Creato Metallo Super-Idrofobico che fa Rimbalzare l'Acqua

Acqua rimbalza sulla nuova superficie metallica. Credit:  University of Rochester
Acqua rimbalza sulla nuova superficie metallica. Credit: University of Rochester

Un team di scienziati dell'Università di Rochester ha utilizzato dei laser per trasformare alcuni metalli in repellenti quasi perfetti dell'acqua. Si tratta di una categoria di materiali conosciuta come idrofobi, o in questo caso super-idrofobi. La particolarità innovativa di questo approccio è che il materiale non ha bisogno di rivestimenti, che in genere ha durata temporanea. Nella loro pubblicazione sul Journal of Applied Physics, Chanlei Guo ed i suoi compagni spiegano come questo tipo di materiali siano ideali per prevenire la formazione di ghiaccio o ruggine, o per uso medico, ma hanno sempre trovato il limite del rivestimento chimico deteriorabile. Nella pubblicazione, Guo ed Anatoly Vorobyev descrivono poi come siano riusciti ad usare il laser per creare strutture nano e micro-scopiche che infondono al materiale metallico queste nuove proprietà. In passato erano state utilizzate simili strategie anche per trasformare i metalli in materiali perfettamente neri. Ora, perciò, si è in grado di forgiare un metallo eccezionale dal punto di vista dell'assorbimento della luce, ma anche super-idrofobo e senza i problemi derivanti dall'interazione con l'acqua.
Continua a leggere...


Russia: Passeggeri Fanno Ripartire l'Aereo Spingendolo

Passeggeri spingono aereo per metterlo in moto, dopo che si era fermato a causa del freddo. Credit: AP Photo
Passeggeri spingono un aereo per metterlo in moto, dopo che si era fermato a causa del freddo. Credit: AP Photo

A molti sarà capitato di dover spingere una macchina per farla ripartire, ma a questo gruppo di passeggeri che speravano di lasciare la piccola città di Igarka, nella regione Krasnoyarsk Krai, in Siberia, Russia, è andata molto peggio! A causa del freddo hanno dovuto spingere l'aereo per riuscire a sbloccare le sue ruote, che si erano ghiacciate completamente. Sotto potete guardare il video dell'accaduto:
Continua a leggere...


Il Capo: Splendido Documentario sull'Estrazione del Marmo

Yuri-Ancarani-IL-CAPO-2010-35mm-15_-still-life-2-courtesy-Galleria-Zero-e-Yuri-Ancarani
Il marmo è uno dei materiali più famosi nella storia dell'arte, dell'architettura e della civiltà umana, e nell'arco di millenni, nonostante i grandi cambiamenti tecnologici che si sono susseguiti, la sua estrazione è rimasta un'opera difficilissima e legata alla grande esperienza degli addetti. Con una splendida regia, Yuri Ancarani ha girato un documentario chiamato "Il Capo" in cui mostra come colui che guida le operazioni lo fa quasi come se si trattasse di un elegante concerto, che pian piano gestisce la rimozione di grandi pezzi di marmo dalla cava.
Continua a leggere...


Prime Antenne del Telescopio LOFAR nel Regno Unito

Nuova stazione LOFAR inaugurata nel Regno Unito. Credit: LOFAR Consortium
Nuova stazione LOFAR inaugurata nel Regno Unito. Credit: LOFAR Consortium

Il primo grande radio-telescopio ad essere costruito in Gran Bretagna dopo tanti decenni, farà parte del LOFAR, l'orecchio grande quanto mezza Europa, che ascolterà il cielo nelle frequenze FM, fornendo cosi vaste quantità di dati che saranno poi macinati da un supercomputer che si trova in Olanda, fornendo agli astronomi uno strumento con cui fare scoperte senza precedenti.
Gli astronomi, inclusi scienziati dell'Univeristà di Southampton, sperano di rilevare quando le prime stelle si sono formate e osserveranno alcune delle galassie più lontane in assoluto,rivelando nuovi indizi su come l'Universo si è evoluto.
Continua a leggere...


Ecco TRAPPIST: Il nuovo Telescopio Caccia-Esopianeti

nebulosa tarantola, M83, TRAPPIST, ESO, La Silla, esopianeti
TRAPPIST vede la prima luce guardando la Nebulosa Tarantola. Credit: ESO

Un nuovissimo telescopio robotico, dedicato primariamente alla caccia di esopianeti ha aperto per la prima volta gli occhi. Anche se le prime immagini sono di una nebulosa, il TRAPPIST(TRAnsiting Planets and Planetesimals Small Telescope) dell'ESO(European Southern Observatory), presso l'osservatorio La Silla, in Cile, si concentrerà sul rilevamento e la caratterizzazione di pianeti che si trovano fuori dal nostro sistema solare. Il nuovo telescopio è pensano anche per lo studio di comete.
Continua a leggere...


Io,inferno e paradiso, e la missione Io Volcano Observer Parte-II


Nella prima parte, vi ho presentato il mondo di Io, nella sua enorme complessità, e nella diversità della superficie, per quanto fino ad ora abbiamo conosciuto. Io è sicuramente uno dei posti più importanti da esplorare nel Sistema Solare. Ma farlo non è facile, data l'enorme attività del pianeta,si richiederebbe una sonda potentissima, per riuscire a registrare eventi molto dinamici, che cambiano anche in termini di minuti.Inoltre, data la peculiare posizione nel campo magnetico di Giove, e data la radiazione di Io stesso, una sonda sarebbe sicuramente a rischio. Queste difficoltà tuttavia sono state affrontate e previste dal team dell'Università di Arizona che ha lavorato al progetto Io Volcano Observer, che adesso è in fase di concept, riuscendo a renderlo abbastanza convincente da essere accettato nel concorso come uno dei favoriti. Ma la corsa verso il finanziamento ufficiale è ancora lunga e piena di ostacoli
Continua a leggere...


Cresce il LBT: Il Telescopio Ottico più Grande al Mondo

Large Binocular Telescope

I partner del progetto, in Germania, USA, e Italia hanno orgogliosamente annunciato che la prima delle due nuove e innovative fotocamere/spettrografi in vicino-infrarosso per il LBT(Large Binocular Telescope) è stata finita ed è adesso disponibile per gli astronomi per le osservazioni scientifiche preso il telescopio sul Monte Graham nel sud est Arizona. Dopo oltre un decennio di progettazione,produzione e test, il nuovo strumento, chiamato LUCIFER 1, si offre come uno strumento potentissimo per osservare il nostro universo, dalla Via Lattea fino alle galassie più lontane. LUCIFER 1 è stato costruito da un consorzio di Istituti tedeschi, e sarà seguito da uno strumento identico gemello che verrà spedito al telescopio all'inizio del 2011.
Continua a leggere...


Stampare in 3D Future Basi Lunari ?


Un inventore italiano,di nome Enrico Dini, presidente della compagnia Monolite UK Ltd. ha sviluppato un enorme stampante 3D chiamata D-Shape che può stampare interi palazzi con la sabbia e un legatore inorganico. La stampante funziona spruzzando un sottile strato di sabbia seguito da uno strato di legatore/agglomerante a base di magnesio,dalle centinaia di ugelli nella sua parte inferiore. La colla fa diventare la sabbia pietra solida, che viene costruita strato dopo strato dal basso verso l'alto per formare una scultura, o un palazzo di arenaria.
Continua a leggere...