Test Sullo Sviluppo dei Paracaduti della Orion Completati con Successo

I tre paracaduti principali della Orion rallentano la caduta di un veicolo di prova (con una forma più aguzza che lo rende più veloce), durante l'ultimo test del 13 gennaio. Credit: NASA
I tre paracaduti principali della Orion rallentano la caduta di un veicolo di prova (con una forma più aguzza che lo rende più veloce), durante l'ultimo test del 13 gennaio. Credit: NASA

Un veicolo dalla punta a forma di freccia è sceso dolcemente dai cieli sopra il deserto dell'Arizona, trattenuto dai paracaduti progettati per la Orion, lo scorso 13 gennaio, completando così il test di sviluppo finale del sistema di paracaduti. Gli ingegneri della NASA hanno valutato eventuali modifiche del sistema per l'ultima volta prima dell'inizio dei test di qualificazione per le missioni della Orion che comprenderanno equipaggi.
Continua a leggere...


Cinque Utilissime Tecnologie che Porteranno l'Uomo su Marte

Spaccato della navicella Orion, che porterà gli uomini su Marte. Credit: NASA
Spaccato della navicella Orion, che porterà gli uomini su Marte. Credit: NASA

La via che porterà l'uomo a stabilirsi in pianta stabile su Marte è ancora molto lunga e parecchio complicata: per un viaggio così lungo ci sono infatti una serie di problematiche, dall'ambiente in cui si vivrà alla spinta per arrivarci, ancora in via di risoluzione.
Continua a leggere...


NASA: Nuova Visione e Riflessioni sul Futuro

Il Presidente Barack Obama durante il suo discorso al Kennedy Space Center, il 15 Aprile 2010. Credit: Alan Walters

Giovedì, 15 Aprile 2010, durante il suo discorso al Kennedy Space Center, Obama ha dato corpo alla nuova visione per l'esplorazione spaziale umana che guiderà la NASA nel futuro. I piani da lui presentati e discussi includono l'atterraggio di astronauti su un asteroide entro il 2025, e andare su Marte nei anni 30. L'intera avventura umana nello spazio, è senza dubbio uno dei momenti più eccitanti della storia dell'umanità. Nel secolo scorso siamo riusciti per la prima volta non soltanto a volare davvero ma neanche 70 anni dopo il primo aereo,eravamo sulla Luna.Un impresa davvero straordinaria. Tuttavia nei ultimi decenni, due sono stati i maggiori problemi che il programma spaziale ha incontrato. Prima di tutto non riesce più ad entusiasmare il pubblico, come succedeva nei anni '60, e inoltre, non riesce ad attirare il settore commerciale nel senso di investimenti. Grandi domande, grandi sfide che sono state affrontate duramente da Obama. Ecco le novità...
Continua a leggere...


Obama Salva Orion ed Annuncia Presto Nuovi Razzi


Durante la conferenza stampa tenuta ieri, il presidente americano Obama ha annunciato un compromesso rispetto alla proposta per il nuovo budget della NASA, che era stata fatta precedentemente. Obama salverà la capsula per l'equipaggio, Orion, che fu cancellata con il resto del programma Constellation all'inizio di quest'anno. Questo significherebbe più lavori e meno dipendenza dai russi, hanno dichiarato fonti ufficiali. Mentre Orion ancora non andrà sulla Luna, verrà spedito senza equipaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale dove servirà da scialuppa d'emergenza in caso di problemi, con cui gli astronauti potranno tornare sulla Terra.
Borenstin, il giornalista che ha pubblicato le notizie, ha dichiarato inoltre che la NASA velocizzerà i tempi di sviluppo di un nuovo razzo per carichi pesanti. Dovrebbe avere la forza per spedire un equipaggio ben lontano dalla Terra, anche se per ora nessuna destinazione è stata scelta. Il nuovo razzo dovrebbe essere pronto per lancio diversi anni prima di quanto avevano in mente prima, con i piani per andare sulla Luna.
Continua a leggere...


Biocarburanti come Fonte Energetica per Astronauti su Marte?

Illustrazione di astronauti al lavoro su Marte
A immaginare le prossime missioni su Marte, specialmente quelle umane, si pensa sempre ad astronauti, una bella capsula, e magari un giardino dove coltivare il cibo necessario. Poi però una delle questioni principali sia ora con i rover, che in futuro, è quella del energia. Da dove ricaviamo energia? Adesso le opzioni sono o il decadimento nucleare, come succederà nel Mars Science Laboratory (chiamato "Curiosity")il futuro rover che andrà su Marte, o se no con i panelli solari. Il problema con il decadimento nucleare, è che serve un particolare isotopo di plutonio, molto costoso da procurare, invece il problema con i panelli solari, è che hanno un uso limitato al giorno,e in più sono difficili da mantenere, in più essendo Marte più lontana ricevono metà dell'energia solare.
Adesso si fa viva una terza opzione, un cianobatterio modificato geneticamente per trasformare il diossido di carbonio in carburante.
Continua a leggere...


L'India sta pianificando una missione spaziale umana nel 2016

Logo dell'ISRO. Credit: wikimedia/ISRO
Si allarga il numero di nazioni con un programma spaziale umano, e dopo il successo della Cina nei anni recenti, anche l'India si appresta a lanciare i suoi primi astronauti. Nei ultimi anni, l'India ha fatto grandi passi con il suo programma spaziale, culminando con il grande successo del orbiter lunare Chandrayaan-1 accompagnato dal impattatore, la Moon Impact Probe.
Oggi il governo indiano ha dichiarato di aver già approvato i piani per una missione spaziale umana, finanziata da 2.8 miliardi di dollari, alla Indian Space Research Organisation(ISRO).
Continua a leggere...


La Cina lancerà una stazione spaziale nel 2010-2011

concept artistico del primo modulo della futura stazione spaziale cinese : Tiangong

Nei ultimi anni la Cina, è diventata uno dei paesi che più investe nella tecnologia spaziale, arrivando ad ottenere grandi risultati in pochissimo tempo. E se da una parte è vero che hanno avuto la fortuna di usare tecnologia presa da russi, europei ed americani, è anche vero che hanno investito ingenti somme di denaro in ricerca scientifica e nuove tecnologie,a differenza dei suoi concorrenti occidentali, ed i risultati si vedono. Cosi,dopo che nei anni scorsi abbiamo visto il primo cinese nello spazio a bordo di una nave cinese, e dopo i tanti satelliti lanciati, adesso arriva l'annuncio di una propria stazione spaziale, che si chiamerà Tiangong, che dovrebbe essere lanciata entro la fine 2010 o l'inizio del 2011.
Le informazioni a riguardo non sono molte, anche perché la CNSA ( Chinese National Space Administration ), non ne ha mai voluto parlare troppo, quindi tutto il progetto è avvolto nel mistero.
Continua a leggere...