Cina: Prime foto lunari del sito scelto per l'ambiziosa missione Chang'e-5


Illustrazione del lancio  dalla superficie lunare del modulo di rientro sulla Terra, con 2 kg di campioni ottenuti dalla superficie. Credit: China National Space Agency
Illustrazione del lancio dalla superficie lunare del modulo di rientro sulla Terra, con 2 kg di campioni ottenuti dalla superficie. Credit: China National Space Agency

L'ultima volta che abbiamo parlato del programma spaziale della Cina, stava tornando sulla Terra la capsula di rientro della missione Chang'e-5 T1, simulando così con successo il ritorno di campioni lunari. Il modulo rimasto in orbita lunare dopo quest'impresa è stato usato dagli scienziati ed ingegneri cinesi per testare le complesse manovre che saranno necessarie per le future missioni robotiche. A questo proposito, la sonda è stata usata per fotografare le zone migliori dove poter far atterrare la missione Chang'e-5, che nel 2017 scenderà sulla Luna per raccogliere fino a 2 kg di campioni da riportare sulla Terra.

La Luna e la Terra insieme in una nuova strepitosa foto ottenuta dalla parte opposta della luna dalla sonda cinese Chang'e-5 T1, che sta dando prova del funzionamento delle nuove tecnologie da integrare nella futura missione Chang'e-5. Credit: CNSA
La Luna e la Terra insieme in una nuova strepitosa foto ottenuta dalla parte opposta della luna dalla sonda cinese Chang'e-5 T1, che sta dando prova del funzionamento delle nuove tecnologie da integrare nella futura missione Chang'e-5. Credit: CNSA

Inizialmente si è parlato molto della possibilità di far atterrare la missione per la prima volta sul lato opposto della Luna. Tutte le nostre attuali missioni robotiche sono sempre state centrate sul lato visibile dalla Terra, per facilitare le comunicazioni radio. Grazie però alla sonda già in orbita, questa poteva essere usata come ponte radio per una missione sul lato opposto. Non ci sono però ancora conferme o dichiarazioni ufficiali circa l'esatta posizione del sito di atterraggio scelto. Abbiamo solo due foto rilasciate in formati molto compressi. Una da 10 metri e una da 1 metro per pixel.

Superficie lunare a circa 10 metri per pixel, ripresa dalla sonda Chang'e-5 T1. Credit:  China National Space Agency
Superficie lunare a circa 10 metri per pixel, ripresa dalla sonda Chang'e-5 T1. Credit: China National Space Agency
Superficie lunare a circa 1 metro per pixel, ripresa dalla sonda Chang'e-5 T1. Credit:  China National Space Agency
Superficie lunare a circa 1 metro per pixel, ripresa dalla sonda Chang'e-5 T1. Credit: China National Space Agency

Nelle scorse settimane, la sonda è anche scesa fino ad appena 30 km simulando vari cambi di altitudine e la manovre che saranno poi usate per la missione Chang'e-5, per catturare i campioni lunari dall'orbita della Luna per riportarli sulla Terra.

Oltre a questa missione, la Cina sta lavorando anche a Chang'e-4, che prevede un nuovo lander e rover, come Chang'e-3, con però miglioramenti strutturarli e con nuovi strumenti scientifici. Inoltre, verrà costruita una nuova versione anche della Chang'e-5, per recuperare altri campioni da una zona diversa della Luna, valutando così più alternative per le missioni umane nel prossimo decennio.

http://news.sina.com.cn/c/2015-09-02/203732269747.shtml
http://www.icrosschina.com/news/2015/0902/17908.shtml

La discussione prosegue nel forum! Vieni a dirci la tua: vai al topic

Rispondi

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>