Ferro terrestre e ferro meteoritico

Moderatori: Martina, Giulia, Roberto, Adrian

Ferro terrestre e ferro meteoritico

Messaggioda Elvio R. » 30/04/2015, 11:19

Ho una piccola,ma,per me molto interessante questione. Mi piacerebbe molto sapere la differenza tra il ferro terreste e quello meteoritico. A scuola ho studiato meccanica e di conseguenza,sia per studio che per passione,ho approfondito la mia conoscenza nella struttura(non proprio molecolare del singolo materiale,ma,delle leghe che si utilizzano nell'industria) dei materiali metallici,sempre a scuola,il professore ci diceva che il ferro meteoritico è di qualità molto più alta rispetto anche al ferro più puro che si può trovare nella Terra. :D :D :D
Sciocco è chi non teme nulla e dichiara di conoscere tutto.
Avatar utente

Elvio R.

Fotone
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 30/04/2015, 10:56
Località: Porto San Giorgio,FM


Re: Ferro terrestre e ferro meteoritico

Messaggioda Feus9000 » 03/05/2015, 21:34

Mai sentita la questione, ma, chiedendo a Wikipedia, ho trovato questo.
http://it.wikipedia.org/wiki/Meteorite_ferroso
Spero risponda alla tua domanda!
Ci scusiamo per il disturbo
Avatar utente

Feus9000

Quark
 
Messaggi: 93
Iscritto il: 21/10/2014, 22:39

Re: Ferro terrestre e ferro meteoritico

Messaggioda Starcruiser » 04/05/2015, 6:56

Ho letto wiki. direi che i meteoriti metallici potrebbero essere definiti dei meteoriti d'acciaio, se non fosse che manca il carbonio.
Sono composti da leghe metalliche che non posssono essere realizzate sulla Terra a causa della forza di gravità che influisce in fase di fusione tra elementi con pesi specifici diversi. Nello spazio, in regime di microgravità, invece, tali fusioni sono possibili. Sono oggetto di studio da parte degli astronauti, ma per quanto ne so, al momento ci sono dei problemi nella loro realizzazione a causa di "correnti" interne che impediscono la corretta fusione dei metalli.
Se potessimo superare questi problemi, avremmo nuove leghe metalliche che potrebbero farci compiere passi in avanti nell'industria metallurgica.
La possibilità di produrre leghe metalliche in regime di microgravità potrebbe essere la chiave per permetterci di realizzare astronavi direttamente nello spazio, con grandi risparmi in termini di costi.
Starcruiser, alias Ares cosmos
Avatar utente

Starcruiser

DNA
 
Messaggi: 253
Iscritto il: 14/10/2014, 6:44

Re: Ferro terrestre e ferro meteoritico

Messaggioda Elvio R. » 04/05/2015, 7:32

Grazie mille :D :D
Sciocco è chi non teme nulla e dichiara di conoscere tutto.
Avatar utente

Elvio R.

Fotone
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 30/04/2015, 10:56
Località: Porto San Giorgio,FM

Re: Ferro terrestre e ferro meteoritico

Messaggioda andrea.paiola » 20/05/2015, 19:36

Sì beh la vedo difficile un'industria metallurgica legata alla microgravità, viste le alte temperature e quindi energie necessarie... almeno nelle vicinanze della Terra e con le tecnologie attuali o del futuro prossimo.
Su Mercurio o su Io già sarebbe più... interessante.

andrea.paiola

Quark
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 19/10/2014, 21:27

Re: Ferro terrestre e ferro meteoritico

Messaggioda Starcruiser » 21/05/2015, 6:36

Non vedo le difficoltà. Cosa c'entra il Sole? Non si fondono i metalli lasciandoli esposti alla radiazione solare. E' più di un secolo che si può fondere i metalli con la smeplice induzione elettromagnetica, vedi forno Bessmer.
Nelle missioni Spacelab ospitate sulle navette spaziali sono stati fatti esperimenti di fusione e certamente se ne fanno ancora sulla ISS.
Starcruiser, alias Ares cosmos
Avatar utente

Starcruiser

DNA
 
Messaggi: 253
Iscritto il: 14/10/2014, 6:44

Re: Ferro terrestre e ferro meteoritico

Messaggioda andrea.paiola » 21/05/2015, 18:00

Sto parlando di produzione industriale, quindi servono altoforni e fonti energetiche non disponibili per ora.
Posso ipotizzare tranquillamente enormi concentratori e quindi forni alimentati dal Sole.

Già si usano normalmente a terra per produrre energia elettrica con temperature sugli 800°

andrea.paiola

Quark
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 19/10/2014, 21:27

Re: Ferro terrestre e ferro meteoritico

Messaggioda Starcruiser » 22/05/2015, 6:42

I 3000 volt dei pannelli fotovoltaici del vecchio Mir dovrebbero essere sufficienti. E' possibile realizzare superfici più grandi. L'energia nello spazio, almeno fino all'orbita terrestre, è l'ultimo dei problemi.
Starcruiser, alias Ares cosmos
Avatar utente

Starcruiser

DNA
 
Messaggi: 253
Iscritto il: 14/10/2014, 6:44



Torna a Chimica e Astrochimica




Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010
cron