Una Nuova Generazione di Batterie Potrebbe Alimentare i Microsatelliti Del Futuro

Daniel Perez, University of Miami, tiene in mano un pezzo del prototipo della struttura del nuovo tipo di batteria a stato solido. Credit: NASA/Dimitri Gerondidakis
Daniel Perez, University of Miami, tiene in mano un pezzo del prototipo della struttura del nuovo tipo di batteria a stato solido. Credit: NASA/Dimitri Gerondidakis

Buone notizie per la ricerca che si basa sui microsatelliti: è attualmente in corso la ricerca su un nuovo prototipo di batteria a stato solido che potrebbe aumentare enormemente la capacità di carico di questi veicoli.
Continua a leggere...


Falcon 9 della SpaceX Nuovamente sulla Rampa di Lancio e Pronto per la Partenza

Razzo Falcon 9 sulla rampa di lancio. Credit: SpaceX
Razzo Falcon 9 sulla rampa di lancio. Credit: SpaceX

Questa notte la SpaceX si è nuovamente preparata – dopo una serie di scivoloni – al quinto tentativo di lancio del suo razzo Falcon 9, che trasporta il satellite per le comunicazioni SES-9. La finestra di lancio si aprirà alle 23:35 UTC (00:35 ora italiana) proseguendo poi per un'ora e mezza.
Continua a leggere...


Proton-M Pronto a Partire da Baikonur con Eutelsat 9B

Proton-M sulla rampa di lancio. La partenza è prevista per le 23:20 ora italiana. Credit: Roscosmos
Proton-M sulla rampa di lancio. La partenza è prevista per le 23:20 ora italiana. Credit: Roscosmos

Manca ormai pochissimo alla partenza del razzo russo Proton-M che porterà, in una missione della durata di 9 ore e 12 minuti, il satellite per le comunicazioni Eutelsat 9B verso la sua orbita geostazionaria di trasferimento.
Continua a leggere...


In Partenza con Jason-3 per Migliorare la Conoscenza Degli Oceani

Jason-3, missione in collaborazione con NOAA, NASA, CNES ed EUMETSAT, aiuterà a mappare la superficie degli oceani ed a migliorare le previsioni di cicloni tropicali, oltre a tante altre applicazioni scientifiche e pratiche. Credit: NASA
Jason-3, missione in collaborazione con NOAA, NASA, CNES ed EUMETSAT, aiuterà a mappare la superficie degli oceani ed a migliorare le previsioni di cicloni tropicali, oltre a tante altre applicazioni scientifiche e pratiche. Credit: NASA

È stato confermato il lancio, previsto per questo 17 gennaio, di Jason-3, missione internazionale condotta dal National Oceanic and Atmospheric Administration, per continuare le misurazioni da satellite della topografia delle superfici degli oceani.
Continua a leggere...


X-37B: Shuttle Militare Ritorna dall'Orbita dopo 674 giorni

Nei giorni scorsi è tornato sulla Terra un visitatore che era rimasto in orbita per la durata record di 674 giorni. Si tratta dell'aereo spaziale militare X-37B, che all'apparenza può sembrare uno Space Shuttle in miniatura, ma che in realtà si tratta di una navicella molto differente, sia nella tecnologia usata che negli scopi (non dichiarati e sotto segreto).
Continua a leggere...


Lancio con successo per Ariane 5 con due satelliti

Ieri notte, dallo spazioporto di Kourou, nella Guiana Francese, è partito con successo il quinto razzo Ariane 5 di quest'anno, con due satelliti di comunicazioni: Intelsat-30 (DLA-1) e Arsat-1. Il lancio è avvenuto alle ore 23:44 (ora italiana). La massa dei due satelliti e la struttura in cui si trovavano ammontava complessivamente a 10.083 kg, con il peso netto totale dei satelliti pari a 9.293 kg. Si è trattato del 76°esimo lancio di successo per i razzi Ariane 5.
Continua a leggere...


X-37B Lanciato in Missione Segreta


Ieri, Giovedì 22 aprile, alle 19:52 EDT, un aereo spaziale della Forza Aerea USA è stato lanciato nello spazio su un razzi ATLAS V, in una missione segreta. Il veicolo, senza passeggeri, chiamato X-37B, sembra un mini shuttle spaziale, ed ha la capacità di rimanere in orbita per ben 270 giorni. Lo scopo di questo veicolo, per questa missione e per il futuro, è sconosciuto, ma la Air Force dichiara che questa missione servirà per dimostrare le capacità di volo autonomo, rientro e atterraggio del nuovo avanzatissimo veicolo spaziale.
Continua a leggere...


Nanosatelliti per tenere lo spazio pulito da detriti

Il nanosatellite CubeSail insieme ai suoi ingegneri aerospaziali.
Un insieme di nuove tecnologie stanno portando all'emergenza dei nanosatelliti che promettono di giocare un ruolo fondamentale nel pulire le pericolose nubi di detriti presenti in orbita terrestre. Sono più di 5.500 tonnellate e sono frutto dei ormai 50 anni di industria spaziale. Il pericolo è grande per le future missioni spaziali, che potrebbero venir colpite da detriti vaganti, cosi come c'è anche il rischio che detriti più grossi possano cadere a Terra. La quantità di quest'ultimi in orbita è in costante aumento di circa 5% all'anno, e si pensa anche che possano danneggiare i segnali delle televisioni come anche altri segnali di comunicazione. Gli scienziati dell'Università di Surrey,stanno lavorando ad un progetto finanziato dalla compagnia europea spaziale, Astrium, che consiste in un nanosatellite di soli 3 kg, datato di una vela solare.
Continua a leggere...