I Crateri Lunari Polari Potrebbero Essere Elettrizzati


Passando sopra le ostruzioni naturali della Luna, il vanto solare potrebbe caricare elettricamente i crateri polari della Luna, a centinaia di Volt di potenza, secondo i nuovi calcoli del team della NASA: Lunar Science Institute. I crateri polari lunari sono di grande interesse per via delle risorse che nascondono, incluso il ghiaccio d'acqua,che esiste e,pare,anche in abbondanza. L'orientamento della Luna verso il Sole mantiene i fondi dei crateri polari perennemente in ombra, permettendo alle temperature di arrivare facilmente vicino allo zero assoluto, abbastanza freddo da trattenere materiali volatili come l'acqua per miliardi di anni.
"Comunque, le nostre ricerche suggeriscono che, oltre al freddo tremendo, gli esploratori ed i robot, sui fondali dei crateri lunari polari troveranno anche un enorme e complesso ambiente elettrico,che può alterare la chimica della superficie,scatenando scariche statiche nella polvere." spiega William Farrell, del Goddard Space Flight Center, della NASA. Farrell è l'autore principale della ricerca pubblicata il 24 Marzo nel Journal of Geophysical Research. La ricerca è parte del Lunar Science Institute Dynamic Response of Environment at the moon(DREAM) project.
Continua a leggere...


Incredibili Valanghe su Marte


Nel 2008, la camera HiRISE abbordo del Mars Reconnaissance Orbiter stava monitorando una certa regione di Marte in cerca di cambi di pattern man mano che arrivava la primavera, e per assoluta serendipità, ha catturato l'immagine di una valanga in azione. Quest'anno il team di HiRISE ha fatto attenzione proprio alle valanghe, pronti a catturarne nuove nell'emisfero nord. E ci sono riusciti e come, le foto sono incredibilmente dettagliate e senza precedenti.
Continua a leggere...


Mimas,la luna Pac-Man sorprende tutti

immagine dell'analisi termica di Mimas. credit: NASA/JPL/GSFC/SWRI/SSI

In passato, Mimas, luna di Saturno, aveva già attirato l'attenzione verso di se, grazie al suo enorme cratere, chiamato Herschel, guadagnandosi cosi lo pseudonimo di "Morte Nera" per la sua somiglianza alla famosa arma di distruzione di massa, di Star Wars. Ma si pensava che oltre a questo gigantesco cratere, non ci fosse molto altro di interessante in questa piccola Luna. Adesso invece, dopo la visita della sonda Cassini, Mimas si guadagna l'attenzione meritata di tutto il mondo astronomico, guadagnandosi anche un nuovo pseudonimo, Pac-Man. Cassini nel passaggio vicino alla luna, ha scattato nuove foto, e ha fatto approfondite analisi termiche della sua superficie, rilevando cosi un enigmatica anomalia che ha lasciato gli astronomi senza parole. Zone misteriosamente calde, e linee scure nei crateri, hanno fatto nascere tanti nuovi misteri intorno a questo piccolo mondo.
Continua a leggere...


Opportunity scopre strano materiale su rocce marziane

Immagine in falsi colori della roccia "Chocolate Hills" Credit: NASA/JPL-Caltech/Cornell University

Il rover Opportunity ha passato sei settimane investigando e analizzando le rocce marziane intorno al cratere "Concepciòn" prima di riprendere il suo lungo viaggio questo mese. Il cratere è circa 10 metri in diametro. Raggi oscuri si estendono da esso, da come viene visto dall'orbita, ed è stato uno dei grandi punti di interesse scientifico nel programma del viaggio di Opportunity.
Vicino a questo cratere, il rover ha trovato,però,una cosa che continua a sbalordire ed incuriosire gli scienziati e astronomi. Opportunity ha trovato alcune rocce con uno strano rivestimento sopra,che è diverso da qualsiasi altra cosa che abbiamo trovato prima, e che non si riesce a spiegare.
Continua a leggere...


Lava Scava Spettacolare Canale su Marte

dettagli del canale Ascraeus(in rosso) credit: Jacob Bleacher

Immagini di Marte,fatte in orbita,mostrano un enorme sistema di letti di fiumi, e canyon creati dall'acqua. O forse no. Un nuovo studio di uno dei canali,mostra che è stato formato dalla lava e non dall'acqua, ed i risultati "diventano una nuova forte chiave di interpretazione che dimostra come la lava può produrre canali che sembrano molto simili a quelli generati dall'acqua."spiega Jim Zimbelman del Smithsonian Institute a Washington,che fa parte della squadra che ha lavorato alla ricerca. "Quindi non dovremmo subito saltare a conclusioni che indicano la passata presenza di acqua in presenza di canali simili,quando li vedremmo magari anche su altre lune o pianeti."
Continua a leggere...


Encelado: calore e nuovi geyser scoperti

Scatto ravvicinato della superficie di Encelado che mette in evidenza i vari solchi da cui provengono i geyser. Credit: NASA/JPL/Cassini
Sono state da poco rilasciate nuove immagini di Encelado,che Cassini ha fatto nel suo flyby ravvicinato a novembre, e mostrano enormi getti d'acqua lungo tutta la regione conosciuta come:"le strisce della tigre",al polo sud della luna. Inoltre una nuova dettagliata mappa delle temperature, di una delle fratture che compongono le strisce di cui si parla,rileva temperature ben più alte di quanto ci si aspettava. "Encelado continua a sorprenderci"spiega Bob Pappalardo, a capo del programma Cassini presso il Jet Propulsion Laboratory."Con ogni flyby di Cassini, impariamo di più riguardo l'estrema attività che governa questa luna."
Continua a leggere...


MRO Mappa il Ghiaccio d'Acqua sotto la Crosta di Marte

Mappa radar del Mars Reconnaissance Orbiter,che mostra i vasti depositi di ghiaccio. credito:NASA/JPL

Neanche due giorni fa,ci arrivava la notizia di nuove prove,decisive,sulla presenza di ghiaccio d'acqua al polo nord della Luna,ma adesso arriva una notizia ancor più grande,Marte è piena di ghiaccio d'acqua. Un nuovo estensivo rilevamento radar ha mappato le regioni delle latitudini medie della parte nord di Marte,mostrando spesse masse di ghiaccio sepolto ovunque sotto la superficie del pianeta. Lo strumento Shallow Radar del Mars Reconnaissance Orbiter (MRO) ha rilevato depositi di ghiaccio,che si estendono per centinaia di km,sottoterra,nella regione chiamata Deuteronilus Mensae, circa a metà strada tra l'equatore e il polo nord. "Abbiamo mappato l'intera area con una copertura ad alta densità",spiega Jeffrey Plaut del JPL. "Queste non sono delle caratteristiche isolate. In quest'area il radar ha rilevato enormi depositi di ghiaccio d'acqua in molti posti."
Continua a leggere...


Scoperta Acqua al Polo sud della Luna

crateri al polo nord della Luna. In rosso sono i crateri più freschi,mentre in verde sono crateri anomali.

L'esistenza dell'acqua sulla Luna, non è più in dubbio.Adesso se mai la domanda è quanta acqua c'è? Gli scienziati,usando il Mini-SAR,uno strumento della sonda Chandrayaan-1, hanno rilevato depositi di acqua ghiacciata al polo nord lunare. Mini-SAR, un piccolo radar ad apertura sintetica, ha scoperto più di 40 piccoli crateri con ghiaccio d'acqua. I crateri vanno da 2 a 15 km di diametro. Anche se la quantità dell'acqua dipende da quanto lo strato di ghiaccio è spesso, si suppone che ci siano almeno 600 milioni di tonnellate metriche di ghiaccio d'acqua.
Continua a leggere...


Il passato di Marte nelle Stratificazioni del Cratere Gale

foto da HiRISE, che mostra dettagli della superficie del fondo del cratere Gale

Vicino al centro di un cratere marziano più grande della regione Campania, centinaia di strati di rocce esposti formano un altissimo cumulo alto più di 4000 metri,che mostrano i maggiori cambiamenti climatici e ambientali su Marte,nei ultimi miliardi di anni.
Continua a leggere...


Nuovi segni di acqua liquida su Encelado

Primo piano ravvicinato dei geyser al polo sud di Encelado. Credit: NASA/JPL/Cassini
Gli scienziati che lavorano alla missione Cassini(l'orbiter intorno a Saturno) hanno scoperto ioni di acqua caricati negativamente nei pennacchi di vapore d'acqua ghiacciata dei geyser su Encelado. Le scoperte si basano su approfondite analisi fatte sui dati presi dai passaggi in mezzo a quei pennacchi fatti da Cassini nel 2008.
Oltre alla scoperta dell'acqua allo stato liquido, la ricerca pubblicata nel giornale scientifico Icarus, parla anche dei dati raccolti dal spettrometro per l'analisi del plasma, che ha scoperto diverse specie di ioni caricati negativamente, oltre a quelli dell'acqua, tra cui anche dei idrocarburi.
Continua a leggere...