Hubble: Foto da Brividi dei Pilastri della Creazione 20 anni dopo

Nuova vista dei Pilastri della Creazione, 20 anni dopo la prima foto. Credit: NASA/ESA/Hubble Space Telescope
Nuova vista dei Pilastri della Creazione, 20 anni dopo la prima foto. Credit: NASA/ESA/Hubble Space Telescope

Di tutte le iconiche immagini ottenute dall'Hubble Space Telescope durante la sua attività, poche sono diventate famose quanto quella dei "Pilastri della Creazione". La famosa nebulosa, parte della Nebulosa dell'Aquila, o M16, è una stupenda regione di formazione stellare con grandi strutture scolpite dal vento stellare in modo peculiare: sembrano infatti dei pilastri. Dal punto di vista poetico la metafora funziona, perché stiamo letteralmente guardando a nubi in cui si forgiano nuovi mondi. L'immagine originale fu scattata nel 1995, ma ora, 20 anni dopo, Hubble è tornato a riprendere questa regione con tutta la potenza della sua camera WFC-3, molto più avanzata rispetto a quella di cui era dotato all'epoca. Oltre alla nuova immagine in onde visibili, che vedete sopra, Hubble ha scattato anche una nuova fotografia dettagliata negli infrarossi, mostrando la struttura dei pilastri ben oltre la polvere superficiale.
Continua a leggere...


Hubble: Ombra di Ganimede sull'Occhio di Giove

Ombra della luna Ganimede ripresa davanti alla Grande Macchia Rossa durante il transito visto dal Hubble Space Telescope. Credit: NASA/ESA
Ombra della luna Ganimede davanti alla Grande Macchia Rossa durante il transito. Foto di Hubble Space Telescope. Credit: NASA/ESA

Pochi giorni fa la più grande delle lune del Sistema Solare è passata tra noi e la più grande tempesta, sul più grande dei pianeti! Ed Hubble Space Telescope era lì per vedere lo spettacolo. L'immagine è incentrata su Giove in modo da catturare principalmente l'ombra della luna, che sembra una pupilla all'interno dell'occhio della tempesta!
Continua a leggere...


100 Nebulose Planetarie in una Sola Foto

Montaggio di 100 nebulose planetarie nella Via Lattea viste dal Hubble Space Telescope. Credit: NASA/ESA/Judy Schmidt
Montaggio di 100 nebulose planetarie nella Via Lattea viste da Hubble Space Telescope. Credit: NASA/ESA/Judy Schmidt

L'astrofotografa Judy Schmidt, che spesso lavora al montaggio delle bellissime foto scattate da Hubble Space Telescope, ha riunito in una immagini di 100 Nebulose Planetarie della nostra galassia! Tale processo permette di vedere, tra le altre cose, anche la grandissima diversità che si presenta in queste nubi di gas e polvere superstiti in seguito alla morte di stelle come il Sole.
Continua a leggere...


Hubble: Spettacolare Immagine di una Galassia Polverosa

Hubble fotografa la galassia lenticolare NGC 4526. Cliccate qui per ingrandire. Credit: NASA/ESA/ Judy Schmidt

Questa piccola galassia che somiglia ad una nuvola è conosciuta come NGC 4526 ed è visibile qui in tutta la sua bellezza grazie ad Hubble Space Telescope, che ha permesso agli scienziati di riprendere in dettaglio anche le braccia più esterne, così diffuse e ricche di polvere da sembrare un alone che copre una galassia centrale. Questa categoria di galassie, conosciute come lenticolari, si trovano a metà strada tra quelle a spirale come la Via Lattea e le super-giganti ellittiche.
Continua a leggere...


Hubble Fotografa Galassia a 13.2 Miliardi di Anni Luce

Le galassie in primo piano appartengono all'ammasso galattico Pandora, che con la sua gravità crea una lente che ci permette di vedere la luce molto più debole e lontana di una galassia a 13.2 miliardi di anni luce, ingrandita qui nei riquadri. L'effetto lente gravitazionale ha distorto la luce della galassia in tre punti diversi. Credit: NASA/ESA/STScl Per vedere l'immagine grande clicca qui.

Guardando attraverso una gigantesca lente di ingrandimento creata con la gravità di centinaia di massicce galassie, l'Hubble Space Telescope è riuscito a trovare i segni di tre piccolissime e pallide galassie primordiali risalenti ad un periodo in cui l'universo aveva appena 500 milioni di anni (contro i 13.7 circa che ha attualmente). "Questo oggetto è un esempio unico di quella che ci aspettiamo essere un'abbondante popolazione di galassie estremamente piccole e deboli a circa 500 milioni di anni dal Big Bang" spiega Adi Zitrin, del Caltech. "La scoperta ci dice che galassie come questa esistono, e che dovremo continuare a guardare e cercarne altre ancora più pallide, così da poter comprendere meglio il modo in cui il nostro universo si è evoluto nel tempo."
Continua a leggere...


Hubble Fotografa Veli Turchesi nella Nebulosa Tarantola

Parte della Nebulosa Tarantola, ripresa da Hubble Space Telescope. Credit: NASA/ESA. Qui a tutto schermo

Questa coloratissima immagine con nubi di gas e polvere costellate di giovani stelle è parte della famosa Nebulosa della Tarantola, nella vicina galassia Grande Nube di Magellano, a 150.000 anni luce di distanza. Normalmente le immagini di questa nebulosa hanno colori molto diversi, e questo si deve ai filtri che il telescopio utilizza. I normali filtri R che selezionano la luce rossa, qui sono stati sostituiti con filtri per luce nel vicino-infrarosso. Nelle immagini tradizionali il gas di idrogeno appare rosa perché molto brillante nel filtro rosso. Qui, tuttavia, sono visibili molto meglio altre linee dello spettro che altrimenti sarebbero sopraffatte. Sono visibili anche i colori che passano attraverso i filtri blu e verde.

Continua a leggere...


New Horizons ha una seconda destinazione dopo Plutone

La missione New Horizons ha finalmente un obiettivo per il post-incontro con il sistema Plutone-Caronte! Si tratta di un oggetto chiamato provvisoriamente PT1, grande dai 30 ai 45 km di diametro. Per incontrarlo, la sonda dovrà usare circa il 35% del suo carburante avanzato, e percorrere un altro miliardo di km di distanza! L'oggetto è stato individuato dopo una lunga e dettagliata analisi di possibili target nella vastissima Cintura di Kuiper, ai confini del Sistema Solare, grazie ad Hubble Space Telescope. Dopo 4 diverse osservazioni dell'oggetto, è stato possibile determinare con sufficiente precisione la sua orbita e quindi iniziare a programmare un futuro incontro. Oltre a PT1, c'erano anche ulteriori candidati (PT2 e PT3) ma più difficilmente raggiungibili.
Continua a leggere...


Osservate Tracce della Nascita della Via Lattea

Immagine dell'ammasso stellare M80, o NGC 6093, fotografato dal Hubble Space Telescope. Credit: NASA/ESA
Immagine dell'ammasso stellare M80, o NGC 6093, fotografato dal Hubble Space Telescope. Credit: NASA/ESA

Per la prima volta, un team di astronomi è riuscito a investigare le primissime fasi della storia dell'evoluzione della nostra galassia, la Via Lattea. Gli scienziati del Argelander Institute for Astronomy dell'Università di Bonn insieme al Istituto per la Radioastronomia del Max-Planck, sempre a Bonn, hanno dedotto che la nostra galassia, ai suoi albori, è passata da liscia a disomogenea in solo poche centinaia di milioni di anni.
Continua a leggere...


Hubble: Giovanissime Stelle Sotto Un Velo di Gas e Polvere

Hubble, LMC, N11, nebulosa, Grande Nube di Magellano,
Conosciuta come N11, questa è una regione di grande formazione stellare. Tra le più attive nel vicino Universo. Si trova all'interno della Grande Nube di Magellano

Una nuova spettacolare immagine dal Hubble Space Telescope(NASA/ESA), mostra in primo piano una complessa rete di gas e cluster di stelle nella Grande Nube di Magellano. Questa nuova foto, è la foto nella più alta risoluzione mai ottenuta di questa regione, ed ha già entusiasmato moltissimo gli scienziati per la grande quantità di dettagli visibili.
La Grande Nube di Magellano contiene tantissime luminosissime bolle di gas. Una delle più grandi e complesse è la regione bolla chiamata LHA 120-N 11 nome che gli è rimasto dal catalogo composto da Karl Henize nel 1956, ma informalmente è conosciuta come N11.
Continua a leggere...


Hubble: Giove sotto la Lente per Impatto e Striscia Mancante

Giove, Impatto Giove, Scomparsa Striscia Giove,
Osservazioni dettagliate fatte dal Hubble hanno mostrato che il flash di luce osservato era un meteorite. Qui sopra invece si intravedono parti della cintura scomparsa sotto le nubi di ammoniaca

Ultimamente Giove ci ha fornito un po di nuovi misteri freschi freschi su cui indagare. Dopo la misteriosa sparizione di una cintura equatoriale di nuvole, e dopo un impatto che non ha lasciato alcuna traccia dietro di se, gli astronomi hanno deciso che era l'ora di tirare fuori le armi pesanti. Cosi ecco le nuove osservazioni del Hubble, molto dettagliate che offrono alcuni approfondimenti e chiarimenti su questi recenti fenomeni.
Continua a leggere...