, non è falsificabile, ma anche se uno non fosse d'accordo con Popper, come disse Grunbaum, lo psicanalista ci mette troppo del suo perché quello che analizza possa essere chiamato scientifico in alcun modo, è un esperienza troppo viziata.

      2) Certo, ma tutte le scienze condividono una ricerca dell'oggettività. Che sia uno storico che vuole dimostrare la validità oggettiva di una sua interpretazione di un documento storico, o di un reperto, all'astronomo che cerca di dimostrare che quello che osserva vicino ai buchi neri, sia spiegabile con la relatività di Einstein. Entrambi cercano una validità oggettiva, che a sua volta si basa su principi della logica. E per dire, l'archeologia fa grossissimo uso di Popper per validare le proprie scoperte.
      La difficoltà per dire della psicanalisi è che non è possibile staccare quello che si studia dalla troppa contaminazione della propria interpretazione. Se anche si volesse guardare ai risultati previsti come conseguenze di una validità della psicanalisi, ci sono e non ci sono, e molto spesso lo stesso risultato lo ottiene sia uno psicanalista che uno psicologo che non usa la psicanalisi. Allora è difficile giustificare la validità della ricerca psicanalitica se non si può indicare ad una cosa oggettiva.

      Non sto dicendo che solo le cose oggettive hanno ragion di essere, e sicuramente i tentativi di indagine hanno un grande merito. La ricerca filosofica nelle sue varie regioni serve moltissimo perché può aprire come dicevo prima, a nuovi modi di indagare in maniera scientifica, ma scienza è quando si può rendere una ricerca oggettiva e verificabile in qualche modo. Ripeto, nulla togliendo al resto.

      3) La religione, come la metafisica, sono campi che non hanno tra i loro obiettivi quelli di un indagine scientifica di alcun tipo. La religione specialmente, ha già tutte le risposte, e si basa su sentimenti, emozioni e fede. Le prove oggettive non solo non sono previste, ma non sono affatto necessarie a trovare la verità. Ma come si diceva, è un area completamente diversa dall'indagine scientifica.
      Come potrebbe la religione rispondere alla questione "Com'è composta l'atmosfera interna di Giove?"

      La riflessione metafisica è più astratta e maleabile, ma anch'essa non ha gli strumenti adatti per un indagine oggettiva. A meno che non venga privata del fattore soggettivo, come ha cercato di fare Kant nelle sue critiche.

      La scienza è la stessa per chi ha fede o non ha fede, semplicemente, non è scienza dire che il Sole ha dentro un oceano, e che bisogna crederci per fede. Tutto qui. Ma le persone possono lavorare nella scienza a prescindere dalle loro idee.

      Riguardo a Padre Pio, inspiegabile non significa spiegabile con la religione.
      Mi spiego, solo perché c'è qualcosa che non sappiamo, non significa che si può spiegare tutto con "magia" !
      Non sappiamo neanche cosa c'è nei buchi neri, ma non vedo nessuno saltar fuori a dire che sono dei miracoli ...

  118. Per Ennio:
    Mi spiace vedere che ha deciso di mettere definitivamente da parte le argomentazioni, per quanto tirate per i capelli, alla volta delle offese gratuite. Prendo atto. A questo punto credo che non ci sia più niente da dire.

    Lei parla di "osservazioni", ma il vero problema è che assume come "verità" l'interpretazione che ne da. Parla di conseguenze per la scienza, ma non porta alcun argomento scientifico. Credo che la sua posizione sia ormai completamente chiara, vada pure per la sua strada perchè non ha senso rispondere con la razionalità alla fede.

    --------------------------------------------------
    per Patsy Nicholas Di Falco:
    1) La filosofia della scienza e un campo molto affascinante, molto vasto e molto dibattuto, che di sicuro tu conoscerai meglio di me. In linea di principio l'ultima rivoluzione si è avuta con Karl Popper e il suo principio della Falsificabilità. Questo principio, opposto a quello della Verificabilità che hai citato, ha affinato in modo significativo il concetto di "teoria scientifica" e ha inoltre permesso di distinguere finalmente tra le tesi scientificamente rilevanti e tesi irrilevanti, ovvero non scientifiche. Naturalmente vale ancora il principio dell'empirismo, tuttavia in alcuni campi della scienza molto avanzati questo non è applicabile e quindi si è costretti a ricorrere a prove indirette. Pur esistendo diverse linee di pensiero più o meno radicali (molti usano ancora criteri di verificabilità) nessuno scienziato degno di questo nome si sognerebbe mai di sostenere qualcosa senza dimostrarla, direttamente o indirettamente, attraverso dati e/o ragionamenti che non lascino ombra di dubbio. Questo dibattito filosofico però diventa rilevante solo di fronte a questioni scientifiche particolarmente complesse e di difficile dimostrazione. Negli altri casi, come questo, basta un po' di logica e un po' di buon senso. Quì si notevole c'è solo l'abbaglio preso dal sig. Piccaluga.

    2) Come giustamente dici la psicanalisi non è una scienza, anche se questo ad alcuni non piace. Il punto non è che la scienza dev'essere l'unica ad esistere. La scienza non entra nel merito di discorsi non scientifici, come la religione, il mito o altro. Sono semmai questi campi che, evidentemente riconoscendone il prestigio, cercano a volte di ricoprire di scientificità le loro tesi. Ed è compito di chi si occupa di scienza ricordare che essa è tale perchè risponde a certi principi e che non bastano due fotografie e due numeri su un libro per trasformare una tesi qualsiasi in scienza. Il dibattito scientifico tra persone competenti serve proprio per questo, visto che la scienza stessa è soggetta alla teoria dell'evoluzione.

    3) La religione e la metafisica sono argomenti non scientifici. Per tanto tempo si è cercato un modo per distinguere domande come quelle sull'esistenza di dio dalle altre. L'arrivo delle teorie di Popper ha finalmente permesso di definire questa demarcazione: una tesi è scientifica se può essere falsificata. Poichè l'esistenza (o la non esistenza) di dio non è falsificabile essa non può essere una teoria scientifica. Questo non vuol dire che dio esiste o non esiste, vuol dire semplicemente che per la scienza è una domanda senza senso perchè non può avere una risposta. Da quì deriva la posizione agnostica della scienza. Inoltre, secondo il famoso principio del Rasoio di Occam, dio è un'entità inutile per la spiegazione dell'universo perchè superflua. Infatti introdurre un dio non fa che spostare la domanda da: "da dove viene l'universo?" a: "da dove viene dio?" senza dare alcuna risposta. D'altra parte quando si dice "credere per fede" si intende proprio questo, non si capisce perchè si cerca sempre di trovare spiegazioni razionali che non possono esistere.

    Grazie

  119. Caro Francesco
    apprezzo la Vostra buona volontà e in un certo senso mi fa tenerezza, e ciò vale anche per Adrian. Credete in qualcosa (Scienza, metodo scientifico) che in realtà è come le sabbie mobili e di fatto non esiste, non in modo stabile. Buon per Voi che non comprate AREA DI CONFINE perchè penso che vi verrebbe un infarto se leggeste il numero in uscita dopodomani, 5 novembre, ed i successivi dove "dimostriamo" che il famoso esperimento di Galilei della caduta dei gravi dalla Torre di Pisa è...sbagliato; quando leggerete che la formula di Newton F=m*a non ha senso perchè la forza di gravità non esiste e l'attrazione è generata da qualcos'altro. Quando vedrete che un nostro collaboratore (non vi dico per ora il nome) ha "brevettato" un sistema per comunicare nell'Universo a velocità istantanea; quando apprenderete che il Bosone di Higgs...non esiste e che quindi al C.N.R. di Ginevra (tempio della Vostra Scienza fallace e costosa) stanno perdendo tempo e soldi. Pensate che non possa essere vero? E allora perchè l'autore dell'articolo è stato invitato dall'istituto di Fisica di Darmstad a spiegare le sue teorie? Non aveta mai pensato che a ragionare in un modo "non allineato" potrebbe portare molto più lontano? Non vi ha mai sfiorato il pensiero che la vita intelligente su Marte ci sia stata davvero? Pensate davvero che nessuno abbia mai "truccato" le foto satellitari marziane? Allora, di nascosto, comprate AREA DI CONFINE di novembre, perchè li ho evidenziati tutti. i trucchi e le foto truccate. Ma, dimenticavo, Voi avete le Vostre certezze e nulla ve le può smontare, tantomeno le cose che non leggete affatto.
    Mi chiedo se siate in grado di scusarvi e di dire almeno "non pensavo, non avrei mai potuto immaginare". Solo una frase del genere dimostrarebbe che avete quegli attributi cui Adrian accennava in qualche post precedente.

  120. pensate davvero che i lettori siano stupidi e che i best seller siano casuali o frutto della fortuna?

  121. Staedtler

    Esimio signor Piccaluga (mi domando perfino perchè le do del lei ma non si venga mai a dire che sono un maleducato...) se c'è una persona che suscita compatimento qui, quella è solamente lei. Le è stato ripetuto ormai un numero esorbitante di volte di smettere di farsi propaganda da solo e di MOSTRARCELE le famose verità sconvolgenti di cui va cianciando continuamente anzichè propinarle a pagamento senza neppure la garanzia soddisfatti o rimborsati. Mi dispiace francamente per lei se non se ne rende conto, ma questo comportamento le toglie qualsivoglia credibilità. E la relega non di meno al livello di considerabilità che si ha per i messaggi di spam nella propria casella di posta.
    Perchè è questo che lei è: uno spammatore molesto di offerte pubblicitarie ingannevoli. Quando se ne renderà conto e vorrà essere preso un po' sul serio in questa sede allora forse converrà che è il caso di farci vedere queste meraviglie di cui si riempie la bocca. E la prego, la smetta di definire best seller un libro letto da una masnada di esaltati ignoranti e disperati quanto quelli che si affidano a Scientology. Nessuno qui è idiota a differenza di quanto lei crede, ed è stato già spiegato su quali parametri si basa la sua definizione di "best seller".
    Già so che mi verrà a dire che il suo mistico sapere è frutto del suo lavoro e va pagato eccetera eccetera, e le rispondo in anticipo dicendole che guardacaso la comunità scientifica che le è così arcinemica condivide gratuitamente le proprie scoperte in mille modi. Spero quindi per lei che non insista su questa linea, o si confermerà per quello che ha dimostrato di essere finora: un inutile e molesto acchiappacitrulli.

  122. Odino

    Salve!
    Per quanto riguarda i lettori "stupidi" o i best seller che sono colpi di fortuna... bè per esperienza dico di si, che può capitare dato che ho letto parte di un libro best seller (non rivelo nomi), non a carattere scientifico, che ha venduto millioni di copie, che tuttora è pubblicizzato come tale. Li è colpa della pubblicità e dei lettori che si sono lasciata "abbindolare". Dico "parte di un libro" perchè non sono riuscito ad arrivare alla fine tanto questo best seller era pessimo!

    Per quanto riguarda invece "il trasmettitore istantaneo" credo che lei si riferisca alle ricerche di un fisico italiano (Corbucci se ricordo bene il nome), che avrebbe portato a teorizzare un "trasmettitore a Spin" (non sto a dilungarmi sulla spiegazione dato che si può facilmente trovare tramite Google). Ma anche in questo caso, questo magico trasmettitore non è stato scoperto per "caso": persone hanno fatto degli esperimenti, da cui sono emersi dati concreti, da cui poi sono state derivate delle ipotesi, che hanno poi proceduto a verificare.
    E' vero, forse hanno pensato in modo "non allineato", ma si è anche proceduto con un rigoroso protocollo di verifca ed analisi.

    "La gravità che non esiste"... allora mi domando cosa tenga assieme questo ammasso di sassi chiamato Terra o cosa tenga assieme e faccia funzionare quella palla di gas infuocato chiamata Sole. Forse ancora non sappiamo bene perchè la gravità si manifesta nel modo in cui la percepiamo, ma dire che non esiste mi pare "troppo". Mi piace di più dire che forse non sappiamo spiegare cosa provochi la manifestazione dell'attrazione gravitazionale ^^

    Il fatto poi che il principio della dinamica di Newton non funzioni... bè anche questo mi pare un po' "troppo": ci potranno forse essere dei casi in cui non funziona al 100% (a livello sub-atomico e a livello stellare mi pare, dove le forze in gioco sono "diverse", e diverso è anche il modo in cui vanno considerate, anche perchè si esce dalla meccanica classica) ma dire che non è vera a priori mi pare pare eccessivo.

    Per dire che il Bosone di Higgs non esiste... bè si dovrà pur cercarlo, e credo che "lo sprego di tempo e soldi" poterà sicuramente ad altre scoperte. In fondo, mi pare di ricordare da i principi di analisi, per dimostrare che un qualcosa non esiste non dovremmo provare a cercare in tutti i luoghi possibili?
    E poi "l’autore dell’articolo" è stato appunto invitato per discutere delle sue teorie, ma qui mi scusi ribadire quello che altri hanno detto, ma per essere giudicate in modo paritario (o peer reviewing se vogliamo usare termini appropriati). Questi passaggi sono necessari per ogni cosa, se no anche io potrei andare a giro vantandomi di aver risolto uno dei problemi del Clay Institute senza però avergli mandato manco una riga di dimostrazione.

    Se riuscirò a trovarla a giro comprerò Area di Confine di questo mese (e sono serio a riguardo), così poi vediamo se riuscirà a farmi dire “non pensavo, non avrei mai potuto immaginare”.
    Ma attenzione, perchè la cosa può essere intesa in 2 modi differenti ^^

    A presto. Spero dopo aver letto Area di Confine, in modo che così almeno non potrà più accusare che nessuno "critichi" o esprima opinioni senza prima informasi.

  123. Ok Odino
    rara avis, finalmente uno che ragiona, prima di scrivere, a differenza di Staedler che è di quelli che parlano per pregiudizio. Gli articoli in oggetto sono sul numero di Ottobre (in edicola fino a domani), Novembre, Dicembre e Gennaio. Il sig. Staedler è pregato di ...astenersi.

  124. vanna

    Ah, quindi uno che ragiona è uno che compra la sua rivista?
    Pazzesco veramente.

  125. Patsy Nicholas Di Falco

    Per Adrian.
    1. Non ho nessuna difficoltà a riconoscere che non ho nessuna nozione di quantistica e LHC per me è un acronimo misterioso. In questa sede non me ne faccio un cruccio visto che non mi trovo in un consesso di scienziati e questo non è un blog scientifico, ma di bufale. Ritengo interessante quello che dici a proposito delle neuroscienze rispetto le scienze comportamentali, anche se considero che l’esperienza complessiva dell’Uomo non sia riducibile a semplici reazioni neurologiche e chimiche. L’oggetto della mia domanda era definire il confine delle scienze per rendere più stimolante queste discussione. Se non definiamo i confini della scienza come posso risponderti e definire quelli dell’ “area di confine”? Non parlo di riviste, ma di ricerca. Ho utilizzato il concetto di pertinenza affermando la distinzione tra i due ambiti in questione. Per tanto mi riferivo alle pertinenze di ciascun ambito e non a eventuali pertinenze condivise, i “comuni obiettivi” di cui parli. Che senso ha avere obiettivi comuni se si contestano metodologia, tecniche e risultati della ricerca? Di contro, se si stabilissero gli stessi obiettivi, metodologia, tecniche e risultati non sussisterebbero differenze tra i due ambiti. Per questo ritengo importante definire quelli che ho chiamato confini e quello che dici a proposito dell’LHC lo conferma. Se come dici “molte scoperte potrebbero non avere alcuna risposta facilmente riconoscibile”, queste attualmente sono pertinenti dell’ “area di confine”?
    2. La tua affermazione che la psicoanalisi “non è esattamente (?) una branca della scienza” per me è una bufala talmente grossa che oscura qualsiasi manufatto alieno su Marte. Citare pubblicazioni e riviste scientifiche dell’ambito psicoanalitico comporterebbe la stesura di un elenco enorme. Come mai adesso non valgono più le “riviste a revisione paritaria”? Secondo te la storia cerca validità oggettive in base a principi logici e la psicoanalisi no. Ciò è contraddittorio. Inoltre, ti rendi conto che usi Wittgenstein per definire la psicoanalisi aleatoria quando l’autore che citi è un filosofo del linguaggio che, come materia, in base ai tuoi stessi parametri “oggettivi” è anch’essa aleatoria?
    3. Per quando riguarda la religione, scusami se te lo dico, rispondi con banalità (“La religione … ha già tutte le risposte”) e risolvi il problema con “qualcosa che non sappiamo”. Per tua coerenza ti rinnovo l’invito ad aprire un blog sulle bufale dei Santi.
    Esperienze personali, studi e conoscenze di altri popoli e delle loro culture mi hanno insegnato a non essere troppo rigido in merito a certezze assolute e oggettive. Le gnoseologie mi impegnano ancora in una ricerca che non avrà soluzione. Questo non è andare verso il nulla, è tendere al Tutto.

    • 1) Forse invece di venire qui per leggere solo 1 articolo su 500 che ho scritto, non è una buona idea. E' vero ho trattato anche avvolte qualche bufala. In realtà sono solo 5 su 500 che trattano più o meno di qualche bufala.

      Certo che "l'uomo" non è riducibile solo alle neuroscienze, come neanche una gallina lo è, e gli scienziati come i filosofi e altri studiosi hanno ben presente il fattore dell'emergenza di nuove caratteristiche non riducibili alle loro mere parti.
      Tuttavia ci sono zone di più o meno grande implicazione. E le neuroscienze nel comportamento hanno una buona fetta, quindi non diranno ovviamente tutto ma diranno un bel po' sicuramente.

      Riguardo alla scienza in generale è il confine. Mi dispiace non ha colto cosa intendo. Per definire dov'è il confine deve definire la scienza prima. E per farlo deve trovare caratteristiche che hanno tutte. E come ho detto ci sono. Nell'obbiettivo. Ci sono ovviamente varie sfumature e vari modi di interpretare questi. Ma non c'è scienziato la fuori che non voglia per esempio delle fondamenta per quello che dice, che può essere in qualche modo provata.
      Eppoi stessi obbiettivi non significano affatto che ci siano poi metodologie simili. Il comportamento umano può essere studiato in maniera scientifica sia tramite le neuroscienze, che con la psicologia. E hanno modi diversi di farlo, ma entrambe tendono a trovare risultati sperimentabili,prevedibili e teorizzabili. Non è detto che i risultati lo siano davvero, io parlo di quello che si pretende come scienza.

      L'LHC(Large Hadron Collider), è una zona di confine della scienza nel senso che ci sono metodologie mai sperimentate prima, che bisognerà vedere se danno risultati o no. Ma fa parte comunque della scienza perché per capire se funzionano o meno, si usa un metodo scientifico.
      Capisce la differenza? Si sperimentano nuovi strumenti, nuove metodologie, nuove scoperte, ma per farlo si deve usare un metodo che possa dirci se quello che si è fatto ha un qualche senso o meno, se funziona o no.

      Se un esperimento non è in alcun modo verificabile, non ha alcun valore scientifico. Se non si può verificare se un risultato è vero o falso, resta un risultato, ma non essendo falsificabile non è descrivibile, non si può dire nulla a riguardo(Popper).

      Dato che non voglio divagare fuori da qualsiasi recinto, ma rimanere un minimo legato a quello da cui è nata la discussione, quello che Piccaluga ha esposto, lo ritiene ambito di scienza di confine ??? Se qualcuno esce fuori e le dice che la terra è piatta, è che per lui basta guardarsi intorno, e che gli scienziati in realtà hanno complottato contro di noi, come risponderebbe???La Teoria della Terra Piatta fa parte dell'Area di Confine?? Eppure per le cose esposte da Piccaluga è la stessa cosa.

      2) Ho fatto ben 3 corsi di psicologia generale e sociale nel triennio di filosofia. Inoltre ho incontrato diversi altri pedagogisti. E tutti hanno ribadito come lo studio psicologico sia molto difficile da rendere oggettivo, e che specialmente la psicanalisi, non è in toto verificabile. Ci sono aspetti della psicanalisi che sono molto rilevanti, e che funzionano sicuramente, ma non si può definire la psicanalisi nel suo complesso come scientifica.
      La scuola psicanalitica ha tantissime pubblicazioni peer review ovviamente, ma questo nel tentativo di condividere le esperienze e tesi, e di cercare un filo rosso dell'oggettività all'interno dello studio.
      Come ha detto lei, l'uomo è molto complesso, e non facilmente riducibile solo a un aspetto. Ma mentre per esempio delle neuroscienze ci sono tanti aspetti verificabili, sperimentabili, e concreti, nel campo della psicanalisi non si può prendere per mano una cosa concreta.

      Riguardo a Wittegenstein, l'ha detto lui stesso non io, io ho citato.

      3. Non mi interessa occuparmi di santi. Parlo di astronomia e astrofisica e qui quando trovo l'occasione, con la scusa di smontare qualche bufala, spiego anche qualche fenomeno interessante. Niente di più. Non voglio fare qui un lavoro di debunking.

      Che le esperienze oggettive non siano assolute è verissimo. E nessun scienziato dirà mai che quello che è oggettivo è per forza anche vero assolutamente.La ricerca di fattori oggettivi è data dal fatto che di questi si può dire qualcosa di descrittivo che non dipenda in tutto dalla nostra esperienza soggettiva, ma che possano essere quanto più universali. Se poi vogliamo andare all'estremo si può anche dire che nulla ci assicura che il mondo esiste, o che noi esistiamo davvero, o che ci sia qualche vera corrispondenza tra quello che percepiamo e quello che c'è davvero.

      Ma postulato che una realtà c'è, e postulato che possiamo dire qualcosa di essa, ecco che nasce la scienza,per cerca di dire qualcosa di questo mondo e di noi.

      La religione non prevede metodo scientifico, cosi come postula ben altre cose rispetto alla visione scientifica.

      Per dirla in maniera semplice, il miracolo di padre pio, può avere la stessa valenza di quello che c'è all'interno di una stella a neutroni. Si può ipotizzare di tutto, ma finché non c'è un modo di provare quello che si dice, le ipotesi non hanno alcuna valenza di veridicità.

      Quello che trovo ridicolo, e dire che si tratta di un miracolo divino... Sarebbe come se gli scienziati dicessero, che all'interno delle stelle a neutroni c'è una gigantesca palla di un materiale sconosciuto molto pesante che è fatto di tante dimensioni... E che bisogna crederci per fede, perché per adesso non c'è un altra spiegazione... Ma non è una spiegazione neanche questa !!!!

      Dire che è un miracolo equivale a NON DIRE NULLA.

      Una cosa mi piacerebbe prima che risponda a me, che risponda anche a quello che ha detto Francesco(che ringrazio per i commenti, e che condivido in pieno !!)

  126. Patsy Nicholas Di Falco

    Per Francesco.
    1. Ti ringrazio per la risposta che ritengo abbastanza esaustiva. Visto che da più parti si cita Popper, per una migliore definizione dei ‘confini’ della scienza, invito gli interessati a consultare i successivi sviluppi della problematica nelle teorie di Thomas Kuhn , Imre Lakatos, Larry Laudan, Paul Feyerabend, Karl Otto Apel.
    2. Sulla questione di Yung non ci siamo compresi. Ritengo la psicanalisi una scienza e ribadisco a tal proposito quanto detto nella risposta ad Adrian Fartade.
    3. Non ho chiesto cosa sia la religione o Dio, ma come la scienza si rapporta alla modificazione di uno stato fisico nel caso dei miracoli, atteso che scienziati, anche agnostici, ne attestano la veridicità in base a riscontri oggettivi.
    4. L’esempio della ‘novacula Occami’ non serve a nulla di fronte all’assunto dell’Isopanishad “Dio è tutto”, poiché in questo caso l’oggetto ridondante è l’universo. Tra l’altro, non dimenticare che William di Ockhan era un filosofo e non uno scienziato. Se per affermare i principi della scienza ricorri alla filosofia (come spesso fa anche Adrian) vai incontro a un ossimoro (terrestre). Passami la battuta: mica tu e Adrian avete intenzione di pubblicare ‘Ossimoro Terra’ per fare concorrenza a Piccaluga?

  127. Per Ennio:
    Io personalmente credo nella logica e sostanzialmente lo stesso fa la scienza. Da un punto di vista filosofico si può stare a dibattere per anni su cosa sia scienza e cosa no, ma è un dibattito che riguarda solo alcuni campi "borderline" che nulla hanno a che fare con il caso in questione. In generale è sufficiente non affermare niente che non possa essere dimostrato (e ri-dimostrato) da chiunque in qualsiasi momento. Questo è quello che fa la scienza ed è grazie a questo che funziona, nonostante lei dica il contrario.

    Quanto ai contenuti della sua rivista, come ho già detto, non mi esprimo. Io mi limito al falso "Ziggurat" senza da questo trarre conclusioni su cose, come la sua rivista, che non conosco. Quindi che essa contenga solo stupidaggini è una tesi sua che vuole attribuire a me, non è una mia tesi.

    Devo però sorridere quando parla della formula di Newton credendo di sconvolgermi.. Lo sanno anche i sassi che il concetto di "gravità" è stato rivoluzionato con l'avvento della Teoria della Relatività, ma forse è lei a non aver capito una cosa: le teorie scientifiche descrivono un modello della realtà che è tanto corretto quanto le sue implicazioni sono riscontrabili sperimentalmente. Questo NON vuole assolutamente dire che le cose siano realmente così. Si immagini se qualcuno dovesse arrivare a vedere le stringhe per poter formulare l'omonima teoria.. Con Einstein si è scoperto che la natura della gravità era totalmente diversa da come si pensava ai tempi di Newton, ma questo non ha minimamente inficiato la validità della sua teoria, che resta validissima nel contesto (velocità/gravità molto basse) in cui era stata formulata. Quando si è scoperto qualcosa che il modello di Newton non riusciva a motivare si è introdotto un modello nuovo e più complesso che permettesse di spiegare ANCHE il nuovo fenomeno, ma i due modelli non sono affatto in contraddizione. Per intenderci: magari tra 100 anni scopriremo che lo spazio-tempo non esiste e che le cose sono totalmente diverse, ma tuttavia la teoria di Einstein continuerà a funzionare. Le teorie scientifiche sono sottoposte ad evoluzione come tutto il resto.

    Questo vale anche per il Bosone di Higgs che nessuno dice esista. Lo stanno cercando proprio per quella apertura all'intuito che lei invece nega esistere nella scienza.

    Devo poi sottolineare che cade in un errore logico quando, partendo dalla "presunta" conoscenza di cosa sia falso (le foto delle sonde, ovviamente secondo lei), si avventura nel definire per opposto cosa è vero.

  128. Per Patsy Nicholas Di Falco:
    Vengo subito ai punti..
    1) Grazie a te. Naturalmente anche la teoria di Popper ha ricevuto diverse critiche, infatti avevo premesso che l'argomento è parecchio dibattuto. Ma a mio avviso è un segno della vitalità che anima la discussione sulla scienza, nonchè un ulteriore esempio della normalità con cui ogni teoria, compresi i principi filosofici, è sottoposta alla critica. Filosofi come Kuhn hanno mosso delle obiezioni riguardo il metodo per stabilire se una cosa può avere una risposta o no, ma nessuno si è mai sognato di mettere in discussione che la scienza debba dimostrare tutto quello che dice. Per questo chiediamo, senza pregiudizi, di fare altrettanto anche al sig. Piccaluga invece di sottrarsi accampando mille scuse.
    2) Mi dispiace doverlo ripetere, ma la storia, la sociologia, la psicologia, ecc.. non sono scienze. Intendiamoci, con questo non voglio affatto togliere loro dignità, ad esempio io amo la storia, ma non seguendo il metodo scientifico non si possono considerare delle scienze.
    3)La metafisica e la religione per la scienza non hanno senso. Così come non hanno senso i miracoli. Per la scienza ci sono le cose che non sappiamo spiegare ma, come ho già detto, introdurre un dio per spiegarle è superfluo (Occam era un filosofo, ma il suo è un ragionamento logico). Se c'è qualcosa di vero nei "miracoli" vuol dire che, tecnicamente, non sono miracoli. La scienza affonda le sue radici nella filosofia, come tutto del resto, ma io non ci vedo alcuna contraddizione. A meno che per te la filosofia sia per forza qualcosa di illogico o irrazionale.

  129. Ringrazio Francesco
    per le garbate spiegazioni. Se i suoi dubbi permangono solo sulle "strutture marziane" da me evidenziate nella trasmissione Voyager, su Area di Confine di novembre potrà trovare tutti i chiarimenti completi di molte foto che rispondono a tutti i suoi dubbi. Sarebbe stato ben difficile spegare tutto in un breve post su internet. Capisco anche che non tutti possono permettersi il lusso di acquistare una rivista che costa €. 5,50 , e mi riprometto, pertanto, di mettere on-line su http://www.elleepi.com/mars lo stesso articolo, ma solo fra alcuni mesi (per non collidere con il copyright di Area di Confine). In merito alla forza di gravità, avendo constatato che lei è notevolmente preparato, mi permetta di porle una semplice domanda: se lasciamo cadere, nel vuoto, due sfere una di alluminio e una di ferro.....quale delle due toccherà terra per prima? E' importante per me sapere che tipo di risposta mi darà e, ovviamente, non tutto è "galileanamente" sicuro come sembra. Ne potremo discutere....

  130. Per ennio:
    come le ho già detto non mi convincono quelle teorie talmente complesse (a detta degli autori) da richiedere per forza la lettura di un libro e che altrimenti non possono essere neppure accennate per capire se possono avere un minimo di fondamento. Si può fare con teoria della relatività o la chimica quantistica e non capisco perchè invece, con le sue teorie, gli innumerevoli argomenti che dice di avere non si siano ancora visti, a parte la Ziggurat che, abbiamo appurato, non esiste. E non mi pare che dall'inizio di questa discussione lei abbia scritto solo un breve post, quindi ha avuto tutto lo spazio e il tempo per spiegarne 100, di teorie..

    Quanto alla sua domanda ovviamente toccheranno terra contemporaneamente. O lei ha un parere diverso?. E' un quesito da fisica di terza media.

  131. Bravo Francesco
    è un quesito di terza media. Eppure, se tu leggessi Area di Confine, saresti fra i primi a sapere che arriva prima la sfera di.......alluminio, rivoluzionando tutto ciò che riguarda la gravità e la relativa, inesistente forza. Non intendevo con questo dimostrare che lei non sia sufficientemente preparato, ma solo che seguendo le teorie di ...Confine si arrivano a scoprire delle verità prima che ci arrivi la scienza ufficiale. E' così anche per la vita intelligente su Marte. Domenticavo però, lei sa già tutto e non compra libri e riviste. Internet? Scienza innata? Perchè no, tutto è possibile.
    Mi creda, non ce l'ho con lei ed apprezzo molto la sua preparazione.

  132. e mi scusi se le ho dato del tu. Forse la ritengo ormai una persona familiare

  133. Quanto ad Adrian
    per lui, la scritta di Juventae Chasma consisterebbe in sabbia basaltica mossa dal vento (una scritta che sta lì dai tempi dlle sonde Viking-1976), mentre quelli che sembrano alberi che spuntano dalla neve marziana sarebbero "scolature di sabbia basaltica" (come è noto, su Marte le scolature vanno dal basso verso l'alto). Pare che su Marte la "sabbia basaltica" sia capace di cose straordinarie. Nel cratere di Gusev, quello famoso della "sirenetta" in fondo, c'è un laghetto azzurro, e anche lì un altro "esperto" ha detto che si tratta di sabbia basaltica (incredibilmente azzurra). Ora sappiamo finalmente come spiegare le anomalìe marziane: si tratta di sabbia basaltica.

  134. patsy nicholas di falco

    Mi scuso con Adrian perché, ignorante quale sono in materia di neolinguaggi a seguito dell’avvento di internet, cosa gravissima per chi si occupa di semiologia, ho confuso il termine blog con forum. Mio figlio mi ha spiegato che in questo caso sono un utente che discute di un topic o di un thread. Sono rimasto al tempo degli scambi epistolari e non ho neanche il cellulare. Purtroppo ho la tendenza a recuperare conoscenze antiche a scapito di quelle contemporanee. C’è poi una sorta di rigetto verso la mia lingua madre perché la ritengo infestante rispetto le altre lingue compreso l’italiano. Comunque devo riconoscere che è meglio scrivere con il mouse che con un povero topo. C’è anche il rischio inverso. Stare ‘al passo con i tempi’ spesso comporta lasciarsi alle spalle un bagaglio di conoscenze notevoli. Personalmente parto dal presupposto che radici senza fusto possono di nuovo germogliare, ma fusto senza radici può solo avvizzire. Per tanto riformulo la frase: non penso di trovarmi in un forum di scienziati e il topic di cui discutiamo non è scientifico, ma di bufale.
    Le domande che ho posto precedentemente contenevano alcuni ‘inganni’. L’argomento ‘miracoli’ serviva per farvi ammettere in qualche modo la limitatezza della scienza per far venir meno quell’aura da ‘Verbo’ che spesso la riveste. Così la scienza torna a essere ciò che è sempre stata, l’espressione di un uomo limitato. L’altra era la sincronicità. Purtroppo ho esposto male la frase. Quando scrivevo “non ci credo” mi riferivo all’astrologia e non alla psicoanalisi. Nel caso la psicoanalisi fosse risultata scienza, avrei tirato in ballo “Ein moderner Mythus” di Yung dove la sincronicità è dimostrata anche attraverso l’ufologia. Visto che non considerate la psicoanalisi una scienza, vi ricordo che la teoria del ‘quarto escluso’ non è stata espressa solo da uno psicoanalista, ma anche da un fisico premio Nobel. Considerato che qualsiasi risposta sarebbe stata attaccabile, vi chiederete qual è la mia posizione. Semplice, la psicoanalisi è una scienza, la teoria del ‘quarto escluso’ è buona, ma ha ‘toppato’ su astrologia e ufologia, come tante volte è successo alla scienza canonica. Non ho ‘saperi’ da difendere ‘a priori’.
    Non rispondo a Francesco (‘l’uomo non è una gallina’), per non introdurre l’argomento ‘intelligenza’ che ci porterebbe lontano.
    La discussione ha sviluppato un percorso interessante, salvo qualche caduta di stile. Questo forum, nato con l’intento di definire le bufale, nel momento in cui si impegna a definire la scienza si occupa di filosofia della scienza. Riporto di seguito alcune considerazioni in ordine sparso.
    SCIENZA.
    Scienza è ciò che è contenuto nel suo ambito, cioè l’insieme regolato di conoscenze acquisite allo scopo di giungere a una descrizione della realtà oggettiva attraverso la determinazione di leggi che dimostrano il funzionamento dei fenomeni naturali. Si possono trovare definizioni altrettanto valide.
    ALCUNI LIMITI DELL’IDEA SCIENZA ORTODOSSA.
    1. Se le teorie scientifiche su aspetti della realtà possono essere falsificate, ciò vale anche per le ‘teorie universali’. Conseguenza assurda: il Sole non è al centro del nostro sistema planetario, ecc.
    2. In ambito scientifico si continua a citare la ‘falsificazione’ quando dagli scienziati non è realmente applicata (Feyeraben). Pur volendola applicare, come Popper stesso ha rilevato, nessuna teoria è vera perché esiste un numero finito di esperimenti a favore contro un numero teoricamente illimitato di esperimenti contrari.
    3. Anche se la scienza è evolutiva, si aggiorna e si rimodella, in ogni sua fase è sempre assolutistica in quanto non contempla null’altro che non sia già in se stessa.
    4. La pseudoscienza è definita tale, non perché non ha nessuna metodologia, ma perché non adotta il metodo scientifico. Se ciò è vero, escludendo la scienza, tutte le discipline dello scibile umano sono pseudoscienza.
    5. L’evoluzione della scienza non è lineare. Le svolte, che T. Kuhn chiama ‘rivoluzione scientifica’, avvengono quando si sovvertono le precedenti concezioni metodologiche e i precedenti paradigmi concettuali.
    6. Popper ha affermato che la verità è una, oggettiva e assoluta ed esiste sempre un enunciato in grado di descriverla, ma la scienza non è in grado di produrre verità assolute, né di descrivere in toto il mondo fenomenico, né perché i fenomeni si verificano.
    7. Affermare che la scienza è infallibile è un’ideologia e non una realtà, tant’è che sarebbe facile aprire una rubrica dal titolo: Storia delle bufale della scienza.
    8. E. Mach ha affermato che non si possono individuare scientificamente le radici ultime della realtà e che, per tanto, le leggi scientifiche non hanno valore assoluto.
    9. Le leggi scientifiche valgono solo in determinate condizioni. A esempio, la legge gravitazionale funziona solo a condizione che non vi siano alte velocità e alti campi gravitazionali. Poiché non conosciamo tutte le condizioni universali, conosciamo il funzionamento parziale delle leggi.
    10. Un miracolo è tale quando la scienza non possiede una conoscenza delle leggi naturali che l’hanno prodotto. Di conseguenza, i miracoli attestano l’ignoranza della scienza > i miracoli cesseranno di sussistere quando la scienza avrà la conoscenza assoluta delle leggi naturali > i miracoli esisteranno sempre.
    11. Di fronte a fenomeni che la scienza non sa spiegare, si può: dire che in fenomeno non esiste; asserire che il fenomeno è naturale e la scienza è in attesa di darne una spiegazione; il fenomeno esiste e lo si può spiegare per vie non scientifiche. Eppure la realtà oggettiva è una e prescinde dalla prospettiva d’osservazione che l’uomo può averne di essa.
    12. La scienza asserisce che Dio non esiste eppure ci sono scienziati credenti. Gli scienziati credenti applicano il principio della verifica, perché hanno in sé ‘prove’ dell’esistenza di Dio. Se così non fosse non sarebbero né scienziati e né fedeli. Hanno certezza del piano trascendentale che non possono dimostrare in quello materiale. S. Harris diceva che se si hanno buone ragioni per credere ciò fa parte della razionalità scientifica.
    13. Per definizione: le ipotesi scientifiche sono assunti non supportati da esperimenti; le leggi scientifiche sono generalizzazioni basate su osservazioni empiriche.
    14. Le scienze politiche, della comunicazione, ecc. sono scienze poiché forniscono dati sperimentali, verificabili e falsificabili.
    15. Per definire una legge universale occorrerebbero infinite verifiche.
    16. Il fatto che una ipotesi sia realmente verificata, non vuol dire che essa si verificherà sempre.
    17. Non si può formulare una legge universale sulla base di singoli casi. I casi rappresenterebbero sempre una percentuale infinitesimale rispetto il tutto.
    18. Le neuroscienze, in termini percentuali e probabilistici, nel migliore dei casi potranno chiarire solo una piccola parte del nostro essere atteso che, a parità di contesto socio-ambientale, non esistono due persone uguali per pensiero e comportamento. In senso simbolico, è più facile ricondurre l’uomo a un labirinto che a una formula.
    19. Il limite della scienza sta nel non soddisfare il bisogno dell’uomo di avere certezze. In pratica, le istanze di conoscenze dell’uomo saranno sempre superiori alle risposte che la scienza potrà mai dare. Il problema non è solo filosofico, ma di limiti.
    I MODI DELLA RICERCA
    1. La scienza è solo un sottoinsieme delle scienze. Scienza è sapere. ‘Scièntia’ da ‘scièns’, participio presente di ‘scire’, cioè ‘sapere’ appunto e il sapere non può essere solo quello scientifico, ma una risultante multidisciplinare. La scienza è tra le fonti della conoscenza, ma non è l’unica. Affermare il contrario è integralismo assolutistico, anacronistico per la scienza stessa.
    2. Le condizioni per le quali si può avere una conoscenza scientifica e quali sono i metodi per raggiungere tale conoscenza, non è un problema di metodo scientifico, ma di epistemologia.
    3. Pur esistendo dei principi base con il metodo scientifico (verificabilità, riproducibilità, ecc.), i metodi della ricerca variano a seconda della diversa disciplina.
    4. Diverse discipline hanno diverse metodologie, di pari dignità. Il metodo scientifico è solo uno tra i tanti: metodologia della ricerca storica, metodologia della ricerca sulla lingua orale, ecc., ecc.
    5. Mentre per le altre discipline la scienza è scienza tra le scienze, la scienza riconosce solo se stessa. (Ovviamente, salvo eccezioni. Il mio insegnante di semiologia era un fisico). Feyerabend, esponendo la “teoria anarchica della conoscenza” ha affermato che la scienza “è più aggressiva e dogmatica della religione. .
    6. La scienza ha operato una distinzione tra scienza naturale e scienza sociale. Le altre scienze no.
    IL METODO SCIENTIFICO.
    Le regole che sovrintendono l’acquisizione di conoscenze costituiscono il metodo della scienza. Gli elementi sostanziali del metodo sono: l’osservazione sperimentale di un evento naturale; la formulazione di un’ipotesi generale sotto cui l’evento si verifica; il controllo dell’ipotesi mediante osservazioni successive. Anche: problema > ipotesi > deduzione > verifica.
    ALCUNI LIMITI DEL METODO SCIENTIFICO.
    1. Feyerabend afferma che il modello del metodo scientifico ‘a priori’ non esiste in quanto questo è influenzato dalla storia e dalla cultura dell’ambito storico-socio-culturale che ha prodotto il metodo.
    2. Il concetto della riproducibilità sperimentale delle osservazioni naturali, pur costituendo un assioma della scienza, non è possibile applicarlo in tutto ciò che la scienza stessa ritiene scienza (ex. l’astronomia). L’evoluzionismo, baluardo insormontabile per il creazionismo, è impossibilitato a verificare ciò che afferma se non su microrganismi dal ciclo vitale breve.
    3. Gli elementi costitutivi del metodo scientifico non sono esclusivi in quanto presenti nei metodi di altre scienze.
    4. Nel metodo scientifico l’osservatore del fenomeno che si analizza è sempre l’uomo fallibile tant’è che sarebbe facile aprire una rubrica dal titolo: Storia delle bufale del metodo scientifico.
    I DIVERSI AMBITI E LE DIVERSE PERTINANZE.
    Per essere più aderenti alla nostra realtà, avevo chiamato i diversi ambiti in questione: scientifico, dell’area di confine e dell’oltre. Possiamo avvalerci delle definizioni già in uso: scienza, protoscienza, pseudoscienza.
    1. I criteri che determinano una precisa demarcazione tra ciò che è scienza e ciò che non lo è, variano a seconda dell’ambito scientifico di riferimento.
    2. Da parte di chi opera in ambiti esterni alla scienza, non capisco l’insistenza nel volersi definire scienza (come avviene su alcune riviste ‘di confine’). D’altro canto non capisco la scienza quando si preoccupa della non scienza (potrebbe valere l’esempio di questo forum di bufale). E’ vero che in caso di pestilenza conviene dare in testa agli untori, ma facciamo anche sì che i monatti non portino al cimitero anche i vivi.
    PROTOSCIENZA.
    1. E’ definita protoscienza l’insieme di ipotesi che ancora non sono testate adeguatamente dalla scienza.
    2. Tutte le attuali scienze sono passate per uno stadio di proto scienza.
    3. La protoscienza, come la scienza e la pseudoscienza, presuppone l’esistenza di un universo naturale i cui fenomeni sono comprensibili.
    4. La proto scienza, o scienza di confine o fringe science, non è una non scienza, ma una ricerca scientifica, interna all’ambito scientifico, che si discosta dalle teorie di base della disciplina.
    5. La scienza di confine è caratterizzata da principi scientifici validi e teorie eterodosse.
    6. Molte tesi della scienza di confine sono postulate da ricercatori non appartenenti all’ambito scientifico, ma esiste anche il caso contrario (vedi: P. Duesemberg, J.D. Watson, ecc.).
    7. Pare (inizio così perché conosco nulla sull’argomento) che la fusione fredda di Fleischmann e Pons sia ancora relegata tra le scienze di confine nonostante evidenze sperimentali.
    PSEUDOSCIENZA.
    1. Si ha pseudoscienza quando una tesi ha presupposti scientifici, ma nessuna testabilità scientifica.
    2. La pseudoscienza, come la scienza e la protoscienza, presuppone l’esistenza di un universo naturale i cui fenomeni sono comprensibili.
    3. La pseudoscienza applica prevalentemente il metodo deduttivo, stabilisce principi generali astratti, si conferma senza dati sperimentali.
    4. La pseudoscienza non produce risultati in condizioni scientificamente controllate, ma la scienza non produce risultati su tutti i fenomeni. E’ estremamente probabile che nell’universo esista un numero tale di fenomeni sui quali la scienza non produce e non produrrà mai risultati, da risultare maggiore per quantità di quelli che la pseudoscienza non riesce a produrre sotto controllo scientifico. In base a questo paradosso la pseudoscienza è più attendibile della scienza. Error some place!
    IL LIMBO, ANZI NO, IL LIMBO NON E’ VERIFICABILE.
    1. La psicoanalisi, pur fornendo spiegazioni e soluzioni a ogni evento trattato, non è scienza perché non ha controllabilità sperimentale. Così la psicoanalisi non sarà mai scienza, non tanto perché la scienza probabilmente non definirà mai sperimentalmente la psiche, ma semplicemente perché non esistono due persone uguali. Pur non esistendo due persone uguali la scienza medica e farmacologica ragiona in termini di protocolli e somministra a tutti le stesse cure.
    2. La psicoanalisi se non è scienza è esercitata da soggetti che hanno formazione scientifica.
    3. Popper sosteneva che una teoria può essere generata da una intuizione che può avvenire anche in sogno. Il paradosso è che la genesi di una teoria scientifica non è spiegabile con la scienza, ma con ciò che la scienza definisce non scienza, psicologia. E’ chiaro che la scienza, essendo un’attività umana, è anch’essa fatta di ‘inventiva’, ‘immaginazione’, ecc. e non solo di ‘esperienza’.
    4. La teoria della sincronicità, dei nessi acausali, del quarto escluso (tempo, spazio, causalità e sincronicità) fu elaborata da Yung e dal fisico premio Nobel nel 1945 Wolfgang Pauli.
    5. Per un certo periodo ho lavorato come cancelliere presso una Procura della Repubblica. In ambito giudiziario le perizie calligrafiche e quelle grafologiche in molti casi determinano l’esito di processi. A una persona può essere dato l’ergastolo in base a prove che la scienza non ritiene scientifiche. I rilievi sono fatti dalla “scientifica”. Capisco che il problema è dell’ambito giudiziario e non della scienza, ma mi sembra che questa non si sia sforzata più di tanto nell’affermare la non scientificità della grafologia. Eppure le conseguenze sono molto più gravi di una ziggurat su Marte.
    … E IO? E TU? …PENSIERO STUPENDO…
    Se scrivessi un articolo sull’opera di John William Polidori, in ambito letterario nessuno mi accuserebbe di credere ai vampiri. Se scrivo un articolo su una rivista di ‘confine’ su una presunta scritta su marte, quasi certamente concrezioni del terreno, anzi, sabbia basaltica mossa dal vento, tutti pensano che credo ai marziani e finisco sul forum di bufale di un blog a sfondo scientifico. Perché farlo? Forse perché ‘non si sa mai’ o forse perché in questo modo qualcuno è venuto a sapere che su questo pianeta è esistita una protolingua (in linguistica protolingua non ha lo stesso valore di protoscienza) che si chiama Brahmi o che il devanagari è la forma di scrittura del sanscrito, notizie utili al pari di sapere che Polidori era il segretario personale di Byron o che scrisse “The Vampire” quasi un secolo prima di Stoker.
    Vediamo come in effetti stanno le cose. Ho pubblicato su “Area 51” (!!!) un articolo sulla scritta in Juventae Chasma (esoarcheologia?), su “Area di Confine” dal titolo “Il corpo celeste di Mathura e la Planisphere Tablet”, articolo a sfondo astronomico, e un testo di antropologia culturale dal titolo “Sul colle di Dioniso”. Su internet si parla di me su 60 siti. Di questi 49, pari all’81,6% dei casi, parlano a vario titolo di scritte, di ziggurat. Tre di questi, il 5%, affermano che la traduzione della scritta mi è stata commissionata dalla NASA nel 2005 e che la notizia è stata data dalla televisione (capisco che la psicoanalisi per voi non è una scienza, ma in questi tre casi è meglio continuare a parlare di schizofrenia). Solo 4, pari all’6,6%, riportano spiegazioni sull’operato in termini linguistici. Al momento sono presente su un solo forum di bufale, questo, pari all’1,6%. L’articolo a sfondo astronomico è presente solo su 8 siti, pari al 13,3%, mentre la pubblicazione di antropologia culturale è solo su 2 siti, pari al 3,3%. Questi dati sconfortanti dimostrano da un lato la tendenza a fare uso improprio delle notizie tendenzialmente discutibili, nel qual caso ben vengano forum come questo, e dall’altro l’evidente non circolazione delle notizie di tipo specialistico. Sapete per caso dove posso pubblicare una nuova traduzione dal sanscrito dello Srimad Bhagavatam? Nel caso del corpo celeste di Mathura vi assicuro che tesi e documentazione da me fornite sono di gran lunga più fondate e attendibili di quelle di Hempsall e di Bond. Eppure la loro notizia ha fatto il giro del mondo, la mia no. Il testo di antropologia culturale di cui parlavo prima, riposa in pace nelle università di tre continenti. Quando parlate di riviste a verifica parificata sapete davvero come funziona la pubblicazione di un articolo? La rivista “Area di Confine”, con tutti i limiti che può avere e date le definizioni di ambito di cui sopra, è pur sempre una tribuna che consente di esporre quelle tesi che non trovano sbocco altrove. C’è inoltre da rilevare, e questo è un dato di fatto, che passare dalla denominazione “Area51” ad “Area di Confine” ha un significato ben preciso in termini contenutistici e di percorso intrapreso e questo è senz’altro un merito della linea editoriale del nuovo direttore. Per scusarmi con gli ufologi per questa mia considerazione, preannuncio che a breve fornirò loro un documento straordinario. I fautori della scienza non si allarmino più di tanto, si tratta solo di una traduzione.
    P.S. Mi si è verificato il distacco del vitreo a tutti e due gli occhi associato a una miopia degenerativa. Al reparto di oculistica dell’ospedale mi hanno detto che il distacco è dovuto a traumi o colpi di calore, ma non ho avuto nessuno dei due. Bella scienza medica. I dottori mi hanno detto che il vitreo non si può operare. Mi sa che questo forum porta sfiga. Anzi no, perché la sfiga è un principio non verificabile sperimentalmente. Non finisce qui. Non posso neanche pregare Santa Lucia affinché mi faccia tornare la vista perché è un atteggiamento fideista non in linea con il razionalismo scientifico. Se in questi giorni dovessero ammalarsi altri partecipanti al forum, potrebbe trattarsi di un caso di sincronicità e allora ci sarebbe la prova incontrovertibile che questo forum porta davvero sfiga.
    Con queste righe scherzose ho voluto farvi sapere che in questo momento ho gravi problemi alla vista e non posso avere esposizioni prolungate ai video come sto facendo in questo momento. Ho fatto questo ultimo sforzo con piacere, ma adesso sono costretto a lasciarvi per qualche tempo. Non parlate troppo male di me in mia assenza.
    Un’ultima precisazione mi è dovuta. Conosco Ennio Piccaluga ancor prima di Ossimoro Marte e di “Area di Confine”. Quando viene a trovarmi a casa e ci tratteniamo in famiglia per me è una grande gioia. Le sue tesi saranno eterodosse, ma vi assicuro che ho conosciuto poche persone cordiali, signorili, piacevoli e intelligenti come lui. I rapporti umani sono fatti di queste cose. La scienza purtroppo no. A presto, Patsy Nicholas Di Falco.

  135. Per Ennio:

    Mi pare improbabile. Ad ogni modo credo che se davvero qualcuno avesse rivoltato i principi della fisica lo leggerei su Nature o su Science, non su Area di Confine.

    Seguendo la sua mentalità può anche darsi che si arrivi prima a dire qualcosa e non certo perchè si è più bravi, ma perchè si parla di cose di cui non si ha alcuna certezza. Questo atteggiamento può andare bene per una rivista rivolta alla gente comune affamata di "rivelazioni", ma non è certo un'atteggiamento serio per un ricercatore o uno scienziato.

    Ovvio che la "scienza ufficiale" (come la chiama lei) arrivi dopo, per lo stesso motivo per cui le dichiarazioni ufficiali arrivano dopo voci di corridoio.. ma le voci di corridoio non sono attendibili.

    Quanto a me credo che sia lei ad essere presuntuoso, visto che crede che io non legga niente solo perchè ho detto di non aver letto la sua rivista.

  136. Per Patsy Nicholas Di Falco:

    Dici di aver introdotto alcuni "inganni" nelle tue questioni, per farci ammettere la limitatezza della scienza.. mi pare una fatica inutile perchè bastava chiedere. Come ti ho detto la scienza non può dirci tutto, non c'è una definizione univoca di cosa sia scientificamente rilevante e cosa no, è sempre più difficile dimostrare teorie particolarmente complesse, ecc.. ma questo non può autorizzare me, te o Ennio Piccaluga ad alzarci la mattina, dire la prima teoria che ci viene in mente per spiegare questa o quella cosa cui la scienza non ha ancora dato spiegazione e pretendere, solo per questo, di avere la stessa sua autorevolezza.

    Il metodo scientifico rigoroso della scienza, per quanto imperfetto, la mantiene saldamente ancorata alla realtà fino a prova contraria, cosa che non si può certo dire di chi dice che ci sono i marziani guardando una foto fatta da una sonda senza neppure sapere come è stata fatta.

    Quindi le tue considerazioni sulla filosofia della scienza, per quanto interessanti e stimolanti, non hanno alcuna attinenza con questioni *concrete* come questa.

    Ad ogni modo vediamo di commentare quello che dici, nonostante sarebbe meglio fare un discorso di senso compiuto che snocciolare concetti senza un particolare filo logico..

    1. ???

    2. Il falsificazionismo ha contribuito all'evoluzione della filosofia della scienza. Tutto quì. E' sbagliato dire che applicandolo nessuna teoria sarebbe vera. Semmai è più complicato trovare la falsificazione, ma questo è un altro discorso.

    3. Questo è falso. Probabilmente è a causa di questa tua visione personale che hai tutta questa sfiducia nella scienza. Tutto è vero fino a prova contraria e la scienza ha dimostrato di sapersi mettere in discussione tantissime volte.

    4. La pseudoscienza è una parola senza senso. C'è la scienza e quello che non è scienza. E poi ci sono quelli che, non trattando la scienza ma volendo a tutti i costi ricoprirsi lo stesso della sua credibilità, hanno inventato questa parola.

    5. Vero. E allora?

    6. La verità è un asistoto, ci si avvicina sempre di più senza probabilmente raggiungerla mai. Ma se io arrivo a scoprire tutto di te tranne il colore dei tuoi occhi non significa che allora, siccome non so tutto, qualcuno può uscirsene dicendo che sei un cavallo..

    7. Infatti nessuno lo dice, tranne che nella tua mente.

    8. Vedi la 6.

    9. Non è vero. Le leggi scientifiche valgono ovunque fino a prova contraria. Il fatto che nel caso di Newton questa prova sia arrivata non significa che arriverà sempre.

    10. Io non credo. I miracoli spingeranno la scienza a indagare e, prima o poi, a scoprire le cause. Ragioni come se la scienza dovesse scoprire tutto entro un tempo limitato.

    11. La realtà è una, ma noi non conoscendola possiamo fare delle ipotesi. E allora cosa c'è di strano?

    12. Dio è un artefatto filosofico definito in modo tale da non poter essere dimostrato. Per questo non potrà mai essere dimostrato. E' qualcosa di irrazionale e pertanto non è affare della scienza, ma della religione. Personalmente credo che uno scienziato credente sia come un cuoco senza senso del gusto.

    13. Ok

    14. Di scientifico si sono solo le leggi della statistica. Infatti l'uomo non è una variabile deterministica e il motivo dovresti conoscerlo tu molto meglio di me: il libero arbitrio.

    15. Perchè mai? Può essere universale per l'universo che conosciamo.

    16. L'evoluzione della scienza si basa su questo. Ma le teorie sono vere fino a prova contraria.

    17. Vedi la 15.

    18. Infatti la psicologia NON è una scienza.

    19. Anche queste tue affermazioni non sono dimostrate in alcun modo..

    ------------------------------

    1. Non è l'unica fonte del sapere, ma è il fondamento del ragionamento.

    2. Non è vero.

    3. Non è vero.

    4. Non è una questione di dignità. Quì non si vuole offendere nessuno. La ricerca storica non è una scienza, al massimo può essere svolta in modo scientifico..

    5. Ma quando mai? Feyerabend per quanto mi riguarda può dire quello che gli pare..

    6. Giustamente, direi. Visto che l'uomo non risponde in modo deterministico come il resto della natura.

    ------------------------------

    1. Non è vero. Il metodo può essere influenzato, ma il risultato dell'esperimento no.. Feyerabend era un sociologo e un filosofo, non uno scienziato. Lasciami ipotizzare che di scienza non capisse una pippa.

    2. Infatti in quel caso nessuno si azzarda a dire che lo cose stanno così, ma solo che, date le corrispondenze con tutto il resto, è molto probabile. Questo ovviamente non autorizza a dire che siccome è "solo" molto probabile allora ci ha creati la strega Jinny, quella della serie tv..

    3. Non tutti insieme, presumo..

    4. Così come c'è la scienza è la "pseudo-scienza" (di cui ho già parlato) ci sono anche gli scienziati e gli "pseudo-scienziati".

    ------------------------------

    1. Da un punto di vista filosofico si.

    2. Ma infatti la scienza non se ne occupa. Immagino che Adrian abbia messo questi articoli per ridere e per fare un po' di informazione. Purtroppo anche la scienza, per vivere nella società, ha bisogno di essere capita dalla gente comune. Se non altro per essere lasciata lavorare in pace.

    ------------------------------

    1. Ok

    2. Tranne quelle del tutto astratte, come la matematica ad esempio.

    3. Ok

    4. Ho capito dove vuoi arrivare, ma sbagli. La tua "scienza di confine" pretende di godere della stessa credibilità della scienza senza fare la stessa fatica.

    5. Come la religione, se ci pensi.. Io posso basarmi su un principio vero, ma se lo faccio partendo da presupposti sbagliati o con passaggi illogici dico comunque delle fesserie.

    6. Ad esempio?

    7. Non saprei. Nel caso ci sarà un motivo. Il fatto di andarci con i piedi di piombo è proprio una garanzia di serietà e il dibattito serve proprio per evidenziare gli aspetti non chiari delle teorie.

    ------------------------------

    1. Ok

    2. Ok

    3. E infatti non è una scienza..

    4. Quindi per te è meglio produrre tanti risultati sbagliati che pochi risultati certi. Allora a cosa serve sbattersi? Accettiamo la religione che spiega già tutto da 2000 anni (ma come pero?) e spegnamo il cervello.. Guarda.. lascio perdere perchè sei un filosofo..

    ------------------------------

    1. Perchè il raffreddore è causato da pochi motivi identificabili, mentre la depressione o la pazzia non lo sono. I cuori e i polmoni sono sostanzialmente tutti uguali o quasi, le persone no. Proprio un filosofo che ignora la componente "umana" non me lo sarei mai aspettato.

    2. Non è vero.

    3. Una cosa è l'intuizione, un'altra è la conferma. Quello che fa la scienza non è da dove arrivano le domande, ma come si trovano le risposte.

    4. Tanto piacere..

    5. Le perizie calligrafiche, come anche quelle psicologiche non sono scientifiche. Infatti dovrebbero essere considerate delle prove molto deboli da usare solo come contorno. Mi auguro che così avvenga, in caso contrario sono d'accordo con te, ma la colpa non è della scienza.

    Saluti

  137. per quanti non hanno ritenuto finora sufficienti le risposte in merito al servizio di Voyager relativo alla presenza di vita intelligente su Marte, un servizio esaustivamente esplicativo, tratto dalla rivista Area di Confine di Novembre, è stato pubblicato sul sito
    http://www.elleepi.com/mars/2010_12/voyageranteprimasumarte.pdf
    menter un relativo, acceso forum è partito sul sito di ufoonline. Lo stesso articolo ma con le foto in alta risoluzione è postato suò sito del mars group campano http://centroufologicobenevento.wordpress.com

  138. Al signor Piccaluga: mi scuso per essermi firmato come Odino, ma è capitato che ho usato un pc diverso (con browser che aveva preferenze diverse) e non mi sono accorto prima dell'errore di firma.
    Tornando in tema: come le avevo promesso sono riuscito a recuperare (con non poche difficoltà) il numero di novembre di Area di confine. Che dire...
    A parte che per meno di 80 pagine 5,50€ mi sembrano un po' tanti, ma forse questo "è giustificato" dall'esiguo numero di pagine di pubblicità... comunque rimane a mio avviso una spesa un po' troppo alta. Dico subito che per il prezzo mi aspettavo una qualità delle foto pubblicate decisamente migliore, ma vebbè forse sarò io che sono troppo pignolo.
    Premetto che come persona dalla mente aperta a tutto il possibile e l'impossibile, ho cominciato a leggere la rivista "senza pregiudizi" o preconcetti (cosa giusta da fare mi pare), e quello che andrò a riportare sono pensieri che ho maturato durante e dopo la lettura dell'intera rivista.

    Per quanto riguarda il contenuto: a parte il fatto che alcuni articoli possano o meno interessarmi (si parla ancora delle misteriose mutililazioni di animali? Va ancora di "moda"? Sinceramente non lo sapevo) ho trovato veramente sconcertante il fatto di trovarne pochissimi completi: cioè almeno per me alcuni articoli sono incopiuti, forse saranno la prima parte di un articolo diviso in due pezzi, come pare forse suggerire il fatto che sono presenti alcune "seconda parte" di altri articoli. Questa la trovo però una cosa... poco seria... Le pagine della rivista, anche se non molte (circa 80) credo che siano più che sufficienti per trattare forse meno articoli ma in modo completo ed esaustivo. E per esaustivo intendo veramente approfonditi, scavando a fondo. Più di una volta mi sono ritrovato con la sensazione di essere lasciato in sospeso, senza che ci fosse la premura di portare a termine il discorso.
    Così mi pare di seguire gli episodi di una serie televisiva (o come ha detto Francesco sopra, di ascoltare delle chiacchiere di corridoio, dove devo aspettare il giorno dopo per sapere come vanno a finire le cose che mi interessano...).
    Per quanto riguarda poi il contenuto di alcuni articoli (creare energia dal nulla, le scoperte/brevetti di Corbucci) ho trovato molto "carenti" le spiegazioni fornite. E' vero che volendo si può approfondire da soli, ma da come lei aveva in precedenza pubblicizzato (sempre in questa sede) tali articoli avevo pensanto di trovarvi scritta la verità assoluta, le rivelazioni definitive. Aspettativa poi delusa... Quindi la pregherei di fornire un po' più di spiegazioni, di approfondire di più riguardo a quello che scrivete (per esempio da quello che avete detto non sono riuscito a comprendere praticamente nulla del "Generatore di positroni", come non è stato detto molto delle ricerche del signor Corbucci).

    Il tema Marte. L'approfondimento sul servizio a Voyager. Uno dei pochi articoli "completi" presenti in questo numero. A parte le foto di qualità più o meno buona (finalmente ce le ha mostrate delle foto in qualità non eccelsa ma accettabile), ma io queste "piante" alte centinaia di metri proprio non le ho viste. Nonostante i suoi sforzi proprio non le ho viste. Sarò tardo io ma... proprio no non sono riuscito a vedere queste sue piante arbustiformi (o ad alto fusto).
    Così come anche la storia del viso marziano. Idea carina per un film (che tra l'altro hanno già fatto e che si chiama "Mission To Mars", ed pure risultato un film decente), ma insisterci ancora, ancora ed ancora mi pare troppo... Anzi trovo più forzato vederci una faccia con tutte le linee guida che avete avuto premura di tracciare (per "coloro che non riescono a vedere quello che è sotto i loro occhi"), mentre trovavo molto più facile identificare la forma del viso nelle vecchie foto in bassa qualità. L'alta qualità alle volte toglie il velo del mistero, ma vabbè. Sappiamo poi che i giochi di luce possono ingannare, senza contare come il cervello è abituato ad interpretare ciò che vede. Se però si crede e si insiste sul fatto che le foto vengano manomesse, allora è possibile credere a tutto.

    E già che siamo a parlare di foto...
    Per una rivista di ufologia mi sarei aspettato di trovare molte più foto di possibli avvistamenti, ma invece sono rimasto deluso anche sotto questo aspetto. Le foto di avvistamenti erano veramente esigue, mi pare si potessero contare sulle dita di una mano (non ho la rivista sottomano e non posso controllare), mentre ho trovato "buffo" trovare una bella immagine tratta dal film Contact (forse la locandina) in apertura di un articolo... Cioè una foto tratta da un film si, e una foto un po' più "particolare" di un possibile avvistamento no?
    Ah altro avviso: una cosa che ho trovato molto irritante è stato il continuo, tartassante attacco contro "gli scettici". Dopo aver letto per l'ennesima volta "gli scientisti" qua, "gli scettici" la, e così via, mi sono veramente... depresso. Del tipo, portiamo avanti la campagna contro tutto e tutti ad ogni costo?
    Dove è quindi finita la serietà di cui si faceva scudo? Non dico che anche "gli altri", come voi li definite, siano da meno. Ma da come vi eravate presentati, pubblicizzando un comportamento più serio, pensavo che almeno avreste evitato questi atteggiamenti.

    Nonostante la rivista sia nel totale ben scritta (in fondo il lavoro dietro c'è) , credo proprio che non comprerò il prossimo numero, nonostante sia incuriosito (appena un po') dal leggere come concluderete (forse?) l'articolo che riguarda le ricerche di Corbucci, dato che la spesa mi pare "eccessiva", senza contare il fatto che ho sentito di un aumento di prezzo.
    Ma tanto gli altri soldi vi sono "arrivati" quindi credo che ve ne importi ben poco.

    Chiedo scusa per eventuali errori di battitura, ma sono leggermente stanco. Ed anche per il tono un po' "polemico" che ha preso il discorso.

    Cordiali saluti.

  139. Gent.mo Alessio Ausilio
    mi complimento con lei per il suo intervento. Critico ma ben costruito. E con meno errori di battitura di quanto lei stesso si aspettasse. Accetto i suoi commenti, ma tenga presente che Area di Confine non è "solo" una rivista di ufologia, ma "anche" una rivista di ufologia. Questo tema è trattato insieme a tanti altri argomenti di confine. Si renderà conto che non si tratta di un magazine a larga diffusione come ad es. Focus, che vende centinaia di migliaia di copie. Una rivista di nicchia come la nostra dovrebbe costare almeno 8-9 euro per assorbire i costi necessari a produrla. Quindi, mi creda, venderla a €. 5,70 è per la redazione un vero sacrificio, compiuto nella speranza di riuscire ad informare un crescente numero di lettori. Ovviamente è dedicata agli appassionati di queste tematiche. Gli "altri" la troveranno di scarso interesse e non meritevole dell'acquisto. A proposito della abusata Face di Marte, ho sempre dichiarato che non è l'anomalia più interessamte del Pianeta Rosso e ne ho parlato poco anche in Ossimoro Marte, lì dove altri ne hanno fatto l'oggetto principale. Per quanto riguarda gli "alberi" la invito a riguardare bene le foto relative, in particolare quella con la dominante verde della clorofilla. Se questo non le basta, non so quale altra evidenza mostrarle. Quanto alle tematiche di Corbucci, si tratta di qualcosa di molto importante che si svilupperà in alcuni numeri di Area di Confine. Non si aspettava mica che in un solo articolo le venisse spiegato come superare la velocità della luce e come attraversare i buchi neri? Incredibilmente, spiegheremo anche questo, nel giro di altri due-tre numeri. E' il minimo. In ogni caso, non pretendiamo di accontentare tutti. Con tutta l'umiltà richiesta dalla frase che segue, possiamo solo dire....chi ci ama ci segua.
    http://www.elleepi.com/mars
    http://centroufologicobenevento.wordpress.com

  140. patsy nicholas di falco

    Auguri di buon Natale.
    A presto, Patsy Nicholas Di Falco

  141. patsy nicholas di falco

    Auguri di buan anni.
    Patsy Nicholas Di Falco

  142. patsy nicholas di falco

    Scusate, non ci vedo bene è ho sbagliato a digitare.
    Rinnovo l'augurio di un buon anno nuovo.
    P.N. Di Falco

  143. lorenzo

    perbacco che forum. Grandi nomi ed interventi di gran classe. Non mi sento di aggiungere niente ma non posso non apprezzare la qualità dei tanti post. C'è tanta spazzatura in certi forum che questo brilla di prima grandezza. E Piccaluga....ha colpito ancora. Evidentemente è l'argomento a destare tanta attenzione. I miei complimenti vanno però ai moderatori del forum che hanno getito molto bene tanti nomi illustri

  144. emanuele

    ottimo forum davvero!credo che Marte sia stata abitata e che conservi ancora manufatti e costruzioni varie .le evidenze sono numerose ormai. probabilmente alcune stranezze sono spiegabili come pure e semplici coincidenze, giochi di luce, scalinature ecc. altre francamente mi sembrano clamorose.quando si vedono costruzioni perfettamente squadrate, muri rettilinei formanti angoli di 90 gradi e vegetazione, mi vengono i brividi.difficile credere all'erosione dovuta a tempeste di sabbia...c'è stato inoltre uno studioso che si è "divertito" a togliere i filtri nasa ed ha scoperto che il cielo marziano è azzurro , altro che rossastro! è ovvio che se pensiamo che tutte le foto siano false, che gli studiosi siano puri speculatori, che la sabbia "costruisca" i muri o che i ricci in amore provochino i cerchi nel grano andiamocene a casa e buonanotte...ps: a proposito di ziggurat(o ziqqurat) vada per le scalinature ma sopra esse si nota una costruzione vera e propria, di altezza e forma ben diversa dalle linee.foto falsa, scalinatura anche quella o forse...qualcos'altro? un saluto emanuele

  145. Anonimo

    Adrian, Francesco e tutti gli scientisti.
    Premessa.
    Sin dal primo momento mi ha colpito la vostra sicurezza, forti di un sapere incontrovertibile. Il bello è che quelli che Francesco definisce concetti ‘snocciolati’ “senza un particolare filo logico”, riferendosi alla mia ultima comunicazione, non sono miei, ma di autori (Popper, Lakatos, Hempel, ecc.), alcuni da voi stessi citati, che nel definire scienza e metodo, pongono domande, riflettono ed esprimono dubbi sul proprio operato, com’è giusto che sia quando si è di fronte allo scibile umano. Invece, in voi regnano sovrane le certezze e continuate a perdere le occasioni per fare esercizio d’umiltà, atteggiamento irrinunciabile quando il tema è lo ‘scire’ che la scienza ha impresso nel nome. Al di là delle buone dichiarazioni d’intenti, questa è l’ennesima dimostrazione di come, in ambienti come questo, aleggi una sorta di fanatismo che vanifica ogni tentativo di confronto. Provo lo stesso ad abbattere qualche vostro caposaldo.
    Gli scientisti, cioè quanti attribuiscono alla scienza naturale e al suo metodo un valore inoppugnabile, muovono critiche e accuse veementi nei confronti dei ricercatori disallineati rispetto il loro credo. Valgano a esempio gli attacchi scriteriati mossi nei confronti di Giuseppe Sermonti. Biologo, collaboratore di Guido Pontecorvo, responsabile del dipartimento di genetica dell’Università di Glasgow, docente di genetica a Camerino, Palermo e Perugia, direttore della rivista “Biology Forum” e pubblicista, è stato messo alla berlina (anche dal CICAP), con l’accusa di assumere atteggiamenti antiscientifici per aver espresso idee antievoluzionistiche e critiche al darwinismo. Serafini ha avuto modo di stigmatizzare queste posizioni di “totalitarismo della scienza ideologizzata”, così presente nel ‘grande fratello’ collettivo d’internet, diffusamente praticata da parte di ‘attivissimi’ “graffitari di provincia dello scientismo che amano riempirsi la bocca di titoli di riviste stimate e accreditate dalla ‘comunità scientifica’ (della quale per la maggior parte non fanno parte, neanche come gregari)(…) Altri graffitari rivestono la medesima avversione di un candido amore per la purezza e il metodo, lamentando presunti ‘errori’ ai quali danno la caccia con tendenziosa acribia” (Serafini Stefano, Giuseppe Sermonti: forme vive per una libera scienza, http://www.nexusedizioni.it, 2009). Sembra scritto apposta per voi.
    Escludendo gli accessi alla home page, il forum “Non esiste alcuna ziggurat su Marte” è di gran lunga il più letto di tutto il blog (oggi sito) dell’attore di teatro per l’infanzia Adrian Fartade (dati gennaio 2011). Così il blog (oggi sito), con pretese di divulgazione scientifica, è diventato un blog (oggi sito) di graffitari e di bufale. Bella prodezza questa transustanziazione dei contenuti! Data la vasta platea, sono costretto a mostrarmi logorroico, perché la vostra concezione di scienza e di metodo costituisce una logopatia o una logolatria, cioè una patologica adorazione del linguaggio scientifico, che va ben oltre la logomachia o la logopaidia, cioè un normale confronto o gioco di parole, cosicchè “diventano necessarie una logopedia o una logotomia, una ‘rieducazione’ o una ‘asportazione del logos’, che solo la logica ha dimostrato di saper effettuare” (Odifreddi!). Se è vero quello che scrive Francesco: “… immagino che Adrian abbia messo questi articoli per ridere…”, vi offro l’opportunità di scompisciarvi dalle risate con lo scritto che segue. Senza ‘abundat’, mi raccomando.
    Ritengo sia possibile mettere in discussione il costrutto della scienza naturale e il suo metodo. Lo sviluppo di questa tesi, che di primo acchito potrebbe sembrare quanto meno temeraria, è l’oggetto dello scritto che segue di critica al modello scientifico.
    A. L’oggettività ipoteticamente costruita dalla scienza.
    Ha scritto Galimberti: “…il limite della scienza risiede nella natura del suo procedimento metodologico, che prevede l’oggettivazione di tutto il reale mediante ipotesi di natura matematica. Circoscritta nel suo metodo, che impone di attenersi alle oggettività ipoteticamente costruite, la scienza non pensa se il volto del reale sia proprio quello che risulta dalla sua matematica oggettivazione. Questo ‘non pensato’ è ciò che resta da pensare, ma anche ciò che la scienza, per la sua struttura metodologica, non può pensare (…) E’ necessario…‘pensare oltre’…ossia al di là di ciò che è oggettivo…” (Galimberti Umberto, Psiche e techne: l’uomo nell’età della tecnica, Feltrinelli, Milano, 1999, p. 144). La prassi dell’oggettività ipoteticamente costruita operata dalla scienza soffoca nella materia quel ‘pensare oltre’ invocato da Galimberti. E’ evidente che ogni conoscenza è il prodotto e l’espressione di una realtà cui è parte integrale inalienabile l’osservatore. Il soggetto entra a pieno titolo nella realtà che si vorrebbe esclusivamente oggettiva. Scrive Luis J. Prieto: “…l’attività cognitiva dell’uomo, producendo conoscenze della realtà materiale, crea a fianco di questa realtà, prima e naturale, un’altra realtà, seconda e storica, costituita da queste conoscenze stesse. Si ha evidentemente in ciò una conseguenza del fatto che una conoscenza della realtà materiale non è mai ‘naturale’: una conoscenza della realtà materiale che lo fosse, che cioè derivasse in modo necessario dal suo oggetto, non potrebbe in effetti costituire se non una sorta di prolungamento di quella realtà. Siccome dunque una conoscenza della realtà materiale costituisce una realtà che non si confonde mai con quella del suo oggetto, essa è suscettibile di diventare a sua volta l’oggetto di una conoscenza.(…) Le scienze dell’uomo sono appunto, a nostro parere, le conoscenze (scientifiche) il cui oggetto appartiene non a quella realtà naturale che è la realtà materiale, ma alla realtà storica costituita dalle conoscenze della realtà materiale. In base a questa definizione le epistemologie delle scienze della natura, il cui oggetto è costituito dai diversi modi di concepire e di conoscere scientificamente la realtà materiale, vanno a stretto rigore collocate tra le scienze dell’uomo” (Luis J. Prieto, Pertinenza e pratica, Feltrinelli, Milano, 1976, pp. 127-128). L’oggettività ipoteticamente costruita fa sì che molti ritengono che la scienza “… non è tanto un particolare metodo e modo della conoscenza umana … con un suo preciso ambito di competenze formali che ne delimita e in gran parte preforma l’oggetto; ma è l’unica ammissibile forma vera e certa di conoscenza” (Serafini S., ibid). Così, tutto ciò che non è indagabile con il metodo scientifico, come nel caso degli ‘oggetti’ dell’esperienza umana, è escluso da ogni gnoseologia e, nel migliore dei casi, costituisce una questione ontologica. Questi assunti aprioristici portano una scienziata come Margherita Hack ad affermare: “… io sono materialista, credo che c’è la materia e forse l’universo è sempre esistito, nel tempo e nello spazio è infinito. Il perché è così non lo so e la scienza può dare risposta a questo, ma io non credo assolutamente né a Dio e né all’aldilà: l’anima è nel nostro cervello” (“L’anima e il cervello”, Intervista a Margherita Hack di Walter La Gatta, http://www.psicolinea.it, 2003). L’oggettività ipoteticamente costruita è idolatria dell’oggetto e fideismo nel dio scienza. Ha sviluppi illogici e paradossali caratteri di preveggenza. Parimenti si può affermare: Dio c’è, perché non lo so, un giorno mi apparirà. “Sembra incredibile, ma un pensiero talmente limitato da ritenere che la realtà possa essere spiegata unicamente nei termini di una scienza congelata nei suoi traguardi oggettuali odierni, incapace di rendersi conto che gli occhiali scientifici, con il quale guarda il mondo e se stesso sono anch’essi parte del mondo … ha assunto al giorno d’oggi, per diffusione, un ruolo di dominio totalizzante” (Serafini S., ibid). La scienza ci espropria del nostro vissuto. E’ totalitaria perché vuole che il suo mondo sia l’unica realtà vera. Lo vuole a tal punto da negare ogni prova contraria, anche la più evidente, come avviene nel caso dell’esistenza della psiche.
    B. La scienza fa a meno del sé.
    Francesco scrive di me: “… un filosofo che ignora la componente ‘umana’ non me lo sarei mai aspettato”. Non sono un filosofo e fa bene a meravigliarsi. E’ l’esatto contrario.
    Esiste una ‘entità’ che si pone ‘legibus solutus’ del paradigmatico scientifico. L’uomo nel suo agire, non fa altro che manifestare la sua componente psichica. Ognuno di noi ha conoscenza, forse la maggiore tra le conoscenze possedute, della realtà della vita psichica, intesa come capacità di percepire noi stessi e gli altri e, in subordine, provare emozioni e sentimenti. La realtà psichica è direttamente osservabile da parte di ognuno e ciò è un dato ampiamente sperimentato e continuamente riprodotto, anzi, è la condizione preliminare necessaria all’osservazione di ogni fenomeno, inclusi quelli del mondo fisico. Allo stesso modo tutti vivono se stessi anche come qualcosa di strettamente legato al proprio corpo.
    Al fine di non instaurare metonimie e fraintendimenti, definisco preliminarmente l’uso dei termini. Il 'cervello' è l’oggetto che ha sede nel soma ed è la massa di tessuto nervoso racchiuso nella cavità cranica, da cui dipendono le funzioni sensitive, motorie e di regolazione della vita vegetativa. E’ l’organo preposto al controllo e alla coordinazione delle funzioni organiche, elabora le informazioni provenienti dall’organismo e dall’ambiente e produce risposte comportamentali, funzionali e adattative. Utilizzo il termine ‘coscienza’ per designare l’incipit responsabile del formarsi dell’esperienza di sé. Alcuni utilizzano allo stesso modo i termini ‘mente’ e altri espandono il significato fino a considerarlo ‘spirito’ e ‘anima’. Intendo per psiche l’interfaccia tra la coscienza e il mondo materiale. Non parlerò dell’origine della coscienza di sé poiché sarei costretto a ricorrere ad affermazioni dogmatiche senza base empirica, cosa che invece fanno costantemente i teorici della computazione e del connettivismo che danno per scontato il dogma dell’oggettività ipoteticamente costruita dalla scienza.
    Oggigiorno sono prepotentemente affermate posizioni d’ingenuo materialismo di stampo positivista secondo cui il cervello secerne il pensiero come il rene l’urina. Secondo questa visione, il frutto ha sempre la stessa sostanza dell’albero. Ora, mentre così è per il rene e l’urina, ciò non avviene tra cervello materiale e pensiero immateriale. Ogni tentativo di spiegare la vita psichica per mezzo del materialismo scientifico, riduce necessariamente il pensiero a oggetto. Nonostante questo processo di significazione forzata, dovuta alle ipotesi anticipanti della scienza, gli oggetti continuano a non avere vita psichica, a non soffrire, a non gioire, ecc. La miopia degenerativa della scienza è talmente evidente da avvilire. A chi obietta che la psiche è una metafora, ricordo che tutte le costruzioni intorno alla realtà lo sono, incluse quelle della scienza.
    Lo stato psichico e quello fisico, pur se differenti, interagiscono. La psiche svolge una relazione con l’ambiente materiale esterno, incluso il proprio corpo. Il cervello è il referente somatico che organizza i rapporti con la psiche. Le neuroscienze riconoscono questa referenza, ma la confondono con la psiche. Il referente somatico e la personalità ricompongono l’unità dell’esperienza con l’ambiente e con se stessi. In questa ricomposizione risiede l’unicità dell’uomo. Se così non fosse, “Se i due mondi - corporeo e incorporeo – potessero essere completi in sé, avremmo quasi due modi diversi di essere umani” (Laing Roland David, L’io diviso, Einaudi, Torino, 9^ ed. 1978, p. 76).
    Le risposte comportamentali, funzionali e adattative del cervello hanno base organica e ambientale. Nulla hanno a che vedere con la consapevolezza di sé che resta un dato psichico non organico. La questione riguarda la sostanza della psiche e quella del soma. La ricerca neurofisiologica non è in grado di andare oltre gli aspetti meccanici del pensare e rispetto il campo dell’individualità non sa dire nulla. La psiche trascende la fisica oggettivante all’interno della quale è compreso il soma e il suo elemento cervello. Non è il prodotto di processi cerebrali biologici, elettromagnetici, ecc. E’ la parte non fisica dell’uomo, immateriale e pur sempre reale, responsabile della nostra vita in coscienza. Popper ha introdotto una tripartizione della realtà in ‘sottomondi’: fisico e oggettuale; dell’esperienza soggettiva e degli stati mentali; dei ‘contenuti oggettivi dei pensieri’, cioè i prodotti e le realizzazioni in forma fisica oggettuale dei pensieri (Popper Karl Raimund, La logica della ricerca e società aperta, La Scuola, Brescia, 1998, p. 189). Il suo sotto Mondo 2, quello degli stati mentali, è distinto dagli altri mondi degli oggetti e degli stati fisici (Mondo 1) e del contenuto oggettivo del pensiero (Mondo 3). Per Popper i mondi esistono oggettivamente nel senso che essi rappresentano tutte proprietà dell’uomo. Popper affronta l’esistenza di un mondo degli stati mentali differente dagli oggetti del pensiero e, soprattutto, e dal mondo fisico. Il ricercatore avveduto è cosciente di avere a che fare con più piani che suggeriscono la presenza di un quid che la scienza oggettivante non riconosce. Ha scritto Eccles: “Confesso che io sono un realista; e suggerisco da realista ingenuo, che esistono un ‘mondo fisico’, ed un ‘mondo degli stati di coscienza’; e che i due mondi interagiscono” (Eccles John Carew, Affrontare la realtà. Le avventure filosofiche di uno scienziato del cervello, Armando, Roma, 1978, p.152).
    Secondo Francesco: “Le leggi della scienza valgono ovunque fino a prova contraria”. Già, tranne che in noi stessi! Battuta per l’attore Adrian Fartade: quella tra psiche e cervello è una “Compagnia Nata” male; la prima è “Cenerentola”, la seconda è la matrigna cattiva. Se critichi Piccaluga (v. “Notizie fresche”) perché non ha titoli scientifici, sii coerente. Immagina che sgorbio un planetologo o un astrofisico che recitano “Lorenzaccio” di Carmelo Bene. Ora, immagina il contrario, un attore di teatro per ragazzi che s’improvvisa planetologo e astrofisico. Non è meglio lasciar perdere le questioni personali e discutere di contenuti? A proposito di Piccaluga, che fine hanno fatto le accuse di operazioni commerciali ora che il sito è ‘sostenuto’ da proventi pubblicitari e donazioni (!) a fronte dei costi sostenuti? Pubblicare un libro a proprie spese non ha costi? Scusami se torno a citare Serafini, ma la frase è troppo bella: “graffitari di provincia dello scientismo che amano riempirsi la bocca di titoli di riviste stimate e accreditate dalla ‘comunità scientifica’ - della quale per la maggior parte non fanno parte, neanche come gregari. ) (…) Altri graffitari rivestono la medesima avversione di un candido amore per la purezza e il metodo, lamentando presunti ‘errori’ ai quali danno la caccia con tendenziosa acribia”. Non sono uno scienziato e non ho nessun titolo scientifico ma, se ci riesci, smonta le mie tesi. In alternativa possiamo discutere di teatro (ed è ancora peggio).
    P.N. Di Falco (CONTINUA).

    • Ero convinto che non ci fosse altro da commentare dopo 225 commenti, e probabilmente è così, ma visto che si è così tanto impegnato a resuscitare questa discussione, ecco la mia risposta:

      "Sin dal primo momento mi ha colpito la vostra sicurezza, forti di un sapere incontrovertibile."

      sicurezza si, ma non in un sapere incontrovertibile. Sia io che gli altri abbiamo più volte spiegato come per il progresso stesso della conoscenza scientifica è fondamentale rimettere sempre in discussione ciò che si sa, integrandolo man mano a tutte le nuove scoperte che si fanno. Basta leggere anche le notizie che posto, moltissime scoperte portano a cambiare i modelli teorici che abbiamo. Detto questo, se ci sono le prove, se il modello funziona, se non ci sono ancora dati che dimostrano il contrario, ma anzi le nuove scoperte vanno nella direzione del modello teorico usato, allora si può parlare con sicurezza di una detterminata cosa.

      " Al di là delle buone dichiarazioni d’intenti, questa è l’ennesima dimostrazione di come, in ambienti come questo, aleggi una sorta di fanatismo che vanifica ogni tentativo di confronto. Provo lo stesso ad abbattere qualche vostro caposaldo."
      Lei parte da una premessa sbagliata riguardo alla comunità scientifica, pensando che non viene discusso il metodo o la scienza stessa. Temo che glielo dovrò ripetere molte volte, ma la discussione epistemologica intorno alla ricerca scientifica fa parte integrante della scienza dalla notte dei tempi, anche se questo, accettati alcuni postulati iniziali, non pregiudica la conoscenza scientifica. Si può poi mettere in discussione la validità dei postulati, ma si mette in discussione l'intera conoscenza umana. E' ovvio che tutte le scoperte di cui parliamo, come qualsiasi conoscenza che abbiamo, ha senso soltanto partendo da una serie di presuposti, come il fatto che l'universo esista, e che noi possiamo dire qualcosa sulla sua natura.
      Non c'è alcun fanatismo "nella scienza". Ci può essere fanatismo nelle posizioni di alcune persone in particolare, ma è un'altra storia. C'è moltissimo fanatismo anche in tante persone religiose, ma non mi sembra giusto parlare per questo di religioni fanatiche. Anche una mia vicina di casa e fanatica del giardinismo, non per questo il giardinismo è caratterizzato da una posizione fanatica.

      "Gli scientisti, cioè quanti attribuiscono alla scienza naturale e al suo metodo un valore inoppugnabile, muovono critiche e accuse veementi nei confronti dei ricercatori disallineati rispetto il loro credo. "

      Come già detto, non viene attribuito in assoluto un valore inoppugnabile alla scienza, perché c'è da sempre anche una grossa discussione sulla natura e la possibilità di una conoscenza da parte di noi umani. Detto questo, come ho spiegato, accettate le premesse per la possibilità di conoscere, allora è ovvio che ci possono essere posizioni giuste e sbagliate, ma in base ai dati a disposizione. Non c'è alcun credo, ci sono i laboratori.
      Se qualcuno dice che il Sole è in realtà una melanzana, verra criticato dalla comunità scientifica, ma non certo perché non rispetta il loro credo, ma perché l'idea che il Sole sia una melanzana è in completo disacordo con i dati che abbiamo.

      "Valgano a esempio gli attacchi scriteriati mossi nei confronti di Giuseppe Sermonti. Biologo, collaboratore di Guido Pontecorvo, responsabile del dipartimento di genetica dell’Università di Glasgow, docente di genetica a Camerino, Palermo e Perugia, direttore della rivista “Biology Forum” e pubblicista, è stato messo alla berlina (anche dal CICAP), con l’accusa di assumere atteggiamenti antiscientifici per aver espresso idee antievoluzionistiche e critiche al darwinismo."

      Giuseppe Sermonti è uno scrittore. Semmai EX docente di genetica. Ed è stato ampiamente criticato non perché non fosse in accordo con la comunità scientifica, ma perché diceva che "il Sole è una melanzana". Riuscire a dire, oggi alla luce dei dati che abbiamo, che la teoria evoluzionista della sintesi moderna (Darwin+genetica), è falsa, è palesemente una cosa insensata. Non voglio dilungarmi troppo, ma le prove per l'evoluzione darwiniana sono talmente grandi, talmente ampie e dettagliate, che nulla in biologia avrebbe senso senza Darwin. Sermonti per di più, non ha mai neanche tentato di pubblicare per una revisione paritaria qualche sua tesi a riguardo, e questo la dice lunga su quanti dati ci siano dietro le sue tesi.

      " Se critichi Piccaluga (v. “Notizie fresche”) perché non ha titoli scientifici, sii coerente. Immagina che sgorbio un planetologo o un astrofisico che recitano “Lorenzaccio” di Carmelo Bene. Ora, immagina il contrario, un attore di teatro per ragazzi che s’improvvisa planetologo e astrofisico. Non è meglio lasciar perdere le questioni personali e discutere di contenuti? A proposito di Piccaluga, che fine hanno fatto le accuse di operazioni commerciali ora che il sito è ‘sostenuto’ da proventi pubblicitari e donazioni (!) a fronte dei costi sostenuti? Pubblicare un libro a proprie spese non ha costi? Scusami se torno a citare Serafini, ma la frase è troppo bella: “graffitari di provincia dello scientismo che amano riempirsi la bocca di titoli di riviste stimate e accreditate dalla ‘comunità scientifica’ - della quale per la maggior parte non fanno parte, neanche come gregari. ) (…) Altri graffitari rivestono la medesima avversione di un candido amore per la purezza e il metodo, lamentando presunti ‘errori’ ai quali danno la caccia con tendenziosa acribia”. Non sono uno scienziato e non ho nessun titolo scientifico ma, se ci riesci, smonta le mie tesi. In alternativa possiamo discutere di teatro (ed è ancora peggio)."

      Critico Piccaluga per la mancanza di titoli scientifici perché si propone come scienziato e propone una propria tesi con delle presunte prove. La mancanza di titoli scientifici non è di per se il problema, ma lo diventa nel momento in cui ci si fa promotori di una determinata tesi per la quale servono delle competenze e conoscenze. La mancanza di queste è palese nel caso del nostro ingegnere elettronico.
      Se uno scienziato vuole fare il "Lorenzaccio" ben venga, ma se prova a farlo senza ricordarsi il testo e senza sapere neanche chi è Carmelo Bene, allora no. Capisce il senso della mia critica? Ne Carannante ne Piccaluga sanno di cosa parlano, ed è palese dalle loro straordinarie castronerie come "alberi alti centinaia di metri" "travi d'acciaio su Marte" o le famose scritte, che poi sono solo dune in movimento, spostate dal vento...

      Non sono affatto questioni personali, ho sempre parlato dei contenuti. Semmai qua la critica personale viene da tutt'altra direzione.
      Riguardo alle accuse di operazioni commerciali, valgono benissimo tutt'ora. Il cambiamento al nuovo sito, ha comportato spese che non intendo affatto far pesare sulle spalle degli utenti. Infatti è rimasto gratuito, aperto e totalmente libero. Le donazioni sono volontarie, non ho chiesto obbligatoriamente dei soldi per avere accesso al sito, e le pubblicità diventano invisibili con un semplice e banale adblock.
      Questo sito NON é UN'OPERAZIONE COMMERCIALE!! Comporta delle spese, ma la priorità è mettere a disposizione le notizie di astronomia, non guadagnarci. Pubblicare un libro ha costi, e non ho mai detto che dovrebbe donarlo gratuitamente, ma la mia critica riguardava il fatto che mi veniva continuamente chiesto di leggere libro e riviste per poter avere accesso alle famose "prove", che a quanto pare non potevano essere spiegate su internet, o neanche nominate. Inoltre, trovo che le varie conferenze sparse per l'Italia, in cui si chiedono tanti soldi alle persone per avere qualcuno che discute di tesi per cui non accetta mai un contrario, è palesemente un'operazione commerciale. Ne Piccaluga, ne Carannante hanno mai smesso di sostenere le loro tesi, nonostante sono facilmente dimostrabili false, tanto che persino loro se ne dovrebbero accorgere.. questo non le sembra strano? o anche lei pensa che le dune viste dal Sojourner siano travi d'acciaio e che ci siano miniere artificiali a cielo aperto e alberi alti centinaia di metri su Marte?

      Io non mi sono mai improvvisato planetologo o astrofisica. Non ne ho le competenze e non mi permetterei mai di farlo. Ma per smontare le tesi di Piccaluga basta sapere usare internet o una biblioteca e avere le conoscenze scientifiche delle scuole medie.

      Non l'ho criticato inventando una mia tesi, come lui ha fatto riguardo a Marte, ma ho semplicemente fatto notare a lor signori dove stanno gli errori nelle loro tesi, in base alla conoscenza scientifica attuale.

      Le sue non sono tesi di alcun tipo, e francamente dubito che sia in grado di formularle seriamente anche volendo, visto che sta continuando a divagare in una discussione epistemologica che non ha più nulla a che vedere con l'articolo che sta commentando.

      Magari ci fossero più "grafittari di provincia" con un senso critico abbastanza alto da sentire quanto puzzano le ipotesi di civiltà intelligenti su Marte, in base ai dati che abbiamo, specie se una tesi così straordinaria viene esposta da qualcuno che non ha alcun titolo in geologia, o planetologia o alcuno studio che centri con la tesi che espone.

  146. Anonimo

    (SEGUE da messaggio precedente)
    C. La scienza alla ricerca del sé.
    Nonostante i considerevoli progressi compiuti dalla scienza naturale in diversi campi, nessun passo avanti ha compiuto nel verso della soluzione del problema ‘coscienza’. E’ evidente a tutti come il tipo di progresso proposto dall’attuale oligarchia scientifica, ci conduce sempre più lontano da una possibile spiegazione della vita psichica. “Gli scienziati si sono spinti così avanti su tale via che sono giunti a risultati a dir poco grotteschi, finendo col violare uno dei canoni fondamentali dell’epistemologia galileiana: il riconoscimento di fatti empirici” (Starace Sergio, Scienza, etica e psiche, http://www.campoantimperialista.it, 2009).
    In precedenza ho posto l’accento sull’aspetto deleterio delle ipotesi oggettivanti costruite dalla scienza. Secondo quest’assunto, la spiegazione dell’esistenza della vita psichica su base fisiologica è rimandata a un futuro indefinito, che probabilmente non ci sarà mai. E’ ciò che Guerritore ha chiamato significativamente ‘profezia fisicalista’ (Guerritore Andrea, Il mistero dell’interazione fra mente e cervello, in Eccles, John Carew, Dizionario interdisciplinare, http://www.disf.org, s.d.) della scienza, atteggiamento definito da Popoper ed Eccles ‘promissory materialism’ (Popper K.R. e Eccles J.C., L’io e il suo cervello, Armando, Roma, 1981, p. 96).
    Mi dice Francesco: “Ragioni come se la scienza dovesse scoprire tutto in un tempo limitato”. A parte il piccolo inconveniente che, nel migliore dei casi, ci resta da vivere solo qualche decennio, piuttosto che avvalermi dell’improduttiva fede materialistica, preferisco cercare di risolvere la questione ora, partendo da altri presupposti. In primo luogo riconosco la capacità predittiva della scienza. La fisica è scienza dei principi primi. Poichè tale presenta risultati definitivi. Le leggi della fisica hanno prodotto innumerevoli soluzioni correlate tra loro e confermate sperimentalmente. Così è per l’elettrodinamica, la meccanica quantistica, ecc., e così è per le leggi che regolano i processi molecolari, che determinano quelli biologici, che a loro volta contemplano quelli cerebrali. Per tanto, non occorre aspettare che sia scoperto tutto, basta aver presente che alcuni aspetti di ciò che sappiamo sono espressi in forma definitiva, come i processi molecolari e biologici, per affermare con certezza che il cervello è diverso dalla psiche in termini sostanziali. E’ la scienza stessa ad affermare questa diversità. Così, paradossalmente, mentre mi avvalgo della capacità predittiva della scienza a giustificazione della mia tesi, voi fate continuo ricorso a modelli, ipotesi, promesse e profezie, preformate, oggettivanti, materialistiche e fisicalistiche, col solo scopo di mantenere inviolata la verginità paradigmatica della scienza.
    Il tema della coscienza è stato per millenni dominio della filosofia. Dalla nascita nel XVII sec., la scienza moderna ha escluso dal suo mondo oggettivato la coscienza. La vita psichica, trascendendo la logica oggettivante della scienza, ha sempre reso vani gli ordini di misurazione e gli strumenti di misura. Così, la vita psichica, pur se da sempre nota a ciascun essere umano, non è esistita per la scienza poiché non oggetto e non misurabile. Così operando la scienza rinunciava a uno dei suoi principi basilari: dove c’è prova c’è esperimento. Il recente sviluppo delle neuroscienze ha inquadrato il problema della coscienza nel campo delle attività cerebrali, attribuendole una base fisiologica come assunto preliminare. La speculazione sulla coscienza cessa di essere prettamente metafisica ed entra, in parte, nell’aureo mondo della ricerca scientifica.
    A proposito di questa nuova manifestazione d’interesse della scienza rispetto la coscienza, in primo luogo dobbiamo svelare l’illusionismo messo in atto da quasi tutta la neuroscienza. Per necessità opera la sostituzione dell’oggetto d’analisi. Anziché verso l’esperienza soggettiva della coscienza, lo sguardo è rivolto alle funzioni cognitive del cervello. Ciò è in ogni caso utile poiché ne risulta un’ancor maggiore chiarezza sulla differenza sussistente tra psiche e aree cerebrali: gli eventi neuronali, che seguono le leggi generali della fisica, non conducono in nessun modo alla soggettività dell’individuo. “La coscienza non può essere spiegata in termini fisici noti. E’ un’esperienza interiore inaccessibile alle ricerche esterne. La coscienza non può essere registrata. Tutto quello che si può fare, è registrare le manifestazioni biochimiche sottostanti, osservare i comportamenti a essi associati e cercare di stabilire correlazioni tra quelle manifestazioni, i comportamenti e i fenomeni coscienti” (De Duve Christian, Come evolve la mente. Dalle molecole alla mente simbolica, Cortina R. ed., Milano, 2003, p. 288). E’ conclamato da innumerevoli dati sperimentali che nessun processo biologico, neuronale, elettrico, ecc., che avviene nella sfera cerebrale, genera vita psichica. I progressi scientifici potranno portare alla scoperta di nuovi processi, mai alla vita psichica. La coscienza è la peculiarità della psiche umana che ci distingue dalle altre specie animali superiori. Si tratta di un’esperienza irriducibile a fenomeni fisici. “Anche dopo aver spiegato il funzionamento fisico e computazionale di un sistema cosciente, resta da spiegare il perché il sistema ha esperienza conscia” (Chalmers David, La mente cosciente, MG-H, Milano, 1999, p. 29). La psicologia, non considerata scienza dagli scientisti materialisti, al momento è l’unica disciplina che si pone come osservatore dell’interiorità del soggetto.
    D. Contro il riduzionismo. La centralità dell’esperienza cosciente.
    Le proposte esplicative della coscienza, emerse in seguito all’affermarsi delle neuroscienze, sono molteplici. Ovviamente, restando aderenti all’oggettività ipoteticamente costruita e ai criteri predeterminati del metodo scientifico, riducono la coscienza a frutto dell’attività cerebrale. Trattare tutte le tesi in modo esaustivo richiederebbe un’esposizione di argomentazioni tali da andare ben oltre le dimensioni di questo scritto (anche se presumo che proprio su questo paragrafo accentrerete le vostre argomentazioni, avendo difficoltà a contestare gli altri).
    In grandi linee possiamo distinguere tra quanti ritengono la coscienza frutto della complessità degli oggetti e del funzionamento del cervello (connessionismo), quanti assimilano il pensiero a un meccanismo analogo a quello di un computer (computazionismo) e quanti considerano la coscienza una semplice elaborazione del cervello, priva di caratteri distintivi propri.
    Come detto, nel connessionismo è sostenuto che la vita psichica è il prodotto della complessità delle funzioni cerebrali, causata da miliardi di neuroni, cellule gliali e di connessioni sinapsi. Così non è poiché “ … nelle leggi della fisica non esiste alcuna legge della complessità, tantomeno alcuna legge che stabilisca che la complessità generi vita psichica (…) il solo fenomeno osservabile che non è riconducibile alle leggi della fisica è la vita psichica” (Biagini Marco, Contraddizioni scientifiche del materialismo, ecc., xoomer.virgilio.it, s.d.).
    Secondo il modello computazionale, Dannet D., Minsky M., Fodor J., ecc., propongono un sistema analogo a quello d’intelligenza artificiale. Per Dannett, “Se il sé … e tutti i fenomeni della coscienza umana rappresentano soltanto i prodotti dell’attività di una macchina virtuale realizzata con connessioni variamente modificabili del cervello umano, allora, in linea di principio, un robot opportunamente programmato con un cervello costituito da un calcolatore al silicio, sarebbe un cosciente, avrebbe un sé” (Dannett Daniel, Coscienza. Che cos’è?, Rizzoli, 1993, p. 51), e ancora, “In linea di principio potremmo rimpiazzare il nostro umido cervello organico con un mucchio di chips di silicio e di fili, e continuare a pensare a essere coscienti, e così via” (Dannett Daniel, Illusioni filosofiche sulla coscienza, Cortina R. ed., Milano, 2006, pp. 146-147). Quest’assunto non tiene conto del fatto che la psiche, essendo condizione preliminare all’esistenza del software, non potrà mai essere software a sua volta. Searle critica il modello in quanto la computazione è di tipo sintattico e simbolico, mentre la coscienza, nel momento in cui utilizza termini e concetti, non elabora soltanto simboli, ma produce anche contenuti e significati semantici.
    Damasio sostiene che esistono esperienze che lasciano tracce, che chiama ‘marcatori somatici’, in grado di produrre emozioni e di instaurare risposte fisiologiche. Propone anche un modello gerarchico di coscienza: proto sé > core-consciousness > extended consciousness. Le specie animali superiori sono dotate di proto sé. In base all’interazione organismo-mondo oggettuale il proto sé fa sì che si sviluppino emozioni come a esempio la paura. La coscienza nucleare fornisce all’organismo il ‘sense of the self’. La coscienza estesa chiama in causa il linguaggio con cui designiamo gli oggetti e noi stessi. Nella tesi è evidente che l’emozione dipende sempre da un’istanza proveniente dall’ambientale esterno (le esperienze). Per tanto, essa non è rappresentativa della coscienza, ma della capacità psichica di interfacciarsi con il mondo materiale. D’altro canto, non spiega è come possibile passare da uno schema neurale di per sé non significativo a un’immagine mentale qualitativa ( si vedano di Damasio Antonio R., Emozione e coscienza, Adelphi, 2000 e L’errore di Cartesio. Emozione, ragione e cervello umano, Adelpi, 2003).
    Secondo Edelmann e Tonoli la coscienza, distinta tra primaria e autoriflessiva, è una proprietà del cervello (si veda: Edelman Gerald Maurice e Tononi Giulio, Un universo di coscienza, Einaudi, Torino, 2000). La coscienza primaria associa la percezione del qui e ora con la memoria, mentre quella autoriflessiva coincide con l’elaborazione linguistica del pensiero. Mentre quest’ultimo piano della coscienza è chiaro, che la percezione del qui e ora sia una proprietà cerebrale, non è provato sperimentalmente. Edelman in particolare elabora la cosiddetta teoria della selezione neuronale, altrimenti detta del darwinismo neuronale (si veda: Edelman Gerald Maurice Edelman, Darwinismo neurale. La teoria della selezione dei gruppi neuronali, Einaudi, Torino, 1995), secondo la quale le funzioni cerebrali superiori, inclusi gli stati di coscienza, sono il risultato della selezione e dello sviluppo filogenetico. Secondo questa tesi, tratta dal concetto di popolazione di Darwin, il mondo esterno dà al corpo istruzioni non perché si modelli in un certo modo, ma perché se ne differenzi. In primo luogo occorre porre in evidenza che il modello evoluzionistico di Edelman si pone in antitesi sia rispetto quello computazionale e sia quello del connessionismo. Senza voler entrare in merito a tesi anti darwiniane, è evidente che non si potrà mai avere prova che la vita psichica ha base evolutiva, da non confondere con lo sviluppo intellettivo, non essendo possibile recuperare nessun ‘fossile’ di pensiero.
    Per non dilungarmi oltre misura, forse già superata, in questo scritto tralascio le tesi di Gree, Schwartz, Hobbson, Levi, Libet, Penrose, ecc., conscio che non incidono in nessun modo sul mio impianto teorico. Se volete possiamo affrontarle lo stesso.
    Come visto, le tesi riduzionistiche si basano in gran parte su ‘esperimenti immaginari’ e non su prove sperimentali e pare vogliano far prevalere l’idea che “… se si riesce ad immaginare … un dato fenomeno o una data situazione, senza che emergano contraddizioni di rilievo, allora tale fenomeno o situazione può essere assunto come potenzialmente realizzabile nel concreto mondo dei fatti” (Calisi Astro, Gli zombi di David Chalmers, http://www.ildiogene.it., s.d.). Il paradosso che si crea è che la scienza, postulata l’oggettività ipoteticamente costruita, non riuscendo a fare della coscienza un oggetto, rinuncia al metodo e inizia a produrre immaginazione.
    E. La scienza fa a meno del significato.
    ‘Scoprire’ è sinonimo di ‘svelare’, cioè porre in luce ciò che è celato dal manto illusorio delle cose. “Non è difficile capire che siamo distinti dai nostri abiti, come da tutti gli oggetti che adoperiamo; così non c’è bisogno di andare molto lontano per capire che siamo distinti anche dal corpo di cui siamo rivestiti” (A.C. Baktivedanta Swami Prabhupaada, La Bhagavad-Gita così com’è, The Baktivedanta Book Trust, s.l., 1990, p. 533). Di questi panni è fatta la realtà immediata. Dico questo non in termini filosofici, ma di ‘segno’. “Non c’è nulla di reale che non sia intelligibile” (Barthes Roland, Elementi di semiologia, Einaudi, Torini, 9^ ed., 1976, p. 39) e dunque non c’è nulla di reale che non possa essere percepito dai sensi e, soprattutto, compreso dall’intelletto.
    La scienza definisce gli oggetti e i fenomeni secondo processi di quantificazione. Nelle sue formulazioni dell’oggetto (fase significante, rappresentante o della forma), agisce sempre nella prospettiva esterna all’oggetto, nulla sapendo di cosa esso sia in termini di significato, di rappresentato, di contenuto e di sostanza. Come giustamente fa rilevare Sermonti, la scienza è una disciplina che impone a ogni cosa di rinunciare a un significato (si veda: Sernonti Giuseppe, Una scienza senz’anima, Lindau, Torino, 2008). Analogamente dovrebbero poter esistere parole senza linguaggio.
    L’uomo possiede aree cerebrali specializzate nel linguaggio che consentono una sviluppata capacità comunicativa. Se rinunciamo al linguaggio, le aree cerebrali specializzate a tale scopo non sono attivate, ma la coscienza di sé permane prescindendo da queste. La coscienza di sé può manifestarsi come muta consapevolezza non linguistica, mentre l’oggetto può manifestarsi solo se è designato.
    Nelle precedenti discussioni abbiamo trattato il concetto di pertinenza. Per restare nell’ambito della scienza, è necessario accettare che tale principio è limitativo: “… si decide di non descrivere i fatti raccolti se non da un unico punto di vista, e perciò di prendere in considerazione, nella massa eterogenea di questi fatti, solo i fatti che interessano questo punto di vista, escludendo ogni altro (tali tratti sono detti pertinenti)” (Barthes R., op. cit., p. 84). Ora, mentre la pertinenza semiotica concerne la significazione di tutti gli oggetti, la sola pertinenza della scienza è l’oggetto, e le sue proprietà, senza significazione. “Il principio di pertinenza determina evidentemente nell’analista una situazione d’immanenza; si osserva un dato sistema dall’interno. Tuttavia, dal momento che il sistema ricercato non è conosciuto anticipatamente nei suoi limiti (in quanto si tratta appunto di ricostruirlo), l’immanenza può essere, all’inizio, solo un sistema eteroclito di fatti che sarà necessario ‘trattare’ per conoscere la struttura; questo insieme va definito dal ricercatore anteriormente alla ricerca: è il corpus. Il corpus è la collezione di materiali, predeterminata dall’analista secondo una certa arbitrarietà (inevitabile) e sulla quale lavorerà” (Barthes R., op. cit., p. 85). Il corpus deve quindi ritrovarsi nel suo sistema, paradigmatico o campo associativo che dir si voglia. Nel caso della psiche, la scienza non la riconosce per la sua disomogeneità della sostanza rispetto l’oggetto. In alternativa, cerca di creare un’omogeneità artificiosa e forzata facendo della psiche un oggetto, come avviene nel caso delle neuroscienze.
    I “… segni possono riferirsi a oggetti e eventi solo perché la mente ha imposto intenzionalità su di essi. Il significato del linguaggio è intenzionalità derivata, e necessariamente deriva dall’intenzionalità originaria della mente” (Searle John Rogers, La Mente, Cortina R. ed., Milano 2005, p. 146). In quest’assunto risiede il nocciolo della svolta cognitiva degli ultimi decenni che ha capovolto l’assunto per il quale non c’è pensiero senza linguaggio, inteso quest’ultimo come ‘abito’ sensibile del quale si riveste il pensiero. In effetti, esiste il pensiero antecedente e indipendente dal linguaggio. Non c’è linguaggio, anche scientifico, senza pensiero. “Tutto ciò che possiamo sapere sulle menti degli altri, lo apprendiamo dalle loro parole e per analogia con la nostra esperienza personale” (De Duve Christian, Come evolve la vita. Dalle molecole alla mente simbolica, Cortina R. ed., Milano, 2003, p. 288).
    Le leggi della fisica, che governano l’universo materiale, sono rappresentazioni astratte create dall’uomo. Il linguaggio è utilizzato dalla scienza per la sua incapacità di descrivere i principi naturali come entità non concettuali. La scienza oggettiva tutto, ma nel farlo ricorre continuamente a formule e definizioni che sono solo figure retoriche.
    In linguistica si ha neutralizzazione quando due significati si stabiliscono sotto la sanzione di uno solo. E’ ciò che avviene nel caso della psiche neutralizzata dall’ipotesi oggettivante costruita dalla scienza.
    Conclusioni.
    Abbiamo visto come l’ipotesi oggettivante costruita dalla scienza conduce a una visione materialistica del mondo che non contempla la componente immateriale dell’uomo. La coscienza del sé, di cui ognuno di noi ha esperienza diretta e che per ognuno costituisce un dato ampiamente sperimentato e continuamente riprodotto, in conformità all’assunto aprioristico della scienza, secondo il quale tutto ciò che non è indagabile con il metodo scientifico è escluso da ogni forma di gnoseologia, è relegata nell’ambito della metafisica.
    Il recente sviluppo delle neuroscienze ha inquadrato il problema ‘coscienza’ nel campo delle attività cerebrali a base fisiologica. La spiegazione dell’esistenza della vita psichica è rimandata a un futuro indefinito, che probabilmente non ci sarà mai, secondo una ‘profezia fisicalista’ e un ‘promissory materialism’. Ho fatto notare come questo fideismo nell’oggetto, forma d’idolatria contemporanea, contrasta con la capacità predittiva della scienza. Infatti, essendo la fisica scienza dei principi primi, è in grado di offrirci risultati definitivi tali da poter affermare, senza tema di smentita, che il cervello è diverso dalla psiche in termini di sostanza. La nuova manifestazione d’interesse della scienza rispetto la coscienza, opera una sorta d’illusionismo. Infatti, la neuroscienza sposta l’oggetto d’analisi dalla soggettività della coscienza alle funzioni cognitive del cervello. In effetti, ciò è servito solo ad avvalorare la differenza sostanziale sussistente tra la psiche e le aree cerebrali. Gli eventi neuronali, che seguono le leggi generali della fisica, non conducono in nessun modo alla soggettività dell’individuo. I progressi scientifici potranno portare alla scoperta di nuovi processi cerebrali, ma la coscienza resterà sempre un’esperienza irriducibile a fenomeno fisico oggettuale.
    La riprova si ha anche affrontando la questione in termini semiotici. La scienza definisce gli oggetti e i fenomeni secondo processi di quantificazione e, nelle sue formulazioni, agisce sempre nella prospettiva esterna all’oggetto, nulla sapendo di cosa esso sia in termini di significato.
    Ho voluto dimostrare che le basi sulle quali poggia la scienza naturale sono inadeguate a spiegare la coscienza, elemento essenziale e rappresentativo dell’unicità dell’essere umano. E’ necessario che la scienza instauri novi assunti paradigmatici in grado di contemplare anche la parte immateriale dell’uomo.
    “Nox mea obscurum non habet, omnia in luce clarescunt”.
    (Altre fonti consultate: Agazzi E., Banfi M., Miccoli E., Manganaro P., Galzigna L., ecc.).
    Cordiali saluti.
    Patsy Nicholas Di Falco.

    • "Escludendo gli accessi alla home page, il forum “Non esiste alcuna ziggurat su Marte” è di gran lunga il più letto di tutto il blog (oggi sito) dell’attore di teatro per l’infanzia Adrian Fartade (dati gennaio 2011). Così il blog (oggi sito), con pretese di divulgazione scientifica, è diventato un blog (oggi sito) di graffitari e di bufale. Bella prodezza questa transustanziazione dei contenuti!"

      Beh questo non è un forum, ma un semplice articolo, con tanti commenti. Quest'articolo non è il più letto, ne il più visualizzazato ad oggi, ma è semplicemente il più commentato. Comunque a prescindere, gli articoli contro le bufale sono molto, molto rari e li ho scritti non per dare la caccia alle bufale ma perché mi venivano segnalate da diversi lettori e volevo chiarirle. Se questo fosse un sito che si occupa di bufale, no ci sarebbero soltanto 9 articoli nella categoria Bufale, su più di 900 scritti.
      Bel tentativo quello di far sembrare il sito qualcosa di diverso, più comodo per la sua argomentazione... peccato (per lei) che è palesemente falso quanto dice.

      "Ho voluto dimostrare che le basi sulle quali poggia la scienza naturale sono inadeguate a spiegare la coscienza, elemento essenziale e rappresentativo dell’unicità dell’essere umano. E’ necessario che la scienza instauri novi assunti paradigmatici in grado di contemplare anche la parte immateriale dell’uomo. "

      Prima di tutto, le ricordo che siamo partiti dalla critica di una tesi, quella di Piccaluga e Carannante, che sosteneva di avere prove di vita intelligente su Marte. La critica è interna ad un contesto di analisi in cui si prendono in considerazione dei semplici dati.
      Mi premeva farglielo notare perché ha comentato a questo articolo, e sta andando in una direzione che non ha più nulla a che vedere con il motivo dell'intera discussione.
      Detto questo, riguardo alla sua trattazione, non ne capisco il senso in questo contesto. Come laureato in filosofia potrei parlarle per mesi delle sue tesi e della validità o meno della scienza e la conoscenza scientifica. Così come dei buchi enormi lasciati nella sua disquisizione, specialmente riguardo alla natura della psiche ed i modi in cui questa interagirebbe con "la realtà", ma il punto è questo: La discussione intorno a questi tempi, esiste da sempre, ed è parte integrante della scienza stessa perché l'attuale metodo scientifico si basa proprio su considerazioni fatte all'interno di questa discussione. I fatti e le teorie scientifiche non valgono in assoluto, ma soltanto in base a determinati postulati. Basta cambiare paradigma e cambia anche cosa si può sapere e non si può sapere, come il peso che hanno le prove empiriche.

      Il suo voler dimostrare l'infondatezza delle basi sulle quali poggia la scienza, è ammirevole, anche se fa parte di una corrente lunghissima, ma questa dialettica intorno alla coscienza e conoscenza non è affatto snobbata o sconsiderata dalla comunità di scienziati del mondo. Affatto, semmai il contrario!! Mai come nell'ultimo secolo c'è stata tanta discussione intorno alla scienza.

      Se vuole ancora commentare e discuterne, sono a disposizione, ma la invito a tornare sull'argomento trattato (le tesi di Piccaluga) e non divagare.

      • Anonimo

        Forse le mie 34.000 battute andavano approfondite maggiormente prima di rispondere in dieci minuti, tra l'altro evidenziando gli aspetti polemici e non entrando nel merito specifico delle questioni sollevate. Comunque apprezzo il contenuto della risposta e il tono pacato. Se l'argomento della discussione sono le tesi di Piccaluga, chiedo scusa e chiudo qui la questione perchè la tematica non mi interessa. In ogni caso, l'articolo da me proposto non vuole dimostrare l'infondatezza della base sulla quale poggia la scienza, ma la sua parzialità sostanziale. Da questo punto di vista mi sembra che l'argomento trattato abbia la sua valenza e sia meritevole di un'analisi più attenta. Non ho scritto in termini filosofici, ma ho criticato il paradigma scientifico così com'è. E' forse il caso di aprire una discussione in merito o siete tutti concordi sull’oggettività ipoteticamente costruita della scienza? Cordiali saluti, Patsy Nicholas Di Falco

        Subject: [link2universe] Re: Non Esiste Alcun Ziggurat Su Marte !!

  147. ennio piccaluga

    Giusto per tornare all'argomento di partenza, penso che si possa concludere con il capovolgimento dell'assunto di questo trhead. Su Marte, nella Vallis Marineris, "c'è" uno Ziggurat, alto circa 600 metri, con 7 gradoni e torretta sulla sommità. A poca distanza (poco più di un Km. a nord) c'è la cava da cui è stato tratto il materiale per costruirla, e poco più sotto, coperta dalla polvere, c'è la pianta di quella che sembra essere una città abbandonata alle tempeste di polvere. Le ziggurat sulla Terra furono edificate dagli Anunnaki, ma sulle tavolette di argilla del museo du Bagdad (ma anche in quelli di Ankara e Berlino) si parla anche di viaggi su Marte degli Anunnaki. Guarda caso, anche lì si intravede uno ziggurat, proprio nel posto migliore dove poterlo trovare, nei pressi dell'equatore marziano, dove di giorno le temperature arrivano anche a 25 gradi. Gli scientisti (la radice della parola scienza non tragga in inganno) si sono arrampicati sugli specchi per dimostrare come i gradoni fossero "artefatti di scansione", una tesi che nessuna persona seria avrebbe mai potuto dimostrare, così come nessuno lo ha fatto. Il fatto è che se lì c'è veramente una piramide a gradoni, e palesemente c'è, la faccenda diventa seria, e ciò che sta scritto sulle tavolette di argilla sumere diventa terribilmente vero. Forse è questo che fa veramente paura. Non avete idea di ciò che accadrebbe se fosse accettato questo assunto, ragione per cui non lo sarà. Ma ciò non vuol dire che non sia verosimile.

    • Prima di tutto, non vedo alcuna prova di quello che dice. Lei può dire che c'è anche un ristorante McDonalds su Marte, non è che questo di per se abbia qualche valore. Se vuole ipotizzare, faccia con comodo, si sbizzarrisca pure, ma non usi un tono di verità con simili sparate da chiacchiere al bar.

      Secondo, gli Anunnaki sono un'invenzione. Così come le tavolette sumere di cui lei parla, non descrivono niente di tutto questo. I sumeri erano bravi osservatori per la loro epoca, ma oggettivamente non c'è niente che possa far pensare che erano in qualche modo a conoscenza di cose date loro da extraterrestri. Non c'è nulla che non potevano imparare semplicemente guardando al cielo e inventandosi racconti.

      Forse la cosa che fa veramente paura, almeno a me, è che persone come lei possano racimolare soldi sparando simili idiozie ad un pubblico ignaro, senza alcuna prova e senza nessun contrario.

      • ennio piccaluga

        Certo Adrian, in questo campo non posso addurre delle incontrovertibili prove, ma indizi e supposizioni motivate, gli strumenti cioè con cui partire per giungere a nuove conclusioni. Siamo in tanti a percorrere questa strada e a volte sono in buona compagnia. Gli Anunnaki non esistono? Quindi non esisterebbe anche Nibiru? Allora ti riporto ciò che imprudentemente si è lasciato sfuggire una rivista scientifica qualche anno fa.... http://www.bibliotecarezzo.it/opac/periodici_scheda.php?id=84
        Insomma, ti invito ad avere meno certezze e ad avere più rispetto di opinioni diverse dalla tua. Anch'io non credevo negli oroscopi, finché non ho scoperto che Galileo Galilei li faceva per i nobili di allora.....
        Mi contraddica pure sui miei argomenti. Ma, se ha l'aspirazione alla scienza e non allo scientismo, lo faccia lasciandosi permeare da qualche ragionevole dubbio e mettendo in conto anche di poter sbagliare clamorosamente. Io lo faccio.

      • Nibiru esiste eccome, ma lei fraintende i sumeri, e se invece di quel ciarlatano di Sitchin studiasse un vero libro di storia, saprebbe che Nibiru era il nome dato al pianeta Giove.

        Ora, il "pianeta x" è una cavolata, dato che non esiste alcun pianeta X. E' un vecchio modo di chiamare un ipotetico pianeta oltre Nettuno, che poi si è scoperto non debba esistere, dato che la speculazione si basava su anomalie nell'orbita di Nettuno che si è scoperto non esistono. La ricerca del "pianeta X" e morta già da molti decenni...
        L'articolo che lei posta è vecchio, sorpassato ed è pubblicato su una delle peggiori riviste di divulgazione scientifica che conosco.

        Lei mi posta una misera copertina, ecco l'articolo completo, ci dia un'occhiata: http://www.sabrinamugnos.com/Articoli/doc/PianetaX.pdf

        Al di là del fatto che è pieno di errori come articolo, e che quella tavoletta non rappresenta affatto quello che pensiamo sia il sistema solare, e che per esempio mancano del tutto le lune di giove, gli anelli di saturno, Ceres etc, ma ancor più importante e questo:

        stanno parlando di un oggetto trans-nettuniano scoperto nel 2004, che ancora oggi non è classificato neanche come pianeta nano.
        si tratta di 5000 Quauar, e ha le dimensioni di Caronte, la luna di Plutone!!
        E' cioè piccolisssssimo.

        E questo che lei intende come Nibiru?????? Un sasso di 1000 km in diametro che non è neanche in grado di avere un'atmosfera? E da qui che vengono gli Anunnaki??

      • DavideR

        Bravo Adrian Fartade.
        Ci sono troppi in rete che sparano cavolate pseudo-scientifiche, d'altra parte la TV (vedi Giacobbo e soci) non aiuta di certo.

      • Nibiru esiste eccome, ma lei fraintende i sumeri, e se invece di quel ciarlatano di Sitchin studiasse un vero libro di storia, saprebbe che Nibiru era il nome dato al pianeta Giove.

        Ora, il "pianeta x" è una cavolata, dato che non esiste alcun pianeta X. E' un vecchio modo di chiamare un ipotetico pianeta oltre Nettuno, che poi si è scoperto non debba esistere, dato che la speculazione si basava su anomalie nell'orbita di Nettuno che si è scoperto non esistono. La ricerca del "pianeta X" e morta già da molti decenni...
        L'articolo che lei posta è vecchio, sorpassato ed è pubblicato su una delle peggiori riviste di divulgazione scientifica che conosco.

        Lei mi posta una misera copertina, ecco l'articolo completo, ci dia un'occhiata: http://www.sabrinamugnos.com/Articoli/doc/PianetaX.pdf

        Al di là del fatto che è pieno di errori come articolo, e che quella tavoletta non rappresenta affatto quello che pensiamo sia il sistema solare, e che per esempio mancano del tutto le lune di giove, gli anelli di saturno, Ceres etc, ma ancor più importante e questo:

        stanno parlando di un oggetto trans-nettuniano scoperto nel 2004, che ancora oggi non è classificato neanche come pianeta nano.
        si tratta di 5000 Quauar, e ha le dimensioni di Caronte, la luna di Plutone!!
        E' cioè piccolisssssimo.

        E questo che lei intende come Nibiru?????? Un sasso di 1000 km in diametro che non è neanche in grado di avere un'atmosfera? E da qui che vengono gli Anunnaki??

      • Nibiru esiste eccome, ma lei fraintende i sumeri, e se invece di quel ciarlatano di Sitchin studiasse un vero libro di storia, saprebbe che Nibiru era il nome dato al pianeta Giove.

        Ora, il "pianeta x" è una cavolata, dato che non esiste alcun pianeta X. E' un vecchio modo di chiamare un ipotetico pianeta oltre Nettuno, che poi si è scoperto non debba esistere, dato che la speculazione si basava su anomalie nell'orbita di Nettuno che si è scoperto non esistono. La ricerca del "pianeta X" e morta già da molti decenni...
        L'articolo che lei posta è vecchio, sorpassato ed è pubblicato su una delle peggiori riviste di divulgazione scientifica che conosco.

        Lei mi posta una misera copertina, ecco l'articolo completo, ci dia un'occhiata: http://www.sabrinamugnos.com/Articoli/doc/PianetaX.pdf

        Al di là del fatto che è pieno di errori come articolo, e che quella tavoletta non rappresenta affatto quello che pensiamo sia il sistema solare, e che per esempio mancano del tutto le lune di giove, gli anelli di saturno, Ceres etc, ma ancor più importante e questo:

        stanno parlando di un oggetto trans-nettuniano scoperto nel 2004, che ancora oggi non è classificato neanche come pianeta nano.
        si tratta di 5000 Quauar, e ha le dimensioni di Caronte, la luna di Plutone!!
        E' cioè piccolisssssimo.

        E questo che lei intende come Nibiru?????? Un sasso di 1000 km in diametro che non è neanche in grado di avere un'atmosfera? E da qui che vengono gli Anunnaki??

  148. Alessio Ausilio

    Caro ing. mi può spiegare come mai nessuna persona seria potrebbe mai credere che tali gradoni siano artefatti di scansione?
    Se mi permette trovo molto più un'arrampicatura sugli specchi la sua soluzione che non quella ufficiale degli "scientisti" come li battezza lei.
    Perchè dovrebbe essere più semplice credere a lei che non ad una interpretazione oggettiva (e passata sotto la lente del peer review) dei dati informatici?

    Se poi vuole fornirci le sue prove sarò ben lieto di argomentare a riguardo, ma mi raccomando su un paio di punti: vuole darci delle foto? Bene, ma che siano in buona risoluzione (il che vuol dire > 2500px per lato, sa vorrei evitare di cadere nell'inganno degli artefatti come da lei definiti).
    Vuole darci la fonte di tali prove? Bene, ma per favore non ci lasci di nuovo con la sua famosa frase "comprate il mio libro e troverete tutte le risposte" o varianti sul tema.

    • ennio piccaluga

      Gentile Alessio Ausilio, al link http://www.esa.int/externals/images/ob_18_mesa_p.jpg può osservare la piramide a gradoni in oggetto. Si trova in alto, a sinistra. E' evidentissima già senza alcun ingrandimento, e ciò elimina ogni possibilità di errore sul pixel. La risoluzione dell'immagine è di circa 15mt./pixel. Non sarà la risoluzione della sonda MRO ma è niente male. Soprattutto perché non stiamo qui a studiare un sasso di 3-4 metri ma una apparente costruzione con dimensioni di alcune centinaia di metri. Nessun peer review ha mai dimostrato che questi gradoni siano artefatti di scansione. Affermarlo equivarrebbe a ritenere non valida tutta la foto in oggetto, nonchè tutte le foto della sonda europea mars express. Nè mi meraviglierei che qualcuno lo facesse: è stato fatto di tutto per dimostrare l'indimostrabile tesi degli artefatti.
      Fanno paura gli scientisti che, per dimostrare i loro assunti patetici, sono capaci di crearsi una scienza propria comportandosi più come tifosi allo stadio che come soggetti raziocinanti. Chiedono foto e immagini, nella sicumera della loro inesistenza. Dopo che le fornisci sono capaci anche di affermare che sono false (ho sentito anche questo), salvo ammutolire (senza scusarsi) quando le foto si manifestano come reali. Ripeto per l'ennesima volta che ossimoro Marte non ha bisogno del Vs. acquisto, essendo nel suo settore il libro più venduto di sempre. Ma, se pretendete di criticarlo, allora avete l'obbligo di acquistarlo, per non trovarvi nella ipocrita posizione di chi critica qualcosa che non conosce.
      Ad Adrian rispondo invece che, a prova, ho addotto sul mio libro centinaia di foto di particolari inediti, mentre "come contrari" c'è lui e tanti altri come lui, che io ritengo comunque gente sufficientemente valida, senza tuttavia essere d'accordo con le loro critiche.

      • Alessio Ausilio

        Alla sua foto ing. non dico che è falsa, ma nemmeno che è vera.
        Potremmo star qui ore a discutere sul fatto che quello che vediamo nella foto possa essere o meno una piramide od una semplice formazione rocciosa.
        Ho lavorato un bel po' con programmi di grafica 3D e ho scritto anche del codice mio, e a prima vista mi pare solo di vedere delle imprecisioni nella mesh che caratterizza la zona di terreno in questione (e come li vedo nel punto della piramide li vedo in moltissimi altri punti).
        15 mt per pixel sono tanti, considerando poi le interpolazioni applicate ai dati elaborati dal pc. In 15 mt ci può essere tutto e nulla purtroppo.

        Sta solo di fatto che purtroppo senza maggiori prove lei non può darci la certezza che quello che vediamo nella foto sia effettivamente una piramide.
        Quando e se ci saranno delle foto a livello del suolo allora ne avremmo la certezza. Fino ad allora le sue, come le mie, sono solo speculazioni, entrambe portate avanti con punti a sfavore o a favore.

        Notando sempre il suo tono acido contro i suoi scientisti: le ricordo che come ha detto lei poco sotto "...in questo campo non posso addurre delle incontrovertibili prove, ma indizi e supposizioni...". Quindi non vedo perchè dover dare per forza ascolto ad indizi e supposizioni...
        I dubbi ci sono sempre, permeano la vita di tutti. E sono alla base della scienza stessa. Ma non vedo perchè "contaminare" tali dubbi con qualcosa di così fuorviante come e favolesco come gli annunaki provenienti da un sassolino di circa 1000km e lontano lontano da noi...

      • ennio piccaluga

        Gentile A.Ausilio, sta praticamente invitando ad associarmi all'opinione corrente, rinunciando a cercare, seppur faticosamente, delle soluzioni diverse da quelle che ci vengono fatte credere come vere. Ricordo bene come, qualche anno fa, fossimo tutti convinti che Marte avesse la superficie rossa semplicemente perchè "qualcuno" colorava le foto che ci pervenivano dalle sonde marziane. Tutti ci credevano e guai a dubitare della Nasa. Il pregiudizio è così compenetrato nella nostra, ignorante società da aver creato delle false verità che nessuno osa più mettere in dubbio. E' comodo credere di far parte dell'apparato scientifico accettando semplicemente in toto ciò che pochi hanno deciso essere la verità. Lo fece l'intera umanità ai tempi di Tolomeo, e guai (ma guai veri) a chi diceva il contrario. Pensa davvero che da allora sia cambiato qualcosa? Quanto agli Anunnaki, (non glie ne faccio una colpa, per carità) è evidente che lei non ne sa assolutamente nulla (chi le ha detto che Nibiru avrebbe 1000 km. di diametro?), eppure si consente di esprimere un giudizio inappellabile. Ora, per rispetto di se stesso, faccia una cosa: si documenti in merito, ci sono in giro libri molto interessanti. Non le propongo titoli, altrimenti mi si accusa di fare pubblicità, ma le posso assicurare che se lo farà, un giorno mi ringrazierà. Ma, cosa più importante, comprenderà la relazione che c'è fra gli Anunnaki ( o meglio fra gli "Igigi") e il pianeta rosso.

      • Alessio Ausilio

        Il mio riferimento al sasso da 1000km era riferito all'articolo da lei citato e sotto riportato, a cui ho dato una lettura veloce e poco approfondita.
        Se posso cercherò di documentarmi come lei ha detto.
        E comunque le ripeto che non accetto in toto quanto mi viene detto, da nessuna fonte. Questa è una cosa che dice lei, non io.
        Quello che dico è che ci sono solo supposizioni troppo deboli per affermare quello che dice lei.
        Io comunque non do giudizi inappellabili, mi chiedo solo perchè mai una civiltà del genere avrebbe dovuto lasciare segni così "deboli" della propria presenza invece di qualcosa di più "eclatante".
        Se veramente erano tanto progrediti da fare quanto detto (raggiungerci, farci "evolvere" come popolo) perchè limitarsi allora ad una semplice piramide?

      • Lei può cercare tutte le soluzioni diverse che vuole, così come io posso dire che il Sole non rilascia fotoni per la fusione nucleare ma perché c'è un unicorno magico al suo centro.. nessuno la ferma, ma visto che quello che dice non ha alcuna prova e anzi, molto spesso lei mente o nel migliore dei casi fraintende brutalmente dati molto precisi, non può fantasticare come vuole.

        La scienza non è una democrazia in cui tutte le voci hanno pari valore. Soltanto quelle che funzionano valgono qualcosa, il resto no.
        Lei può avere anche le ipotesi più belle ed eleganti del mondo, ma se non funzionano, non servono a nulla. La spiegazione dell'ordine nell'universo data da Ptolomeo era estremamente cara a tutti e molto elegante, ma non era per niente consistente con le prove e non funzionava neanche lontanamente bene come il nuovo modello Copernicano, o poi successivamente quello Newtoniano-Kepleriano.

        E visto che cita Ptolomeo, le ricordo che Galileo e gli altri portarono pesanti prove, mentre lei..beh, mi fa vedere un DTM e mi dice che è una foto... a sto punto e meglio se parliamo della fata turchina per quanto mi riguarda..

        Un'altro paio di cose veloci: 1) lei ha detto che Nibiru era il famoso Pianeta X e mi ha linkato l'articolo? ricorda? ecco, in quell'articolo si parla di un oggetto trans-nettuniano dal diametro di poco più di 1000 km. E per questo le stiamo dicendo che è questo che lei dice sia la casa degli Annunaki? Altrimentri mi dia anche una sola prova dell'esistenza di questo misterioso pianeta.

        2) Marte è rosso, la NASA colora le immagini in base a speciali algoritmi sviluppati con i dati ottenuti dai filtri delle camere ottiche calibrate su marte stesso, anche a bordo delle sonde Viking ma le trova anche su Phoenix e sui rover.
        Si informi.
        La superficie di Marte E' ROSSA! Questo perché ha più di 4 volte la quantità di ossido di ferro sulla superficie, rispetto a quanto c'è sulla Terra.
        SE lei dice che non è rossa, allora mi deve spiegare come fa a non esserlo con una quantità così grande di ferro. Senza buttare dalla finestra chimica e fisica eh..

        3) "Ora, per rispetto di se stesso, faccia una cosa: si documenti in merito, ci sono in giro libri molto interessanti."

        esatto.. lo faccia, perché per adesso sta facendo una figuraccia e basta.
        E si compri anche un telescopio e guardi Marte, magari lo vede color turchese o rosa.. si faccia vedere da un oculista in caso

      • Matteo

        Straquoto Adrian e il raziocinio!
        Penso che sostenere certe tesi senza una sola argomentazione valida e completamente in disaccordo con i dati scientifici sia assurdo.
        Nessuno rifiuta le idee alternative ma per poterle sostenere devono trovare riscontro nelle osservazioni non certo in grossolani fraintendimenti o mistificazioni di vario tipo.

        Buona giornata a tutti!

      • santa pazienza... per l'ennesima volta, QUELLA NON E' UNA FOTO DELLA SUPERFICIE DI MARTE!!!! E' UN DTM!!!!!!

        Cos'è un DTM? l'ho già detto, e ridetto e ridetto, se si ricorda, in questi oltre 240 commenti..

        Digital Terrain Model. Si tratta di ricostruzioni 3D basate su dati ottenuti dall'altimetro e dati ottici. Le elevazioni e la struttura è solo indicativa, la risoluzione dell'altimetro a bordo di Mars Express è di diverse decine di metri, e quindi se ci sono terreni particolarmente accidentati e variabili, vengono livellati ed è molto facile avere gradoni e artefatti simili. Lo stesso è visibile anche nei DTM di Venere con la sonda Magellan, o nei DTM basati sui dati dello strumento MOLA a bordo del MRO.

        Questi artefatti avvengono perché la scansione altimetrica del terreno avviene per linee parallele per cui le variazioni che ci sono tra una linea e l'altra, specialmente se queste sono distanti molti metri, vengono livellati come gradoni.

        E no, non è una spiegazione complotista per coprire qualcosa, è soltanto scienza di base che dovrebbe comprendere anche lei

  149. ennio piccaluga

    Faccio interventi brevi. In questo modo mi limito a dire solo ciò che è più importante. Di tutta questa interessante discussione ciò che a mio parere si evidenzia come necessità, è l'importanza di leggere gli antichi testi Sumeri. Non è per mera curiosità storica ma per la possibilità di giungere a scoprire veramente l'origine dell'uomo, delle sue religioni, delle guerre che si sono avvicendate nei secoli, fino alla scoperta di reperti "Sumeri" su Marte. A chi è realmente interessato posso suggerire cosa leggere e dove trovarlo. Concordo con i critici, non ci sono prove definitive, potrebbe essere un abbaglio, ma c'è una tale mole di indizi che, perlomeno, dico che vale la pena di continuare in questa ricerca. Io lo farò, e il mio secondo Ossimoro Marte sarà molto più dirompente del primo. Gli indizi saranno tali da far traballare il nostro esile apparato scientifico. Esile perché non trova di meglio che combattere strenuamente delle teorie nuove e inusuali senza chiedersi se siano sufficientemente supportate. Esile perché le combatte senza conoscerle realmente, e quindi....destinata a perdere. Ciò non mi esime dall'esprimere apprezzamenti per Alessio Ausilio, che almeno si pone con una certa apertura verso questo tema. Ma anche per Adrian, ostile, o meglio scettico inveterato ma pur bravo per aver creato un sito così professionale e completo e, tutto sommato, ospitale: non è poco aver occupato questo blog con oltre 245 commenti, un record Anche se in realtà ciò si ripete dappertutto, appena compare il magico binomio "Ossimoro Marte".

    • 1) le ho già risposto e mostrato che le cose che dice riguardo allo "ziggurat" o riguardo al "pianeta x e nibiru" o riguardo ai sumeri, sono errori, e lei non si degna di rispondere, ma non fa che schivare.
      2)lei come Sitchin non sa neanche chi siano i sumeri, e state a giocare su internet, con info vecchie mischiate a libri di fantascienza di decenni fa.
      3) lasci perdere un secondo libro, non ne vale la pena.. non ha già fregato abbastanza persone spacciando queste bugie da due soldi per prove?

      Se vuole ancora parlare, ok, ma risponda alle mie risposte. Altrimenti almeno abbia il coraggio di ammettere che ha torto.. perché le assicuro che è ormai evidente a chiunque sta leggendo questi commenti.

      • ennio piccaluga

        Certo Adrian ho avuto torto ad onorare il suo blog con la mia presenza. O pensa che sia merito suo se questo trehad ha avuto un numero record di interventi?
        Parte sconfitto, non perché lei abbia torto in partenza ma per il metodo sbagliato e assolutista con cui affronta l'argomento. Mi dispiace per lei, ma farò il secondo libro che, visto l'enorme numero di prenotazioni, avrà successo come e più del primo. Per fortuna c'è ancora tanta gente che ritiene affascinanti le mie teorie con le quali ho fatto tante amicizie nel mondo della scienza e con nomi che sicuramente fanno parte dei suoi (irraggiungibili) idoli. Un consiglio: resti pure come è, ognuno è fatto a modo suo, ma cambi l'approccio alle cose e alle persone o sarà il primo a pagarne penose conseguenze. Non le parlerei così se non avessi un amore di fondo per l'umanità, per quanto a volte immeritevole. Io andrò per la mia strada, ma lei una strada non se la sa creare, rischiando di non andare da nessuna parte. Si rende conto che dice delle ovvietà proprie di tutti quelli che sono cresciuti con il Quark di P.A.? E pensa di essere originale! Pensi un po' invece che la mia teoria non è solo originale,ma unica al mondo; da completare e dimostrare ma ben supportata e di grande interesse culturale, oltre che scientifico. Complimenti ancora per il blog, ma.....si svegli prima di andare troppo in là con gli anni.
        Con affetto.

      • A onorare il mio blog con la sua presenza?
        Scendi dal piedistallo immaginario che ti sei costruito.

        Sto cercando di essere quanto più diplomatico possibile, ma tutta questa farsa sta cominciando a diventare una presa per il sedere.
        Non mi hai risposto a nessuna delle domande e non fai che cambiare argomento per spostare le cose sul personale. Sono stanco francamente di questi giochi da quattro soldi. Se pensi di essere dalla parte del giusto, allora troviamoci, dove vuoi, in un incontro pubblico e discutiamo. Tu porti le tue prove e io le mie, e lasciamo decidere il pubblico.

        Se ti va bene, questa è l'unica cosa che posso fare.

    • Alessio Ausilio

      Lasciamo per un momento da parte i suoi auto complimenti...

      Ho avuto poco tempo per approfondire, ma ho dato una lettura veloce ai primi risultati che ho trovato a tema Annunaki, come da lei suggerito...
      Alieni dalla vita praticamente eterna che vengono sulla Terra e hanno bisogno dell'oro per salvare la loro atmosfera... è questo quello di cui parlava lei?
      Mi scusi ma pare più la trama di un film di serie C più che qualcosa di anche solo plausibile...
      Senza poi considerare gli interventi di genetica applicati all'essere umano, che lo avrebbero fatto poi progredire ed evolvere (in parole povere diamo un bel calcio in culo alla teoria dell'evoluzione?). Senza considerare che poi questi alieni si incrociano con la razza umana...
      E dove la mettiamo la compatibilità tra specie? Senza considerare il fatto che una razza che vive in un pianeta dove c'è bisogno di oro nell'atmosfera difficilmente è compatibile con la nostra... Anche le stesse basi chimiche della vita sarebbero diverse ed incopatibli cavolo!
      Qua si mescola religione e scienza in modo sbagliato! Cioè io posso anche avere tutta l'apertura mentale del mondo (e ho un'apertura mentale veramente ampia mi creda), ma non posso credere a queste cose SOLO perchè ci sono delle tavolette sumere che vengono interpretate a questo modo!
      Non posso razionalmente convincermi di tali eventi solo perchè c'è scritto in delle tavolette o sono state trovate delle incisioni che possono essere interpretate così. Non sono prove solide su cui costruire una dimostrazione. Proprio no! Non posso convincermi solo per delle supposizioni, delle ipotesi oltre il più pericoloso azzardo possibile!
      Mi può anche sta bene criticare le teorie altrui, degli scientisti come più volte li ha chiamati lei, ma almeno che si portino delle prove un po' più concrete di tavolette ed incisioni.

      Continuerò comunque ad informarmi, tanto per vedere se qualcuno dice qualcosa di diverso, e se da prove più concrete (diverse da DTM, possibili foto di giganteschi alberi su marte, da possibili piramidi, etc) , perchè sinceramente, da quanto letto fino ad ora, ne sono rimasto molto profondamente deluso...

      • ennio piccaluga

        Ok Alessio, apprezzo davvero tanto il fatto che ha cercato di documentarsi e di comprendere ciò di cui si è parlato. Purtroppo Internet in proposito è proprio insufficiente e fuorviante. Se vorrà veramente comprendere l'essenza di questa straordinaria problematica posso suggerirle quello che a mio parare è la vera Bibbia che tutti dovrebbero leggere, anzi conoscere a memoria. Si chiama "Il libro perduto del dio Enki". Sitchin, a pochi anni dalla sua morte ha voluto lasciarci questa enorme eredità. Non è facilmente reperibile e non potrà mai immaginare a quante istituzioni faccia ombra l'esistenza di un libro del genere, ma fino a poco fa era disponibile da Macrolibrarsi.
        Non le dice niente il fatto che la trama di un simile "film di serie c" di fantascenza sia stata scritta oltre 6000 anni fa? Se poi si preoccupa di dover dare (se il caso) un calcio alla teoria dell'evoluzione o alla compatibilità fra specie, allora lasci perdere: per andare oltre ci vuole mente aperta ma anche sgombra, altrimenti meglio stare al sicuro con le false sicurezze che ci siamo create intorno a noi. E non tema anche di affrontare qualche delusione, la via per la conoscenza è ardua e a volte anche scomoda.

      • Matteo

        Fa sorridere anche il fatto che questa fantomatica civiltà sia in ricerca guardacaso proprio dell'oro, un elemento che di per se non ha un posto più importante degli altri nella tavola periodica o nell'universo in generale ma solo nella morale contemporanea. Anche il fatto che abbiano dei problemi con l'atmosfera rimanda a qualcosa di molto attuale.
        Non credo che "Il libro perduto del dio Enki" sia difficilmente reperibile visto che è attualmente disponibile presso la sua stessa casa editrice.

        Anche sul forum di science c'era stato un po' un casino con una marea di post tipo quello che si sta venendo a creare qui, questo perchè ovviamente chi ha un minimo di buonsenso non può sempre tacere di fronte a tanta sbruffoneria.
        Anche chi era alla gogna aveva l'attenzione del popolo.. piccaluga lei dimentica che visibilità non è sinonimo di merito. Credo lei debba delle scuse ad una persona che si impegna con un blog come questo a divulgare gratuitamente tante meravigliose scoperte del mondo scientifico.. quello vero.

      • ennio piccaluga

        Credo , caro Matteo, che qualcuno torni ancora adesso a cercare l'oro sulla Terra. Avrà pur notato che, per quanto se ne estragga e per quanto ognuno di noi ne abbia sempre meno, la quantità di oro disponibile diminuisce costantemente? Avrà notato che ad intervalli di qualche decennio rispuntano negozietti con su scritto "compro oro"? Dove crede che vada a finire tanto metallo dorato, visto che i gioielli ormai si fanno con altri elementi (rame, leghe di alluminio, acciaio e...qualche grammo di oro)
        Il libro perduto del dio Enki è stato irreperibile e ricercatissimo per anni finché qualcuno non si è deciso a ristamparlo. Non credo però che resterà in giro per molto. Provi un po' a pensare perché.
        Ha ragione, sul forum di Science tanta gente con un minimo di buon senso non se l'è sentita di tacere ed ha espresso parere a me favorevole. Motivo per cui, udite udite, il forum è stato chiuso (bello questo metodo....scientifico) dal suo amministratore Claudia di Giorgio. Alla gogna quindi non sono finito io, ma la rivista scientifica per eccellenza. Invito lei e gli altri partecipanti a consultare quel forum davvero spettacolare, anche per verificare come Matteo sia del tutto fuori strada. Quanto ad Adrian, pur avendo io una posizione opposta alla sua, ho espresso più volte la mia considerazione ed ammirazione per il suo blog. Io invece aspetto ancora delle scuse da coloro che sono stati con me molto scortesi, come lei, per esempio.
        Questo è il link:
        http://digiorgio-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2010/09/09/ai-confini-della-decenza/
        Leggetelo tutto, è la capitolazione della saccenteria e dello scientismo. Grazie per averlo riproposto. Quanto alla mia presunta visibilità, essa è dovuta ad una mia ipotesi originale che potrebbe anche rivelarsi un abbaglio. Ma se fosse confermata, e ne ha molti di presupposti, cambierebbe la storia dell'umanità. L'ipotesi è talmente destabilizzante da essere importante anche se avesse una sola possibilità su mille di essere confermata.
        La visibilità di Ossimoro Marte è dunque motivata o infondata?

      • Matteo

        Voglio riportare solo qualche riga del suo post e poi chiuderò il mio intervento in quanto credo che sul thread ci sia già abbastanza materiale da far si che ognuno arrivi alle proprie conclusioni.

        >>Credo , caro Matteo, che qualcuno torni ancora adesso a cercare l'oro sulla Terra.

        Lei crede veramente che qualcuno dallo spazio venga fin sulla terra solo per un po di oro? Io anche sforzandomi con la più vivida immaginazione no.

        >> Avrà pur notato che, per quanto se ne estragga e per quanto ognuno di noi ne abbia sempre meno, la quantità di oro disponibile diminuisce costantemente?

        No non lo noto proprio.
        Nessuno conosce esattamente il quantitativo di oro che c'è in circolazione in quanto chi lo detiene anche in grossi quantitativi spesso non rende noto, per ovvie ragioni, alcun dato. La diminuzione a cui lei fa riferimento potrebbe essere l'effetto del rastrellamento sul mercato di grossi quantitativi di oro da parte di governi ed hedge found fenomeno che solitamente avviene quando il mercato è in crisi e l'oro vene visto come bene rifugio. Non c'è nulla di alieno.

        >> Avrà notato che ad intervalli di qualche decennio rispuntano negozietti con su scritto "compro oro"? Dove crede che vada a finire tanto metallo dorato, visto che i gioielli ormai si fanno con altri elementi (rame, leghe di alluminio, acciaio e...qualche grammo di oro)

        Lo spuntare di intermediari di questo tipo è dovuto al fatto che quando ciclicamente le quotazioni dei futures sull'oro superano certi livelli iniziare businness del genere è conveniente perchè con i prezzi alti e la domanda forte si possono avere margini di intermediazione migliori e l'oro finisce nei caveau dei soggetti sopracitati. Nulla che la finanza non possa spiegare.

        Francamente non credo ad una sola parola di quello che lei dice.

        Saluti.

      • ennio piccaluga

        Ok Matteo, non intendevo convincerla di niente, ma mi basta averle detto qualcosa che un giorno potrà richiamare alla mente per meditarci su. Se poi volesse anticipare questa data, si legga il libro che ho consigliato. Non si tratta però di un romanzo e va letto parola per parola, poi va riletto e quindi studiato. Non può immaginare quanto ne valga la pena. Forse lei non lo farà, la vedo molto sicuro, ma nella vita si cresce, prima o poi.

      • Matteo

        Piccaluga io mi ero promesso di non intervenire più perchè quando in una discussione una delle controparti schiva sistematicamente le dure obiezioni che le vengono mosse la questione diviene infinita, futile e improducente. Ma le sue illazioni in questo (spero ultimo) caso, non mi hanno consentito di desistere e quindi:

        Anche se fossi stato lontanamente incuriosito da quel libro, dopo tutte le premesse irrazionali e grottesche che lei ha fatto il mio interesse è scemato.
        Il volume che lei vanta come incredibile fonte di conoscenza è, a mio avviso, solo l'ennesima bufala mal costruita che un qualsiasi normodotato riconoscerebbe come tale a chilometri di distanza. Basta cercare il nome dell'autore "Zecharia Sitchin" su wikipedia per farsi un idea delle sue teorie che per quanto possano apparire a qualcheduno affascinanti e romantiche sono completamente prive di qualsiasi fondamento. Non mi stupisce affatto che abbia preso Sitchin come punto di riferimento.
        La triste verità è che lei ha portato innumerevoli "prove" a sostegno delle sue ipotesi, "prove" che si sono puntualmente dimostrate nel migliore dei casi non dimostrabili e nella restante maggioranza dei casi completamente false. E quando le è stato dimostrato che tali "prove" erano del tutto inconsistenti si è limitato a cambiare argomento.
        Lei parla di crescita morale, allora dia per primo il buon esempio: vuole stupire il pubblico? Allora parli, se ne ha le competenze, della realtà del nostro universo che di per se è già enormemente stupefacente e misteriosa, senza bisogno di alcun ridicolo artifizio aggiuntivo.

        Sia chiaro piccaluga che non è mia intenzione mancare di rispetto nei suoi confronti o nei confronti di chiunque altro, ma non posso che essere estremamente critico e scettico verso le infondate teorie che lei tanto fervidamente supporta.

      • ennio piccaluga

        Prendo atto della sua idiosincrasia per gli scritti di Sitchin e le consiglio invece un libro di un autore italiano, Mauro Biglino. Il testo si intitola "Il libro che cambierà per sempre le nostre idee sulla Bibbia". Vede l'argomento da un'altra angolazione, con traduzioni letterali dall'antico ebraico. Il significato però è lo stesso, gli Elohim (cambia il nome ma sono sempre gli Anunnaki) non avrebbero nulla a che fare con Dio ma sarebbero visitatori alieni. Dubito però che vorrà interessarsi anche a questo, ho visto troppi "scienziati" dare giudizi su cose di cui non sanno praticamente nulla. Capisce perché non posso avere stima per gli scientisti?

      • Beh, io la Bibbia l'ho studiata, e conosco anche le tesi di Biglino, che francamente non sono niente di nuovo o originale..

        Ad ogni modo, da laureato in storia e filosofia, le assicuro che non c'è traccia di "alieni" nella Bibbia. Ma non le chiedo di fidarsi perché lo dico io, si vada a leggere il commentario all'antico testamento rilasciato dalla Oxford University, si trova anche online se vuole. Così come, se va sul sito della Yale University, troverà corsi gratuiti di storia dell'antico testamento.

        Comunque sia, leggere la Bibbia letteralmente ed interpretarla fregandosene del constesto storico e il significato originale, è un insulto all'intelligenza.

        A questo punto Biglino e lei, non siete diversi da quelli in America che dicono che la Terra deve avere solo 6000 anni..

        Le consiglio di leggere dei libri di scienza piuttosto che questa spazzatura.

      • ennio piccaluga

        Lieto di risentirla, Adrian. Siamo su posizioni opposte, è fuori dubbio, ma almeno con lei c'è stato un dibattito civile, anche se a volte più aspro del necessario. Ho notato a volte, in alcuni scettici, un comportamento aggressivo a livello personale che non non è giustificabile in nessun modo e che, in ogni caso, toglie credibilità scientifica a chi ne è latore. Comunque, si legga qualcosa di Biglino, lui le antiche scritture le conosce molto bene. Peccato però, se ci fosse stato un dibattito più sereno le avrei volentieri inviato una copia di Ossimoro Marte. Ho più volte mostrato apprezzamenti per la sua preparazione e il suo blog, ma lei sembra un po' troppo monolitico. Glielo invierò appena mi sembrerà di leggere in lei una maggiore elasticità mentale.

  150. Alessio Ausilio

    Un conto è proporre delle ipotesi sulla vita aliena e segni di civiltà aliena su altri pianeti del sistema solare...
    Ma da che mondo è mondo, e da quello che possiamo anche sperimentare ogni giorno con le specie animali della Terra, già un gatto ed un cane non sono compatibili... come possono esserlo due specie cresciute e sviluppatesi su due pianeti differenti! Dove la chimica organica può aver intrapreso strade diverse!
    Qua non si tratta di conoscenza scomoda o tenuta nascosta, qua si parla di cose fondamentalmente sbagliate, ma proprio nel profondo.
    Mi spieghi dal punto di vista biologico come può essere possibile ciò. Proprio da punto di vista di come funziona il DNA, la replicazione degli esseri viventi, etc Sempre ammesso che questi alieni abbiano un DNA o un sistema biologico anche paragonabile al nostro...

    Sul fatto che 6000 anni fa scrivessero cose non vuol dire che sia necessariamente vero! I primitivi si pensa disegnassero sulle pareti le scene di caccia per avere più fortuna, ma non sempre tornavano con il cibo. Il fatto che ci siano rappresentazioni di divinità venute dal cielo non vuol dire che siano venuti gli alieni sulla Terra!

    Poi questa teoria complottistica nella quale gli alieni continuino a prenderci l'oro è veramente fuori da ogni schema.
    Anche perchè diciamocelo... degli esseri con una tecnologia tale da venire sulla Terra, alterarci geneticamente e farci evolvere, esseri capaci ti mantenersi in vita praticamente in eterno... non sarebbero in grado di sintetizzarsi da soli l'oro di cui hanno bisogno?
    Tanta fatica per arrivare su un pianeta per prendere l'oro? Ma andiamo dai...

  151. Francesco

    Ommioddio... ma di nuovo si parla di queste cose? Ho anche letto delle risposte nei miei confronti in cui mi si da dello "scientista", ad un anno dal mio ultimo intervento, per aver semplicemente detto che la scienza è una cosa seria. Non posso che condividere la risposta di Adrian e ripetere, a beneficio della cronaca, che fin'ora su Marte non si è trovato proprio nessuno "ziggurat". Al massimo qualche batterio, e non è neanche certo. Stupisce vedere un ingegnere (così si definisce il sig. Piccaluga) che non pago di essere stato abbondantemente smentito in passato torna un'anno dopo a ripetere le stesse cose come se niente fosse. Questo non è "scientismo", è vero, è molto peggio: è fede.

  152. Alessio Ausilio

    Al signor Piccaluga: le dico solo che ho recuperato una copia del libro da lei consigliatomi, e che ho dato una lettura veloce solo alle prime pagine (colpa il poco tempo che ho a disposizione).
    Da quello che ho potuto leggere questo libro non ha nulla di scientifico: non porta nessuna prova certa a quello che viene divulgato, se non quello che da millenni ci viene propinato attraverso una o l'altra religione o leggenda.
    E' veramente questo che lei porta come prova delle sue teorie?

    Vedrò di continuare la lettura di tale libro appena avrò tempo a sufficienza... ma a meno che non ci siano prove più salde...

    • ennio piccaluga

      Sono contento per lei che quel libro (Il libro perduto del dio Enki) l'abbia cercato e trovato. Almeno lei cerca di documentarsi. Non ha idea però di come sia importante leggerlo tutto: c'è la storia dell'umanità a partire da 400mila anni fa e di come è stata creata. Troverà la spiegazione dell'anello mancante nell'evoluzione dell'uomo, si renderà conto che qualcuno tanto tempo fa fa parlava di viaggi spaziali, del Sistema Solare (Anshar, Kishar, An, Antu, Gaga, Lahmu, Lahamu), di forze gravitazionali (rete), di computer (ME)..... Se pensa che quello scritto è di seimila anni fa, quando in teoria non ci sarebbe dovuto stare proprio niente, ci sarebbe da ripensare su tutto ciò in cui crediamo adesso. Quando lo lessi la prima volta non ci capii granché, sembrava solo un racconto di storie antiche, ma ad ogni lettura svelava nuove sorprese, fino a rappresentare quasi una spiegazione per ogni mistero della vita presente, compreso il perché dell'attuale crisi economica e dell'esistenza di negozietti con su scritto "compro oro" che ad intervalli periodici compaiono nelle nostre città, nonché la possibilità di comprendere il perché delle intolleranze alimentari al latte, al grano e alla carne ovina e bovina così diffuse nell'umanità. Non demorda, lo legga tutto. Da quello scritto qualcuno, migliaia di anni fa, dedusse addirittura il libro più letto dell'umanità: la Bibbia.

      • Alessio Ausilio

        Ma il fatto è che qua si chiede di fare qualcosa come un "passo nella fede".
        Il fatto che qualcuno abbia scritto ciò non vuol dire che sia vero (poi ricordo il fatto che sono libere interpretazioni di "testi antichi", non traduzioni precise).
        L'immaginazione umana è più grande della stessa realtà.

  153. John Watson

    Salve a tutti. Mi permetto di intervenire in questa discussione infinita per segnalarvi che ho recentemente messo su un blog appositamente pensato per smontare le ipotesi degli pseudo-scienziati alla Piccaluga. In ogni post mi dedico a una particolare fandonia e cerco di smontarla rigorosamente, con calcoli e fonti dettagliate.

    whataphysicaltheoryisnot.blogspot.com

    Accetto ogni contributo, sia pro che contro

  154. ennio piccaluga

    Salve Adrian
    questo sedicente John Watson (qual'è il suo vero nome?), fa il cuculo insediandosi nei siti degli altri e piazzando il link del suo blog cercando di spostare le discussioni nella sua sede, dove se la canta e se la suona da solo, facendosi applaudire da qualche nick-name con cui si ricicla in rete. E' stato già defenestrato (anzi si è defenestrato da sè) per lo stesso motivo dal blog del "Corriere della sera" - "misterobufo". Vedo però che anche qui, se non gli rispondo io, non lo pesca proprio nessuno. Rispetto a lui lo stesso, scettico Adrian, è un vero gentiluomo.

    • John Watson

      Egregio Piccaluga,

      1) Perche' non va a contare il numero di volte che ha scritto la frase "non le resta che leggere Ossimoro Marte" nel presente tread (non dico in tutta la rete perche' probabilmente non e' numerabile) prima di dare del cuculo e del piazzista a qualcun altro?

      2) Nessuno mi ha mai defenestrato da niente. Da quel forum me ne sono andato di mia spontanea volonta' per avere un luogo meno dispersivo in cui comunicare le mie idee. E credo che le sia andato bene cosi', dal momento che ho massacrato le sue baggianate per due mesi senza che lei riuscisse ad oppormi un singolo fatto.

      3) Se ha qualcosa da dirmi, me lo venga a dire nel mio blog, invece di andare a punzecchiare a destra e a sinistra. Ho fatto una questione di principio di non censurare nessun commento, quindi avra' la liberta' di dire cio' che vuole quando vuole. E stia tranquillo che le rispondero' sempre precisamente, come e' mio costume fare, e senza piagnucolare per il tono delle domande, come e' invece suo costume fare.

      Non aggiungero' altro in questa sede. Se vuole, sa dove trovarmi, altrimenti, per favore, la smetta di parlarmi alle spalle.

  155. Alessio Ausilio

    Salve.
    Le dico solo che ho continuato un po' la lettura.
    Mi spiace ma trovo il testo molto noioso, privo di qualsiasi valore probatorio per quello che lei sostiene.
    Non è diverso da qualsiasi altro testo religioso/mitologico a cui mi sono avvicinato.
    Non prova nulla. Le traduzioni non sono giustificate, non ci sono nemmeno le prove che quello che viene tradotto e proposto nel libro sia veramente corretto.
    Al momento è semplicemente "una storia" come tante altre ne più ne meno...

    Le ripeto... è veramente questo che lei (e tanti altri) portate come pilastro base per tali teorie?

  156. billy

    Ho letto con interesse questa conversazione. Non sono mai intervenuto perchè non mi ritengo ferrato nell'argomento, che è in ogni caso molto coinvolgente. Leggo con perplessità le conclusioni di Francesco che non trovo condivisibili, poichè le obiezioni mosse all'ingegnere, pur valide nella teoria, non demoliscono affatto le sue tesi che restano ben salde. Le foto ci sono, e non hanno a che fare con errori dei pixel o errori di scansione. Non sono esperto di Marte ma di computer e di grafica non sono a digiuno. Ho letto Ossimoro Marte che trovo un libro coinvolgente e scritto con estrema chiarezza e correttezza. Gli scritti sumeri sembrano confermare le sue tesi. Direi che c'è un mix di dati di un certo interesse con delle proposte da considerare con attenzione ma non certo da contestare o contrastare. Non ci sono i presupposti, e l'ostilità che sembra trasparire da alcuni interventi mi sembra esagerata e immotivata. O meglio motivate da deprecabili rancori personali, fuori posto in questa sede dove noi utenti cerchiamo di capirci qualcosa su argomenti che hanno molto fascino.

    • Alessio Ausilio

      Che l'argomento abbia "fascino" ci può anche stare...
      ma almeno nel libro che sto leggendo io non ci sono prove solide per dimostrare ciò.
      Sono illazioni, ipotesi e supposizioni. Oltre il fatto che le traduzioni di Sitchin non sono confermate, ma non dalla comunità scientifica (o scientistica come ribadisce Piccaluga) ma da i suoi "colleghi" archeologi.
      Per quanto riguarda le foto: le foto essere ci sono, ma da li a dire "ah una piramide" ce ne vuole!

      Non posso dire nulla di Ossimoro Marte, ma almeno per quanto riguarda Il libro perduto del dio Enki, questo non porta nessuna prova concreta.
      Ripeto, non ci sono prove che le traduzioni siano esatte e non liberamente costruite. Al momento non mi ha fornito nessun riferimento concreto che possa accreditare quanto supposto da Piccaluga.
      E' una storia. Può essere carina, affascinante o meno. Ma per ora rimane sempre e solo una storia.
      Il punto è che quello che ci viene fornito non sono prove esatte (scientifiche?) che quanto scritto sia esatto. In questo testo si mischia troppo con la religione ed i miti dell'epoca (o di tutte le epoche). Allora perchè non potrei credere nelle antiche storie norrene? Perchè non dire che invece tutto finirà con il Ragnarok? Perchè non credere ad Odino, Thor e tutto il resto?

      E poi non capisco perchè ogni volta che uno esprime una critica molti tirano fuori subito lo scudo dei complotti per nascondere la verità...

    • Francesco

      Carissimo Billy,
      spero che tu l'abbia letta dall'inizio, la discussione. In quel caso avrai certamente notato quante volte sono state ripetute (anche dal sottoscritto e direi alla nausea) le stesse cose alle stesse persone. Persone che beninteso non hanno risposto con argomentazioni, ma piuttosto spostando il discorso su un presunto fanatismo "scientista" per distrarre l'attenzione dal loro, di fanatismo. Fa quindi parecchio sorridere sentir parlare di "rancori personali", da parte di chi ha più volte spiegato le cose in modo tecnico e imparziale, verso chi ha sempre risposto arrampicandosi sugli specchi.

      Le immagini (che non sono affatto foto) ci sono, e allora? Nessuno ha detto che le immagini sono false, ma piuttosto che non rappresentano quello che si vorrebbe vendere in certi libri scandalistici.

      Si è detto inoltre che le teorie scientifiche si devono presentare alla comunità scientifica, insieme alle foto (a patto di saperle distinguere dalle immagini digitalizzate - cosa che non si è saputa fare) per essere verificate da persone competenti. Non ci si sottrae a questo per venderle al grande pubblico delle persone incompetenti e affamate di scandali e complottismi. E' un pochino troppo facile..

      Quanto alle mie obiezioni "pur valide nella teoria" (bontà tua), che non demolirebbero le "solide" tesi dell'"ingegnere": di quali tesi parli? Se la tesi è che c'è uno ziggurat su Marte mi pare sia crollata da sola appena è stata mostrata la vera natura dell'immagine che avrebbe dovuto dimostrarla. E questa era la tesi più "documentata" (dal Piccaliga ovviamente) di cui si è discusso.. Quindi quali sarebbero queste "solide" tesi?

      Cordialmente

  157. tiopepe

    Adrian,
    mi domando se non vale la pena di chiudere questa discussione assolutamente inutile, L'Ing. Piccaluga (come tutti i complottisti) sono affetti da ipertrofia molesta del proprio ego...la sanno sempre più lunga di tutti (non siamo mai andati sulla Luna, la NASA nasconde sempre le verità vere che invece loro conoscono perfettamente...e avanti così...) che palle!!
    Nel frattempo sta usando il tuo blog per vendere il suo libro pieno di cianfrusaglie pseudo archeologiche e pseudoscientifiche.
    Adrian chiudi questa discussione!!

  158. ennio piccaluga

    @Tiopepe
    eccone un altro, di quelli che hanno l'esclusiva della verità, di quelli che chiudono le discussioni quando prendono una direzione non consona alle loro false certezze. False perché acritiche accettazioni di giudizi di altri ritenuti al di sopra di tutto, anche del buon senso a cui nessuno dovrebbe mai rinunciare. Un altro di quelli che di Ossimoro Marte conoscono solo il titolo, ma "scientificamente" si sentono autorizzati a criticarlo, perchè "si sa", "lo dice la Nasa", su Marte non c'è mai stato niente di interessante per quanto attiene al "nostro" punto di vista. La gente come lei, guarda caso, è sempre anche volgare (leggete il suo post, un poco più sotto), ma si pone arrogantemente a guardia della verità. Per quanto mi riguarda, se vuole, Adrian può benissimo chiudere la discussione: l'ha fatto anche Claudia di Giorgio di "Science" ed io non ho bisogno certo di quelli come lei per vendere il mio libro, che comunque, per sua buona pace, ha battuto tutti i record di vendita nel suo settore, tanto che forse sarò costretto, mio malgrado, a procedere ad una ulteriore ristampa per esaudire le tante richieste, ad oltre cinque anni dalla pubblicazione. So bene che lei dirà che la gente non capisce niente, ma di certo la gente non ascolta i consigli di chi è saccente, arrogante e anche volgare. Se ne faccia una ragione.

    • DavideR

      Piccaluga, basta così !

      Adrian for president.

  159. Michele

    Buongiorno a tutti, mi sono imbattuto in questo blog.. solo qualche semplice osservazione, dal momento che sono appassionato dell'argomento: nessuno sa da che parte stia la verità, posso solo dire che da quando Piccaluga ha iniziato a pubblicare sull'argomento, non si è mai definito nè scienziato, nè ricercatore, nè ha dato per sicure le sue osservazioni. Mi pare che siano passati più di 7 anni da quando ha affermato di aver trovato, osservando delle foto dell'ESA, un lago su Marte, e tutti hanno avuto la solita reazione: "ecco lo pseudoscienziato... è impossibile... è ridicolo".. Conclusione della vicenda: qualche mese fa la notizia ufficiale della NASA, un lago ghiacciato su Marte. Non ho altro da aggiungere.

    • Francesco

      Piccaluga aveva affermato che su marte c'erano laghi e fiumi di acqua liquida, con addirittura delle strutture tubolari che si immergevano in profondità..

      Non ho altro da aggiungere..

  160. michele

    ah dimenticavo, guardate cosa dice Paolo Attivissimo riguardo l'11 settembre 2001.
    Capirete quanto sia "credibile".

  161. Pingback: URL

  162. Pingback: Autohfove List

  163. Pingback: galerei super porno foto

  164. Pingback: putany

  165. Pingback: sveta bukina porno

  166. Pingback: skachat grifin

  167. Pingback: skachat zrelye

  168. Pingback: skachat trishi

  169. Pingback: skachat vzryvy

  170. Pingback: aspirateur

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Torna su