ARISTARCO DI SAMO

Moderatori: Martina, Giulia, Roberto, Adrian

ARISTARCO DI SAMO

Messaggioda eraclide2017 » 19/05/2018, 21:01

Aristarco Di Samo: il più grande astronomo teorico dell'antichità, allievo di Stratone di Lamsaco, nacque a Samo nella Ionia il 310 e morì nel 230 a.c..
Aristarco fu il primo astronomo che professò l'idea eliocentrica * e quindi è da ritenersi il padre dell'idea eliocentrica, anticipando di circa 18 secoli Copernico. Fra l'altro scrisse di astronomia, della luce e dei colori; costruì una meridiana concava.
Il sistema di Aristarco prevede il Sole fermo al centro di un Universo molto più grande di quello fino ad allora ipotizzato, la Terra ruota attorno all'asse polare ed orbita circolarmente attorno al Sole come d'altronde tutti gli altri pianeti, il piano dell'orbita è obliquo rispetto all'equatore celeste; la Luna è un satellite della Terra; il Sole si trova al centro della sfera delle stelle fisse (molto lontana), più esattamente il rapporto tra il diametro della Terra ed il diametro dell'Universo è uguale al rapporto fra il diametro dell'orbita terrestre ed il diametro della sfera delle stelle fisse.
Aristarco calcolò: il diametro apparente della Luna e del Sole in 2° e successivamente in 0,5°, probabilmente con la sua meridiana; la distanza del Sole dalla Terra, pari a 19 volte quella della Luna dalla Terra medesima (Aristarco aveva misurato l'elongazione del Sole dalla Luna quando quest'ultima si trova in quadratura trovando un angolo pari a ca.87°, contro gli 83°38' di Eudosso e gli 85°14' di Fidia); la distanza Terra - Luna pari a circa 9 diametri terrestri e la distanza Sole - Terra pari a circa 180 diametri terrestri (dalle osservazioni delle eclissi di Luna aveva dedotto che il diametro della Luna era la metà del diametro del cono d'ombra della Terra alla stessa distanza della Luna ed inoltre aveva già calcolato in 2° il diametro apparente della Luna); il diametro del Sole pari a circa 7 volte il diametro della Terra ed il diametro della Luna pari ad un terzo di quello terrestre; il diametro terrestre pari a 15.047 Km.
La sua opera sulle distanze ci è pervenuta: "Trattato delle grandezze e le distanze del Sole e della Luna"
Aristarco addizionò 21,3' all'anno di Callippo.

In seguito, un astronomo babilonese Seleuco di Seleucia vissuto attorno al 150 a.c. riprese l'idea eliocentrica di Aristarco affermando di aver trovato le prove che la Terra gira attorno al suo asse ed orbita attorno al Sole; per Seleuco, la Luna orbita attorno alla Terra da Est ad Ovest e l'Universo è infinito. Inoltre egli sosteneva che le maree sono dovute al contrasto fra il moto di rivoluzione della Luna ed il moto rotatorio della Terra; nel contempo, osservando le maree del mar Rosso, mise in relazione le maree con la posizione della Luna. Dopo Seleucio, il filosofo iberico Lucius Annaeus Seneca (Corduba - Iberia 4 a.C. – Roma, 65 d.c.), consigliere dell'imperatore romano Nerone (Lucio Domizio Enobarbo Nerone Claudio Cesare Augusto Germanico - Lucius Domitius Ahenobarbus Nero Claudius Caesar Augustus Germanicus; Anzio, 37 – Roma, 68 a.c.), ammise come possibile l'idea eliocentrica. Fra l'altro Seneca condivise l'idea dei pitagorici sul movimento planetario delle comete e che forse provenivano dallo spazio profondo!


* la sua opera fondamentale "IPOTESI" è andata perduta ma di lui scrisse Archimede nell'Arenario.

Nota: riportiamo alcune equivalenze sulle unità di misura degli angoli:

- 6,28 radianti equivalgono a 360° sessagesimali
- 1 radiante a 57,29° sessagesimali
- 1° sessagesimale a 0,01745 radianti
- 100° sessagesimali a 1,745 radianti
- 1 radiante a 63,66° centesimali
- 4 radianti a 254,64° centesimali
- 1° centesimale a 0,0157 radianti
- 1° sessagesimale a 1,111° centesimali
- 1° centesimale a 0,9° sessagesimali.

eraclide2017

Idrogeno
 
Messaggi: 134
Iscritto il: 11/02/2018, 22:35


Torna a Storia della Scienza - Tecnologia - Esplorazione Spaziale




Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010
cron