Nuovi Studi in Arrivo per la Realizzazione di Futuri Orti su Marte

Immagine delle piantine di lattuga facenti parte di un test preliminare. A sinistra la piantina di controllo piantata nel terriccio normale; al centro, la piantina cresciuta nel terreno simil marziano con l'aggiunta di nutrienti; a destra, la piantina cresciuta senza l'aggiunta di nutrienti. Credits: NASA/Dimitri Gerondidakis
Immagine delle piantine di lattuga facenti parte di un test preliminare. A sinistra la piantina di controllo piantata nel terriccio normale; al centro, la piantina cresciuta nel terreno simil marziano con l'aggiunta di nutrienti; a destra, la piantina cresciuta senza l'aggiunta di nutrienti. Credits: NASA/Dimitri Gerondidakis

Nel lungo cammino che porterà gli esseri umani su Marte, una delle più grandi sfide da affrontare è quella di procurarsi il cibo sufficiente per un viaggio che come minimo – tra andata, permanenza e ritorno – dovrebbe durare circa due anni e mezzo.
Continua a leggere...


Incontro Tra Tecnologie Spaziali e Biomediche per la Ricerca sui Tumori

NGC 3718, NGC 3729 ed altre galassie, analizzate con le medesime tecnologie per il riconoscimento di similitudini astronomiche, ora utilizzate anche per lo studio di immagini tumorali. Credit: Catalina Sky Survey, U of Arizona, and Catalina Realtime Transient Survey, Caltech
NGC 3718, NGC 3729 ed altre galassie, analizzate con le medesime tecnologie per il riconoscimento di similitudini astronomiche, ora utilizzate anche per lo studio di immagini tumorali. Credit: Catalina Sky Survey, U of Arizona, and Catalina Realtime Transient Survey, Caltech

A prima vista, gli studi che hanno come obiettivo oggetti astronomici e la cura di malattie sembrerebbero agire su campi lontanissimi l’uno dall’altro. E invece, soprattutto negli ultimi anni, pare proprio che le tecnologie sviluppate in campo astronomico e spaziale stiano dando una grandissima mano allo sviluppo del campo biomedico su diversi fronti.
Continua a leggere...


Effettuato per la Prima Volta il Sequenziamento del DNA Nello Spazio

L'astronauta della NASA Kate Rubins al lavoro per testare il sequenziatore di DNA MinION nell'ambito dell'esperimento Biomolecule Sequencer. Credit: NASA
L'astronauta della NASA Kate Rubins al lavoro per testare il sequenziatore di DNA MinION nell'ambito dell'esperimento Biomolecule Sequencer. Credit: NASA

Nell’ambito dell’esperimento Biomolecule Sequencer condotto sulla Stazione Spaziale Internazionale dall’astronauta Kate Rubins, per la prima volta in assoluto il DNA di alcuni campioni è stato sequenziato con successo anche nell’ambiente di microgravità dello spazio.
Continua a leggere...


Dal Produttore al Consumatore (Spaziale): l'Equipaggio della ISS Sperimenta le Prime Verdure Cresciute in Microgravità

Piantine di lattuga rossa romana "Outredgeous" cresciute interamente sulla ISS. Per la prima volta gli astronauti sperimenteranno vegetali cresciuti in abiente di microgrvità. Credit: NASA
Piantine di lattuga rossa romana "Outredgeous" cresciute interamente sulla ISS. Per la prima volta gli astronauti sperimenteranno vegetali cresciuti in abiente di microgrvità. Credit: NASA

Cibo fresco cresciuto nell'ambiente di microgravità dello spazio è ufficialmente per la prima volta sul menù degli astronauti della NASA che si trovano silla Stazione Spaziale Internazionale. i membri della Expedition 44, incluso l'astronauta della missione annuale Scott Kelly, sono pronti per assaggiare i frutti del loro laboratorio dopo aver raccolto la coltivazione di lattuga romana rossa “Outredgeous” oggi stesso, 10 agosto, dal sistema di coltura Veggie.
Continua a leggere...


Il Sesto Senso delle Piante che Crescono a Gravità Zero

La sorridente astronauta Karen Nyberg in posa con le piantine di Arabidopsis thaliana per la Plant Gravity Sensing Investigation, durante la Expedition 37. Credit: NASA
La sorridente astronauta Karen Nyberg in posa con le piantine di Arabidopsis thaliana per la Plant Gravity Sensing Investigation, durante la Expedition 37. Credit: NASA

Nonostante sia in dubbio il fatto che le piante possiedano tutti e cinque i sensi umani, non c'è alcun dubbio sul fatto che esse abbiano un senso in comune: quello della gravità, che è stato testato nello spazio. I ricercatori della NASA e della Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA) condurranno una nuova sessione dello studio Plant Gravity Sensins (Sensibilità alla Gravità della Pianta) dopo l'invio di nuove scorte sulla Stazione Spaziale Internazionale da parte della sesta missione di approvvigionamento SpaceX. Lo scopo prefissato dal team di ricerca è quello di determinare il modo in cui le piante percepiscono la loro direzione di crescita in assenza di gravità: i risultati potrebbero avere implicazioni per un più alto rendimento dei raccolti nell'agricoltura e per la coltivazione di piante per missioni di lunga durata.
Continua a leggere...


Azienda Biotecnologica Crea Petunia che Cambia Colore se Innaffiata con la Birra

Petunia Circadia, la nuova variante della petunia che cambia colore in 24 ore se innaffiata con una soluzione contenente etanolo. Credit: Revolution Bioengineering
Petunia Circadia, la nuova variante della petunia che cambia colore in 24 ore se innaffiata con una soluzione contenente etanolo. Credit: Revolution Bioengineering

La Revolution Bioengineering (RevBio), startup americana, ha costruito geneticamente una variante di uno tra i fiori ornamentali più diffusi, famoso per le sue generose fioriture e per la straordinaria gamma di colori: la petunia. Il risultato è che innaffiando questo nuovo tipo di petunia con la birra, il fiore è in grado di cambiare colore nell'arco di 24 ore.
Continua a leggere...


"…Meanwhile…"- Un cortometraggio da brividi sulla biodiversità marina

Stelle marine riprese per il documentario "...nel frattempo..." di Sandro Bocci. Credit: Sandro Bocci
Stelle marine riprese per il documentario "...nel frattempo..." di Sandro Bocci. Credit: Sandro Bocci

Qui di solito parliamo del mondo che vediamo alzando gli occhi al cielo, e delle incredibili meraviglie che si nascondo tra pianeti, asteroidi, galassie e buchi neri, ma in questo caso rivolgiamo lo sguardo molto più vicino, agli incredibili ecosistemi presenti nei nostri mari. In particolare parliamo di un mondo popolato da coralli, stelle marine, microorganismi di ogni tipo e una miriade di diverse specie di molluschi e pesci. In questo corto, chiamato "…Meanwhile…" vediamo un assaggio spettacolare di tutto questo. Il lavoro è merito di Sandro Bocci e del suo team.
Continua a leggere...


Come Studiare il Linguaggio Umano Grazie ad Uccelli Ubriachi

Gruppo di diamantini su un ramo. Fotografia di Wang LiQiang/Shutterstock
Gruppo di diamantini su un ramo. Fotografia di Wang LiQiang/Shutterstock

Capodanno è appena passato e vi sarete accorti, guardando qualcuno che ha bevuto un po' troppo, che quando si trattava di cantare aveva difficoltà a rimanere intonato, o pronunciare bene le parole. Abbiamo tutti presente il fatto che da ubriachi si faccia molta più fatica a parlare, ma è ancora in parte un mistero il perché di questo strano effetto dell'alcool sul cervello! La cosa diventa veramente interessante quando ci si accorge che si può imparare qualcosa di più studiando il modo in cui il linguaggio umano in alcuni casi smette di funzionare. Il problema è riuscire a trovare animali da usare in laboratorio per test in parallelo. Ed è qui che entrano in gioco i nostri amici pennuti chiamati Taeniopygia guttata (conosciuti popolarmente come diamante mandarino, o diamantino). Questi passeri, membri della famiglia degli Estrildidi, hanno la particolarità di essere molto simili a noi nel modo in cui imparano a cantare!
Continua a leggere...


Affascinante Mostro degli Abissi Ripreso in Video per la Prima Volta

Anglerfish abissi pesce
Questo pesce, conosciuto in inglese come Black Seadevil appartiene alla famiglia degli "Anglerfish", ed è tecnicamente parte della famiglia Melanocetidae (dell'ordine di Lophiiformes). Il suo aspetto è stato reso famoso da numerose animazioni e fa ormai parte dell'immaginario collettivo, ma questa è la prima volta che riusciamo a vederlo in video e nel suo ambiente naturale!
Continua a leggere...


Rover a forma di Pinguino Incontra Colonia di Pinguini

Pinguino rover
Quando si tratta di registrare dati sul comportamento degli animali, molto dipende anche dal carattere dell'animale stesso, e la sfida può diventare particolarmente ardua se si tratta di un animale molto timido come il pinguino imperatore. Riuscire ad avvicinarsi per osservare il loro naturale comportamento è sempre stata una grande sfida, ma ad Yvon Le Maho, dell'Università di Strasburgo, Francia, ha avuto un'idea ingegnosa: ricoprire un piccolo rover fotografico con un finto travestimento da pinguino imperatore. Per quanto possa sembrare folle, ha funzionato davvero!
Continua a leggere...