Luce Zodiacale nei cieli di lontani Esopianeti

Illustrazione artistica della luce zodiacale vista nel cielo di un'esopianeta. Credit: ESO/L. Calcada
Illustrazione artistica della luce zodiacale vista nel cielo di un'esopianeta. Credit: ESO/L. Calcada

Sfruttando tutta la potenza dell'Interferometro del VLT (VLTI), un'equipe internazionale di astronomi ha scoperto la luce eso-zodiacale vicino alla zona abitabile di nove stelle vicine. La luce zodiacale è la luce stellare riflessa dalla polvere creata dalla collisione tra asteroidi e dall'evaporazione di comete. La presenza di queste grandi quantità di polvere nelle regioni interne degli ambienti che circondano alcune stelle potrebbe costituire un ostacolo alla possibilità futura di ottenere immagini dirette di pianeti simili alla Terra.
Continua a leggere...


Esocomete: Censimento delle Comete intorno ad un'altra stella

Illustrazione artistica delle esocomete intorno alla stella Beta Pictoris. Credit: ESO
Illustrazione artistica delle esocomete intorno alla stella Beta Pictoris. Credit: ESO

Lo strumento HARPS dell'Osservatorio La Silla, in Cile, ha prodotto il più completo censimento mai ottenuto delle comete presenti intorno ad un'altra stella! Si tratta di Beta Pictoris, una stella a 63 anni luce da noi, con un'età di appena 20 milioni di anni. La giovane stella è ancora circondata da grandi dischi di detriti, proprio come lo era il nostro Sistema Solare all'origine. Le comete, i resti di quell'epoca, sono testimoni degli stessi processi che hanno vissuto le comete del nostro Sistema, ma intorno ad un'altra stella. Flavien Kiefer (IAP/CNRS/UPMC) ha guidato la squadra di astronomi francesi che ha effettuato le nuove osservazioni ed il censimento. "Beta Pictoris è un obbiettivo molto eccitante! Le dettagliate osservazioni delle sue esocomete ci danno nuovi indizi riguardo ai processi che avvengono nei giovani sistemi planetari."
Continua a leggere...


Super-Tempesta Scoperta su un Esopianeta

HD209458b, VLT, ESO, esopianeti, tempesta su esopianeta
concept artistico del esopianeta HD209458b

Gli astronomi hanno registrato per la prima volta una supertempesta nell’atmosfera di un pianeta extrasolare, il ben noto HD209458b, un “Giove caldo”. L’altissima precisione nella rilevazione di monossido di carbonio nella sua atmosfera , mostra come questo gas si sposti a grandissima velocità dalla zona rovente del pianeta, quella illuminata dalla sua stella, a quella della fredda notte. Le osservazioni hanno anche permesso di ottenere un’altra “prima” – la misurazione della velocità orbitale dell’esopianeta, che rende possibile determinare direttamente la sua massa.
Continua a leggere...


Sono Possibili Pianeti Abitabili Intorno a Nane Brune ?

Illustrazione artistica del pianeta Gliese 867b. Credit: NASA/G. Bacon (STScI)

I pianeti sono comuni intorno alle nane brune ?Beh, non siamo in grado di rispondere a questa domanda ora come ora, tuttavia è una domanda molto intrigante perché alcuni modelli suggeriscono che il numero di nane brune la fuori è paragonabile a quello delle stelle a massa bassa(meno massicce del nostro Sole). Questo significherebbe che questi oggetti(stelle "mancate" la cui massa è sotto il limite necessario per sostenere la fusione dell'idrogeno),potrebbero essere comuni come le nane-M, che sorpassano di gran luna tutti gli altri tipi di stelle nella galassia. Se i pianeti si formano intorno alle nane brune, allora dovremmo aggiungerle come possibili ambienti per la ricerca della vita.
Continua a leggere...


Kepler: 750 Nuovi Candidati Esopianeti

Kepler, nuovi esopianeti, esopianeti Kepler, esopianeti,
La sonda spaziale Kepler ha scoperto oltre 750 possibili esopianeti! E pensare che si tratta soltanto dei dati relativi ai primi 43 giorni di osservazioni della sonda. "Questa è il più grande rilascio di dati riguardo agli esopianeti che sia mai avvenuto." ha dichiarato William Borucki, scienziato a capo del progetto Kepler. "Il numero di candidati come pianeti è molto più grande di tutti gli esopianeti che abbiamo scoperto dal primo, 15 anni fa."
Continua a leggere...


CoRoT: 6 Nuovi Esopianeti e Una Nana Bruna

CNES, CoRoT
immagine dei primi 15 pianeti scoperti dalla sonda CoRoT. Credito: CNES

La missione spaziale CoRoT (Convection, Rotation and Transit) è stata molto occupata ultimamente, ed è riuscita a scoprire ben 6 nuovi pianeti extrasolari, che tra tutte sono un assortimento davvero bizzarro di nuovi mondi. Tra questi ci sono Saturni in miniatura, pianeti come Giove caldissimi e gonfiati, e una rara nana bruna 60 volte la massa di Giove. "Ognuno di questi esopianeti è interessante a modo suo,ma quello che è più eccitante di questi mondi è quanto sono diversi tra di loro." ha dichiarato la co-investigatrice Dr. Suzanne Aigrain del dipartimento di fisica dell'Università di Oxford. "I pianeti sono intrinsecamente oggetti molto complessi, e abbiamo moltissimo da imparare a riguardo."
Continua a leggere...


Esopianeta ripreso mentre si muove !!

VLT, eso0842, Beta Pictoris b, NACO, esopianeta, esopianeti orbite,
Per la prima volta nella storia, gli astronomi sono riusciti a seguire direttamente il moto di un esopianeta mentre orbita attorno alla propria stella madre. Il pianeta ha l'orbita più piccola mai osservata con immagini dirette, fuori dal nostro sistema solare, e si trova rispetto alla sua stella madre, più o meno alla stessa distanza di Saturno rispetto al Sole. Gli scienziati credono che si si sia formata in modo simile ai giganti gassosi del nostro Sistema Solare. Dato che la stella è cosi giovane, questa scoperta dimostra che gli giganti gassosi possono formarsi nei dischi in solo qualche milione d'anni, un tempo cortissimo in termini cosmici.
Continua a leggere...


Ecco TRAPPIST: Il nuovo Telescopio Caccia-Esopianeti

nebulosa tarantola, M83, TRAPPIST, ESO, La Silla, esopianeti
TRAPPIST vede la prima luce guardando la Nebulosa Tarantola. Credit: ESO

Un nuovissimo telescopio robotico, dedicato primariamente alla caccia di esopianeti ha aperto per la prima volta gli occhi. Anche se le prime immagini sono di una nebulosa, il TRAPPIST(TRAnsiting Planets and Planetesimals Small Telescope) dell'ESO(European Southern Observatory), presso l'osservatorio La Silla, in Cile, si concentrerà sul rilevamento e la caratterizzazione di pianeti che si trovano fuori dal nostro sistema solare. Il nuovo telescopio è pensano anche per lo studio di comete.
Continua a leggere...


Orbite Strane Potrebbero Rendere Sterili Esopianeti

concept artistico di esopianeta e, in questo caso, esoluna terrestre

Sin dalla loro prima scoperta, gli esopianeti hanno sfidato duramente le nostre aspettative di come un sistema stellare dovrebbe essere. I primi esopianeti scoperti furono intorno a pulsar,poi abbiamo giganteschi "Giove" caldissimi, che abbracciano da vicinissimo le loro stelle, o che, come nei casi recenti abbiamo visto, vengono divorati dalle loro stelle compagne, per non parlare poi delle orbite più strane ed eccentriche immaginabili.
Nuove simulazioni presentate alla recente riunione della "American Astronomical Society" a Miami, hanno indicato che esopianeti terrestri,in sistemi stellari simili, farebbero molta fatica a sopportare la vita.
Continua a leggere...


Sistema Planetario Pazzesco Sorprende gli Astronomi

Upsilon Andromedae. Illustrazione : NASA,ESA e A. Feild(STScl), McDonald Observatory

Gli astronomi stanno scoprendo che non solo c'è un'enorme varietà di esopianeti, ma pure i sistemi plantari si formano nei modi davvero più disparati. "Non siamo sicuramente più nel Kansas" dice scherzando Barbara McDonald dell'Università di Texas, alla riunione a Miami in Florida, della American Astronomical Society. "La cosa più eccitante di questa scoperta è che questo nuovo sistema planetario che abbiamo scoperto è totalmente diverso dal nostro."
Continua a leggere...