Rifornimenti da Cygnus per la Stazione Spaziale Internazionale


 

Cygnus immortalata da un membro dell'Expedition 40 mentre viene agganciata dal braccio robotico Canadarm2. Credit: NASA
Cygnus immortalata da un membro dell'Expedition 40 mentre viene agganciata dal braccio robotico Canadarm2. Credit: NASA

Una ventata di “aria fresca” per l'equipaggio della Spedizione 40 sulla Stazione Spaziale Internazionale: alle 06:36 di ieri la navetta cargo Orbital Sciences Cygnus, lanciata dalla Mid-Atlantic Regional Spaceport Pad 0A, del Wallops Flight Facility in Virginia, è approdata sulla Stazione Spaziale Internazionale. Al suo interno rifornimenti e nuova strumentazione per il laboratorio orbitante.

La Orbital Sciences ha deciso di dare al suo più recente veicolo cargo il nome di Cygnus SS Janice Voss, in onore dell'astronauta della NASA e dipendente della stessa Orbital morta nel febbraio 2012, la quale partecipò a ben cinque missioni con Shuttles: questa è la seconda di otto missioni di rifornimento per la ISS che si concluderanno nel 2016.

Per quanto riguarda la nuova strumentazione scientifica, Cygnus ha consegnato un gruppo di nanosatelliti per la “Earth-imaging”, hardware per un trio di robot in grado di volare liberamente che eseguiranno una mappa 3D della Stazione Spaziale ed una serie di esperimenti realizzati da studenti.

Cygnus rimarrà ormeggiata alla banchina Harmony fino alla data pianificata per la partenza del 15 agosto. Portando con sé circa 3000 kg di spazzatura dalla ISS, la sonda effettuerà qualche test in previsione delle missioni future prima della sua distruzione per l'impatto con l'atmosfera.

Giulia Murtas

 

Rispondi

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>