La NASA Scopre La Vita... Sulla Terra



Di solito siamo abituati ad annunci fatti da stampa scandalistica, che gridano alla scoperta della vita su Marte, o su altri pianeti. Ovviamente per quanto sarebbe bello tutto questo fino ad ora non è mai avvenuto. Quest'annuncio della NASA invece è molto serio, e per quanto possa sembrarvi ridicolo, è molto importante per la nostra ricerca della vita altrove.
Usando il satellite EO-1, e in particolare il Advanced Land Imager(ALI), uno strumento progettato per le riprese in altissima risoluzione sulla Terra, la NASA è riuscita a identificare una regione della zona Artica dove i batteri stanno macchiando il ghiaccio. Il passo Borup Fiord, nell'isola Ellesmere del Artico Canadese, è speciale in quanto è l'unico posto sul pianeta dove lo zolfo viene spinto in superficie naturalmente durante la primavera. Il risultato sono le macchie di giallo sporco che contrasta le immagini bianche intorno.
Volandoci sopra con un elicottero, la macchia gialla è ovvia, ma dallo spazio, è difficile da vedere. Infatti, identificare un'area cosi piccola normalmente sarebbe impossibile via satellite, ma gli scienziati della NASA sono dei geniacci è sono riusciti a risolvere il problema.
Usando uno speciale sensore dentro l'ALI, chiamato Hyperion, gli scienziati sono stati in grado di vedere lunghezze d'onda della luce che sono invisibili ai nostri occhi. Hyperion è in grado di osservare oltre lo spettro visibile, e ottenere cosi dati iperspettrali cosi sensibili che hanno adesso la capacità di vedere lo zolfo che macchia il ghiaccio, dallo spazio, mappando l'intero passo Borup Fiord. Dato che questo zolfo ha una sua specifica impronta chimica,la forza con cui questa impronta viene vista nello spettro di luce riflesso dal ghiaccio permette agli scienziati di estimare la quantità di questo elemento presente nella zona.

Sicuramente molto interessante, ma perché lo zolfo è cosi importante ?

La chiave qui è che lo zolfo è un sottoprodotto di un complesso meccanismo biologico che sta avvenendo. L'acido solfidrico, si scioglie nell'acqua tra il ghiaccio, e tramite complesse interazioni con microbi, gli atomi di idrogeno sono strappati via da quelli di zolfo. L'acido solfidrico, è un molecola che consiste in due atomi di idrogeno e uno di zolfo(H2S). Il satellite EO-1 vede la macchia di zolfo elementare che viene portata in superficie, e che agisce a da evidenziatore per indicare la presenza dei microbi.

Quindi, la NASA vede per la prima volta prove di vita microbica dallo spazio. Capite adesso l'importanza enorme di questa scoperta. La NASA è in grado quindi di cercare segni di vita microbica in altri posti del Sistema Solare.
Prendete per esempio Europa, una delle lune di Giove. E' un mondo roccioso(poco più piccolo della nostra Luna), coperto di ghiaccio. Si pensa che sotto il ghiaccio dovrebbe esserci un oceano di acqua liquida, in grado di alimentare la vita. Ma il problema, è come possiamo trovare segni della vita su Europa? Potrebbe mandarci un lander con una bella sonda di perforazione che scavi per la crosta, profonda km e km, di ghiaccio durissimo, per cercare di trovare un enorme fessura da cui arrivare al oceano sotto la superficie.

Altrimenti, potremmo semplicemente mandare un satellite in orbita intorno ad Europa, con uno strumento simile a Hyperion, per cercare la presenza di macchie come quella del Artico.
La NASA ci tiene a specificare che il sistema è lontano dall'essere perfetto, ma è molto incoraggiante che il satellite EO-1 possa mappare accuratamente la distribuzione dei depositi di zolfo sulla superficie, dallo spazio.
Certo, cercare microbi che si nutrono di acido solfidrico, significa che cercheremmo processi biologici simili a quelli che osserviamo sulla Terra. Quindi dobbiamo assumere che la vita nata su Europa è simile a quella nata sulla Terra. Un problema.. e vero, tuttavia dato che l'unica forma di vita che conosciamo è quella terrestre, non abbiamo ancora molte altre opzioni.

http://earthobservatory.nasa.gov/IOTD/view.php?id=43833&src=imgrss

Una risposta a “La NASA Scopre La Vita... Sulla Terra”

Rispondi

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>