Curiosity: Nuove Foto e Alba nel Cratere Gale

Mosaico di tre foto grezze di Curiosity che mostra l'alba in lontananza sul bordo del Cratere Gale, su Marte. Cliccate qui per ingrandire. Credit: Stuart Rankin / NASA/JPL/

Dopo due anni su Marte, il mese scorso Curiosity è finalmente giunto alle pendici della grande montagna che domina il Cratere Gale: il Monte Sharp. Nelle valli sottostanti Curiosity è riuscito a trovare segni del lago che dominava un tempo il cratere, ma molti depositi sono stati coperti da polvere ed erosi. Al contrario, il Monte Sharp è come un grande libro aperto sulla storia geologica di Marte nell'arco di miliardi di anni. La speranza del team è di trovare tracce non solo dell'acqua ma anche delle molecole organiche presenti all'epoca, per avere così un quadro più completo sulla possibilità di antica vita su Marte.
Continua a leggere...


Immagini della Cometa Siding Spring dall'Orbita di Marte

La Siding Spring e la sua chioma riprese dall'orbiter MRO della NASA. Cliccate qui per ingrandire.

Direttamente dalla Nube di Oort, il visitatore di ghiaccio che conosciamo come Cometa Siding Spring ha sfiorato il 19 Ottobre il Pianeta Rosso. Le immagini a risoluzione più alta sono state ottenute dalla camera HiRISE a bordo della sonda Mars Reconnaissance Orbiter, che è riuscita a riprendere 138 pixel della luce della cometa da una distanza di 138.000 km. Il nucleo si pensava fosse relativamente piccolo, con un diametro medio stimato intorno ad 1 km, ma le nuove osservazioni di HiRISE, che mostrano una grandezza del nucleo di appena 2-3 pixel, suggeriscono un diametro di solo 0.5 km. E' anche il primo nucleo di questo tipo mai ripreso.
Continua a leggere...


Prime Immagini della Cometa Siding Spring da Marte

Al centro si vede la chioma della cometa Siding Spring mentre attraversa i cieli di Marte. Foto scattata dal rover Opportunity. Credit: NASA/JPL. Cliccate qui per ingrandirla
Prime notizie da Marte dopo il passaggio della Cometa Siding Spring! Gli orbiter sono tutti intatti e sono riusciti ad evitare il rischio detriti. Dalla superficie stanno arrivando le prime immagini, e gli scienziati ed astrofotografi stanno lavorando per togliere il rumore in eccesso e riuscire a vedere così la debole luce della Siding Spring che passa nei cieli marziani. Dal rover Opportunity è arrivata questa splendida foto che mostra non solo la luce della cometa ma anche una chioma tutt'attorno.
Continua a leggere...


Missioni Marziane Pronte all'Arrivo della Cometa Siding Spring

Questa domenica, il 19 Ottobre, la Cometa C/2013 A1 Siding Spring passerà ad appena 139.500 km dalla superficie di Marte! E' meno della metà della distanza che separa in media la Terra dalla Luna, ed è meno di un decimo della distanza più ravvicinata alla quale una cometa ha sfiorato la Terra a memoria d'uomo. Il passaggio sarà relativamente rapido: essa passerà a 56 km al secondo, ma la vicinanza incredibile permetterà di fare analisi fantastiche con un moltitudine di sonde. E in questo senso si sono mobilitate tutte le missioni marziane dell'USA, Europa e India.
Continua a leggere...


Opportunity: Spettacolare Panorama da Marte

L'immagine mostra una vista da brividi ottenuta dal rover Opportunity sul bordo ovest del Cratere Endeavour, in direzione di una cresta del cratere stesso chiamata Wdowiak Ridge. Il mosaico è stato ottenuto il 17 Settembre 2014, durante il 3.786°mo giorno di Opportunity su Marte. Il nome Wdowiak Ridge è stato dato in onore allo scienziato membro del team di Opportunity, Thomas J. Wdowiak, scomparso nel 2013.
Continua a leggere...


Opportunity Vede le Creste del Cratere Endeavour su Marte

Opportunity, Marte, NASA, Cratere Endeavour
Dall'estate del 2008, quando il rover della NASA, Opportunity ha finito la sua missione di due anni di studiare il Cratere Victoria, il rover sta continuando un lunghissimo viaggio che lo porterà a sudest verso il grande Cratere Endeavour. Credit: JPL

I membri del team dei rover su Marte hanno iniziato a dare nomi informali alle strutture principali intorno al bordo del Cratere Endeavour, man mano che pensano a piani per investigare la nuova destinazione del rover Opportunity della NASA, quando arriverà li, tra diversi mesi. Intanto, ecco una nuova vista in super-risoluzione, di una porzione del bordo di Endeavour, che rivela dettagli che non erano discernibili nelle prime immagini del rover. Diversi punti alti lungo il bordo potrebbero essere correlati con punti osservati precedentemente dall'orbita.
Continua a leggere...


L'Acqua Era Diffusa Su Marte, ma Niente Oceani

Marte, oceano su Marte, acqua su Marte, vita su Marte, il pianeta rosso,MRO
La posizione di 9 esposizioni di silicati idrati nei crateri nel nord, mostrati su una mappa del Mars Orbiter Laser Altimeter. i quadratini neri indicano i siti investigati con il CRISM che non hanno mostrato rilevanze. Credito: Science/AAAS

Esaminando la mineralogia dei crateri che si trovano nell'emisfero nord di Marte, e comparandoli con la struttura e composizione delle regioni del emisfero sud, gli scienziati hanno scoperto che l'acqua liquida aveva probabilmente alterato la maggior parte della crosta del Pianeta Rosso, circa 4 miliardi di anni fa. Tuttavia, le nuove scoperte non sopportano altri recenti studi che parlavano di un oceano gigantesco su tutto l'emisfero nord. Usando lo strumento OMEGA del Mars Express, insieme allo strumento CRISM, del Mars Recconnaissance Orbiter, John Carter di Bibring all'Université Paris in Orsay, in Francia, insieme ad un ampio gruppo di scienziati dalla Francia e USA, hanno investigato vari larghi crateri scoprendo minerali che si sarebbero potuti formare soltanto con la presenza dell'acqua. "Abbiamo rilevato minerali idrati in circa 10 di questi crateri," ha spiegato Carter, " e abbiamo concluso che la crosta antica fu alterata in maniera simile sia nel sud che nel nord, durante un periodo iniziale in cui Marte era più calda e umida di quanto è oggi."
Continua a leggere...


Scoperte Diffuse Valli di Acqua Sciolta su Marte

Marte,ghiaccio,acqua su Marte, astrobiologia, Vita su Marte, fiumi su marte
Fiumi ghiacciati. Quest'immagine mostra un fiume che nasce dal ghiaccio sciolto da un cratere su Marte

Una ricerca condotta dalla Brown University ha documentato decine di canali scavati dall'acqua sciolta da ghiacciai che si trovano nelle regioni a latitudini medie su Marte. Le valli glacio-fluviali sono state scavate nell'epoca più recente di Marte ha spiegato il team, supportando cosi l'idea che il Pianeta Rosso aveva ancora tanti depositi di acqua liquida anche nel suo passato recente. I risultati sono stati pubblicati su "Icarus".
Continua a leggere...


Vasti Oceani Coprivano Un Terzo di Marte?

Marte, oceani su Marte, acqua su Marte, vita su Marte
Illustrazione di Marte come poteva essere circa 3.5 miliardi di anni fa, quando vasti oceani coprivano buona parte del emisfero nord. Illustrazione creata dall'Università del Colorado

Le prove a favore della passata esistenza di grandi quantità di acqua su Marte aumentano continuamente. L'ultimo studio, che combina dati riguardo a strutture legate alla presenza dell'acqua, come canali di fiumi, depositi di delte e simili, con uno sguardo più approfondito riguardo alla possibilità di un'idrosfera su Marte nei suoi primi anni, ha scoperto che molto probabilmente almeno un terzo della superficie del pianeta rosso era coperto d'acqua 3.5 miliardi di anni fa.
Continua a leggere...


Nuova Teoria per Spiegare il Metano e l'Assenza di Chimica Organica su Marte

Marte, Vita su Marte, Composti Organici su Marte, metano su Marte,astrobiologia
Immagine del lander Phoenix della NASA, vicino al Polo Nord di Marte, mentre analizzava del suolo

Continua la dura ricerca di prove riguardo alla presenza passata o attuale di vita su Marte.Una parte dei sforzi e dedicata alla ricerca di composti organici come proteine nel suolo Marziano, ma la loro assenza rimane un mistero. Nella rivista peer review "Astrobiology", viene presentata una nuova teoria per spiegare cosa succede alle molecole basate sul carbonio.
Continua a leggere...