Prototipo Europeo IXV Quasi Pronto al Lancio

Rifornimento di idrazina per il prototipo IXV in vista del suo primo volo spaziale. Credit: ESA
Rifornimento di idrazina per il prototipo IXV in vista del suo primo volo spaziale. Credit: ESA

Il razzo Vega si prepara al suo primo lancio dell'anno, e porterà con sé il prototipo di una navicella spaziale chiamato IXV (Intermediate eXperimental Vehicle). Si tratta di una navicella che metterà alla prova tecnologie innovative, freni aerodinamici e scudi termici per il futuro sviluppo di una mezzo europeo riutilizzabile. Il lancio doveva avvenire il 23 Ottobre scorso, ma fu rimandato per motivi di sicurezza: per assicurarsi che la traiettoria di volo non mettesse in pericolo centri abitati vicini. Adesso, però, tutti sono pronti al via, e nei giorni scorsi è iniziato il rifornimento di idrazina al modulo sperimentale, che servirà per fare piccoli cambiamenti di orbita e per orientarsi meglio.
Continua a leggere...


ESA Propone alla Russia Collaborazione per Missioni Lunari

Mosaico di alcuni crateri in ombra al polo sud lunare; una delle zone più intriganti per la futura esplorazione robotica della Luna. Credit: ESA
Mosaico di alcuni crateri in ombra al polo sud lunare; una delle zone più intriganti per la futura esplorazione robotica della Luna. Credit: ESA

Dopo una recente riunione dei ministri responsabili per la ricerca scientifica nei vari Paesi europei membri dell'ESA, sono tornati in auge i piani per l'esplorazione robotica della superficie della Luna, e c'è una novità: puntare su una maggiore collaborazione con la Russia. Negli ultimi anni aveva raccolto molti consensi una proposta della Germania che prevedeva la costruzione di un lander per tornare sul polo sud lunare, ma è stata cancellata per mancanza di pochi milioni di euro. Questa collaborazione con la Russia, già in atto sul piano dell'esplorazione di Marte con il programma ExoMars, potrebbe aiutare sia l'ESA che la Roscosmos, che già da anni ha in mente di riprendere a lavorare al suo programma lunare. Un fattore che sicuramente non aiuta, però, è la tensione tra Russia e UE per il caso Ucraina. Continua a leggere...


3 Opere Musicali Composte da Vangelis per Rosetta e Philae

Splendida vista della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko pochi giorni prima dell'atterraggio del lander Philae. Credit: ESA
Splendida vista della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko pochi giorni prima dell'atterraggio del lander Philae. Credit: https://www.flickr.com/photos/lunexit/15749135882/

Grazie ad una collaborazione artistica e di divulgazione, l'Agenzia Spaziale Europea ed il famoso compositore Vangelis (Evangelos Odysseas Papathanassiou), hanno dato vita a tre magnifiche opere musicali dedicate alla missione Rosetta e al lander Philae. Di seguito le potete sentire. Nel frattempo, Philae si sta preparando per le ultime comunicazioni con la Terra prima di finire le sue batterie.
Continua a leggere...


Philae: Foto, Dati e Riassunto del Primo Giorno in Bilico sulla Cometa

Primo mosaico delle foto scattate dalla superficie della 67P/Churyumov-Gerasimenko, da Philae. Questa è la prima volta che abbiamo foto dalla superficie di una cometa!Credit. ESA
Primo mosaico delle foto scattate dalla superficie della 67P/Churyumov-Gerasimenko, da Philae. Questa è la prima volta che abbiamo foto dalla superficie di una cometa! Credit. ESA

Dopo la grande avventura vissuta ieri (qui trovate il riassunto), anche oggi è stata una giornata carica di novità! Nella notte gli scienziati ed ingegneri del team sono riusciti a capire meglio le dinamiche degli accadimenti durante la fase di rimbalzo dopo l'atterraggio, ed hanno una prima stima sulla posizione effettiva di Philae. Nel frattempo sono arrivate anche le prime immagini panoramiche dalla superficie, nuove fotografie dalla sonda Rosetta, e tanti dati dagli strumenti scientifici attivati già durante la discesa. La missione è sicuramente un successo dal punto di vista scientifico ed ingegneristico (specie alla luce di un atterraggio molto più difficile del previsto). Ma riuscire a farlo restare vivo per molto potrebbe rivelarsi molto più difficile del previsto. Il lander si trova in una posizione molto precaria, quasi verticale, con panelli solari non del tutto in luce, e questo renderà difficili anche le prossime due giornate di operazioni scientifiche. Ma andiamo con ordine.
Continua a leggere...


Philae: Atterraggi, Rimbalzi e Brividi! Riassunto e Foto della Superficie

Immagini della discesa verso la superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko. Credit: ESA
Immagini della discesa verso la superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko. Credit: ESA

Dopo una giornata storica e ricca di continui colpi di scena, il lander Philae è diventata la prima sonda ad atterrare su una cometa! Fra tante cose che hanno funzionato perfettamente, come gli strumenti scientifici avviati con successo e già in grado di raccogliere moltissimi dati, o la discesa che ha portato esattamente nella regione dove si cercava di atterrare, o i piedi che si sono aperti come previsto e si sono avvitati nella superficie, ci sono stati però anche diversi problemi. Prima di tutto, il getto che doveva spingere il lander contro la superficie per dargli modo di ancorarsi meglio con gli arpioni, non è partito. Allo stesso tempo nemmeno gli arpioni si sono attivati e ancora non è detto che verranno usati. Questi due problemi hanno portato ad almeno due rimbalzi sulla superficie.
Continua a leggere...


Rosetta: 3 Spettacolari Foto di Philae Mentre Scende

Zoom della camera OSIRIS di Rosetta su Philae. Credit: ESA
Zoom della camera OSIRIS di Rosetta su Philae. Credit: ESA

Nuove spettacolari immagini dalla camera principale della sonda Rosetta, dell'ESA, che ci mostra il piccolo lander Philae mentre scende verso la superficie della cometa, poco dopo il distacco! Potete notare in questa foto zoomata anche i dettagli della sua struttura, i piedi aperti, gli strumenti pronti, l'antenna e l'attività nella prima foto a grandangolo.
Sotto potete vedere le altre due immagini:
Continua a leggere...


Il Sito d'Atterraggio di Philae si chiama Agilkia

Primo piano di Agilkia, nuovo nome del sito di atterraggio del lander Philae, dell'ESA. Credit: ESA/DLR
Primo piano di Agilkia, nuovo nome del sito di atterraggio del lander Philae, dell'ESA. Credit: ESA/DLR

Il 12 Novembre, il lander Philae scenderà sulla Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, e si poggerà sul sito precedentemente conosciuto come "J" e ribattezzato ora come Agilkia, in seguito ad un concorso indetto dall'Agenzia Spaziale Europea. L'Isola Agilkia si trova nel sud dell'Egitto ed ospita un complesso di strutture dell'antico Egitto, tra cui anche il famoso Tempio di Iside, che fu spostato dall'Isola di Philae all'Isola di Agilkia in seguito ad inondazioni dello scorso secolo. Agilkia è stato proposto da 150 diversi partecipanti. Su tutti, la commissione ha scelto Alexandre Brouste, Francia, come vincitore. Come premio, sarà invitato nel Centro Controllo Operazioni Spaziali dell'ESA a Darmstadt, in Germania, per seguire l'atterraggio dal vivo.
Continua a leggere...


Ultime Preparazioni per il Prototipo Italiano/Europeo IXV

Ultime preparazioni per il prototipo IXV che farà da apristrada per tecnologie da integrare in futuro in navicelle spaziali. Credit: ASI/ESA
Ultime preparazioni per il prototipo IXV che farà da apripista per tecnologie da integrare in futuro in navicelle spaziali. Credit: ASI/ESA

Siamo presso lo spazioporto di Kourou, dell'ESA, nella Guiana Francese, e quello che vedete è il prototipo IXV (Intermediate eXperimental Vehicle), che sarà lanciato da un razzo Vega a 320 km di altezza, che diventeranno 420 se consideriamo anche la propulsione dell'IXV. Il veicolo ritornerà poi nell'atmosfera e metterà alla prova le tecnologie sviluppate per il controllo del rientro atmosferico in vista di future navicelle spaziali più grandi e complesse. L'IXV, come dice il suo nome, è un prototipo intermedio sulla strada di sviluppo di futuri mezzi, che potranno trasportare anche persone, e darà un grande contributo su come procedere nel prossimo futuro. E' un po' la "prova del 9" di anni di sviluppo tecnologico, ma è anche un motivo di orgoglio per l'industria aerospaziale italiana, che vedrà un razzo sviluppato in Italia (il Vega) lanciare un prototipo anch'esso creato e sviluppato principalmente in Italia!
Continua a leggere...


Rosetta: Dai un nome al "Sito J" dove atterrerà Philae

Dopo dieci lunghi anni a bordo della sonda Rosetta, si avvicina il momento della discesa del lander Philae sulla superficie della Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko. Il 12 Novembre infatti, l'ESA darà il via libera per il distacco dall'orbiter e l'inizio della discesa verso la zona chiamata per adesso solo "Sito J". Vista l'occasione memorabile, l'ESA ed i suoi partner offrono la possibilità di partecipare ad un concorso per scegliere un nome ufficiale per questo sito. Potete partecipare al concorso tramite il link sotto a partire dal 16 Ottobre, fino alle 23:59 del 22 Ottobre.
Continua a leggere...


ESA Pronta al Lancio del Prototipo Spaziale IXV

Il prototipo IXV (Intermediate eXperimental  Vehicle), durante la preparazione e trasporto in vista del lancio del 18 Novembre. Credit: ESA
Il prototipo IXV (Intermediate eXperimental Vehicle), durante la preparazione e il trasporto in vista del lancio del 18 Novembre. Credit: ESA

Durante la recente riunione a Toronto, Canada, per il 65°esimo Congresso Internazionale Astronautico, l'ESA ha annunciato diverse novità riguardo al suo programma sperimentale IXV, per la costruzione di un veicolo orbitale riutilizzabile. Giuseppe Rufolo, ingegnere ESA del programma IXV ha confermato il via libera per il volo di prova in orbita il 18 Novembre 2014. Il lancio avverrà con un razzo Vega, dalla Guiana Francese. Il prototipo arriverà ad un'altitudine massima di 450 km prima di rientrare e ammarare vicino alle regioni centrali dell'Oceano Pacifico. Il veicolo raggiungerà una velocità massima di 7.5 km durante il rientro, simile a quella di un futuro veicolo orbitale. Il prototipo raccoglierà numerosi dati sul comportamento dei materiali e le tecnologie usate, in vista di futuri impieghi in una navicella orbitale.
Continua a leggere...