Gran Finale di Missione per Rosetta

Ultima immagine arrivata da Rosetta, poco prima della collisione, ad appena 51 metri dalla superficie. Credit: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA
Ultima immagine arrivata da Rosetta, poco prima della collisione, ad appena 51 metri dalla superficie. Credit: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Con l’accometaggio sulla 67P/Churyumov-Gerasimenko è stata ufficialmente sancita la fine della missione Rosetta dell’ESA. Alle ore 11:18 UTC (13:18 ora italiana) è stata ricevuta la conferma che la sonda si è posata sulla superficie della cometa, dove continuerà il suo viaggio verso il Sistema Solare esterno.
Continua a leggere...


Rosetta Individua la Posizione di Philae Alla Fine Della Sua Missione

Credit: Immagine principale e posizione del lander: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA; contesto: ESA/Rosetta/NavCam – CC BY-SA IGO 3.0
Credit: Immagine principale e posizione del lander: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA; contesto: ESA/Rosetta/NavCam – CC BY-SA IGO 3.0

Il 2 settembre, a poco meno di un mese dal termine della missione, Rosetta è riuscita ad individuare la posizione del piccolo lander Philae, che ha concluso il suo atterraggio – il 12 novembre 2014 – all’interno di una spaccatura buia sulla superficie della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko.
Continua a leggere...


Rosetta: Addio a Philae e Preludio alla Fine della Missione

Credit: ESA
Credit: ESA

A partire da oggi, 27 luglio 2016, il direttore della missione Rosetta ha chiuso definitivamente ogni collegamento tra la sonda, in orbita intorno alla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ed il piccolo lander Philae in superficie, ormai silenzioso dal 9 luglio 2015. Questo è il preludio alla fine della missione, che sarà conclusa a settembre con lo schianto di Rosetta sul suolo cometario.
Continua a leggere...


Rosetta e la Metamorfosi di una Cometa

Credit:  Spacecraft: ESA/ATG medialab; Data: ESA/Rosetta/VIRTIS/INAF-IAPS/OBS DE PARIS-LESIA/DLR; G. Filacchione et al (2016)
Variazione dello spettro nel visibile della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko nei primi mesi di operatività di Rosetta. Credit: Spacecraft: ESA/ATG medialab; Data: ESA/Rosetta/VIRTIS/INAF-IAPS/OBS DE PARIS-LESIA/DLR; G. Filacchione et al (2016)

Dopo il passaggio ravvicinato nei pressi del Sole, la sonda Rosetta dell'ESA ha potuto assistere ad una vera e propria trasformazione della 67P/Churyumov-Gerasimenko: spazzati via gli strati superficiali è stata riportato alla luce del materiale più fresco, che ha letteralmente fatto cambiare nel corso dei mesi colore e luminosità alla cometa.
Continua a leggere...


Missione Rosetta: Ultima Chance per Parlare con Philae

Immagine della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko ripresa dallo strumento OSIRIS il 6 gennaio 2016. Credit: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA
Immagine della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko ripresa dallo strumento OSIRIS il 6 gennaio 2016. Credit: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Drammatica corsa contro il tempo per Rosetta e Philae: man mano che la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko si allontana sempre più dal sole le temperature sulla sua superficie crollano drasticamente. Le cose sono in particolare sempre più difficili per il piccolo lander Philae, che è rimasto in silenzio dal 9 luglio 2015: si prevede che le condizioni diventeranno troppo “rigide” entro la fine di gennaio.
Continua a leggere...


Philae si Risveglia Finalmente dall'Ibernazione! Notizie dalla Churyumov-Gerasimenko

Il risveglio di Philae in una simpaticissima vignetta. Credit: ESA
Il risveglio di Philae in una simpaticissima vignetta. Credit: ESA

La missione Rosetta ha raggiunto una nuova svolta nel programma: il lander Philae è uscito dall'ibernazione!

I segnali emessi da Philae sono stati infatti ricevuti dallo European Space Operations Centre di Darmstadt (Germania) alle ore 22:28 CEST (Central European Summer Time, fuso orario dell'Europa Centrale per i Paesi – tra cui l'Italia – per cui è in vigore l'ora legale estiva) del 13 giugno, con un totale di 300 pacchetti di dati che sono stati analizzati da vari team presso il Lander Control Center del Centro Aerospaziale Tedesco (DLR).
Continua a leggere...


Super Ripresa per una Super Cometa: C/2014 Q2 Lovejoy Immortalata dalla Dark Energy Camera

Ripresa della cometa C/2014 Q2 Lovejoy da parte della Dark Energy Camera (DECam). Credit: Fermilab – Marty Murphy, Nikolay Kuropatkin, Huan Lin e Brian Yanny
Ripresa della cometa C/2014 Q2 Lovejoy da parte della Dark Energy Camera (DECam). Credit: Fermilab – Marty Murphy, Nikolay Kuropatkin, Huan Lin e Brian Yanny

Cosa succede quando prendi una cometa, oggetto strabiliante e luminoso, e decidi di fotografarla con la macchina fotografica digitale più potente al mondo? Ecco qual è stato il risultato ottenuto dalla Dark Energy Camera nella ripresa della cometa C/2014 Q2 Lovejoy che ha solcato lo spazio in prossimità della Terra tra la fine dello scorso anno e l'inizio del 2015.
Continua a leggere...


Piogge di Meteore anche su Mercurio?

Illustrazione artistica della zona in cui Mercurio potrebbe incontrare i detriti del passaggio della Cometa Encke. Credit: NASA
Illustrazione artistica della zona in cui Mercurio potrebbe incontrare i detriti del passaggio della Cometa Encke. Credit: NASA

La sonda MESSENGER, in orbita intorno a Mercurio dal 2011, continua a regalarci grandi sorprese! Una delle più recenti scoperte riguarda una possibile pioggia di meteore sulla superficie del pianeta, forse proveniente dalla scia di detriti della Cometa Encke. La notizia arriva proprio mentre sulla Terra ci stiamo godendo il picco delle Geminidi. Su Mercurio, però, non c'è alcuna atmosfera in cui i frammenti possano bruciare, e perciò, anche se piccolissimi, essi colpiscono direttamente la superficie. Sono questi impatti ad aver fatto scoprire il fenomeno al team di scienziati.
Continua a leggere...


Rosetta: Una Foto a Colori Reali della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko

Colori 67P Churyumov Gerasimenko Cometa
Il team scientifico della camera OSIRIS trasportata a bordo della sonda Rosetta ha rilasciato recentemente la prima immagine a colori della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, così come la vedremmo ad occhio nudo se fosse sulla Terra! La foto è quella che vedete qui sopra. In effetti non sembra molto diversa da quelle che abbiamo potuto ammirare durante l'Odissea di Rosetta. Semplicemente, la cometa è estremamente scura e grigia per conto proprio. Gli unici colori presenti (ma visibili molto molto difficilmente) sono nella regione del rosso dello spettro ottico. La foto monta insieme tre immagini scattate con filtri diversi a lunghezze d'onda incentrate sul rosso (744 nm), sul verde (536 nm) e sul blu (481 nm). Per riuscire a vedere qualche differenza bisogna modificare la foto ed esagerare molto il livello dei colori:
Continua a leggere...