Opportunity Rover: Nuove Scoperte e Oltre 41 km Percorsi su Marte!


Mosaico di pochi giorni fa mostra piccole dune mosse dal vento nella zona vicino al Cratere Endeavour, che Opportunity sta esplorando. Credit: NASA/JPL/James Sorenson
Mosaico di pochi giorni fa mostra piccole dune mosse dal vento nella zona vicino al Cratere Endeavour, che Opportunity sta esplorando. Credit: NASA/JPL/James Sorenson

Dopo oltre 10 anni di lavoro sulla superficie di Marte, l'instancabile rover Opportunity continua a macinare record su record e a fare nuove scoperte mostrandoci regioni del Pianeta Rosso mai viste nel dettaglio prima d'ora. Nonostante tutti i problemi associati alla sua età (la sua durata prevista era di pochi mesi), problemi quali, ad esempio, i continui riavvi improvvisi del computer a cui gli scienziati hanno dovuto rimediare recentemente con una formattazione e riprogrammazione di diverse parti del suo sistema operativo, Opportunity ha da poco sorpassato i 41 km sul pianeta rosso! Attualmente si trova nelle vicinanze di un grande cratere chiamato Endeavour, in una zona battezzata Marathon Valley, particolarmente ricca di minerali argillosi che si sono probabilmente formati in presenza di acqua. Opportunity sta trovando qui un ambiente molto diverso da quello che Curiosity ha trovato nel Cratere Gale. E' proprio questa molteplicità di osservazioni che ci permette di avere una cognizione globale più dettagliata della storia di Marte.

Ecco una mappa della composizione mineralogica del terreno nella Meridiani Planum, dove si trova Opportunity. La mappa non è aggiornata riguardo al percorso (attualmente il rover è nella zona sud di Endeavour, sopra Izuz). Le zone chiare sono argillose. In futuro, il rover potrebbe iniziare un viaggio verso le zone geologicamente diverse a sud, dove si trova anche un vasto canale. Credit: NASA/JPL
Ecco una mappa della composizione mineralogica del terreno nella Meridiani Planum, dove si trova Opportunity. La mappa non è aggiornata per quanto riguarda il percorso (attualmente il rover è nella zona sud di Endeavour, sopra Izuz). Le zone chiare sono argillose. In futuro, il rover potrebbe iniziare un viaggio verso le zone geologicamente diverse a sud, dove si trova anche un vasto canale. Credit: NASA/JPL
Mosaico di depositi rocciosi intriganti trovati da Opportunity. Credit: NASA/JPL/Jan Van Driel
Mosaico di depositi rocciosi trovati da Opportunity. Credit: NASA/JPL/Jan Van Driel
Piccole dune mosse sul fianco del Cratere Endeavour, esplorato dal rover Opportunity. Credit: NASA/JPL
Piccole dune mosse sul fianco del Cratere Endeavour, esplorato dal rover Opportunity. Credit: NASA/JPL
Intriganti rocce analizzate negli ultimi giorni da vicini dal rover Opportunity. Credit. NASA/JPL
Intriganti rocce analizzate negli ultimi giorni da vicino dal rover Opportunity. Credit. NASA/JPL
Braccio robotico di Opportunity al lavoro su una roccia intrigante. Credit: NASA/JPL
Braccio robotico di Opportunity al lavoro su una roccia. Credit: NASA/JPL
Vista verso l'interno del Cratere Endeavour. Credit: NASA/JPL
Vista verso l'interno del Cratere Endeavour. Credit: NASA/JPL
Panelli solari e depositi rocciosi esaminati da Opportunity. Credit: NASA/JPL
Pannelli solari e depositi rocciosi esaminati da Opportunity. Credit: NASA/JPL
Una roccia spaccata dalle ruote di Opportunity viene poi analizzata da vicini. Credit: NASA/JPL
Una roccia spaccata dalle ruote di Opportunity viene analizzata da vicino. Credit: NASA/JPL
Le lunghe tracce delle ruote di Opportunity si allungano verso l'interno del Cratere Endeavour. Credit: NASA/JPL
Le lunghe tracce delle ruote di Opportunity si allungano verso l'interno del Cratere Endeavour. Credit: NASA/JPL
Vista dalla camera di navigazione di Opportunity del braccio robotico e delle tracce lasciate dalle ruote. Grazie al suo passaggio, del materiale viene tirato fuori dalle dune, e il rover si gira spesso per analizzare quello che viene fuori. Credit: NASA/JPL
Vista dalla camera di navigazione di Opportunity del braccio robotico e delle tracce lasciate dalle ruote. Grazie al suo passaggio viene mosso un po' di materiale, e il rover si gira spesso per analizzarlo. Credit: NASA/JPL
Opperazioni in tarda serata su alcuni depositi. Credit: NASA/JPL
Operazioni in tarda serata su alcuni depositi. Credit: NASA/JPL
Conglomerati rocciosi analizzati da Opportunity. Credit: NASA/JPL
Conglomerati rocciosi analizzati da Opportunity. Credit: NASA/JPL
Conglomerati rocciosi analizzati da Opportunity. Credit: NASA/JPL
Conglomerati rocciosi analizzati da Opportunity. Credit: NASA/JPL
Stratificazioni intriganti in una roccia. Credit: NASA/JPL
Stratificazioni di una roccia. Credit: NASA/JPL

A proposito di maratone, ad Opportunity ormai manca molto al raggiungimento di 41.8 km! Nel frattempo però il rover si prepara all'arrivo del freddo inverno, in vista poi del suo 11esimo compleanno su Marte a Gennaio! Gli scienziati stanno valutando ancora la ricchezza geologica della regione in cui si trova prima di farlo ripartire verso altre zone intorno al Cratere Endeavour, o prima di iniziare un nuovo lungo viaggio che lo porterà altrove, vicino al Cratere Izuz.

http://mars.nasa.gov/mer/home/

Una risposta a “Opportunity Rover: Nuove Scoperte e Oltre 41 km Percorsi su Marte!”

Rispondi

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>