Rosetta: Ecco le più recenti immagini della Cometa 67P/C-G


Superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko vista dalla sonda Rosetta da 9.4 km circa dalla superficie. Notate i leggeri bagliori dei getti. Credit: ESA
Superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko vista dalla sonda Rosetta da 9.4 km circa dalla superficie. Notate i leggeri bagliori dei getti. Credit: ESA

La sonda Rosetta continua ad avvicinarsi alla superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko in vista dell'ormai prossimo atterraggio del lander Philae, il 12 Novembre 2014. Le più recenti foto, rilasciate il 20 e 24 Ottobre, mostrano la superficie da 9.6 e 9.4 km di altitudine, con bellissimi dettagli geologici della morfologia della superficie, e con evidenze dello spostamento molto recente di polvere, forse a causa del ghiaccio d'acqua sublimato.

Primo piano della superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ripresa dalla sonda Rosetta dell'ESA. Credit: DLR/ESA
Primo piano della superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ripresa dalla sonda Rosetta dell'ESA. Credit: DLR/ESA
Primo piano della superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ripresa dalla sonda Rosetta dell'ESA. Credit: DLR/ESA
Primo piano della superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ripresa dalla sonda Rosetta dell'ESA. Credit: DLR/ESA
Primo piano della superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ripresa dalla sonda Rosetta dell'ESA. Credit: DLR/ESA
Primo piano della superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ripresa dalla sonda Rosetta dell'ESA. Credit: DLR/ESA

Il team di Rosetta si prepara anche al rilascio delle prime grandi pubblicazioni relative alle scoperte fatte durante questa prima fase di missione in orbita. Una volta atterrato Philae, si passerà ad una nuova missione orbitale che continuerà fino ad almeno Dicembre 2015, quando si chiuderà la missione principale (escluse eventuali modifiche o prolungamenti in corso d'opera).

Primo piano della superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ripresa dalla sonda Rosetta dell'ESA. Credit: DLR/ESA
Primo piano della superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ripresa dalla sonda Rosetta dell'ESA. Credit: DLR/ESA
Primo piano della superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ripresa dalla sonda Rosetta dell'ESA. Credit: DLR/ESA
Primo piano della superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ripresa dalla sonda Rosetta dell'ESA. Credit: DLR/ESA
Primo piano della superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ripresa dalla sonda Rosetta dell'ESA. Credit: DLR/ESA
Primo piano della superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ripresa dalla sonda Rosetta dell'ESA. Credit: DLR/ESA
Primo piano della superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ripresa dalla sonda Rosetta dell'ESA. Credit: DLR/ESA
Primo piano della superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ripresa dalla sonda Rosetta dell'ESA. Credit: DLR/ESA
SIto dell'atterraggio del lander Philae visto in 3D anaglifico. Credit: ESA
Sito dell'atterraggio del lander Philae in 3D anaglifico. Credit: ESA

Philae sarà il primo lander ad atterrare sulla superficie di un piccolo corpo del Sistema Solare. Abbiamo immagini dalla superficie della Luna, di Venere, di Marte, e di Titano, ma questo panorama della superficie di una cometa promette di essere davvero unico! Più importanti, però, saranno i risultati scientifici che l'orbiter Rosetta e il lander Philae otterranno nell'arco della missione. Gli scienziati sperano di riuscire ad esaminare abbastanza in dettaglio la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko in modo da avere indizi sulla formazione del Sistema Solare e sulla distribuzione di acqua e materiali organici, così da determinare eventualmente anche l'origine dell'acqua sulla Terra.

http://blogs.esa.int/rosetta/

La discussione prosegue nel forum! Vieni a dirci la tua: vai al topic

3 risposte a “Rosetta: Ecco le più recenti immagini della Cometa 67P/C-G”

  1. non è certo il pavimento di casa nostra tuttavia dai dettagli delle foto 1-2-5 continuo a sostenere la presenza di polvere o sabbia

    Rispondi
    • Infatti le comete sono famose per essere delle gigantesche produttrici di polvere. Hai presente le loro code lunghe centinaia di migliaia di km? Sono fatte per lo più di polvere che si va a depositare anche sulla loro superficie.

      Rispondi

Rispondi

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>