Passaggio Troppo Ravvicinato a Phobos: Missione MAVEN Fuori Pericolo


Phobos, satellite di Marte. Credit: NASA/MAVEN
Phobos, satellite di Marte. Credit: NASA/MAVEN

Per circa due anni, la missione della NASA Mars Atmosphere and Volatile EvolutioN (MAVEN) ha studiato in tutta tranquillità la regione dell’alta atmosfera del Pianeta Rosso, inclusa la ionosfera e le interazioni con il vento solare. Tuttavia lo scorso 28 febbraio MAVEN è stata costretta a effettuare una manovra fuori programma per evitare la collisione con la luna Phobos, che sarebbe altrimenti avvenuta il successivo 6 marzo.

La sonda possiede un’orbita ellittica che incrocia sia quelle delle altre missioni intorno a Marte che quella di Phobos svariate volte nel corso di un anno: per evitare collisioni, le traiettorie sono accuratamente studiate e monitorate in modo da agire tempestivamente in caso due oggetti vengano a trovarsi nello stesso momento nello stesso punto. In questo caso l’allerta è arrivata con una sola settimana di anticipo, prevedendo che MAVEN e Phobos avrebbero superato il punto di intersezione delle rispettive orbite a distanza di 7 secondi l’una dall’altra: essendo la dimensione di Phobos approssimativamente quella di una sfera del diametro poco inferiore ai 30 km, la probabilità di collisione risultava particolarmente alta.

La correzione all’orbita è stata effettuata accendendo un retrorazzo per aumentare la velocità di 0.4 metri al secondo: un aumento molto piccolo, ma che aumenterà l’intervallo temporale tra i passaggi dei due oggetti da 7 secondi a 2.5 minuti.

Questa è la prima manovra attuata per evitare una collisione con Phobos: le orbite di entrambi gli oggetti sono conosciute abbastanza per essere sicuri che l’intervallo sia sufficiente ad evitare lo scontro.

Giulia Murtas

Fonte: https://www.nasa.gov/feature/goddard/2017/Mars-orbiter-steers-clear-of-phobos

Rispondi

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>