Formazioni strane sulla superficie di Titano

immagine radar ottenuta dalla sonda Cassini, si notano due strutture simili a piccole montange coperte da incavi e righe

Dai ultimi dati provenienti dalla sonda Cassini, sono venute fuori alcune foto radar che mostrano strutture che non si sono mai viste finora sulla superficie del satellite saturniano. Ci sono dei strani pattern radiali e lunghi incavi e righe che scendono su piccole montagne.
Queste strutture, si trovano nel emisfero nord, nella regione chiamata Belet, sono larghe circa 80 km , e alte poco più di 60 metri.
Continua a leggere...


Titano a 5 anni dall'atterraggio della sonda Huygens

Immagine di un riflesso speculare della luce solare nel lago Jingpo Lacus, su Titano. Credit: NASA
Titano, la luna più grande di Saturno, e la seconda più grande del sistema solare, è speciale per tanti motivi. Sia perché è l'unico satellite con un'atmosfera densa,o perché è l'avamposto più lontano dove l'umanità ha fatto atterrare qualcosa di suo, o anche perché è una Terra primordiale in miniatura. Nuove foto di Cassini, mostrano i laghi di metano ed etanolo presenti sulla superficie, come si pensa possa essere stato sulla Terra al inizio della sua storia.
La scorsa settimana inoltre si festeggiavano 5 anni da quando il lander Huygens, arrivato in copia con l'orbiter Cassini, atterrò sulla superficie di Titano.
Continua a leggere...


Novità riguardo a vita su Marte dal meteorite ALH84001.1

immagine del Allen Hills Meteorite , trovato in Antartide nel 1984

Importanti nuovi dati, portano a nuove prove dal punto di vista chimico, a sostegno dell'ipotesi di presenza di tracce di vita microbica nel meteorite di Allan Hills, trovato nel 1984. Nuovi esperimenti vengono condotti per rianalizzare le vecchie prove, in funzione delle nuove scoperte, e monta l'entusiasmo sia di NASA che di altri team di astronomi e astrobiologi intorno al mondo.I nuovi risultati sono frutto del uso di un più avanzato microscopio elettronico ad alta risoluzione, che è riuscito a ricavare dati impossibili da trovare al epoca del annuncio iniziale della NASA nel 1996.
Continua a leggere...


Rea, una luna con anelli?

concept artistico del sistema anellare di Rea

Tutti abbiamo sempre ammirato molto Saturno per il suo meraviglioso sistema di anelli, ma adesso sembra che non sia l'unico nel suo sistema che abbia questa caratteristica. I satelliti di Saturno si sono dimostrati, da quando è arrivata la sonda Cassini, uno più speciale dell'altro, ma nessuno si aspettava una luna con anelli .
Rea sarebbe il primo di questo tipo mai scoperto .

Continua a leggere...


Il fondale del cratere Tycho

Cratere Tycho vicino al Polo Sud della Luna. Credit: wikimedia
Il cratere Tycho è uno dei più imponenti crateri sulla Luna. Appare come un punto luminoso nell'emisfero sud , con lunghi bellissimi raggi , che si estendono in tutta l'aria intorno . La cosa che rende speciale Tycho , non è la sua grandezza , con appena 85 km di diametro , è solo uno tra migliaia di crateri di questa dimensione o più grandi. Quello che davvero lo rende speciale , è la sua relativamente giovane età. Si è formato abbastanza di recente che ancora si notano i suoi raggi , creati da materiale eiettato durante l'impatto.
Continua a leggere...


Eccitanti scoperte riguardo ad Encelado

Immagine di Encelado in contrasto più alto per far notare tutte le marcate prove dell'attività tettonica passata. Credit: NASA
Fino a poco tempo fa , molto poco si sapeva di questa piccola luna , fu visitata dalle missioni Voyager , ma nessuno notò niente di particolare , per di più si pensava che fosse soltanto un mondo piccolo è ghiacciato , con forse qualche remota attività geologica , durante la sua nascita .
Ma dopo le foto fatte da vicino , in alta risoluzione , dalla sonda Cassini , in orbita intorno a Saturno , Encelado si è mostrato come uno dei posti più intriganti nel Sistema Solare, con non solo geyser di acqua in superficie , ma anche zone che agli infrarossi si sono mostrate molto più calde del previsto e rispetto ad altre parti del pianeta . La stessa superficie , senza tantissimi e grossi impatti meteorici ,si dimostra abbastanza giovane .

Nei giorni scorsi , è stata pubblicata , nella pagina online di Nature Geoscience , una ricerca di Craig O'Neill e Francis Nimmo , due scienziati planetari che hanno prodotto dei modelli computerizzati per analizzare e fare simulazioni dei dati di Cassini , su Encelado , riuscendo forse a trovare la risposta ad una apparente contraddizione cosmica.
Continua a leggere...


Indizi su Laghi Recenti di Acqua su Marte

Segni di un antico canale che forse univa due laghi su Marte. Foto della camera CTX a bordo del Mars Reconnaissance Orbiter. Credit: NASA/JPL
Marte come la conosciamo oggi è un posto frigido e asciutto, ma nuove prove suggeriscono che in alcuni posti al equatore , potrebbero esserci stati dei laghi d'acqua fino a soli 3 miliardi di anni fa .
Questo studio è frutto del lavoro di ricercatori del Università di Londra e del Collegio Imperiale di Londra ,che hanno studiato le foto fatte con la fotocamera CTX, a bordo del Mars Reconnaissance Orbiter ( MRO ), e tante altre foto di depressioni nella regione di Ares Vallis, vicino al equatore marziano .
Precedentemente, si pensava che queste depressioni fossero il frutto di colassi della superficie, quando il ghiaccio sotto si evapora direttamente in gas. ma le nuove immagini , mostrano canali che connettono le varie depressioni tra di loro. suggerendo cosi che un tempo l'acqua le riempiva . Strutture simili possono essere viste anche in Alaska, e altrove, con il permafrost che si scioglie e crea canali e laghi.
Continua a leggere...