Nuove Foto di Marte dalla sonda Indiana MOM

Phobos sopra le nuvole di Marte, riprese dalla sonda MOM, dell'India. Credit: ISRO
Phobos sopra le nuvole di Marte, ripresa dalla sonda MOM, dell'India. Credit: ISRO

La sonda MOM (Mars Orbiter Mission), dell'India, sta continuando a mandare straordinarie foto della superficie di Marte, e funziona ancora perfettamente anche dopo aver passato il termine di 160 giorni che si era prefissato come obbiettivo minimo di vita intorno a Marte. Le foto potrebbero non sembrare molto più spettacolari di quelle di livello avanzato delle grandi sonde NASA o ESA, ma la missione indiana è la prima per questo Paese in ambito interplanetario, ed è anche un esperimento a basso costo per aumentare l'esperienza su missioni così complesse, e per ottenere dati scientifici dall'orbita di un altro pianeta. Servirà come base per future missioni, e nel frattempo ci mostra scorci meravigliosi del nostro pianeta vicino.
Continua a leggere...


Orbiter Marziano dell'India Riprende la Cometa Siding Spring

Alcune delle immagini ottenute dall'orbiter indiano MOM che mostrano la cometa Siding Spring. Credit: ISRO
Alcune delle immagini ottenute dall'orbiter indiano MOM che mostrano la cometa Siding Spring. Credit: ISRO

La sonda spaziale MOM (Mars Orbiter Mission), di cui avevamo celebrato l'inserimento in orbita di Marte a Settembre, ha rilasciato da poco i tanti dati che ha ottenuto durante il passaggio della Cometa Siding Spring, il 19 Ottobre, ad appena 139.500 km dalla superficie. Come le altre sonde di ESA e NASA, anche la MOM ha rilevato grandi quantità di materiale precipitato su Marte! Dalla superficie si sarebbe visto uno spettacolo di migliaia di meteore all'ora!
Continua a leggere...


Missioni Marziane Pronte all'Arrivo della Cometa Siding Spring

Questa domenica, il 19 Ottobre, la Cometa C/2013 A1 Siding Spring passerà ad appena 139.500 km dalla superficie di Marte! E' meno della metà della distanza che separa in media la Terra dalla Luna, ed è meno di un decimo della distanza più ravvicinata alla quale una cometa ha sfiorato la Terra a memoria d'uomo. Il passaggio sarà relativamente rapido: essa passerà a 56 km al secondo, ma la vicinanza incredibile permetterà di fare analisi fantastiche con un moltitudine di sonde. E in questo senso si sono mobilitate tutte le missioni marziane dell'USA, Europa e India.
Continua a leggere...