Distacco Avvenuto con Successo tra Orbiter TGO e Lander Schiaparelli della Missione ExoMars

Illustrazione artistica della missione ExoMars. Credit: ESA
Illustrazione artistica della missione ExoMars. Credit: ESA

Alle 16:42 di ieri, 16 ottobre 2016, il Trace Gas Orbiter e lo Schiaparelli Mars Lander, i due progetti di punta della prima missione ExoMars di ESARoskosmos -la seconda prevede il lancio di un rover nel 2020- si sono definitivamente separati dopo un viaggio durato sette mesi nel quale sono stati percorsi ben 500 milioni di km, dando inizio ad una nuova fase della missione.
Continua a leggere...


Settimana di Valutazioni di Nuove Tecnologie per Orion e Mars 2020

Illustrazione artistica del Mars Curiosity Landing: LVS sarà un sistema molto simile. Credits: NASA Image /JPL-Caltech
Illustrazione artistica del Mars Curiosity Landing: LVS sarà un sistema molto simile. Credits: NASA Image /JPL-Caltech

Sono state settimane ricche di prove per la NASA, che ha completato con successo una serie di test ai paracaduti del sistema Orion per voli con equipaggio a bordo e del sistema di visione del futuro rover programmato per l’esplorazione di Marte.
Continua a leggere...


Sguardo al Sito di Atterraggio per il Modulo Schiaparelli

Sito di atterraggio del modulo Schiaparelli della missione ExoMars 2016 presso il Meridiani Planum, in un mosaico della High Resolution Stereo Camera, montato con riprese del 23, 26 e 29 agosto 2005 e 1 agosto 2010. Credit: ESA/DLR/FU Berlin, CC BY-SA 3.0 IGO
Sito di atterraggio del modulo Schiaparelli della missione ExoMars 2016 presso il Meridiani Planum, in un mosaico della High Resolution Stereo Camera, montato con riprese del 23, 26 e 29 agosto 2005 e 1 agosto 2010. Credit: ESA/DLR/FU Berlin, CC BY-SA 3.0 IGO

La missione ExoMars 2016, realizzata nell’ambito di una collaborazione tra l’ESA e la Roscosmos e partita da Baikonur il 14 marzo 2016, arriverà proprio questo ottobre al suo incontro con Marte. In previsione di questo evento, il modulo Schiaparelli ha tracciato i confini della regione sulla quale effettuerà il suo atterraggio.
Continua a leggere...


Mars Rover: Guida Insieme alla NASA il tuo Rover Personale su Marte

Logo ufficiale del nuovo gioco Mars Rover, in cui è possibile guidare un rover sulla superficie di Marte e svolgere moltissime attività scientifiche. Credit: NASA/JPL-Caltech/GAMEE
Logo ufficiale del nuovo gioco Mars Rover, in cui è possibile guidare un rover sulla superficie di Marte e svolgere moltissime attività scientifiche. Credit: NASA/JPL-Caltech/GAMEE

La NASA, in occasione del quarto compleanno di Curiosity sulla superficie marziana (calcolato in anni terrestri), ha dato il via ai festeggiamenti in una maniera del tutto singolare: i giocatori di tutto il mondo hanno avuto la possibilità di esplorare il suolo marziano tramite un nuovo gioco sui social media, chiamato Mars Rover e realizzato in collaborazione conla rete per game-players GAMEE.
Continua a leggere...


Rosetta: Addio a Philae e Preludio alla Fine della Missione

Credit: ESA
Credit: ESA

A partire da oggi, 27 luglio 2016, il direttore della missione Rosetta ha chiuso definitivamente ogni collegamento tra la sonda, in orbita intorno alla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ed il piccolo lander Philae in superficie, ormai silenzioso dal 9 luglio 2015. Questo è il preludio alla fine della missione, che sarà conclusa a settembre con lo schianto di Rosetta sul suolo cometario.
Continua a leggere...


Missione ExoMars Pronta per la Partenza da Baikonur

Parte del team per la preparazione al lancio di ExoMars 2016 è immortalato di fronta al razzo Proton-M, al Baikonur Cosmodrome (Kazakistan). Credit:  KhSC
Parte del team per la preparazione al lancio di ExoMars 2016 è immortalato di fronta al razzo Proton-M, al Baikonur Cosmodrome (Kazakistan). Credit: KhSC

Manca ormai pochissimo alla partenza della missione ESA/Roscosmos ExoMars: la partenza è prevista per domani mattina – 14 marzo, 10:31 ora italiana – dal cosmodromo di Baikonur, Kazakistan con il razzo russo Proton. Da domani avrà inizio un viaggio lungo ben sette mesi in direzione del Pianeta Rosso.
Continua a leggere...


Missione Rosetta: Ultima Chance per Parlare con Philae

Immagine della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko ripresa dallo strumento OSIRIS il 6 gennaio 2016. Credit: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA
Immagine della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko ripresa dallo strumento OSIRIS il 6 gennaio 2016. Credit: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Drammatica corsa contro il tempo per Rosetta e Philae: man mano che la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko si allontana sempre più dal sole le temperature sulla sua superficie crollano drasticamente. Le cose sono in particolare sempre più difficili per il piccolo lander Philae, che è rimasto in silenzio dal 9 luglio 2015: si prevede che le condizioni diventeranno troppo “rigide” entro la fine di gennaio.
Continua a leggere...


Curiosity Gira Attorno ad una Duna Marziana per Passare dall'Altro Lato

Questa vista panoramica del versante sottovento della Duna del Namib copre 360°, e mostra anche una parte del monte Sharp sullo sfondo. La base della duna dista dalla fotocamera appena 7 metri; il versante, che ha un'inclinazione di circa 28°, si estende in altezza per circa 5 metri. Le immagini sono stae riprese il 18 dicembre 2015, ed i colori sono stati aggiustati in modo tale che appaiano come se si trovassero sotto il cielo terrestre. Credits: NASA/JPL-Caltech/MSSS
Questa vista panoramica del versante sottovento della Duna del Namib copre 360°, e mostra anche una parte del monte Sharp sullo sfondo. La base della duna dista dalla fotocamera appena 7 metri; il versante, che ha un'inclinazione di circa 28°, si estende in altezza per circa 5 metri. Le immagini sono state riprese il 18 dicembre 2015 con la Mast Camera, ed i colori sono stati aggiustati in modo tale che appaiano come se si trovassero sotto il cielo terrestre. Credits: NASA/JPL-Caltech/MSSS

Il rover Curiosity, ormai su Marte da tre anni e mezzo e dal 2014 nei paraggi del Monte Sharp, è impegnato ora ad esaminare campioni delle Bagnold Dunes, un gruppo di dune di sabbia scura che rivestono il fianco a nord-ovest della montagna che sta scalando.
Continua a leggere...


Cina: Prime foto lunari del sito scelto per l'ambiziosa missione Chang'e-5

Illustrazione del lancio  dalla superficie lunare del modulo di rientro sulla Terra, con 2 kg di campioni ottenuti dalla superficie. Credit: China National Space Agency
Illustrazione del lancio dalla superficie lunare del modulo di rientro sulla Terra, con 2 kg di campioni ottenuti dalla superficie. Credit: China National Space Agency

L'ultima volta che abbiamo parlato del programma spaziale della Cina, stava tornando sulla Terra la capsula di rientro della missione Chang'e-5 T1, simulando così con successo il ritorno di campioni lunari. Il modulo rimasto in orbita lunare dopo quest'impresa è stato usato dagli scienziati ed ingegneri cinesi per testare le complesse manovre che saranno necessarie per le future missioni robotiche. A questo proposito, la sonda è stata usata per fotografare le zone migliori dove poter far atterrare la missione Chang'e-5, che nel 2017 scenderà sulla Luna per raccogliere fino a 2 kg di campioni da riportare sulla Terra.
Continua a leggere...


Visualizzazione più Approfondita per ChemCam di Curiosity

Immagine dettagliata (15 maggio 2015) della superfiie di una roccia denominata "Yellowjacket", sul Monte Sharp. Questa è stata la prima immortalata da ChemCam dopo il checkout della ristabilita capacità di messa a fuoco automatica. Credits: NASA/JPL-Caltech/LANL/CNES/IRAP/LPGNantes/CNRS/IAS
Immagine dettagliata (15 maggio 2015) della superfiie di una roccia denominata "Yellowjacket", sul Monte Sharp. Questa è stata la prima immortalata da ChemCam dopo il checkout della ristabilita capacità di messa a fuoco automatica. Credits: NASA/JPL-Caltech/LANL/CNES/IRAP/LPGNantes/CNRS/IAS

Test condotti su Marte hanno confermato il successo della riparazione della capacità di focalizzazione autonoma dello strumento Chemistry and Camera (ChemCam) in dotazione sul rover Curiosity.
Continua a leggere...