Proton-M Pronto a Partire da Baikonur con Eutelsat 9B


Proton-M sulla rampa di lancio. La partenza è prevista per le 23:20 ora italiana. Credit: Roscosmos
Proton-M sulla rampa di lancio. La partenza è prevista per le 23:20 ora italiana. Credit: Roscosmos

Manca ormai pochissimo alla partenza del razzo russo Proton-M che porterà, in una missione della durata di 9 ore e 12 minuti, il satellite per le comunicazioni Eutelsat 9B verso la sua orbita geostazionaria di trasferimento.

La partenza, dal Cosmodromo russo di Baikonur, avverrà alle 23:20 ora italiana, ed è previsto un profilo di volo standard che occuperà solo meno di dieci minuti per inviare lo stadio superiore Briz-M sulla strada per una missione a cinque stadi, che metodicamente solleverà la sua orbita per rilasciare Eutelsat 9B in un'orbita di trasferimento altamente ellittica.

Credit: Roscosmos
Credit: Roscosmos

Avviando la sua campagna di oltre 30 lanci per il 2016 con Eutelsat 9B, la Proton aggiungerà un test finale prima della corsa verso Marte. Eutelsat 9B è arrivato al Baikonur Cosmodrome lo scorso novembre, ed è stato preparato per il lancio già a dicembre, quando è stato caricato il propellente e completato il set di test finali prima dell'integrazione con il Briz-M. Il Proton-M è stato assemblato presso il Launcher Integration Facility per attendere l'arrivo del suo carico per completare il lungo processo di integrazione.

Eutelsat 9B, satellite per le comunicazioni che verrà portato, con una missione della durata di nove ore circa, alla sua orbita geostazionaria di trasferimento. Credit: Airbus Defence & Space
Eutelsat 9B, satellite per le comunicazioni che verrà portato, con una missione della durata di nove ore circa, alla sua orbita geostazionaria di trasferimento. Credit: Airbus Defence & Space

Il satellite Eutelsat 9B, costruito dalla Airbus Defence and Space basata sulla piattaforma della compagnia Eurostar-3000, ha una massa di 5175 kg ed ospita un carico di 66 transponder per le comunicazioni nella banda Ku, oltre ad un terminale per le prime comunicazioni per lo European Data Relay Satellite System (EDRS) operato dalla European Space Agency.

L'EDRS stabilirà una via ad alta velocità per la trasmissione dei dati tra la Terra ed i satelliti in orbita bassa, influenzando le quantità di dati raggiunte con le comunicazioni laser per scaricare grandi volumi di immagini da satelliti ed altri dati praticamente in tempo reale.

Giulia Murtas

Rispondi

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>