LHC: Nuovo Record Di Collisioni Tra Particelle

Immagine dell'interno del rilevatore ATLAS, presso il LHC. Credit: CERN
Immagine dell'interno del rilevatore ATLAS, presso il LHC. Credit: CERN

Un altro grande passo è stato fatto dal LHC per arrivare alla sua piena potenza. Come un bambino che sta imparando a stare in piedi e fare i primi passi, ogni piccolo passo è in realtà un enorme salto verso i 100 metri della scienza, nel tentativo di risolvere i grandi quesiti della fisica e dell'astronomia. Inoltre, l'annuncio di ieri è una forte risposta da parte dei fisici del CERN al monopolio di scoperte ottenute nei ultimi tempi da parte dell'altro enorme acceleratore di particelle, il Fermilab, da cui non molto tempo fa arrivo l'ipotesi di non uno ma ben 5 bosoni di Higgs. Cosi il Large Hadron Collider(LHC) in Svizzera, ha doppiato il numero precedente di collisioni, arrivando a circa 10.000 collisioni al secondo. Più collisioni significa più opportunità di osservare fenomeni fisici nuovi. Il Fermilab detiene ancora il record di intensità del raggio, nel suo acceleratore Tevatron, ma è solo questione di tempo.
Continua a leggere...


Simulato il suono del bosone di Higgs e altre particelle

LHC, particelle subatomiche, Atlas
parte del Atlas,uno dei rilevatori di particelle del LHC

Se i fisici delle particelle mai trovassero il bosone di Higgs, potrebbero farlo sentendolo piuttosto, o oltre, a vederlo. I diversi suoni che le particelle fanno possono dare ai fisici un altro modo per analizzarli, spiegano un team di fisici che lavorano sulla sonificazione,che sarebbe il processo di convertire dati in suoni.
Parzialmente per ricerca, e parzialmente per attirare il pubblico, gli scienziati hanno simulato i suoni che il bosone di Higgs e altre particelle subatomiche potrebbero fare al LHC(Large Hadron Collider).
Continua a leggere...


Fermilab: 5 Bosoni di Higgs e Asimmetria Materia-Antimateria

Higgs, Bosone di Higgs, Bosoni di Higgs, 5 Bosoni Higgs, Tevatron, asimmetria, materia , antimateria, modello standard, muoni, tau, LHC, CERN, Fermilab
Il rilevatore DZero, del Tevatron Collider, al Fermilab

Cercando di spiegare perché nell'Universo c'è più materia che antimateria, un trio di fisici teorici del Fermilab hanno dichiarato di aver ottenuto risultati che indicano una forte violazione della simmetria materia-antimateria. Tra queste nuove scoperte ci sono alcune che si potrebbero spiegare con l'esistenza di diversi tipi di bosoni di Higgs.
Continua a leggere...


Plasma di Quark e Gluoni, ed esperimenti per studiarli

MIT, quark, gluoni, plasma di quark e gluoni, RHIC, acceleratore di particelle
visualizzazione di una delle prime collisioni a piena energia, tra ioni d'oro, al Relativistic Heavy Ion Collider di Brookhaven.

Per qualche milionesimo di secondo dopo il Big Bang, l'universo consisteva in una calda "zuppa" di particelle elementari chiamati quark e gluoni. Qualche microsecondo dopo, queste particelle hanno iniziato a raffreddarsi per formare i protoni ed i neutroni, i mattoni con cui costruire la materia.
Per tutto il passato decennio, i fisici intorno al mondo hanno cercato in tutti i modi di ricreare quella "zuppa", conosciuta come Plasma di Quark e Gluoni, facendo collidere nuclei atomici con abbastanza energia da produrre temperature di trilioni di gradi.
Continua a leggere...


Osservata velocità istantanea di particelle browniane

frammento di vetro di soli 5 micron di diametro, sollevato nell'aria da laser da sotto. Questa trappola ottica è formata dall'equilibrio tra le forze del laser e la forza di gravità.

Un secolo dopo che Albert Einstein aveva detto che non saremmo mai in grado di osservare la velocità istantanea in minuscole particelle mentre si agitano in maniera random, quello che poi viene chiamato il moto Browniano, un fisico di nome Mark Raizen insieme al suo gruppo sono riusciti incredibilmente a ottenere proprio questo.
Continua a leggere...


Cos'è il Bosone di Higgs e perché i fisici lo cercano?

Simulazione di un evento in cui viene rilevato un bosone di Higgs. Credit: CERN
Il Large Hadron Collider(LHC) al CERN, lungo la frontiera tra la Svizzera e la Francia, è forse ad oggi la cosa più avanzata tecnologicamente che l'uomo abbia mai costruito nella sua storia. Non solo, ma si tratta anche del più grande investimento in campo scientifico e tecnologico dell'Europa e tra i più grandi della storia, essendo costato svariati miliardi di dollari. Tuttavia davanti alle risposte che potrebbe dare, il suo costo è minimo. Quello che il LHC sta facendo è spingersi oltre i limiti attuali della fisica e sta letteralmente aprendo le porte ad una delle più grandi rivoluzioni scientifiche di sempre. Tra le tante domande e le tante ricerche in cui il LHC è coinvolto, si parla moltissimo di un misterioso "bosone di Higgs". Ma cos'è in realtà ? e perché a noi dovrebbe importarci qualcosa?
Continua a leggere...


Acceleratore di Particelle Naturale Sopra le Nuvole

Cascata di particelle da parte di raggi cosmici nell'atmosfera
Un ricercatore sui fulmini, dell'Università di Bath ha scoperto che durante i temporali, giganteschi acceleratori di particelle naturali si possono formare a 40 km sopra la superficie della Terra. Il 14 Aprile, il Dr. Martin Fullekrug, ha presentato il suo nuovo lavoro al RAS National Astronomy Meeting(2010) a Glasgow. Quando scarichi di fulmini particolarmente intensi durante i temporali coincidono con l'arrivo di particelle ad alta energia dallo spazio(raggi cosmici), la natura fornisce le giuste condizioni per dare vita ad un gigantesco acceleratore di particelle.
Continua a leggere...


Creato un Buco Nero Atomico

Materiale che simula il comportamento di un buco nero a livello atomico. Credit: Harvard
I fisici dell'Università Harvard hanno scoperto che usando nanotubi di carbonio,attraversati da alti voltaggi elettrici, si possono causare dei particolari effetti sui atomi freddi vicini. Più precisamente questi cominciano a cadere a spirale verso il tubo, subendo una drammatica accelerazione prima di disintegrarsi violentemente. I loro esperimenti, i primi a dimostrare qualcosa simile ad un buco nero atomico, sono descritti nella ricerca da loro pubblicata sul Physical Review Letters.
Continua a leggere...